adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

azienda di pannelli cinesi in italia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • azienda di pannelli cinesi in italia

    salve volevo approfittare delle vostra esperienza per chiedervi cosa ne pensate dei pannelli fotovoltaici cinesi e in particolare dell&#39;azienda cinese ernest group che ha anche sede in italia come ernest italia, visto che mi hanno fattto un&#39;offerta per pannelli monocristallini di efficienza 15&#37; per un quantitativo di 5 kw<br>

  • #2
    Nn li conosco, ma dovresti vedere il datasheet... in primis che celle usano? che garanzia ti danno? quanto li paghi al WATT?<br>Almeno fatti fare un preventivo da un altra parte così puoi confrontare le due cose...

    Commenta


    • #3
      e fatti dare una garanzia scritta sulla resa x 25 anni all&#39;80&#37;, altrimenti lascia perdere....

      Commenta


      • #4
        i pannelli li garantiscono 90 &#37; i primi 15 anni e l&#39;80&#37; da 15 a 25 anni, sono dei monoscristallini con rendimento del 16&#37; da 200 w e mi hanno fatto un prenetivo di 20000 euro .Il problema è che non ho capito a parte le garanzie che differenza passa tra quelli di produzione cinese e gli altri visto che di elettrico c&#39;è ben poco. La societa si chiama earnest group<a href="http://http://www.earnestgroup.eu" target="_blank">sito dellla societa cinese</a>

        Commenta


        • #5
          Il problema delle garanzie secondo me è da approfondire...<br><br>premetto che la questione riguarda non solo la ditta in questione ma tutte le aziende produttrici di moduli<br>Ammettiamo che la ernest group certifichi per iscritto la garinzia a norma di legge.<br>e dopo qualche anno da ditta in questione fallisca, a chi ci rivolgiamo per far valere i nostri diritti?<br><br>altro esempio:<br>un&#39;azienda srl con capitale sociale di 100.000 € (che non è poi così poco...) produce in un anno un valore di milioni e milioni di moduli.<br><br>il produttore di celle di turno d&agrave; una fregatura al nostro produttore di moduli.<br><br>i moduli difettosi vengono comunque introdotti nel mercato.<br><br>A questo punto gli utenti finali si rivolgono all&#39;azienda produttrice, che però risponde solo fino al suo capitale sociale...<br><br>La mia opinione è che più che risparmiare qualche centesimo a KWp bisognerebbe affidarsi a produttori consolidati e che forse per 20 anni si manterranno sul mercato.<br><br>si accettano confronti.<br><br>Saluti<br><br>Salmec<br><br>
          L'esperienza è ciò che ti fa commettere errori nuovi invece di quelli vecchi.
          Arthur Bloch

          Commenta


          • #6
            <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/0a6b005013524546fcaa22c9bb5bafb0.gif" alt=":huh:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3f9f8650ef24e4b64e26e30a53dc8edf.gif" alt=":blink:"><br>Penso tu abbia ragione, in prospettiva ventennale meglio affidarsi alle aziende che più di tutte ci danno garanzie di continuit&agrave;. Ma non esistono assicurazioni anche per questi casi?<br>Così magari si sostituisce il pannello con uno simile, il più possibile simile&#33;

            Commenta


            • #7
              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Ma non esistono assicurazioni anche per questi casi?</div></div><br>credo che bisogna distinguere la garanzia dall&#39;assicurazione:<br><br>la garanzia la d&agrave; il produttore dei moduli, l&#39;assicurazione è un accessorio che può proteggere l&#39;impianto da eventuali furti, eventi atmosferici ecc...<br>magari in un&#39;altro post si potrebbe anche aprire un confronto sulle varie assicurazioni che hanno prodotti dedicati al fotovoltaico.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Così magari si sostituisce il pannello con uno simile, il più possibile simile&#33;</div></div><br>come farebbe l&#39;assicurazione a stabilire di che tipo è il modulo e a proporre un cambio?<br>Non credo che abbiano la struttura tecnina capace di fare una cosa del genere e poi se la garanzia del produttore gi&agrave; copre questi difetti, credo che l&#39;assicurazione possa farci ben poco.<br>Poi sicuramente fra dieci anni i moduli saranno MOLTO diversi da quelli odierni, quindi i cambi con caratteristiche equivalenti saranno pressocchè impossibili<br><br>saluti<br><br>Salmec
              L'esperienza è ciò che ti fa commettere errori nuovi invece di quelli vecchi.
              Arthur Bloch

              Commenta


              • #8
                Effettivamente la questione e&#39; rilevante, visto il fiorire presente (e probabilmente futuro) di aziende.<br>E&#39; chiaro che per qualunque azienda non e&#39; garantito che sopravviva per 20 anni, le aziende appena nate poi...<br><br>Se poi qualcuno volesse sbarazzarsi dell&#39;onere della garanzia ventennale avrebbe convenienza a chiudere e riaprire un&#39;altra azienda, possibile che non sia possibile cautelarsi ?<br>Vista l&#39;appetibilita&#39; delle offerte cinesi...<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Salmec @ 28/5/2007, 10:39)</div><div id="quote" align="left">come farebbe l&#39;assicurazione a stabilire di che tipo è il modulo e a proporre un cambio?<br>Non credo che abbiano la struttura tecnina capace di fare una cosa del genere e poi se la garanzia del produttore gi&agrave; copre questi difetti, credo che l&#39;assicurazione possa farci ben poco.</div></div><br>Beh forse la compagnia di assicurazioni potrebbe fare un contratto con un azienda &quot;piu&#39; seria&quot;, per interventi in caso di necessita&#39;, dati gli alti numeri potrebbe permetterselo.<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Poi sicuramente fra dieci anni i moduli saranno MOLTO diversi da quelli odierni, quindi i cambi con caratteristiche equivalenti saranno pressocchè impossibili</div></div><br>Il rendimento sarebbe sicuramente migliore, il problema sarebbe piu&#39; spicciolo, per dimensioni, parametri elettrici... Pero&#39; si potrebbero prevedere limiti di tolleranza, che so +- 10 &#37; sulle dimensioni, la tensione fornita, il rendimento invece dovrebbe essere almeno lo stesso.<br><br>Ma poi non e&#39; che il costo dell&#39;assicurazione sulla garanzia in 20 anni si mangerebbe tutta la convenienza ?<br><br>ciao
                Solare termico: 5mq piani, 500l serbatoio in polietilene con serpentina inox, a svuotamento autocostruito, da ottobre 2010.
                Solare fotovoltaico: 2.86 kW 13 x 220 W Conergy Power Plus, inverter Power One 3.0 Outd, azimut -45, tilt 22, qualche ombra, da maggio 2011.

                Commenta


                • #9
                  Mi permetto di intervenire,<br>le aziende, anche quelle meno consolidate, si avvalgono di coperture assicurative per garantire nel tempo i loro prodotti, anche in caso di fallimento, vendita, cambio di indirizzo produttivo.<br>Il danneggiato potr&agrave; comunque risalire alla compagnia assicuratrice... sempre che non sia fallita pur&#39;essa... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/133caa6787312585e42abfc61064a782.gif" alt=":unsure:"><br><br>saluti<br>brizio

                  Commenta


                  • #10
                    Si.. e quanto ci si mette... Concordo col fatto che è meglio andare relativamente sul sicuro... con aziende che hanno alle spalle un po&#39; di esperienza e che si presuma possano durare nel tempo...<br>Chi ci assicura poi che tra 5-10 anni la nostra bella azienda cinese far&agrave; ancora moduli FV? E se si fosse messa a fare scarpe? Dove troveremo moduli da sostituire per il nostro impianto?<br>Io sono abbastanza negativo per questo tipo di scelte... non ho nulla contro cinesi o altro... ma preferisco andare da chi presumo possa esistere anche tra 10-20 anni...<br>Ciao Fabio

                    Commenta


                    • #11
                      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">le aziende, anche quelle meno consolidate, si avvalgono di coperture assicurative per garantire nel tempo i loro prodotti, anche in caso di fallimento, vendita, cambio di indirizzo produttivo.</div></div><br>Come facciamo a sapere se l&#39;azienda alla quale ci rivogiamo ha queste coperture assicurative?<br>Non mi pare che nella presentazione delle aziende o nelle specifiche tecniche questi dettagli vengono mostrati, e poi bisognerebbe andare a fondo e vedere il contratto assicurativo (impossibile a farsi) per vedere evenuali franchigie e beghe contrattuali...<br><br>non vedo sbocchi.<br><br>Saluti<br><br>Salmec
                      L'esperienza è ciò che ti fa commettere errori nuovi invece di quelli vecchi.
                      Arthur Bloch

                      Commenta


                      • #12
                        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (fabjordan @ 28/5/2007, 12:21)</div><div id="quote" align="left">Si.. e quanto ci si mette... Concordo col fatto che è meglio andare relativamente sul sicuro... con aziende che hanno alle spalle un po&#39; di esperienza e che si presuma possano durare nel tempo...<br>Chi ci assicura poi che tra 5-10 anni la nostra bella azienda cinese far&agrave; ancora moduli FV? E se si fosse messa a fare scarpe? Dove troveremo moduli da sostituire per il nostro impianto?<br>Io sono abbastanza negativo per questo tipo di scelte... non ho nulla contro cinesi o altro... ma preferisco andare da chi presumo possa esistere anche tra 10-20 anni...<br>Ciao Fabio</div></div><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c158db789e7ef951bd9d2ac13a82909c.jpg" alt="image"><br><br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5584ba5d47f8d81cc322187920068542.gif" alt=":lol:"><br><br>tra 10-20 anni i moduli FV li faranno <u>tutti</u> in Cina. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4c558f06af2a6819df6f63dfa5259a47.gif" alt=":B):"><br><br><br>e anche le scarpe. a tutti. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5584ba5d47f8d81cc322187920068542.gif" alt=":lol:">

                        Commenta


                        • #13
                          Ciao a tutti <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f97aea4a62f962899a2be2c34a991924.gif" alt=""><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (crisvin78 @ 24/5/2007, 01:27)</div><div id="quote" align="left">salve volevo approfittare delle vostra esperienza per chiedervi cosa ne pensate dei pannelli fotovoltaici cinesi e in particolare dell&#39;azienda cinese ernest group che ha anche sede in italia come ernest italia, visto che mi hanno fattto un&#39;offerta per pannelli monocristallini di efficienza 15&#37; per un quantitativo di 5 kw</div></div><br>Ciao crisvin78 bentrovato&#33; Sui moduli cinesi ne abbiamo gi&agrave; parlato <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=6692397&amp;view=getlastpost#lastpost" target="_blank"><u>QUI</u></a>.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/62523378345a5c8fa058f406e14d663f.gif" alt=""><br>
                          L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
                          LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
                          Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

                          Commenta


                          • #14
                            <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/47024be1d6b472c4265ca35bb14406f8.gif" alt="image">

                            Commenta

                            Attendi un attimo...
                            X
                            TOP100-SOLAR