annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consiglio su dimensionamento impianto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consiglio su dimensionamento impianto

    Salve a tutti, sono alle prime armi con il fotovoltaico e volevo un consiglio.<br>Volendo installare un impianto fotovoltaico che mi alimenta un impianto di illuminazione notturna composto da 5 lampade basso consumo da 20 Watt come dovrei dimensionare l&#39;impianto dei pannelli, batteria ed inverter. (falda del tetto a Sud)<br>Chiedo cortesemente un prezzo orientativo dei componenti per regolarmi.<br>Grazie mille<br><br>Andrea

  • #2
    Ciao,<br>forse non sono la più adatta a risponderti visto che sono anch&#39;io una novella partecipante...<br>Da un calcolo risulta che le tue lampade consumano circa 438 kw/anno, quindi se hai intenzione di predisporre un impianto solo sulla base di questi consumi un impianto da un kw/p è gi&agrave; eccessivo e queto è il &quot;formato&quot; più piccolo per poter accedere al Conto Energia.<br>Fammi sapere se il conto che ho fatto è giusto<br>ciao<br>Mary

    Commenta


    • #3
      Il conto di <b>mary1972mary</b> appare corretto. Io penso che i consumi possano essere anche inferiori.<br>Penso che <b>andream</b> pensasse piuttosto ad un sistema ad isola (cioè non collegato in rete), poichè parlava di batterie.<br>Al riguardo non sono al corrente che sia stato emanato l&#39;apposito decreto applicativo previsto dall&#39;art. 5 per accedere al CE.<br>Per gli impianti ad isola deve essere fatto il conteggio dell&#39;impianto FV e del dimensionamento delle batterie, nelle condizioni di peggior insolazione che corrispondono anche ai giorni di maggior consumo dell&#39;illuminazione notturna. Occorre poi maggiorare per tenere conto della perdita di capacit&agrave; delle batterie nel tempo. Il calcolo non dovrebbe essere difficile.<br>Se è necessario un aiuto potremmo provare il dimensionamento in questa discussione. occorre conoscere i dati del sito e orientamento pannelli anche se penso che convenga sicuramente realizzare una struttura orientata a sud con il tilt invernale (minor insolazione)<br>Andream, prova ad evidenziare come tu lo dimensioneresti, poi ne discutiamo. Avanti &#33;&#33;
      GIULIANO
      _____________
      ....ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..... A. Einstein.

      Commenta


      • #4
        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (gsughi @ 18/10/2007, 13:01)</div><div id="quote" align="left">Al riguardo non sono al corrente che sia stato emanato l&#39;apposito decreto applicativo previsto dall&#39;art. 5 per accedere al CE.</div></div><br>Non ancora. Il GSE (bont&agrave; sua) mi ha fatto sapere che per gli impianti non connessi in rete, ad oggi, nulla si sa. Quindi, per ora, niente C.E.

        Commenta


        • #5
          Grazie per le risposte.<br><br>L&#39;impianto che pensavo doveva essere staccato dalla rete e considerando il consumo delle lampade a 100W. (5 lampade da 20W.) per una media annua di accensione gionaliera in 10/11 ore, consideravo un consumo giornaliero di 1 KW.<br>Io abito nelle colline di Bologna e ho una falda completamente assolata rivolta a Sud.<br>I miei quesiti riguardano il fatto se convenga rimanere in BT (acquistando 5 lampade a basso consumo 12V.) o portare il tutto a 220V. con inverter che però penso abbassi il rendimento dell&#39;impianto.<br>Più in l&agrave; di così non vado... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b26e183ee132e6545dba5334c3de142e.gif" alt=""><br><br>Andrea

          Commenta


          • #6
            Mi lancio nel dimensionamento:<br>Nella giornata di dicembre con la notte più lunga la luce deve restare accesa 15,5 ore; Per 100 w di lampade occorrono perciò 1550 wh.<br>Supponendo di utilizzare batterie a 12 Volt, occorre conseguentemente una capacit&agrave; di scarica di 129 Ah.<br>Come gi&agrave; detto, poichè il periodi più critico per la produzione FV è lo stesso giorno del mese di dicembre (con la notte più lunga) i moduli dovranno essere esposti a sud con tilt (inclinazione) di 60°.<br>Utilizzando i calcoli ENEA per la zona di Bologna risulta una insolazione, sul piano pannelli, con tale tilt, media giornaliera in dicembre di 2,44 kwh.<br>Ciò corrisponde ad una potenza (a rendimento unitario) di 635 wp di moduli.<br>Ora però occorre considerare che il rendimento del sistema sar&agrave; più basso(ipotesi 85% per il FV) e che anche le batterie avranno delle perdite di carica, per cui io aumenterei del 15% la potenza moduli.<br>Io installerei moduli per 750 wp.<br>Per la batteria io considerei di dover avere una autonomia di almeno 4-5 giorni, per fare fronte a giornate senza sole, e ad un calo della capacit&agrave; di carica negli anni. 129 x 4 = 520 - 600 Ah<br>I moduli devono essere con tensione adatta per la carica della batteria e saranno collegati alle stesse a mezzo di un idoneo regolatore di carica.<br>Cosa ne dite ? Attendo valutazioni per una discussione in aiuto di <b>andream </b> che saluto.
            GIULIANO
            _____________
            ....ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..... A. Einstein.

            Commenta


            • #7
              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Supponendo di utilizzare batterie a 12 Volt, occorre conseguentemente una capacit&agrave; di scarica di 129 Ah.</div></div><br>In questa maniera non tieni conto del fatto che le batterie non possono essere completamente scaricate, per non penalizzare la loro durata, io farei ancora 129 Ah / 0,8 (80% di carica estraibile dalle batterie).<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Ora però occorre considerare che il rendimento del sistema sar&agrave; più basso(ipotesi 85% per il FV) e che anche le batterie avranno delle perdite di carica, per cui io aumenterei del 15% la potenza moduli.</div></div><br>secondo me un PR dell&#39;85% per un impianto stand alone è troppo elevato, porrei al massimo 75%.<br><br>

              Commenta


              • #8
                Sono d&#39;accordo con te che un PR del 75% è maggiormente cautelativo.<br>Per quanto riguarda la protezione dalla scarica totale delle batterie forse è comunque opportuno applicare anche un relè a minima tensione che interrompa l&#39;alimentazione ai carichi quando la tensione scende al valore minimo.
                GIULIANO
                _____________
                ....ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..... A. Einstein.

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR