adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Protezione e sezionamento Impianto FV

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Protezione e sezionamento Impianto FV

    Salve a tutti,<br><br>Ho in mente di realizzare il seguente impianto fotovoltaico da 5kWp connesso alla rete ENEL monofase con contratto D2 da 6kW.<br><br>Il generatore fotovoltaico, considerato come sistema IT, costituito da moduli e cavi in Classe II di isolamento e la struttura di supporto una tettoia in legno. Per questo motivo non ho previsto nessun collegamento a terra. In caso di primo guasto verso terra sulla parte CC, l&#39;inverter dovrebbe segnalare la dispersione con un allarme.<br><br>Il quadro di parallello stringhe prevede anche due scaricatori di tensione che vorrei collegare ad un impianto di terra distinto da quello dell&#39;edificio.<br><br>L&#39;uscita CA dell&#39;inverter protetta/sezionata, dopo il contatore, da un magnetotermico da 32A (dispositivo del generatore). Il conduttore di protezione dell&#39;inverter (PE) collegato agli altri conduttori PE ed al dispersore di terra dell&#39;edificio.<br><br>L&#39;arrivo della linea Enel protetta/sezionata, dopo il contatore bidirezionale, da un magnetotermico da 32A (dispositivo generale).<br>Il parallelo rete Enel-generatore fotovoltaico collegato alle utenze tramite un differenziale 30mA+magnetotermico 63A (32 possibili da rete Enel e 32 possibili da fotovoltaico).<br><br>Ho i seguenti dubbi:<br>(D1) nessun collegamento a terra lato CC, dovrebbe essere corretto per componenti in Classe II in base alle norme, giusto ?<br>(D2) pensate sia opportuno utilizzare un impianto di terra diverso per gli scaricatori lato CC?<br>(D3) poich l&#39;inverter a monte del differenziale (che si trova all&#39;ingresso delle utenze), ho paura che non venga protetto contro i contatti indiretti. Che ne pensate? Si potrebbe ovviare mettendo il differenziale+magnetotermico 32A all&#39;ingresso della rete Enel, prima del parallelo con l&#39;uscita CA dell&#39;inverter, e mettere solo il magnetotermico da 63A a protezione delle utenze.<br><br>1000 grazie per i vostri sempre utili consigli.<br>Eubrun

  • #2
    Ciao hai posto un quesito che interessa anche me.<br>Spero ci sia qualcuno + esperto in grado di fornirci delucidazioni.<br><br>

    Commenta


    • #3
      Per i primi due dubbi ti posso dire che ci sono diversi discussioni qui sul forum e diversi dibattiti... le norme indicano che preferibilmente l&#39;impianto di terra dovrebbe essere unico, l&#39;esperienza di alcuni consiglia di separare la parte CC e a volte di collegare tutte le masse a terra...<br><br>Per l&#39;ultima domanda, potresti semplicemente mettere come dispositivo generale un MT diff che t protegga tutta la linea, poi come hai detto tu mettere solo il MT a protezione delle utenze

      Commenta


      • #4
        Possibile che nessun altro voglia intervenire?<br><br>(D1) Per il collegamento verso terra sulla cc non ho ancora sentito nessuno che voglia collegare a terra moduli di classe II su un circuito IT.<br><br>(D2) Relativamente a dove collegare gli scaricatori lato quadro CC penso che utilizzando un conduttore PE e collettore di terra comune all&#39;impianto dell&#39;edificio, in caso di sovratensioni dovute a fulminazione diretta/indiretta le masse dell&#39;edificio si poterbbero trovare ad una tensione altissima con grave pericolo per le persone. Se si usa una terra diversa, la tensione che si potrebbe cmq generare dovrebbe essere di qualche ordine inferiore. Questo ragionamento dovrebbe applicarsi a tutti gli scaricatori anche lato CA se ce ne sono. Che ne pensate?<br><br>(D3) Per la protezione differenziale, io avrei pensato a mettere un solo differenziale all&#39;arrivo della linea ENEL (funge anche da dispositivo generale) prima del parallelo con la montante che arriva dall&#39;inverter. Questo dovrebbe proteggere sia la linea contatore FV- inverter (inverter visto come carico), sia le utenze domestiche (a valle del parallelo linea ENEL-FV).<br>Ho paura per che eventuali sbalzi lato inverter facciano scattare inutilmente il differenziale.<br><br>Ma veramente necessario mettere sotto differenziale l&#39;inverter visto che galvanicamente isolato dalla CC e che in caso di contatto FASE-MASSA le protezioni di interfaccia dell&#39;inverter dovrebbero scattare interrompendo l&#39;uscita CA???<br><br>Ciao.<br>

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X
        TOP100-SOLAR