adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

prezzi film sottile??

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • prezzi film sottile??

    Ciao a tutti,<br>ho assistito ieri ad un convegno organizzato da una azienda leader nella produzione di film sottile.<br><br>Molto interessante e trovo affascinante il prodotto visto che soffre molto meno le temperature e l&#39;inclinazione..inoltre si integra molto meglio prendendo così l&#39;incentivo dal GSE più alto...<br><br><u>Mi ha lasciato un pò perplesso la parte</u> <u>economica</u>...prima ci è stato detto che il processo produttivo di film sottili (silicio amorfo) è molto meno dispendioso di energia e quindi dovrebbe avere costi più bassi... inoltre viene utilizzato un quantitativo molto inferiore di silicio naturale rispetto ai cristallini (almeno così ha detto il relatore del convegno)...<br><br>PERCHE&#39; ALLORA COSTA UGUALE AI CRISTALLINI??? impianto chiavi in mano = 5500-6000 €/kwp<br><br>Ricordo che per 1 Kwp cristallino = 7-8 mq.<br> 1 Kwp amorfo=17-25 mq.<br><br>

  • #2
    ciao zanna 1980<br><br>ti rispondo con un paragone che forse non calza a pennello ma ....<br><br>perchè il prezzo deli carburanti alla pompa , da una compagnia petrolifera all&#39;altra ,è pressoche identico ???<br><br>forse perchè gi&agrave; sono ai limiti industriali di guadagno facendosi una concorrenza spietatissima ,per poter vendere qualche tonnellata in piu di carburante , ???<br><br>

    Commenta


    • #3
      Su questo non ci sono dubbi se si parla di due aziende che producono entrambe pannelli mono o poli cristallini...<br><br>Ma io chiedo il perchè un amorfo film sottile con processo di produzione meno dispendioso di energia e costi, debba costare come un cristallino...inoltre viene utilizzato meno silicio naturale..<br><br>Tornando al tuo esempio dei carburanti...il cristallino è la benzina super, l&#39;amorfo è il diesel (è un carburante come lo è la benzina, ma con caratteristiche diverse che lo fanno costare meno).

      Commenta


      • #4
        ti dirò..i film sottili li sto analizzando (causa tesi)...tra le idee che mi sono fatto...<br><br>- Il c-Si è una tecnologia abbastanza matura, che copre il 95&#37; del mercato: ci sono grandissime aziende che producono celle e tantissime che producono i moduli: tante aziende che fanno praticamente lo stesso prodotto = prezzi bassi<br>- I film sottili &quot;di buona qualit&agrave;&quot;, con garanzie simili a quelle date dai cristallini sono prodotti da relativamente poche aziende: il CIS praticamente solo da Wuerth e a breve da schueco, triple giunzioni da Unisolar e Sharp. questa situazione di certo non aiuta la concorrenza ed i prezzi<br>- le linee di produzione sono molto capital-intensive: impianti automatizzati, processi poco costosi ma con macchine che vanno amortizzate, e finchè non aumenter&agrave; la produzione sar&agrave; difficile che i prezzi possano abbassarsi.<br>- Politiche di sconto: anche per conseguenza di quanto detto prima, il c-Si viene venduto con degli sconti sul prezzo di listino che arrivano anche al 40&#37;, i film sottili non sempre li scontano<br>- prezzi accessori: più spazio vuol dire che a parit&agrave; di kWp installati servono più materiali di sostegno che ne riducono o azzerano il minore costo dei moduli.<br>- non c&#39;è molto interesse da parte degli installatori: al momento la maggior parte degli impianti sono realizzati da imprese che investono grossi capitali per impianti di grandi dimensioni: secondo voi su cos puntano? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b1a1ad2ad70a65e2f89e60c0c9fb1987.gif" alt=""><br><br>che dire...il film sottile non è ancora la vera alternativa più conveniente al cristallino, ma è mia personale opinione che migliorando un pò l&#39;efficienza e non appena comincer&agrave; a sentirsi maggiormente lo shortage di silicio, il gap di maturit&agrave; tecnologica e di mercato si ridurr&agrave; ampiamente e render&agrave; il film sottile la normalit&agrave; del fotovolaico&#33;<br><br>Quasi dimenticavo...il settore dove sembra che il film sottile stia realmente avendo più successo del cristallino è quello delle coperture dei tetti dei fabbricati industriali...

        Commenta


        • #5
          Quindi al momento è sconsigliabile un impianto FV con moduli CIS?<br>Ciao Claudio
          Il mio impianto FV on line: (2,6 Kwp)
          http://claudiodimas.hobby-site.com
          nome utente: guest
          password: ecoenergia

          Commenta


          • #6
            ...ti dirò...magari i 2,5 kWp sul tetto me li metterei anche, visto che per il costo siamo lì lì...specie se alla moglie o al proprietario non piace il blu-policristallino e preferisce il &quot;gessato nero&quot; del CIS

            Commenta


            • #7
              la risposta potrebbe essere molto semplice: se un&#39;azienda ha costi di produzione più bassi di un&#39;altra però la domanda è maggiore dell&#39;offerta e quindi il consumatore è disposto a spendere una determinata cifra per il prodotto (peraltro cifra determinata dagli incentivi) perchè questa stessa azienda dovrebbe diminuire i prezzi??? Allo stesso modo perchè dovrebbero diminuirlo le aziende produttrici di moduli al silicio mono o poli? Concludo che gli incentivi oltre ad essere di stimolo per il settore hanno determinato un appiattirsi dei prezzi verso l&#39;alto o meglio verso la soglia di convenienza dell&#39;impianto fotovoltaico rispetto agli incentivi erogati. Secondo il mio modestissimo parere ci sono i presupposti per una riduzione di costi sia dell&#39;amorfo (per come detto dagli stessi produttori che sventolano ai quattro venti costi di produzione inferiori) sia per i moduli mono-poli altrimenti non si spiegherebbero gli enormi investimenti effettuati dalle maggiori case mondiali in questo tipo di moduli, Evidentemente sono gi&agrave; pronti ad abbassare i prezzi ed adeguarli a quelli dell&#39;amorfo o vari film sottili quando dovesse esserci una contrazione della dfomanda&#33;&#33;&#33; Ps. Ma come fa ad essere scarso il silicio che è uno dei materiali più diffusi al mondo????

              Commenta


              • #8
                I pannelli al silicio mono-poli cristallino sono il punto di riferimento (come volumi) del mercato : stabiliscono loro il prezzo . Tutte le altre tecnologie si adattano a questo mercato costando un pò di meno (al Wp ) , non troppo perchè nessuno regala nulla .<br><br>Il silicio è la tecnologia , usabile in normali impianti , che ha la maggiore potenza /superficie (Wp/m2 di pannello) ; tutte le altre tecnologie , a film sottile (Si amorfo , CdTeCdS etc ) hanno potenze specificche minori della met&agrave; . Quindi a parit&agrave; di condizioni un impianto a film sottile occupa più del doppio della superficie con maggiori costi di istallazione che devono essere compensati da un minore costo dei pannelli .<br><br>I pannelli a film sottile sono , per costruzione , molto meno sensibili all&#39;ombreggiamento , produco più W quando sono illuminati con luce diffusa , perdono meno &quot;potenza&quot; all&#39;aumentare della temperatura degli stessi ed infine , contenendo molto meno sostanze attive , hanno un bilancio energetico molto più favorevole (energia necessaria per produrli/ energia prodotta annualmente).<br><br>Concludendo : molte aziende si stanno affacciando al mercato del film sottile , le ultime ST Microelectronics e Saint Gobain ; con questi nuovi produttori (a regime) penso si avr&agrave; tra qualche semestre una diminuzione di prezzi .<br><br>ciao da Recoplan<br>

                Commenta


                • #9
                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (gennarocs @ 16/10/2007, 09:38)</div><div id="quote" align="left">la risposta potrebbe essere molto semplice: se un&#39;azienda ha costi di produzione più bassi di un&#39;altra però la domanda è maggiore dell&#39;offerta e quindi il consumatore è disposto a spendere una determinata cifra per il prodotto (peraltro cifra determinata dagli incentivi) perchè questa stessa azienda dovrebbe diminuire i prezzi??? Allo stesso modo perchè dovrebbero diminuirlo le aziende produttrici di moduli al silicio mono o poli? Concludo che gli incentivi oltre ad essere di stimolo per il settore hanno determinato un appiattirsi dei prezzi verso l&#39;alto o meglio verso la soglia di convenienza dell&#39;impianto fotovoltaico rispetto agli incentivi erogati. Secondo il mio modestissimo parere ci sono i presupposti per una riduzione di costi sia dell&#39;amorfo (per come detto dagli stessi produttori che sventolano ai quattro venti costi di produzione inferiori) sia per i moduli mono-poli altrimenti non si spiegherebbero gli enormi investimenti effettuati dalle maggiori case mondiali in questo tipo di moduli, Evidentemente sono gi&agrave; pronti ad abbassare i prezzi ed adeguarli a quelli dell&#39;amorfo o vari film sottili quando dovesse esserci una contrazione della dfomanda&#33;&#33;&#33; Ps. Ma come fa ad essere scarso il silicio che è uno dei materiali più diffusi al mondo????</div></div><br>Io non li ho ancora trattati perché non ho avuto situazioni specifiche, ma i prezzi mi risultano mediamente un 35% più bassi del cSI. Quello che mi lascia un po&#39; dubbioso è l&#39;alta tensione di uscita che costringe a realizzare moltissime stringhe con notevole incremento di quadri di parallelo e la stabilit&agrave; produttiva sulla quale c&#39;è ancora poco storico.<br>

                  Commenta

                  Attendi un attimo...
                  X
                  TOP100-SOLAR