adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Fotovoltaico Zonale Multimegawatt

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Fotovoltaico Zonale Multimegawatt

    Richiamo l’attenzione sull’opportunità di sviluppare fotovoltaico multimegawatt a terra su terreno agricolo avvalendosi esclusivamente del prezzo zonale orario senza tariffa incentivante. In Spagna lo si sta già facendo con un primo impianto da 250 MWp ed in ottica 2013 probabilmente si registreranno i primi casi anche in Italia sempre che prima non intervenga il Ministero dell’Ambiente negando la possibilità di realizzare fotovoltaico multimegawatt a prescindere dalla struttura incentivante selezionata a supporto dell’investimento.
    A tal proposito dal link a seguire è possibile scaricare un piccolo studio che ho realizzato ricercando il costo all-in tale che la redditività dell’investimento al prezzo zonale orario si mantenga nell’intorno IRR%=8%.

    http://www.ingalessandrocaffarelli.it/pubblicazioni.asp?totale=%204842
    Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

  • #2
    io la intravedevo già da tempi non sospetti,se poi vogliamo considerare nei prossimi venti anni un aumento del 5% annuo (come 2000/2010) il Bplan diventa ancor più appetitoso e per l'investitore e per la comunità tutta!

    Commenta


    • #3
      In Spagna stanno facendo sul serio:

      Spagna, al via centrale fotovoltaica da 500 MW
      Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

      Commenta


      • #4
        interessante!

        Commenta


        • #5
          Favorevole al multi MW, ma occorre anche tutelare gli interessi della popolazione locale, per esempio imponendo che il principale proprietario dai la possibilità ai residenti nel raggio di 5 km dall'impianto di comprarne delle quote, fino a un limite del 20% del valore dell'impianto.
          I comproprietari condividono ricavi, costi e rischio.
          ciao
          Giorgio
          Il mio: Fotovoltaico a inseguimento - Caldaia a biomassa - Pannello solare

          Commenta


          • #6
            giorgio nel tuo ragionamento vedo dei rischi oltre le imposizioni che ricordano il socialismo reale,le truffe che si
            celano dietro società create per fregare i soldi,lasciamo stare i residenti si possono benissimo costruire fondi
            di investimento aperte a tutti gli investitori a propio rischio e pericolo

            Commenta


            • #7
              Lavoce.info - ARTICOLI - FOTOVOLTAICO: FINITA LA FESTA RIMANE IL CONTO DA PAGARE

              guardate qua

              Commenta


              • #8
                beelissimo articolo Floop....chi l'ha scritto l'enel??? hihihihihihi

                Commenta


                • #9
                  ahaha apparte gli scherzi... Non è la prima volta che lo sento

                  Commenta


                  • #10
                    ovvio che la domanda di energia diminuisce ,crisi di produzione , efficienza energetica , autoconsumo ,risparmio della sciura maria per alleggerire la bolletta, vuoi il sorprendente irraggiamento solare di quest'ultimo anno , terremoti, s**** nera........ il giornalista ha scoperto l'acqua calda e che la terra è rotonda.
                    multimegawatt ,??? ma meglio tanti impianti e distribuiti, il multi mwga nello stesso osto , basta una nuvola o...... tromba d'aria per fermarlo tutto .

                    Commenta


                    • #11
                      Buongiorno a tutti,
                      con l'imminente entrata in vigore del V CE (NB il giorno del mio compleanno, che regalo !!) puo' essere utile iniziare a pensare di realizzare impianti di grossa taglia (preferibilmente a tetto) senza incentivi.
                      Molti operatori si stanno gia' attrezzando per questo. Ora e' ancora presto ma se si aggiungera' la prematura scomparsa del V CE (nn durera' certo tutto il tempo previsto) l'unica possibilita' di realizzare impianti sara' quella senza incentivo.
                      Tutto dipendera' dal prezzo a kWp e dall'efficienza dell'impianto.
                      Ipotizzare costi ampiamente sotto i 1000 €/kWp (anche 750 €/kWp) nn e' poi cosi difficile. Come potra' avvenire? Chi vivra' vedra'.
                      Riallacciandomi al messaggio originale di Alessandro dico solo che un IRR 8% e' troppo poco per tutti i rischi (elevati) che si vanno ad assumere. Secondo me un IRR corretto e' di almeno un 10%. Prova a rifare i calcoli e vediamo dove si scende con i prezzi. Infine la resa, nn si puo' pensare di fare queste cose solo in Sicilia, quindi il rendimento a kWh/kWp va rivisto al ribasso.
                      ciao car.boni
                      Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                      Commenta


                      • #12
                        Ma senza GSE in questo specifico caso, le installazioni a terra sono permesse? senza serre, colture, alberi di mele,ecc...

                        Commenta


                        • #13
                          Certo che si! Ovviamente ricordati che pur sempre esistono i vincoli paesaggistici, urbanistici e ambientali che non ti permettono installazioni di tali impianti a tutto campo. Comunque, appena hai ottenuto l'autorizzazione unica, nessuno potrà opporsi a tale Delibera Regionale.

                          Commenta


                          • #14
                            @ car.boni: i calcoli sono fatti nella misura in cui trattasi di sensitivity analysis, dunque al variare di una coppia di parametri si ha in output uno spettro di soluzioni evidenziate in una matrice e si può ritrovare il valore cercato.
                            Concordo sul fatto che ricercare l'esercizio in Grid-Parity solo in Sicilia è errato - acnhe perchè il Prezzo Zonale tenderà nel tempo a raggiungere il Prezzo Unico Nazionale (lo storico degli ultimi 5 anni e l'obiettivo SEN lo dimostra).
                            Una sola precisazione.
                            La presentazione aggiornata e mostrataa nell'ultimo convegno sulla Grid-Parity è possibile scaricarla da questo siti:
                            Atti del Workshop “Il fotovoltaico d’avanguardia: scenari transitori e post incentivi verso la Grid-Parity” | IdEA
                            Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

                            Commenta


                            • #15
                              A me non sembra una buona idea ... anzi è proprio il contrario della filosofia che dovrebbe avere il fotovoltaico perlomeno in Italia dove deserti non ce ne sono. Con tutti i tetti ancora liberi fare fotovoltaico a terra vuol dire altro cemento, spreco del territorio e neccessità di linee supplementari per trasportare la grande quantità di energia .... invece che essere distribuita a "macchia di leopardo" con tanti piccoli impianti.

                              Commenta


                              • #16
                                Chiedo lumi:
                                quale è la differenza nelle definizioni tra Prezzo Zonale ed il Prezzo Unico Nazionale?

                                Commenta


                                • #17
                                  A 700 - 800 euro il KWp scatta una nuova corsa all'oro solare. Il fotovoltaico libero e' una prospettiva reale. Tuttavia la criticita' principale rimane la burocrazia e i vincoli. I prezzi non dovrebbero preoccupare, se scendono alcuni produttori di energia elettrica tradizionali potrebbero andare fuori mercato, non se lo possono permettere. 90 - 100 euro il mega rappresenta un giusto prezzo, che puo' garantire investimenti costanti miliardari nel settore e quindi anche entrate fiscali per lo Stato davvero notevoli.
                                  1° 20 Kwp trinasolar, 3 sma 7000tl, tilt 25°, azimut 9° (in TOP 20 su 12mila impianti europei)
                                  2° 10 Kwp qixin solar, sma 12000tl, tilt 20°, azimut -105° e -15°
                                  3° 2 Kwp isola, mppsolar PIP3024GK, 2 batterie Haze 230Ah
                                  -----> noi amiamo il sole 365 giorni all'anno <-----

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da alessandro74 Visualizza il messaggio
                                    ....................
                                    La presentazione aggiornata e mostrataa nell'ultimo convegno sulla Grid-Parity è possibile scaricarla da questo siti:
                                    Atti del Workshop “Il fotovoltaico d’avanguardia: scenari transitori e post incentivi verso la Grid-Parity” | IdEA

                                    Buongiorno Alessandro,
                                    Ti ringrazio per la precisazione.
                                    Il sito da Te indicato richiede la registrazione per poter accedere ai documenti.
                                    Rispetto al Tuo documento iniziale ci sono sostanziali novita' ?
                                    Se si, potresti pubblicarla Tu direttamente sul forum ?
                                    Grazie.
                                    ciao car.boni
                                    Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                    Commenta

                                    Attendi un attimo...
                                    X
                                    TOP100-SOLAR