adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Autonomia impianto in caso di black-out

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Autonomia impianto in caso di black-out

    Buonasera a tutti,<br>vi pongo un quesito riguardante un progetto di impianto fotovoltaico:<br><br><br>L&#39;utilizzatore, essendo un&#39;azienda di produzione, alimenta delle macchine a Controllo Numerico, quello che ci chiede<br>è se in caso di black-out della rete, l&#39;impianto opportunamente dimensionato, puo&#39; continuare ad alimentare le macchine a CN,<br>senza subire uno stop con conseguente danno ai prodotti ?<br><br><br>Se tecnicamente è possibile deviare la tensione, che normalmente dall&#39;inverter va in rete ENEL, verso il quadro dell&#39; utilizzatore,<br>è questa una situazione accettabile secondo le norme ENEL ?<br><br><br>Vi ringrazio anticipatamente per la gentile risposta.<br><br><br>Distinti saluti<br>

  • #2
    no, non è possibile, in caso di mancanza della rete, l&#39;inverter deve immediatamente spegnersi...<br>

    Commenta


    • #3
      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Nicola Tavoni @ 6/11/2007, 14:22)</div><div id="quote" align="left">Buonasera a tutti,<br>vi pongo un quesito riguardante un progetto di impianto fotovoltaico:<br><br><br>L&#39;utilizzatore, essendo un&#39;azienda di produzione, alimenta delle macchine a Controllo Numerico, quello che ci chiede<br>è se in caso di black-out della rete, l&#39;impianto opportunamente dimensionato, puo&#39; continuare ad alimentare le macchine a CN,<br>senza subire uno stop con conseguente danno ai prodotti ?<br><br><br>Se tecnicamente è possibile deviare la tensione, che normalmente dall&#39;inverter va in rete ENEL, verso il quadro dell&#39; utilizzatore,<br>è questa una situazione accettabile secondo le norme ENEL ?<br><br><br>Vi ringrazio anticipatamente per la gentile risposta.<br><br><br>Distinti saluti</div></div><br>Ammettendo che l&#39;impianto fotovoltaico produca a sufficienza per le macchina cn, se passa una nuvoletta?<br><br>L&#39;unica soluzione realmente gestibile è alimentare un gruppo di continuit&agrave;, opportunamente dimensionato per i consumi solitamente elevati dei macchinari cn.<br>Secondo me il gioco non vale la candela, a meno che non ci siano frequenti interruzioni della fornitura elettrica, in tal caso vale la pena orientarsi su gruppi elettrogeni che ti permettano un utilizzo prolungato dei macchinari.<br><br><br>

      Commenta


      • #4
        In questo caso mi sembra che un giusta progettazione dell&#39;impianto sia la soluzione migliore, in ogni caso le macchine saranno collegate in rete ed il problema si verificherebbe solo in caso di black out ma se l&#39;impianto progettato correttamente non ci sono problemi.<br><br><br>

        Commenta


        • #5
          un gruppo di continuit&agrave; opportunamente dimensionato e un gruppo elettrogeno mi sembra la soluzione ottimale...<br><br>bisognerebbe anche capire il perchè della richiesta<br>se vi sono frequenti interruzioni molto brevi che però mettono in crisi i macchinari, magari basterebbe il gruppo di continuit&agrave;, magari si potrebbe mandare parte della corrente (prodotta a monte dell&#39;inverter che giustamente si deve spegnere non essendoci una rete alla quale parallelarsi), nel gruppo di continuit&agrave; per aumentarne l&#39;autonomia<br>se ci sono interruzioni più lunghe e i macchinari non vengono infastiditi da uno stop momentaneo, ma si ha solamente l&#39;esigenza di non tenere fermi i macchinari qualche ora, basterebbe anche il solo gruppo elettrogeno<br>se invece l&#39;esigenza è quella di mantenere una produzione evitando entrambe le situazioni, ci vogliono entrambe i sistemi per garantire una continuit&agrave; di erogazione sia durante le cadute di tensione, sia durante il tempo necessario ad avviare il gruppo elettrogeno...

          Commenta


          • #6
            Che io sappia a norma di legge non si potrebbe far funzionare l&#39;impianto per sopperire al black out.... per motivi di sicurezza dei manutentori della rete.

            Commenta


            • #7
              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (scu @ 7/11/2007, 10:29)</div><div id="quote" align="left">...</div></div><br>scu ha ragione, faccio impianti di automazione.<br>Usiamo sempre UPS per la parte elettronica e per alimentare utenzi importanti, ed un gruppo elettrogeno per le fermate più lungo.<br><br>Altri soluzioni sono, Elettronica sempre sotto UPS, l&#39;impianto si ferma volgarmente senza controllo, subito dopo la la fornitura di energia dall&#39;gruppo elettrogeno, l&#39;elettronica avvia le utenze importante per la sicurezza. es. raffreddamento, viratori, antiincendio ecc.

              Commenta


              • #8
                Ma scusate....<br>Black out rete ENEL... ok<br>Inverter distinto da protezione di Internaccia.....<br>Protezione Interfaccia stacca ... apre il circuito che collega il mio Impianto PV alla rete ENEL<br>A priori ho determinato dei carichi privilegiati che stanno tra l&#39;Inverter e l&#39;Interfaccia di rete che possono comunque funzionare se non consumano una potenza eccessiva (io li scelgo a priori) e se consumano energia in tempo reale prodotta dall&#39;impianto PV.<br>L&#39;importante e&#39; scegliere carichi privilegiati consoni alla produzione energetica nel caso peggiore<br>Il rischio della continuit&agrave; del servizio c&#39;e&#39; sempre ma quanto puo&#39; incidere??<br>Pochi carichi privilegiati ma buoni.....<br>Io ho

                Commenta


                • #9
                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mauriver @ 6/11/2007, 15:51)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Nicola Tavoni @ 6/11/2007, 14:22)</div><div id="quote" align="left">Buonasera a tutti,<br>vi pongo un quesito riguardante un progetto di impianto fotovoltaico:<br>L&#39;utilizzatore, essendo un&#39;azienda di produzione, alimenta delle macchine a Controllo Numerico, quello che ci chiede<br>è se in caso di black-out della rete, l&#39;impianto opportunamente dimensionato, puo&#39; continuare ad alimentare le macchine a CN,<br>senza subire uno stop con conseguente danno ai prodotti ?<br>Se tecnicamente è possibile deviare la tensione, che normalmente dall&#39;inverter va in rete ENEL, verso il quadro dell&#39; utilizzatore,<br>è questa una situazione accettabile secondo le norme ENEL ?<br>Vi ringrazio anticipatamente per la gentile risposta.<br>Distinti saluti</div></div><br>Ammettendo che l&#39;impianto fotovoltaico produca a sufficienza per le macchina cn, se passa una nuvoletta?<br>L&#39;unica soluzione realmente gestibile è alimentare un gruppo di continuit&agrave;, opportunamente dimensionato per i consumi solitamente elevati dei macchinari cn.<br>Secondo me il gioco non vale la candela, a meno che non ci siano frequenti interruzioni della fornitura elettrica, in tal caso vale la pena orientarsi su gruppi elettrogeni che ti permettano un utilizzo prolungato dei macchinari.</div></div><br>In realt&agrave; la soluzione esiste, se volete saperne di più mandatemi un MP.<br>Ciao&#33;

                  Commenta


                  • #10
                    Magari però qualcuno si è dimenticato dei transitori e delle correnti di spunto...che rendono insufficiente l&#39;alimentazione con il fotovoltaico

                    Commenta


                    • #11
                      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (lfgrandimpianti @ 9/11/2007, 15:27)</div><div id="quote" align="left">Che io sappia a norma di legge non si potrebbe far funzionare l&#39;impianto per sopperire al black out.... per motivi di sicurezza dei manutentori della rete.</div></div><br>L&#39;Aladino della Elettronica Santerno in teoria gestisce anche il black-out (<a href="http://www.elettronicasanterno.it/solar_energy/news/index.php?id=50" target="_blank">http://www.elettronicasanterno.it/solar_en...index.php?id=50</a>)<br>Nom so però se rispetti le norme di legge (immagino di si, ma non son sicuro). Inoltre è un sistema che nasce per la casa. Forse per un&#39;azienda è insufficiente.<br>
                      “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                      O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                      Commenta

                      Attendi un attimo...
                      X
                      TOP100-SOLAR