adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

QUANTI IMPANTI POSSO AVERE??

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • QUANTI IMPANTI POSSO AVERE??

    Leggendo il nuovo decreto non mi sembra di aver letto che un soggetto non può avere più impianti in esercizio contemporaneamente.. o mi è sfuggito?<br><br>voi che ne pensate?<br><br>perchè se è cosi, chi vieta a un soggetto di fare 5 impianti da 20kwp al posto di 1 da 100kwp? <img src="http://www.energeticambiente.it/images/1d8bc6b8fd12ed37710fa9702a9bba57.gif" alt=":woot:">

  • #2
    Glielo vieta il legame con la cella catastale; un soggetto non può essere proprietario di più impianti sulla stessa cella di sua proprietà. La via di fuga è intestarli ad altre persone fisiche/giuridiche e poi rilasciare a questi soggetti giuridici il permesso di costruire l&#39;impianto ovviamente. In questo caso gli impianti da 20kWp DEVONO avere allaccio alla rete elettrica indipendente e l&#39;energia prodotta dovrà essere utilizzata esclusivamente dall&#39;utenza sui cui è sito l&#39;impianto.<br><br>5 allacci alla rete elettrica intestati a 5 soggetti giuridici diversi.<br>Purtroppo in Italia succedono questi casini perche il regime GSE di Scambio sul Posto si ferma ad una potenza massima di 20kWp quando ci sarebbero aziende che voglono coprire le coperture dei loro tetti co sistemiFV per rendersi autonomi energeticamente...il probelma che molte aziende consumano piu di 60mila kWh/mese....ripeto MESE....e che ci fai con 20kWp di potena...ci vorrebbero piu di 500kWp spazio permettendo<br><br>Brutta storia
    Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

    Commenta


    • #3
      grazie ale,<br><br>io intendevo cmq x <b>impianti a terra x la vendita integrale </b> (ricordi il problemino con il simulatore?)

      Commenta


      • #4
        idem....<br>anche se nel caso di vendita la ragione per fare 5 impianti intestati a 5 soggetti giuridici diversi mantenendo la singola taglia sotto i 20kWp è x aggirare le tasse...<br>tutta da verifcare qusta riflessione perchè altrimenti non capisco perche mai vengarichiesta l&#39;apertura di PIVA anche nel caso si tratti di persona fisica che vuole usfuruire di regime di venditaGSE
        Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

        Commenta


        • #5
          ma non sono esenti fino a 20kwp?? <img src="http://www.energeticambiente.it/images/61373e6f6558e71ea747aca9869f19a3.gif" alt=":"> che ci devono fare della partita iva?? <img src="http://www.energeticambiente.it/images/61373e6f6558e71ea747aca9869f19a3.gif" alt=":"><br><br><br><br>OFF TOPIC: ale hai letto l&#39;mp dove ti chiedevo se hai un pdf anche sulle altre tecnologie FV?<br><br><span class="edit">Edited by taote - 16/3/2007, 18:08</span>

          Commenta


          • #6
            Io penso che non ci siano limiti al numero di impianti dello stesso soggetto. Nello scorso C.E. io avevo presentato tre piccoli impianti da 2,2 KW, sebbene però si trovavano in siti diversi.<br>E sono stati approvati tutti e 3 dal GRTN ( ma esclusi per esaurimento della potenza nonostante presentati il 02/03/2006).<br><br>Il fatto che i 5 impianti da 20 Kw, si trovino nella stessa particella catastale non é un problema; piuttosto penso invece che siano necessari 5 diversi contatori ognuno per ciascun impianto su cui scaricare l&#39;energia prodotta.<br>Il fatto dell&#39;unica particella si può risolvere rivolgendosi ad un geometra e presentando all&#39;Ufficio del Catasto una richiesta di frazionamento ed eventualmente dividere la particella in 5 stacchi differenti a cui il catasto assegnerà un numero diverso.<br>Basta inoltrare quindi 5 domande separate per ogni impianto.<br>Naturalmente questo é solo il mio modesto parere<br><br>meno

            Commenta


            • #7
              Confermo 5 contatori, un contatore x impianto intestato. 5 contatori intestati a 5 soggetti giuridici... a patto che l&#39;energia poi venga tutta riversata verso la stessa utenza proprietaria dell&#39;immobile sito nella particella catastale in questione.<br>Aspettiamo delibera AEEG per conferma??? che dite voi?
              Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

              Commenta


              • #8
                ribadisco: nel mio caso non c&#39;è nessun immobile: <b>impianto su terreno x vendita integrale alla rete</b>

                Commenta


                • #9
                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (taote @ 16/3/2007, 14:43)</div><div id="quote" align="left">OFF TOPIC: ale hai letto l&#39;mp dove ti chiedevo se hai un pdf anche sulle altre tecnologie FV?</div></div><br>No Taote non ricordo di avere file.pdf relativi a quello che mi hai chiesto.<br><br>Per la questione dell&#39;impianto al suolo fammi capire meglio qual&#39;è il problema a parte la questione tasse.<br>Notte
                  Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

                  Commenta


                  • #10
                    forse è proprio quello il problema: che se si pagano le tasse non si rientra + nell&#39;investimento..<br><br>x questo mi è venuto in mente di dividerlo in + impianti sotto i 20kwp<br><br>e dicevo non c&#39;è un immobile su cui riversare l&#39;energia, ma va tutta in rete<br><br><br>notte

                    Commenta


                    • #11
                      E&#39; venuto in mente a parecchie persone con il vecchiocontoenergia basta che guardi le statistiche; non sarei cosi sicuro che in regime di vendita sotto i 20kWp non si paghino le tasse l&#39;agenzia delle entrate non mi ha ancora risposto...è vero se tu fai due conti anche a mano sotto i 20kWp con le tasse sono cavoli.<br>Io per ora non le sto considerando sotto i 20kWp anche perche non c&#39;è ancora uno storico attendibile da cui trarre spunto per fare un confronto
                      Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

                      Commenta


                      • #12
                        Buongiorno a tutti, stavo pensando però che se una azienda, supponiamo agricola, abbia l&#39;80&#37; di energia elettrica consumata all&#39;interno dello stesso stabile, oltre a mettere + contatori e suddividerli tra diversi utenti intestatari, si troverebbe in difficoltà anche per ripartire l&#39;impianto elettrico già esistente per non farlo &quot;sfociare&quot; allo stesso contatore.<br>E poi, se una azienda è composta da 3/4 soci non credo che si potrebbero staccare o modificare la società per risultare proprietari dei relativi contatori.....<br>Credo che tutto si possa fare ma non è poi tanto semplice come si pensa.... io ad esempio ho un problema analogo con un cliente e Vi seguo attentamente nella speranza di una soluzione &quot;indolore&quot;. <img src="http://www.energeticambiente.it/images/dcdaa0eccbe2d1233a86ffe53506c43e.gif" alt=":P"><br><br>Ale complimenti per il simulatore uno di questi giorni passo in ufficio da te per offrirti un caffè <img src="http://www.energeticambiente.it/images/b303370c0a9692c236f10ba2d8727fa1.gif" alt=""><br><br>Saluti, Marco

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X
                        TOP100-SOLAR