adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

possibile il fv anche per riscaldamento e sanitario?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • possibile il fv anche per riscaldamento e sanitario?

    Salve, sono un neofita e penso che sicuramente scriver castronerie.....<br><br>La mia domanda questa<br><br>Abito in provincia di Bg in una casa in zona collinare a due piani con 1500 mq di giardino intorno. Il mio app.to al secondo piano ed di 120mq, (sotto ci abita mio padre e mia madre) La mia famiglia composta da dua edulti e due bambini. Dal sito dell&#39;enel sul mio contratto vedo che il mio consumo energetico annuo di 2600 kwh con una media di 7,qualcosa kwh giorno (alcuni mi dicono che troppo poco e che il dato sbagliato...).<br>Tutta la casa riscaldata con una vecchissima caldaia a gasolio (costo complessivo del gasolio per i due appartamenti 4.500 euro annui) I due impianti per caloriferi e acqua sanitaria sono separati convergono soltanto all&#39;ingresso della caldaia.<br>E&#39; possibile (sensato) pensare ad un impianto FV che riesca (oltre che a fare quella che il fv fa con l&#39;energia elettrica ) anche a scaldare e a dare acqua sanitaria al mio appartamento ? (naturalmente separandomi definitivamente da quello sotto)<br>Se si: sensato pensare ad una pompa di calore che scalda i caloriferi come se fosse una caldaia o pi sensato pensare a split ad aria distribuiti in casa? (escludo a priori il riscaldamento a pavimento....)<br>Se si: di quanto dovrei sovradimensionare il FV per tutto questo?<br><br>In sintesi, la mia idea sarebbe quella di abbinare la sitemazione del riscaldamento da un lato attraverso una soluzione complessiva anche per il l&#39;elettricit&agrave;. Se invece penso ad un impianto solare termico solo per il riscaldamento innanzitutto temo di non avere spazio sufficiente per aggiungerci il fotovoltaico successivamente secondariamente non mi piace l&#39;idea di collegarmi al metano perch da solo il solare termico non ce la fa....<br><br><br>Mi potete dare per favore qualche dritta?<br>Grazie a tutti<br>Ciao

  • #2
    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Dal sito dell&#39;enel sul mio contratto vedo che il mio consumo energetico annuo di 2600 kwh con una media di 7,qualcosa kwh giorno (alcuni mi dicono che troppo poco e che il dato sbagliato...).</div></div><br> credibile come valore<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">E&#39; possibile (sensato) pensare ad un impianto FV che riesca (oltre che a fare quella che il fv fa con l&#39;energia elettrica ) anche a scaldare e a dare acqua sanitaria al mio appartamento ? (naturalmente separandomi definitivamente da quello sotto)</div></div><br>si possinile, per es. con una pompa di calore geotermica,; il FV ti produce energia elettrica e tu la usi per alimentare la pompa di calore, pero&#39; ci sono due problemi:<br><br>il primo che una pompa di calore geotermica costa abbastanza<br>il secondo che per alimentarla dovresti fare un impianto Fv molto piu&#39; grosso e quindi avere un tetto a disposizione di notevoli dimensioni. (oltre al costo dell&#39;impianto FV piu&#39; fgrosso)<br><br>Un alternativa potrebbe essere caldaia a condensazione abbinata a solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria, minori costi e possibilit&agrave; di recupero irpef del 55%, nonch notevole risprmio di consumi con caldaia a condensazione

    Commenta


    • #3
      Innanzitutto grazie per la risposta<br><br>quindi in sostanza un FV che riesca a far tutto poco convienente giusto?<br><br>nemmeno con un impianto da 6 kw riuscirei ad usare la pompa di calore per riscaldare?<br><br>Grazie

      Commenta


      • #4
        Cancella dalla tua testa di poter riuscire ad alimentare un sistema di distribuzione a termosifoni in una casa nelle colline di Bergamo con una PDC geotermica.<br>Per prima cosa pensa ad isolare gli involucri edilizi ed a sostituire gli infissi, con quel consumo di gasolio casa tua un colabrodo.<br>Dopo puoi pensare di sostituire la caldaia a gasolio con una a metano, combustibile decisamente pi economico.<br>Qui trovi un confronto dei costi di esercizio:<br><a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/Tabella_confronto.xls" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico...a_confronto.xls</a><br>metti i costi effettivi dei combustibili nella tua zona.
        Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

        Commenta


        • #5
          premesso che per capirela taglia della pompa di calore un minimo di dimensionamento.<br>Se usi una pompa di calore credo che ti servano piu&#39; di 3kW (impianto da 6kW in cui gli altri 3 li usi per elettricit&agrave, in ogni caso anche bastassero tu per scaldarti spenderesti circa 18.000 euro per il fotovoltaico aggiuntivo pi il costo della pompa di calore facciamo 4000, totale 22000, se usi caldaia a condensazione e collettori solari per acqua calda sanitaria te la cavi con 2000+5000. Quindi hai circa 15000 euro di differenza,<br>Se usi il fotovoltaico hai il conto energia (ma ragiona con tempi di recupero finanziario di circa 15 anni)<br>dall&#39;altra hai il recupero del 55% in 3 anni.<br>Ovviamente prezzi spannometrici, fatti alla buona di sabato mattina, senza entrare nel merito dei costi di installazione.<br>Dal punto di vista strettamente economico io sceglierei la caldaia a condensazione<br>Dal punto di vista energetico sceglierei la pompa di calore,.<br><br>

          Commenta


          • #6
            Se non hai spazio a sufficenza per fare Fotovoltaico e termico, puoi fare un termofotovoltaico (elettricit&agrave; e acqua calda sanitaria insieme).<br>Una gran bella idea.

            Commenta


            • #7
              Caldaia a condensazione +sistema solare (collettori solari) a circolazione forzata per integrazione al riscaldamento con boiler di accumulo + impianto fotovoltaico.<br>Se dimensionato giusto, zero o quasi consumo di elettricit&agrave; e bolletta gas molto ridotta.<br>Per il fotovoltaico accedi al conto energia per la caldaia a condensazione + pannelli solari detrazione irpef 55%.<br>Ulteriori accorgimenti che puoi adottare se hai naturalmente disponibilit&agrave; economica, sostituzione infissi isolazione edificio, impianto riscaldamento a pavimento. Risultato casa a consumo zero.<br>In Lombardia puoi accedere ad un mutuo a tasso zero per il fotovoltaico &#33;&#33;
              Impianto 2,24 kWp;Inclinazione stringhe 18 ; Orientamento -40 Sud-Est
              Suntech STP 160S/24AC MONO (7x2); Inverter SOLARMAX 2000C
              Ubicazione Lercara Friddi (PA) 3744;13 36

              Commenta


              • #8
                Salve,<br><br>Ora magari la castroneria la dico io...<br>E se ti dotassi di un <b>cogeneratore ad olio vegetale</b>?<br>Ovviamente per come ha detto giustamete Dotting, <b>prima isolati</b>, poi cambi sistema.<br><br>Pace&#33;<br>Gym
                Dal giorno 08/02/2017 questo account inattivo.
                Per favore non inviate alcun messaggio (soprattutto mail) al sottoscritto riguardante questo Forum poich non otterrete alcuna risposta.
                Grazie!

                Commenta


                • #9
                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">In Lombardia puoi accedere ad un mutuo a tasso zero per il fotovoltaico &#33;&#33;</div></div><br>hai un link? un riferimento?

                  Commenta


                  • #10
                    Mi stato proposto un impianto fotovoltaico da 5Kw + caldaia elettrica per riscaldamento, garantendo un risparmio rispetto ad una caldaia a gas metano. Ho qualche perplessit&agrave; sulla caldaia elettrica. Qualcuno ha conoscenza di impianti del genere? E&#39; conveniente?

                    Commenta


                    • #11
                      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (bricciola123 @ 6/10/2007, 14:52)</div><div id="quote" align="left">Mi stato proposto un impianto fotovoltaico da 5Kw + caldaia elettrica per riscaldamento, garantendo un risparmio rispetto ad una caldaia a gas metano. Ho qualche perplessit&agrave; sulla caldaia elettrica. Qualcuno ha conoscenza di impianti del genere? E&#39; conveniente?</div></div><br>Chi ti ha proposto una cosa del genere sicuramente disturbato mentalmente, cercherei di non farlo entrare in casa, soprattutto se hai bambini.

                      Commenta


                      • #12
                        La caldaia che mi stata proposta costruita da una ditta di Treviso che trovi al <a href="http://www.kwant.it/index.php?id=55" target="_blank">http://www.kwant.it/index.php?id=55</a> ad un costo annuo bolletta energia elettrica per riscaldamento con caldaia ECO: 5,151 kWh x 0,18 euro = 927 euro /anno. E&#39; possibiile?<br>

                        Commenta


                        • #13
                          x taote<br><br> Mutuo a tasso zero Lombardia fotovoltaico, risparmio energetico ....<br><br><a href="http://www.provincia.milano.it/ambiente/novita/novita_dettaglio.jsp?id=174" target="_blank">http://www.provincia.milano.it/ambiente/no...glio.jsp?id=174</a>
                          Impianto 2,24 kWp;Inclinazione stringhe 18 ; Orientamento -40 Sud-Est
                          Suntech STP 160S/24AC MONO (7x2); Inverter SOLARMAX 2000C
                          Ubicazione Lercara Friddi (PA) 3744;13 36

                          Commenta


                          • #14
                            x bricciola: ma cosi la caldaia elettrica ti ciuccia tutti e 5 i kwh del fv per il riscaldamento... o sbaglio?<br><br>x maufv: grazie per le info, spero che lo facciano anche a BG.....<br><br>x suangordon: sai chi fa il termovoltaico?<br><br>grazie a tutti

                            Commenta


                            • #15
                              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (bricciola123 @ 6/10/2007, 16:01)</div><div id="quote" align="left">La caldaia che mi stata proposta costruita da una ditta di Treviso che trovi al <a href="http://www.kwant.it/index.php?id=55" target="_blank">http://www.kwant.it/index.php?id=55</a> ad un costo annuo bolletta energia elettrica per riscaldamento con caldaia ECO: 5,151 kWh x 0,18 euro = 927 euro /anno. E&#39; possibiile?</div></div><br>Confermo la diagnosi. Come lo calcola il consumo annuo? Ha fatto un calcolo del fabbisogno energetico di casa tua? E in che anno consuma 5.151 kWh? con quali valori climatici?<br>

                              Commenta


                              • #16
                                questi stanno fuori di testa, chiamano caldaia una cosa che pretende con 1,5kw medio di consumo di scaldare un appartamento?<br>Da quello che vedo mi sembra un normale scaldabagno elettrico, perch piu&#39; di una restistenza dentro non c&#39;....<br>

                                Commenta


                                • #17
                                  Salve sono un nuovo iscritto, mi sembra di capire che lacaldaia in discussione di briciola consumi 5 virgola 151 kw/ ora il che significa che se lasi usa per 12 ore dovrebbe consumare 11 vigola 126 /giorno x 30 giorni = 333 virgola784 /mese x 6 mesi di riscaldamento = 2 002,708 /semestre.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (treemme @ 6/10/2007, 21:22)</div><div id="quote" align="left">Salve sono un nuovo iscritto, mi sembra di capire che lacaldaia in discussione di briciola consumi 5 virgola 151 kw/ ora il che significa che se lasi usa per 12 ore dovrebbe consumare 11 vigola 126 /giorno x 30 giorni = 333 virgola784 /mese x 6 mesi di riscaldamento = 2 002,708 /semestre.</div></div><br>Mi sembra che stai andando in confusione, leggi bene.<br><br>Snap ha fatto una domanda intelligente lecito.<br><br>Il nostro autore di questa discussione ha un collabrodo di casa, magari una classe G, se dovesse scegliere questa soluzione:<br>1. Riuscir&agrave; ad avere un temperatura adeguata in casa ?<br>2. dalla domanda di Snapdozier, quanto spender&agrave; in piu rispetto all&#39;attuale ?<br>3. dovr&agrave; passare ad un contratti di taglia superiore ?<br>4. che &quot;taglio&quot; avr&agrave; bisogno ?<br><br>A me sembra da non prendere minimamente in considerazione.<br><br><span class="edit">Edited by pinetree - 7/10/2007, 00:57</span>

                                    Commenta


                                    • #19
                                      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (sottozero @ 6/10/2007, 09:47)</div><div id="quote" align="left">Salve, sono un neofita e penso che sicuramente scriver castronerie.....<br><br>La mia domanda questa............................................ .......<br><br><br>Mi potete dare per favore qualche dritta?<br>Grazie a tutti<br>Ciao</div></div><br>1)ascolta il consiglio di Dotting : coibentare casa<br>2) impianto FV 3KWp<br>3)5mq di solare termico con 250 lt. di acqua integrato a dovere con caldaia<br>4) condizionatori inverter pensa anche al fresco o a stiepidire casa<br>5) PDC geo reversibile con ventilconvettori -elimini i condizionatori e i termosifoni esistenti, oppure impianto a parete e ventilconvettori ancora meglio, ma coibenta casa e infissi nuovi<br>6) oppure ... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/be9171adfc105c4bad8ef566026db171.gif" alt=""> vendi tutto e vai alle Hawai <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/be9171adfc105c4bad8ef566026db171.gif" alt=""><br>

                                      Commenta


                                      • #20
                                        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (sabrinas @ 7/10/2007, 00:53)</div><div id="quote" align="left">....<br>5) PDC geo reversibile con ventilconvettori -elimini i condizionatori e i termosifoni esistenti, oppure impianto a parete e ventilconvettori ancora meglio, ma coibenta casa e infissi nuovi</div></div><br>Mi fai venire i brividi a parlare di venticonvettori, dopo avere visto la tabella di confronto di Dotting, puoi spiegarti meglio cosa proponi

                                        Commenta


                                        • #21
                                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (pinetree @ 7/10/2007, 01:00)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (sabrinas @ 7/10/2007, 00:53)</div><div id="quote" align="left">....<br>5) PDC geo reversibile con ventilconvettori -elimini i condizionatori e i termosifoni esistenti, oppure impianto a parete e ventilconvettori ancora meglio, ma coibenta casa e infissi nuovi</div></div><br>Mi fai venire i brividi a parlare di venticonvettori, dopo avere visto la tabella di confronto di Dotting, puoi spiegarti meglio cosa proponi</div></div><br>che c&#39;entra la tabella con i ventilconvettori o Fan Coil <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e4c818ac3a1e23828d634eba8a8a96fa.gif" alt=":huh:"><br><br>nella tabella si parla di tipologia di combustibile e di costi di esercizio.<br><br>Una pompa geo 40C te li tira fuori, se il sistema di riscaldamento composto da ventilconvettori ad acqua che possono lavorare a basse temperature, e da un impianto a parete che pu lavorare sempre a bassa temperatura dov&#39; il problema?<br>

                                          Commenta


                                          • #22
                                            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (sottozero @ 6/10/2007, 09:47)</div><div id="quote" align="left">Salve, sono un neofita e penso che sicuramente scriver castronerie.....<br><br>La mia domanda questa<br><br> Se invece penso ad un impianto solare termico solo per il riscaldamento innanzitutto temo di non avere spazio sufficiente per aggiungerci il fotovoltaico successivamente secondariamente non mi piace l&#39;idea di collegarmi al metano perch da solo il solare termico non ce la fa....<br><br><br>Mi potete dare per favore qualche dritta?<br>Grazie a tutti<br>Ciao</div></div><br>Il solare termico pu essere integrato anche da una resistenza elettrica se hai L&#39;impianto FV e soprattutto se studi bene il sistema :<br>2 bollitori da 100lt. cadauno in serie, ,resistenza elettrica installata sul bollitore che riceve per primo il circuito di mandata del solare.<br>Circuito idrico sanitario collegato in serie fra i due bollitori.<br>Principio di funzionamento:<br>Il solare termico cede pi calore al primo bollitore e preriscalda il secondo .<br>Nel secondo bollitore viene collegata l&#39;entrata dell&#39;acqua fredda e l&#39;uscita della calda sar&agrave; collegata all&#39;entrata della fredda del primo bollitore.<br>Una sonda (ed eventuale Timer) nel primo bollitore decider&agrave; quando fare intervenire la resistenza elettrica sul primo scaldando cos solo 100lt. di acqua da 28C(per esempio ) fino ai 43C .<br>La quantit&agrave; di energia elettrica necessaria non eccessiva, certo non il costo del metano ma un buon compromesso quando non lo si usa.<br><br>Altra soluzione da non sottovalutare la PDC per la produzione di acqua calda abbinata al FV, qui lievitano i costi di materiale

                                            Commenta


                                            • #23
                                              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (Supermode @ 6/10/2007, 11:32)</div><div id="quote" align="left">Dal punto di vista energetico sceglierei la pompa di calore,.</div></div><br>Mi trovi una PDC geotermica che riesce dal punto di vista energetico a portare acqua calda a temperatura di 70C per i termosifoni?<br>Stiamo ben attenti a fornire consigli e rispondere a tono alle domande di chi chiede e non a inseguire chimere e realizzazioni oniriche.<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (gymania @ 6/10/2007, 14:19)</div><div id="quote" align="left">E se ti dotassi di un <b>cogeneratore ad olio vegetale</b>?</div></div><br>Non ci sono ancora in pratica di piccola taglia, per intenderci per casa unifamiliare.<br>Devi aspettare qualche mese, che finisca la sperimentazione con questo:<br><a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/cogenerazione_aria.gif" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico...azione_aria.gif</a><br>e ottenga dati certificabili.<br><br>Considerazioni generali valide per tutti gli interventi.<br>Non dimenticate la condizione di partenza: zona climatica colline di Bergamo.<br>1.- non si parlato di raffrescamento e non dovrebbe essercene bisogno, casomai aspettiamo conferma da sottozero, gi&agrave; il nick un bel biglietto da visita;<br>2.- il sistema con ventilconvettori anche se parte a temperatura pi basse, normalmente 42C la temperatura di intervento della ventola, il sistema peggiore di riscaldamento dal punto di vista del benessere del corpo umano, ottimo invece d&#39;estate;<br>3.- questi della caldaia elettrica andrebbero denunciati per pubblicit&agrave; ingannevole, trattandosi di volgarissimo scaldacqua con resistenza elettrica;<br>4.- per l&#39;ACS pannelli solari economici abbinati ad uno scaldacqua a gas istantaneo o a microaccumulo da 42 litri, a seconda della disposizione del circuito idraulico ACS, solito schema: <a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/miscelatore_rovescio.pdf" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico...re_rovescio.pdf</a><br>5.- la PDC aria/acqua chiamata anche &quot;boiler a termopompa&quot; proposta troverebbe delle condizioni climatiche, leggasi aria in ingresso, che comporterebbe un COP molto basso
                                              Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Ok ragazzi<br><br>ringrazio tutti per le risposte (ho imparato pi con questa discussione in due giorni che con i venditori di ogni tipo che ho incontrato&#33;&#33;&#33; ragionare sui preventivi un vero casino... ognuno, giustamente, porta l&#39;acqua al suo mulino e qundi lunico sistema quello di avere pi informazioni possibili di tipo obiettive e disinteressate, come accaduto in questa discussione&#33;&#33;&#33<br><br>Allora vi riassumo quello che ho capito, parto dalle cose che sono pi chiare e sulle quali mi sembra ci sia pi accordo:<br><br>1. prima cosa bisogna pensare alla coibentazione della casa &quot;colabrodo&quot; su questo non ci sono dubbi. Per gli infissi ci avevo gi&agrave; pensato e non ci piove, al cappotto o altro invece no.... mi sto informando su come sono messo, la casa stata costruita in due momenti diversi e devo andare a vedere se almeno l&#39;ala nuova stata coibentata.... Inoltre anche nell&#39;ala &quot;vecchia&quot; sono sicuro che almeno in un paio di stanze stato fatto un isolamento interno ricoperto con cartongesso ma devo cercare bene .....<br><br>2. mi sembra sia da escludere totalmente l&#39;ipotesi della caldaia elettrica con FV proposta al buon bricciola<br><br>3. altra cosa da escludere: la PDC per scaldare i vecchi termosifoni<br><br>A questo punto mi rimane un tranquillo solare termico per l&#39;acqua sanitaria integrato ad una caldaia (e qui ci metto il colpo di scena) a legna &#33; L&#39;idea quella di convincere mio padre che sta sotto a liberarsi totalmente della vecchia caldaia a gasolio per sustituirla con una al legna/pellet per tutti e due gli appartamenti da integrare al solare termico. Proprio non mi va di connetermi ex novo al metano , preferisco dipendere dalla legna (che costa di meno, anche secondo la tabella di dotting, e la trovo facilmente) e qundo mi serve l&#39;automazione necessaria nei giorni in cui ne io ne mio padre e c&#39; bisogno di non lasciare congelare la casa uso il pellet. (sbaglio? utopia?)<br><br>In questo modo mi tramonta il FV perch, ripeto, se metto i 4/5 pannelli di solare termico temo di non avere poi spazio sufficiente per aggiungerci il FV... ma non sono sicuro... (ed in pi c&#39; anche la questione economica... tra serramenti e solare termico mi diventa dura fare anche il FV<br><br>Per quanto riguarda il raffrescamento: questa estate ho usato uno split per l&#39;aria condizionata due giorni in totale, l&#39;anno scorso invece l&#39;ho usato per circa 15 giorni<br><br>infine: mi incuriosisce la proposta di sabrinas e quella di Suangordon ma confesso di non averle capite molto....<br><br><br>grazie a tutti ancora<br><br>

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Dopo le tue precisazioni la soluzione ottimale potrebbe essere questa:<br><a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/Termocamino+caldaia.gif" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico...ino+caldaia.gif</a><br>Al posto del termocamino, anche se io non lo escluderei del tutto per un fatto estetico, considera una caldaia a legna, le miste legna/pellets rappresentano un compromesso e come tale hanno una buona resa a legna e meno a pellets o viceversa.<br>Per quanto riguarda i dubbi sull&#39;automatismo io conserverei la caldaia a gasolio, giusto per quei giorni in cui siete fuori o non si ha il tempo e la voglia di caricare il termocamino/caldaia.<br>Devi decidere per l&#39;ACS se preferisci realizzare un circuito indipendente con un piccolo scaldacqua a gas, come ti ho suggerito nel post precedente o seguire lo schema di quest&#39;intervento, il doccino giallo il circuito dell&#39;acqua calda.<br>L&#39;elemento principale il boiler da 3-500 litri e qui serve un termotecnico in loco, con una serpentina di scambio per il termocamino/caldaia, l&#39;altra serpentina eventuale per il solare termico, mentre la a caldaia a gasolio versa/preleva direttamente nel serbatoio.<br>In estate il solare termico dovrebbe essere sufficiente per l&#39;ACS.<br>A questo punto naturalmente un unico impianto per le due abitazioni.<br>
                                                  Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    ok dotting + o - ci siamo<br><br><br>mi sembra buona l&#39;idea di tenere ancora in vita la vecchia caldaia a gasolio per gli automatismi. Potrei orientarmi per una caldaia a legna predisposta ad una integrazione i pellets futura, (ho visto una mescoli cosi, fatta salva la resa che deve essere alta a legna&#33 quando muore quella a gasolio....<br><br>Non propendo per il termocamino perche sia io che mio padre sotto abbiamo gi&agrave; un camino che scalda alcune stanze dei rispettivi appartamenti ad aria<br><br>Sicuramente mi sto orientando per una integrazione solare termico / caldaia legna con boiler da 500 (non meglio 800?) che si posizioner&agrave; vicino alla caldaia a legna secondo lo schema da te descritto<br><br>Sperem&#33;<br><br>ciao e grazie ancora

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Come diceva sabrinas &quot;5 mq di solare termico e un tre kW di FV&quot;, sarebbero circa 25 mq di sup. ben irraggiata...c&#39;hai questo spazio a disposizione?<br>Poi, davvero c&#39;hai tanti soldi da spendere (pompe geo, caldaie elettriche, scavi ecc)?...um milione di Euro.<br>Sacrosanta la coibentazione....secondo me un cappotto nn costoso ed haii fatto gi&agrave; tanto.<br>Attento a quel cartongesso che hai in quelle due stanze...sotto potrebbero esserci brutte sorprese (infiltrazioni, risalita, vapore acqueo ecc.) sempre se nn lo hai messo te.<br>Gli infissi dovevi cambiarli (infissi nuovi nn vuol dfire che sono buoni, presta cura nella scelta).<br>Per eliminare il metano devi essere sicurissimo di poterlo fare, non dimenticare che per cucinare usi il gas...poi dovresti pensare ad una cucina elettrica.<br>Il riscaldamento....che terminali hai in casa?<br>Il raffrescamento ti serve?<br>Quanto vuoi spendere?<br>Ti posso chiedere un favore, distruggi quel mostro a gasolio.<br>

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Ciao Suangordon,<br><br>forse 25 mq potrei anche averli sul tetto ma i soldi per fare :<br>infissi (fatti bene come dici tu) +<br>coibentazione o cappotto +<br>solare termico per acs +<br>fv di 3 kw (ma secondo quel poco che ho capito 3 kw ANCHE per scaldare secondo me non bastano) +<br>ventil convettori (oppure split ad aria caldo freddo) da mettere in casa e amenit&agrave; varie in alternativa alla PDC per riscaldare a muro (alzare o rifare il pavimento non se ne parla...)<br><br>non ho il coraggio di fare i calcoli<br><br>in alternativa penso a<br><br>infissi (fatti bene come dici tu) +<br>coibentazione +<br>solare termico per acs +<br>caldaia a legna/pellet mantenendo attiva la caldaia a gasolio SOLO per quelle poche volte che prevedo che non ci siamo<br><br>ma a questo punto si puo anche pensare di eliminare del tutto, sfrutterei cosi il locale caldaia dove arrivano tutti i tubi dell&#39;impianto, .... e anche tu saresti pi contento&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/fcd6e222704f19b5d49ef1ff07b0aca8.gif" alt=""><br><br>far il fv quando mi sar ripreso da questa prima salassata&#33;<br><br>ps per la cucina sono sempre andato con bombolotti a gpl (due in un anno 30 euro totali all&#39;anno) e ci rimango ...<br><br>pps vero sar&agrave; meglio che controlli bene cosa c&#39; sotto qule cartongesso&#33;<br><br>grazie ancora e ciao<br><br>

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          L&#39;idea di bricciola non fuori dal mondo. Io ho redatto un progetto per un impianto fotovol. da 19 Kw scambio sul posto, prevedendo di utilizzare l&#39;energia prodotta dall&#39;impianto per far funzionare dei climatizzatori con pompa di calore sia per raffrescamento che per il riscaldamento, con un risparmio in bolletta: per il gas di 5.000 annui.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (Frenk @ 9/10/2007, 18:39)</div><div id="quote" align="left">L&#39;idea di bricciola non fuori dal mondo. Io ho redatto un progetto per un impianto fotovol. da 19 Kw scambio sul posto, prevedendo di utilizzare l&#39;energia prodotta dall&#39;impianto per far funzionare dei climatizzatori con pompa di calore sia per raffrescamento che per il riscaldamento, con un risparmio in bolletta: per il gas di 5.000 annui.</div></div><br>E&#39; fuori dal mondo utilizzare un volgarissimo scaldacqua con resistenza elettrica gabellato da caldaia elettrica, confermo quello che ho scritto:<br>3.- questi della caldaia elettrica andrebbero denunciati per pubblicit&agrave; ingannevole, trattandosi di volgarissimo scaldacqua con resistenza elettrica;<br><br>Il tuo caso completamente diverso in quanto utilizzi PDC e non resistenze elettriche.<br><br>Comunque a casa mia 19 kWp per 7000, meno di questo non riesco a trovare di FV, fanno 133 mila euro.<br>Ci hai i soooooldi&#33;&#33;&#33;&#33;
                                                            Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR