adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Integrazione riscaldamento con fotovoltaico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Integrazione riscaldamento con fotovoltaico

    Salve a tutti, come da titolo vorrei sapere se possibileinstallare un sistema di integrazione al riscaldamento anziche col solare termico con il fotovoltaico. Se si, come? Dispongo di un impianto a pannelli radianti a bassa temperatura alimentato da caldaia a condensazione modulante.<br>Grazie a tutti<br>Claudio
    Il mio impianto FV on line: (2,6 Kwp)
    http://claudiodimas.hobby-site.com
    nome utente: guest
    password: ecoenergia

  • #2
    con il FV si abbinano bene le pompe di calore<br>

    Commenta


    • #3
      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (solenergia @ 12/10/2007, 08:38)</div><div id="quote" align="left">con il FV si abbinano bene le pompe di calore</div></div><br>Si ma io ho gi&agrave; l&#39;impianto radiante e voglio integrarlo. Mi chiedo solo se possibile riscaldare l&#39;acqua dell&#39;impianto col FV
      Il mio impianto FV on line: (2,6 Kwp)
      http://claudiodimas.hobby-site.com
      nome utente: guest
      password: ecoenergia

      Commenta


      • #4
        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (claudiodimas @ 12/10/2007, 09:18)</div><div id="quote" align="left">Si ma io ho gi&agrave; l&#39;impianto radiante e voglio integrarlo. Mi chiedo solo se possibile riscaldare l&#39;acqua dell&#39;impianto col FV</div></div><br>Ti hanno risposto. Con le pompe di calore. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ff6db0fdc93b5d18ea910b16ed84f7ba.gif" alt=""><br>Il FV produce solo energia elettrica, non calore. Poi quell&#39;energia puoi trasformarla in calore con una semplice resistenza (soluzione pessima dal punto di vista della resa) o alimentando una pompa di calore che sfrutta il calore di acqua, aria o terra per &quot;pomparlo&quot; nell&#39;acqua del riscaldamento. E&#39; perfettamente integrabile nell&#39;impianto radiante, anzi molto indicata per quel tipo di impianto (dato che non produce acqua ad alta temperatura, ma a media temperatura).<br>Altre metodologie di utilizzo del FV per riscaldamento non credo esistano.<br>
        Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non affatto una prova che non sia completamente assurda. Bertrand Russell
        O santasinit, santignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far lanime s buone, chuman ingegno e studio non lavanza. Giordano Bruno

        Commenta


        • #5
          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (BrightingEyes @ 12/10/2007, 09:56)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (claudiodimas @ 12/10/2007, 09:18)</div><div id="quote" align="left">Si ma io ho gi&agrave; l&#39;impianto radiante e voglio integrarlo. Mi chiedo solo se possibile riscaldare l&#39;acqua dell&#39;impianto col FV</div></div><br>Ti hanno risposto. Con le pompe di calore. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/473d81899f5aae86c017fe089660667d.gif" alt=""><br>Il FV produce solo energia elettrica, non calore. Poi quell&#39;energia puoi trasformarla in calore con una semplice resistenza (soluzione pessima dal punto di vista della resa) o alimentando una pompa di calore che sfrutta il calore di acqua, aria o terra per &quot;pomparlo&quot; nell&#39;acqua del riscaldamento. E&#39; perfettamente integrabile nell&#39;impianto radiante, anzi molto indicata per quel tipo di impianto (dato che non produce acqua ad alta temperatura, ma a media temperatura).<br>Altre metodologie di utilizzo del FV per riscaldamento non credo esistano.</div></div><br>Grazie, ma vorrei sapere come creare l&#39;impianto fisicamente. Cio mi serve un accumulo? e come pompo il calore nell&#39;acqua?.<br>Sto per installare il FV e vorrei evitare il solare termico gi&agrave; previsto.<br>Grazie Claudio
          Il mio impianto FV on line: (2,6 Kwp)
          http://claudiodimas.hobby-site.com
          nome utente: guest
          password: ecoenergia

          Commenta


          • #6
            seplificando molto:<br><br>la pompa di calore un marchingegno che fa quello che fa la caldaia (entra acqua fredda e esce acqua calda) , solo che al posto di prendere il calore da una combustione lo prende dal terreno o dall&#39;acqua di falda (se sei curioso di sapere come funziona cerca con google <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/9ee3b6694621aaac19d00b49d0ad741e.gif" alt=""> )<br><br>la pompa di calore funziona a corrente elettrica che se prodotta con FV &quot;gratis&quot;, ma di per se la pompa costa parecchio.<br><br>scordati le resistenze per favore.<br>con la corrente puoi scaldare una casa anche con 10 stufette elettriche, ma converrai con me che non cosa sensata, le resistenze per scaldare l&#39;acqua sono poco meglio.<br><br>io resto dell&#39;idea che il solare termico sia la cosa pi sensata dato che hai gi&agrave; una caldai, per di pi di quelle buone.<br><br>economicamente non socosa convenga se fare termico (x ACS e integrazione riscaldamento) pi FV per la corrente o fare tutto FV (molto pi grande) per far andare anche un pompa di calore e buttare la caldaia...

            Commenta


            • #7
              Credo che l&#39;argomento possa diventare pi interessante.<br><br>Partiamo dal contratto di scambio, dove, il vantaggio non solo nell&#39;energia prodotta, ma anche in quella auto-consumata, che non si paga.<br><br>Bench la pompa di calore abbia una efficenza ben diversa, si parla solo di riscaldare l&#39;acqua. E qui si pu riscaldare l&#39;acqua GRATIS anche con lo scaldabagno, spendando quasi niente pure sull&#39;idraulica.<br><br>Uno scaldabagno elettrico ha mediamente bisogno 1,2kW di potenza. Bench l&#39;efficienza energetica si bassa (calorie=Watt*tempo*0,00024), comunque GRATIS. Almeno a concorrenza della energia prodotta in 1 anno.<br><br>Ma la stessa cosa la si ottiene col pannello solare. A confronto dobbiamo mettere i costi e gli spazi.<br><br>Con FV circa (ad occhio) 7 mq almeno (per 1,2kW), con solare circa 4mq;<br>Con FV circa 8000 Euro, con solare circa 3000.<br><br>E te le conclusioni.

              Commenta


              • #8
                Ricapitoliamo un pannello FV produce energia elettrica.<br>La resistenza elettrica di uno scaldabagno pu convertire questa energia elettrica in energia termica.<br>Trascuriamo per il momento il rendimento, che d&#39;altronde alto, possiamo affermare che se il mio scaldacqua consuma 1 kwh di energia elettrica in grado di produrre 1 kWh di energia termica.<br>Parliamo di Pompa Di Calore, nel tuo caso si deve parlare di PDC xxxx/acqua, perch tu devi riscaldare dell&#39;acqua che poi verra fatta circolare nel pavimento.<br>Da progetto quest&#39;acqua di mandata dovr&agrave; avere una temperatura intorno ai 40C.<br>La xxxx contraddistingue fondamentalmente tre tipi di PDC aria/acqua, acqua/acqua e terra/acqua. La PDC un apparato che preleva il calore da una sorgente &quot;calda&quot; e la trasferisce la pompa letteralmente ad un fluido, nel nostro caso l&#39;acqua che circoler&agrave; nel tuo pavimento.<br>La PDC pi semplice quella aria/acqua che sottrae calore all&#39;aria esterna, anche fredda, la temperatura di progetto a cui vengono collaudate le PDC per norma di 7C e lo cede all&#39;acqua con un rendimento che si chiama COP Coefficent Of Performance.<br>Un tipico valore di COP in PDC commerciali aria/acqua pari a 3,5 e significa che l&#39;apparato consuma 1 kh di energia elettrica e produce 3,5 kWh di energia termica, che viene ceduta all&#39;acqua.<br>A questo punto tu preferisci un apparato che ti consuma 1 kWh della tua preziosa energia elettrica prodotta con i pannelli fotovoltaici e ti rende 1 kW di energia termica o preferiresti un&#39;apparecchiatura che a fronte di un consumo di 1 kWh te ne rendesse 3,5.<br>A te l&#39;ardua sentenza.
                Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                Commenta


                • #9
                  dotting, cos hai fatto solo un confronto dei rendimenti...<br><br>quanto costa una PDC da 3,5? e quanto un boiler comune?<br><br>se mette la PDC cosa se ne fa della caldaia a condensazione che ha gi&agrave;? la mangia...<br><br>se mette i pannelli termici spende meno della pdc e si tiene la caldaia per integrare, in pi dimezza il FV...<br><br>non semplice fare i conti.

                  Commenta


                  • #10
                    La domanda iniziale era: possibile installare un sistema di integrazione al riscaldamento anziche col solare termico con il fotovoltaico?<br>Poi nel corso della discussione si parlato dell&#39;opportunit&agrave; di utilizzare semplici resistenze elettriche in luogo di PDC, ed il mio intervento era semplicemente volto a sottolineare che, riguardo ai rendimenti, i due sistemi non erano minimamente confrontabili.<br>Convengo con te che se uno ha una caldaia a condensazione e disponibilit&agrave; di spazio per pannelli, il solare termico ad integrazione di un sistema di riscaldamento a pavimento sia la soluzione migliore, per lui l&#39;ha esclusa in partenza.
                    Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                    Commenta


                    • #11
                      oddio, si scusate, sto mischiando le due discussioni che ha aperto (qui e nel termico) <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f91346abe715c671eca653a8e3118a3c.gif" alt=""><br><br>non capisco bene perch gli stiano antipatici i termici, credo perch dovrebbe tirare fuori dei soldi che invece col FV sarebbero finanziati da una banca o simili...<br><br>c&#39; da dire anche che con il FV grande e la PDC diverrebbe totalmente autonomo (scambio sul posto ben dimensionato), coi termici resta la dipendenza dalla caldaia anche se poco.<br><br>se trovi uno che ti compra una caldaia al prezzo di una PDC sei a cavallo&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d4c62f275d1f588b0b99dd4bc46259fe.gif" alt="">

                      Commenta


                      • #12
                        Signori grazie delle risposte.<br>La domanda iniziale era infatti se poter integrare con il FV. Non mi antipatico il solare termico, lo sono senz&#39;altro i venditori che sparano cifre esorbitanti e considerato che il FV, conscambio sul posto, praticamente gratis, da qu la domanda.<br>Ciao Claudio<br><br><br>ps: credo che installer entrambi i sistemi
                        Il mio impianto FV on line: (2,6 Kwp)
                        http://claudiodimas.hobby-site.com
                        nome utente: guest
                        password: ecoenergia

                        Commenta


                        • #13
                          x claudiodimas<br><br>E quanto costano 4 o 5 condizionatori (uno per stanza) a pompa di calore con inverter di ottima qualit&agrave; che con circa 2.000 dei KWh che ti produci col FV riescono a scaldarti casa ??????<br><br>certo hai gi&agrave; l&#39;impianto a pavimento, un peccato, ma........................<br>.............. valuta bene i costi....................<br><br>in alternativa una pompa di calore anche aria (esterna) - acqua (dell&#39;impianto a pavimento)<br><br>ciao<br><br>Roberto

                          Commenta


                          • #14
                            Salve,<br>e se invece usassimo dei pannelli radianti elettrici con cop 2.8 come questi? [URL=http://www.cadif.it] irraggiamento diffuso,<br>che ne pensate?<br>certo ci vorranno almeno un10 kvp. dipende dai mq. da riscaldare in aggiunta ai attuali consumi.

                            Commenta


                            • #15
                              Che quelli della Cadif andrebbero arrestati per pubblicit&agrave; ingannevole, messi in galera e buttata la chiave.<br>COP 2,8, ma per piacere&#33; COP 1 ed anche molto&#33;&#33;<br>Ecco un altro babbo che ci casca.<br><br>Invito il moderatore a lasciare il termine babbo, dalla Treccani:<br> babbo agg. e s. m. [da una radice onomatopeica bab-; cfr. anche babbuasso e babbuino]. Sciocco, semplicione, credulone: sei un gran babbeo&#33;
                              Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                              Commenta


                              • #16
                                <b>dotting</b> &#33; Sei fortissimo &#33;
                                GIULIANO
                                _____________
                                ....ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finch arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..... A. Einstein.

                                Commenta


                                • #17
                                  Salve<br> in fiera a Roma ho visto un pannello fotofotaico con integrato nella parte posteriore un pannello fotovoltaico termico per la produzione di acqua calda.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Grazie dotting,sno un neofita ed ho chiesto proprio per questo,<br>voglio installare un fv. e mi era venuta l&#39;idea di utilizzarlo anche per il riscaldamento (impianto a radiatori in ghisa)ma scorrendo le varie discussioni mi semba di aver capito che non posso rinunciare alla caldaia (metano Serena 3 duoflam 2 30000 caL.) eventualmete da sostituire con una a condenzazione + pdc, giusto?<br>Se si quanto dovrei spendere all&#39;incirca( grosso modo naturalmente)?<br>Grazie .

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Con un impianto di distribuzione del calore a termosifoni della pompa di calore non te ne faresti niente e poco della caldaia a condensazione.<br>Nella tua casa, sicuramente poco isolata, i termosifoni sono stati progettati per una temperatura minima di 70C, ed il ritorno in caldaia sicuramente a temperatura elevata, per cui la caldaia non condenserebbe.<br>Se vuoi un consiglio, pensa ad isolare meglio la casa: parti dagli infissi, poi passi alla copertura e infine al tetto.<br>Tutti i soldi che spendi in isolamento con gli anni te li recuperi in metano risparmiato.
                                      Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Per restare pi o meno in tema, chi ha avuto esperienze di sistemi di riscaldamento elettrico puro e mi riferisco ai pannelli radianti e/o sistemi a pavimento che funzionano per irraggiamento?<br>Mi piacerebbe capire se allo stato attuale delle cose, potendo installare un impianto FV di adeguate dimensioni pensabile/vantaggioso utilizzare tali sistemi di riscaldamento.<br>Al di l&agrave; delle dichiarazioni di alcune case produttrici sembra comunque che tali sistemi dal punto di vista dei consumi non siano poi tanto distanti da sistemi tradizionali (mi sbaglio?) se poi lenergia elettrica gratuita...

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Ti sbagli.
                                          Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Hai dati ai quali fare riferimento?

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Salve a tutti,<br><br>inserisco in questa discussione un post che ho scritto qualche giorno fa, in modo che magari riesco ad avere qualche conferma o smentita di quello che ho scritto.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Buongiorno,<br><br>anche io posseggo da poco un impianto fotovoltaico ed a fine anno mi avanzano un po di kWh.<br>E come voi ho preso in considerazione di installare un climatizzatore/pompa di calore aria-aria per aiutare il riscaldamento invernale almeno nelle mezze stagioni.<br><br>Ho letto i vari post, e come Dotting ed altri dicono, al diminuire della temperatura esterna il COP, oltre alla potenza di riscaldamento, diminuiscono. E che sotto una certa temperatura non erano conveniente utilizzare le PDC.<br><br>Inoltre grazie alla tabella di Dotting per comparare i costi dei vari combustibili ho visto che impostando i parametri rilevati dalle mie bollette (metano 0.68, energia elettrica 0.19) e prendendo in considerazione una caldaia a metano non a condensazione ma di ultima generazione, veniva fuori che con un COP di 2.2/2.3 i costi del metano equivalevano quelli elettrici.<br><br>Allora mi sono detto ma quanto diminuisce questo COP ?<br><br>Ho scaricato da internet un po di manuali tecnici e molti riportavano solo quanto diminuisce il rendimento della pompa di calore in termini di potenza al diminuire della temperatura.<br>Poi alla fine ne ho trovato uno di una nota ditta che oltre a fornire questi dati fornisce i dati di COP alle varie temperature.<br><br>Ho trovato questo climatizzatore/pdc di fascia alta con COP nominale di 4.02 (capacita 4 kW con input 0.955 Kw) come esempio. Questo COP nominale misurato a 6 gradi esterni (bulbo bagnato) e 20 interni (bulbo asciutto).<br><br>Estrapolando un po di dati succede che:<br><br>a 5 gradi (Bulbo Bagnato) esterni e 21 gradi interni il COP diventa 3.93 (capacita 3.88 kW, input 0.985 kW)<br><br>a 0 gradi (Bulbo Bagnato) esterni e 21 gradi interni il COP diventa 3.71 (capacita 3.40 kW, input 0.915 kW)<br><br>a-5 gradi (Bulbo Bagnato) esterni e 21 gradi interni il COP diventa 3.48 (capacita 2.88 kW, input 0.826 kW)<br><br>a-10 gradi (Bulbo Bagnato) esterni e 21 gradi interni il COP diventa 3.44 (capacita 2.40 kW, input 0.697 kW)<br><br>Ma allora il COP di questa PDC sempre sopra il valore che rende conveniente utilizzarla al posto del metano (che dai miei calcoli era circa 2.3)? Anche se magari a -10 rende la poco pi della met&agrave; del calore nominale?<br><br>Qua penso che non siano considerate le operazioni di sbrinamento dell&#39;unit&agrave; esterna che comportano una perdita di efficienza della macchina. Sono forse queste perdite talmente elevate da comprometterne il COP?<br><br>So che sono temperature esterne di Bulbo Bagnato (WB), ma il discorso non dovrebbe cambiare molto.<br><br>O forse sono io che ho interpretato male i dati?<br><br>Devo dire che se questi dati sono giusti non mi aspettavo di trovare un cos netto vantaggio di una PDC aria-aria (se pur di fascia alta) rispetto ad una buona caldaia a metano.<br><br>Aspetto conferme o smentite.<br><br>Ultima cosa.. io avendo un tot di kWh gratis con il fotovoltaico ho sempre convenienza.<br><br>saluti.</div></div><br>

                                              Commenta


                                              • #24
                                                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (bodhj @ 6/12/2007, 11:35)</div><div id="quote" align="left">Hai dati ai quali fare riferimento?</div></div><br>Basta leggere:<br>&quot;tali sistemi&quot; un eufemismo definirli tali, sarebbe meglio chiamarli cioffeche, portatori di truffa, vendofumo ecc.. hanno un COP pari a 1.<br><br>elibrix<br>a volte questi dati sul COP io li trovo un p ottimistici, per in effetti anche se fosse superano il break-point che tu hai rilevato in base ai costi che devi affrontare per metano e energia elettrica.<br>Il fatto che un sistema di riscaldamento ad aria, non il massimo del benessere termoigrometrico per una persona, anzi diciamo che fra tutti i sistemi il peggiore.<br>Per dal punto di vista dell&#39;economia dei costi di esercizio quello che ha i costi pi bassi.
                                                Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Ciao Dotting,<br>Non sono d&#39;accordo sulla storia del benessere.<br>Se riscaldi la casa con i moderni climatizzatori a PdC il comfort termoigrometrico quello ottimale&#33;<br>Hai infatti una regolazione puntuale della temperatura e dell&#39;umidit&agrave; per singolo ambiente&#33; Non necessario aprire le finestre per cambiare l&#39;aria e mettere panni umidi o altro sui radiatori per aumentare l&#39;umidit&agrave;&#33; Eviti i flussi d&#39;aria/polvere cambiando l&#39;angolazione delle alette.<br>Che vuoi di pi??<br><br>Concordo con te solo se riscaldi l&#39;aria con i vecchi vetilatori a resistenzale o simili che riscaldano continuamente l&#39;aria interna....<br><br>Attenzione mi raccomando.<br>Ciao,<br>Eubrun<br>

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Non sono io che lo dico, ma mostri sacri che hanno dedicato tutto il loro tempo all&#39;analisi del comfort e del discomfort su campioni di individui: Fanger e Olesen.<br>Un&#39;attenta lettura del libro Fondamenti di benessere termoigrometrico di Alfano edizione CUEN potrebbe essere salutare, in tutti i sensi.
                                                    Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Di nuovo grazie Dotting,<br>gia&#39; ho messo i vetrocamera e stavo pensando cosa mettere nel sottotetto, cosa pi consigliabile?<br>Ritornando ai pannelli elettrici,a parte il cop non conveniente mi interessa un parere sui benefici dell&#39;irraggiamento, vero o falso?<br>Per quanto riguarda il climatizzatore con inverter che produce anche aria calda(pdc aria/aria?) si potrebbe mantenere il cop efficente anche alle basse temperature installando la machina in una stanza magari convogliando l&#39;ari fredda che produrebbe verso l&#39;estserno?

                                                      Commenta

                                                      Attendi un attimo...
                                                      X
                                                      TOP100-SOLAR