adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Mr Beghelli vuole salvare il mondo??? ormai il declino irreversibile.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Mr Beghelli vuole salvare il mondo??? ormai il declino irreversibile.

    Mi piacerebbe scrivere un libro sull&#39;accaduto ma non essendo un raccomandato sicuramente verrebbe affondato ancor prima di essere stampato. Comunque cari sig.ri &amp; bloggheristi ecco cosa accade dopo che vedo in tv...mr beghelli che vuole salvare il mondo con i suoi nuovi pannelli solari....<br>navigo sul loro sito...www.beghelli.it e magicamente nell&#39;area dedicata al salviamo il mondo tutto ha un alone di magia quasi esoterica...<br>seguo le istuzioni con compilazione del form che mi darebbe la possibilit&agrave; di ricevere un tecnico/commerciale in grado di trovare la soluzione a me piu consona...<br>e prima di terminare il form ecco che appaiono i primi problemi..ho dovuto chiamare per telefono il loro call center per farmi seguire passo passo nella compilazione del form perche i solo programmatori hanno ben pensato che sbagliando l&#39;immissione di un solo dato non fosse possibile proseguire ma questo ben poco, proseguendo<br>dopo circa 5 giorni mi chiama un installatore beghelli e dopo circa altri 10 giorni ci vediamo presso la mia abitazione.<br>Stando in campagna ho un po di giardino e quindi pensavo di non montare i pannelli sul tetto ma fare un impianto a terra quindi suggerisco all&#39;addetto un realizzo preventivo sul giardino e non sulle tegole (perche non sia mai che dall&#39;installazione ne derivi una infiltrazione poi chi paga i danni) andando avanti mi da delucidazioni sul prezzo...ogni pannello grande circa 5mtx1,5mt costa 7000,00 e fornisce una potenza di circa 0,8 kw euro ed io che ho un fabbisogno di circa 4kw faccio un calcolo rapido del costo 7000,00 euro x 5 pannelli fanno circa 35.0000,00 poi ci sarebbero altri 2.000 euro circa di grafico tecnico e circa 2.000 di pratica al comune per interlacciare e scorporare i consumi (il famoso defalco dal contatore enel) poi ci sarebbe un contratto di manutenzione da firmare che costa circa 400,00 euro l&#39;anno (100 euro a kw) per la manutenzione controllata dalla centralina di mr Beghelli, in caso di guasto veniamo da lei e ripariamo il tutto e badi bene caro cliente i nostri pannelli sono garantiti per ben 10 anni (sai che gran garanzia per il tipo di prodotto montato).<br>Ecco qua sig.re lei con circa 40.000,00 si garantisce la sua corrente.<br>Allora facendo finta di essere ancora interessato chiedo al tecnico/commerciale:<br>mi spiega come funzionano questi incentivi statali, ho sentito parlare del 55% a fondo perduto come funziona...tipo che dei 40.000 euro che devo sostenere lo stato che paga il 55% ed io vi devo il 45% ??? se fosse cosi potrei anche farci un piccolo pensiero anche verrebbe troppo lo stesso.<br>Ecco la pronta risposta: sig.re per questo mi devo informare ma non credo che funzioni cosi, forse scaricare dalle tasse ma non so come, mi informo e poi la richiamo.<br>***a quel punto seduti in giardino sul tavolo, chiedo al tecnico/commerciale se posso offrirgli un melograno colto dall&#39;albero, lui mi risponde...<br>e cosa un melograno ????****<br>rispondo: vede caro (sig. installatore) un frutto che cresce un albero, cresce grazie al sole, lo stesso sole che lui incamera ci consente gratis, di cogliere i suoi frutti, le dir che dopo la sua visita ho deciso che ogni albero che ho in giardino ricever&agrave; da me un premio in denaro/manutentivo perche si immagini che loro il mondo non lo conoscono e nonostante tutto continuano a donarci quanto di meglio possa esistere, la notra aria.<br>------<br>ad oggi comunque non ancora arrivato il preventivo scritto a conferma di quanto sopra riferitomi.<br>------<br>Il problema dell&#39;energia solare verr&agrave; sempre ostacolato da chi vuole gestire e manutenere il potere del maledetto dio denaro, ecco cosa c&#39; dietro ad ogni cosa.<br>------<br>per chi cercava pannelli solari cinesi, ecco la risposta: non entreranno in italia prima che abbiamo ottenuto la certificazione europea che tradotto per loro in sicurezza e per noi in salassi significa porli in vendita a 5000,00 euro a pannello contro i 7000,00 di chi vuole salvare il mondo.<br><br>Grazie per il tempo che avete dedicato alla lettura del post che non vuole essere uno sfogo ma solo una presa di coscienza dettata da regole assurde.

  • #2
    Anche io credo che il sistema Beghelli sia un p una montatura.<br>In altra discussione si facevano infatti pi o meno queste considerazioni.<br>Da quello che Tu dici si capisce che l&#39;installatore Beghelli poco preparato sul FV.<br>Per quanto riguarda il calcolo da fare per definire la potenza da installare non mi sembra che ci sia stata chiarezza; non si dividono le due potenze come hai fatto Tu &#33;<br>Si deve partire dal consumo annuo in kWh e poi verificare quanti kWh in un anno, nel tuo sito, in grado di produrre il <i>modulone</i> Beguelli che ad inseguimento motorizzato, Vero?<br>Ti dovevano perci dare questo dato &#33;<br>A questo punrto fai la divisione e vedi quanti <i>moduloni</i> ti servono &#33;
    GIULIANO
    _____________
    ....ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finch arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..... A. Einstein.

    Commenta


    • #3
      ma sono certificati.....qui i cazz*****ri aumentano&#33;&#33;
      "MAKE YOUR ENERGY!!"

      on SKYPE econtek-italy

      "la vera sfida non realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

      Commenta


      • #4
        grazie per la risposta utente qsoghi, ma la divisione dei moduli un concetto che parte da un utente che prende tutti i consumi di un anno che si mette come tu suggerisci ad effettuare conteggi per tirare fuori i kw necessari. Dal tuo tipo di risposta che interpreto da competente in materia devi considerare che ogni manovra fiscale connessa ad un probabile risparmio di energia ne fa conseguire un altra per farti tirar fuori piu danaro in altro settore (ovviamente energetico); mentre scrivo io cerco di interpretare la volonta della &quot;massa&quot; cio di coloro che sanno di avere un contatore e che impegnano (media italia 3kw) potenza all&#39;ente principale Enel spa.<br>Ora un comune mortale per avviare un processo di riduzione di inquinamento atmosferico e contestualmente beneficiarne a livello economico si trova di fronte ad un calcolo che deve seguire un ragionamento &quot;terra terra&quot; per usare un termine che trasmette il contetto.<br>Dicendoti che un modulo costa 7.000,00 euro e che produce al massimo 0.8 kw non serve effettuare un calcolo ingegneristico per tirare fuori le somme ed aggiungere a cio anche i costi di installazione. Servirebbe un governo che ti dice:<br>CARO UTENTE CONSUMATORE SE INSTALLI I PANNELLI E SPENDI 20.000 EURO A FINE ANNO NON PAGHI IMPOSTE E TASSE FINO AL RAGGIUNGIMENTO DI UNA QUOTA PARI AL 55% E NON IN 5/7/10 ANNI PER AMMORTAMENTO.<br>CARO UTENTE STACCATI DALLA FORNITURA ENEL E TI ABBATTO L&#39;ICI AL 50% SULLA PRIMA CASA<br>CARO UTENTE SICCOME SEI GIA MASSACRATO DA CIRCA 130 DIVERSE IMPOSTE ANNUALI PAGANE UNA SOLA.<br>Ora non voglio uscire dal concetto energia ma vorrei trasmettere un altrettanto chiaro concetto, le cose non vengono facilitate per evitare repentini cambiamenti da parte del mercato.<br>Caricare un pieno di Gpl nel bombolone di casa (per chi non connesso alla rete metano) nel 2008 coster&agrave; cifre comprese tra euro 1200 e 1500. Quello che ti dicono in tv sono solo stronzate, le cifre riportate prima portato dati di aumento pari al 25/35 % dell&#39;anno precedente, ma stiamo scherzando &#33;&#33;&#33;&#33;&#33;<br>Mentre le tv ci riempiono di dati e soprattutto di cazzate, noi continuiamo a pagare le conseguenze della IGNORANZA perche oggi chi decide non ha cultura solo un povero ignorante. Perfino i manager aziendali si stanno rin********ndo, oltre i calcoli imposti dal sistema non riescono ad andare. Quindi in conclusione occorre maggiore preparazione e meno imbrogli.

        Commenta


        • #5
          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (roma1971 @ 4/12/2007, 20:12)</div><div id="quote" align="left">Quindi in conclusione occorre maggiore preparazione e meno imbrogli.</div></div><br>Ciao roma1971<br>Dal tuo discorso/sfogo mi sembra di aver capito cosa ti occorre: la prima delle fonti rinnovabili, la pi economica, ma anche la pi difficile da gestire, perch funziona solo se la applichiamo sempre: il risparmio energetico.<br><br>Risparmio energetico vuol dire prima di tutto SAPERE quanto consumi di elettricit&agrave; (ti arriva insieme alla bolletta, oltre al fatto che sempre segnato nel contatore), di acqua, di riscaldamento, di benzina/gasolio. Ogni tariffa ha la sua parte di costi dovuti all&#39;effettivo consumo e quella fissa dovuta alla produzione/distribuzione/tasse/chipinehapinemetta.<br><br>Come ha provato a dirti gsughi, inutile sparare a zero su mr. Beghelli (se cerchi nel forum, vedrai che gi&agrave; stato sfiduciato da tutti i partecipanti alla precedente discussione), senza sapere prima di cosa hai bisogno e fare un confronto con un preventivo (serio) di un installatore serio.<br><br>Concludo citando Piero Angela in chiusura di una puntata di Quark sull&#39;energia, in cui si era ampliamente parlato di risparmio energetico: &quot;....e adesso, prima di andare a dormire, spegnete il televisore con l&#39;interruttore e NON dal telecomando.&quot;<br><br>saluti<br>carest
          - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2020 - del foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche https://www.energeticambiente.it/for...17#post1813217

          Commenta


          • #6
            Vi vedo tutti esperti nel dare risposte ma dovete perdonarmi, sono un insistente per carattere. Il mondo non ha bisogno di piani tariffari, c&#39;e&#39; bisogno di portare il prezzo del solare ad una cifra che definirei irrisoria. Ora vorrei elevare la discussione seguendo i vs. standard che definirei molto validi e professionali. Possibile mai che non esista un produttore mondiale che abbia ragionato seguendo il principio dell&#39;economia di scala globale ???<br>Non possiamo parlare dell&#39;interruttore della tv perche essendo 56milioni in italia il consumo del led importante, anche se tu costringi le persone a spegnere cio che non serve ed prendere la metro anziche la macchina non risolvi il problema perche le persone sono oramai assuefatte dal bisogno di energia. Questo le compagnie che definisco compagnie con la C maiuscola lo sanno. Da qui un ragionamento molto semplice, occorre comunicare a chi come Mr beghelli ha pensato di iniziare un salviamo il Mondo... che come idea ammiro e stimo di continuare su quella strada ma ragionare in termini reali di mercato non partendo da costi che lui non so in base a che analisi ha ritenuto congrui. Non sono congrui sono solo fonte di costo limite ricavo senza certezza.<br>Si puo salvare il mondo e si puo salvare con il sole, ogni giorno perso a spegnere le luci un aiuto ma non la soluzione. Mentre ti spegni il led il centro commeciale vicino a casa tua...guarda caso non dotato di pannelli attaccato alla centrale e spesso anche quando non serve, ecco che rientrano in gioco gli idioti che hanno consentito che un centro commerciale pur essendo chiuso mantenga le luci accese...(magari in alcuni casi luci comunali neanche private)<br>Per cortesia non fare i conti in tasca al cittadino che ha una tv ed una radio sveglia con il led acceso....occorre dire a mr Beghelli...<br>porta i prezzi a 5000 euro per 4 kw di potenza garantiti con i tuoi pannelli rotativi e prendi in carico l&#39;intero mercato italia, europa, mondo.<br>Nulla puo impedire una rivoluzione in tal senso perche dalla parte sua si schiererebbe ogni singolo abitante del pianeta.<br>Prova a chiedere a chi non ha sky (tv satellite)... se mr murdock portasse il prezzo dell&#39;abbonamento a 9.00 euro al mese ti abboneresti ???<br>ti rispondo io per il paese: su 1.000.000 di possessori di tv senza abbonamento sky ecco le risposte<br>63% magari fosse possibile ma con quelle cifre non ci si riesce a star dentro con il fine mese troppe spese<br>29% io ce l&#39;ho gia ma se abbassa prezzi ben venga<br>8% non mi interessa a nessun prezzo<br>Quanto bello essere imprenditori senza che nessuno possa superarti...<br>Spero di risentirti un saluto a tutti

            Commenta


            • #7
              Ciao roma1971<br>Io dico che il prezzo dei pannelli BISOGNA portarlo a 0,5/W..... ma chi convince i (circa) 7 produttori mondiali di silicio (hanno gi&agrave; previsto aumenti di produzione, ma per adesso le richieste sono maggiori dell&#39; offerta), le centinaia di produttori di celle e pannelli (anche questi aumentano la produzione del 30-40% all&#39;anno da vari anni, ma non ci arrivano mai dietro...)?<br>Discutendo in un forum?<br>Scendendo in piazza?<br>Votando politici &quot;verdi&quot;?<br><br>Il risparmio energetico non deve essere visto come una cosa che ti fa cambiare le abitudini, perch cos nessuno lo far&agrave; mai, ma come uno stile di vita e una necessit&agrave; e, come tale, va vissuto da ogni persona in ogni momento; non voglio fare prediche a nessuno, per il mondo non si salva da solo (Beghelli sta semplicemente cavalcando l&#39;onda), occorre l&#39;aiuto di tutti, anche e soprattutto partendo dalle piccole cose (il tempo occupato a spegnere il tv dal telecomando o dall&#39;interruttore lo stesso, ma il risultato diverso: il mio vecchio tv con il &quot;led&quot; acceso consumava circa 5W e lo spegnevo ogni sera. Poi ne ho comprato uno nuovo da poco che, come tutti gli apparecchi moderni NON ha l&#39;interruttore di rete ma solo un pulsante che comunque limita i consumi sotto ad 1W... e adesso lascio il led acceso).<br><br>Ci sono importanti enti mondiali che pensano, studiano, ricercano su quando ci sar&agrave; il picco del petrolio <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c57661e57593e2f1b309d4c154cefd9c.gif" alt=":"> fino ad ora il prezzo sempre stato basso, ma stai sicuro che aumenter&agrave;, perch una risorsa finita (nel senso che non infinita), crea guerre per il suo controllo e non ultimo, aumenta la CO2 in atmosfera.<br>Quindi tra qualche anno, secondo me, non staremo qui a dire che occorre diminuire il costo del solare, perch il fossile ci coster&agrave; gi&agrave; molto di pi.<br><br>E qui potrei anche finire di scrivere, tanto ho gi&agrave; detto tutto.... ma continuo con una domanda: Secondo te il conto energia il metodo giusto per arrivare allo scopo di ridurre il costo degli impianti fotovoltaici, o serve solo per &quot;finanziare&quot; i produttori, che quindi continuano a mantenere alti i prezzi... tanto chi glielo fa fare di diminuirli, visto che c&#39; l&#39;incentivo e la gente compera lo stesso?<br><br>Concludendo, sempre nella stessa puntata di Quark, Piero Angela ha ipotizzato che l&#39;impero Romano croll per una crisi energetica: era diventato troppo grande, la corruzzione era alta, le zone africane che in quel periodo erano i granai di Roma non riuscivano pi a produrre tutto quello che serviva per pagare l&#39;immenso esercito di legionari a guardia dei confini e quindi.... i barbari arrivarono a Roma.<br><br>saluti<br>carest<br><br>P.S.: Il grano di oggi il petrolio
              - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2020 - del foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche https://www.energeticambiente.it/for...17#post1813217

              Commenta


              • #8
                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">E qui potrei anche finire di scrivere, tanto ho gi&agrave; detto tutto.... ma continuo con una domanda: Secondo te il conto energia il metodo giusto per arrivare allo scopo di ridurre il costo degli impianti fotovoltaici, o serve solo per &quot;finanziare&quot; i produttori, che quindi continuano a mantenere alti i prezzi... tanto chi glielo fa fare di diminuirli, visto che c&#39; l&#39;incentivo e la gente compera lo stesso?</div></div><br>bel punto di domanda carest .... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/6be2e2008dc0e68284b74adc940df471.gif" alt="&lt;_&lt;"><br><br>secondo me , tutto un circolo vizioso di aiuti e contro aiuti , che guardacaso pagano tutti i contribuenti ....

                Commenta


                • #9
                  Ammiro il tuo saper interpretare ed al tempo stesso dare fiducia ai ricercatori del caso. Rimango del parere che i cambiamenti devono si partire dal singolo utente cercando di ovviare agli sprechi ma al tempo stesso una mobilitazione generale diventa obbligatoria. Le celle di silicio hanno probabilmente un notevole costo per divenire un prodotto finito ma di materia prima sul nostro mondo per fortuna ce ne tanta; sono pertanto gli obblighi morali che mancano. Ma si badi bene non possono tra 10 anni ridurlo come al solito ad un bene comune gestito dalle solite societ&agrave; note. Un esempio lo stiamo vivendo con il wimax, alla fine verra dato ad aziende che lo venderanno ad un prezzo che consentir&agrave; di tenere attivo il sistema convenzionale delle telecomunicazioni. Questo non giusto. Dobbiamo in tal caso poter comunicare a cosi tanta gente palesemente ignorante di iniziare a ragionare secondo la volonta del popolo.<br>Non cito Piero Angela, cito me stesso,<br>quando incontro il sindaco o uno dei suoi consiglieri del comune in cui vivo gli dico sempre,<br>spegnete le luci dei centri commerciali quando non servono, mi ridono dietro ma so che mentre ritornano a casa, anche se<br>sono vuoti dentro ci pensano lo stesso.<br>a presto<br>denny

                  Commenta


                  • #10
                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (roma1971 @ 5/12/2007, 14:51)</div><div id="quote" align="left">Le celle di silicio hanno probabilmente un notevole costo per divenire un prodotto finito ma di materia prima sul nostro mondo per fortuna ce ne tanta</div></div><br>Non capisco la tua affermazione &#33;<br>Il costo dei pannelli FV dovuto semplicemente alla lunghezza e complessita dei procesi produttivi .

                    Commenta


                    • #11
                      credo che la miglior cosa per spiegare il concetto sia porre un paio di esempi su laltro campo:<br>- quanto costa produrre una memoria ram ??? per non effettuare un ragionamento che sarebbe lungo circa 100 pagine ti do subito la risposta e non per casualit&agrave; ma perche parte del mio lavoro, il costo del prodotto finito da montare sul pc di circa 8.50 euro (inclusa materia prima ciclo produttivo e stipendio all&#39;operaio/assembler)<br>- quanto costa produrre una pasticca di analgesico ??? salto il preambolo di cui sopra ed aggiungo ...perche parte del lavoro della mia compagna, il costo del prodotto finito di 0.08 a singola bustina (da sciogliere in bocca) inclusa materia prima ciclo produttivo e stipendio all&#39;operatrice.<br><br>Credo che questo renda meglio l&#39;idea di cui al post iniziale del forum<br><br>Ora vediamo se nel post risponde qualcuno che lavorando in azienda di produzione fa ne piu e ne meno quello che io ho fatto su due prodotti di largo consumo.<br>Perche siamo d&#39;accordo che trattasi se non ora ma da qui a 1 anno un prodotto di largo consumo. Forse meno sentito da tutti gli utenti che vivono negli appartamenti in palazzina ma tu prova a chiedergli se sono interessati a staccare il fabbricato e renderlo autonomo dividendo il costo del pannello &quot;sul tetto&quot;<br>Tu prova a chiedere ad un costruttore di palazzi se ha pensato mai di costruire dotanto il futuro inquilino dell&#39;assenza del contatore enel ???<br>Ti risponderebbe... vabb ancora presto poi piu avanti vediamo il da farsi, eccoli, tutti pronti ed imbecillotti a seguire l&#39;onda dell&#39;ignoranza.<br>Attendendo il costo alla produzione porgo saluti<br>denny

                      Commenta


                      • #12
                        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (roma1971 @ 6/12/2007, 20:11)</div><div id="quote" align="left">Tu prova a chiedere ad un costruttore di palazzi se ha pensato mai di costruire dotanto il futuro inquilino dell&#39;assenza del contatore enel ???</div></div><br>Ti ricordo che per accedere al Conto Energia necessario essere collegati all&#39;enel .

                        Commenta


                        • #13
                          Non si seguo cosa vuoi dire con la tua affermazione ???<br>Conto energia...????<br>mai hai capito il problema.<br>Non deve prendere il sopravvento l&#39;enel<br>Sono le aziende che producono che dovono eliminare completamente o quasi la realta odierna legata ai vari e pochi monopoli.<br>Ancora rido delle aziende che in parallelo alla Telecom...propinano sistemi alternativi per risparmiare i soldi del telefono.<br>La rete telefonica in italia stata cablata dalla Telecom e la telecom non rinuncera mai al suo canone; quindi quando le compagnie alternative<br>propongono al consumatore niente canone stanno gia commettendo un illecito.<br>Vedi windo<br>vedi tiscali<br>ecc ecc.<br>Il canone si paghera sino a che non si saltera il cavo che loro hanno gia portato in ogni casa che ha richiesto una utenza.<br>spero che questo sia chiaro a tutti.<br>>per l&#39;enel la stessa cosa. quindi l&#39;unico modo per staccarsi o addirittura inserire energia produrla.<br>Se vuoi spiegarti meglio ti ascolto.<br>Se non hai voglia di scrivere in modo dettagliato lascia stare<br>

                          Commenta


                          • #14
                            Ciao roma 1971<br>Io non posso darti i costi industriali dei pannelli, so che sono alti e spero che calino in futuro anche grazie a cose tipo il conto energia.<br>Vorrei per dirti che l&#39; esempio (RAM e medicina in bustina) non propriamente confrontabile con un impianto fotovoltaico: se vuoi costruire da zero una fabbrica per produrre questi oggetti, sai qual l&#39;investimento che devi fare? Puoi fare i conti abbastanza facilmente; sai qual il mercato di questi prodotti: il mondo; sai tante cose che ti danno la ragionevole sicurezza del ritorno economico.<br><br>Guardiamo ora ad un impianto fotovoltaico: gli stessi ragionamenti sono impossibili, perch puoi anche fare una fabbrica per costruire le celle; un&#39; altra per assemblare i pannelli; un&#39; altra per costruire gli inverter, ma alla fine devi montarli (con un certo criterio non banale, nel senso che devi sapere quello che fai, quindi devi essere un &quot;professionista&quot; il mercato lo stesso: il mondo; per non puoi esportare le persone (i &quot;professionisti&quot; che montano l&#39;impianto), ma solo i prodotti (e se io avessi potuto montarmi da solo l&#39;impianto, avrei speso molto meno...). Infine il ritorno economico: dopo avere fatto tutte queste belle fabbrichette, chi ti dice che qualcuno non inventi la famosa &quot;vernice solare&quot;, e in un momento riduce i tuoi prodotti come fossero un computer con un processore 80286 a 8MHz che si deve confrontare con un computer pentium quadcore a 3GHz?<br>Se l&#39;imprenditore fossi tu, come faresti con i prezzi?<br><br>Poi occorre vedere qual la realt&agrave; attuale delle rinnovabili: se si cercano un p di dati dal sito di terna si vede che il loro peso nel mercato elettrico Italiano molto basso (e quando dico basso intendo:<br>dati del 2005 in GWh di produzione netta da fonte:<br>termica: 240.887<br>idrica: 42.357<br>geotermica: 5.022<br>eolica: 1.844<br>fotovoltaica: 3,9<br>perdite nella rete di distribuzione: 20.626&#33.<br>Questi numeri dicono che il FV poco diffuso e di conseguenza c&#39; molta &quot;ignoranza&quot; in questo campo, quindi occorre prima di tutto che se ne parli, si faccia della pubblicit&agrave; (che in Italia l&#39;industria che va per la maggiore).<br>Il FV ha un peso basso anche perch bassa la potenza specifica.... attualmente impossibile che un palazzo (con vari appartamenti e in citt&agrave;.... mentre per una casa singola con giardino sufficientemente grande sarebbe anche possibile: quindi anche tu potresti provarci) si possa sostenere completamente con dei pannelli fotovoltaici senza avere la rete collegata, perch non hai abbastanza spazio per i pannelli e dovresti avere degli accumulatori (piuttosto ingombranti) per la notte e per quando non c&#39; il sole.<br><br>Mentre scrivevo passata in TV la pubblicit&agrave; di Enel (l&#39;energia che ti ascolta) e mi un p passata la voglia di scrivere.....<br><br>Mi raccomando, continua a dire di spegnere le luci quando non servono anche se ti ridono dietro, ma proponi anche di montare del FV&#33;<br><br>saluti<br>carest<br>
                            - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2020 - del foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche https://www.energeticambiente.it/for...17#post1813217

                            Commenta


                            • #15
                              Caro Roma non prendertela . <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/56fcb900d0fc18577ad78c25c4396213.gif" alt=""><br><br>io non voglio continuare a discutere , in questa sezone , di monopoli di fatto (rete di distribuzione dell&#39;energia ) <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b8b45f43169a0de6b83d94e596f89a7e.gif" alt=""><br>-----<br>Produrre energia elettrica tramite il FV costa e costa molto pi caro che bruciare carbone o petrolio , ma non inquina &#33;<br>Lo Stato (tedesco italiano e spanolo.... ) tramite il Conto Energia compensa i maggiori costi in modo tale da rendere oggi competitiva la produzione di energia tramite il FV .<br><br>Il mio giudizio sul prodotto Beghelli l&#39;ho gi&agrave; espresso<br><a href="?t=10397264#entry91563851" target="_blank">#entry91563851</a><br>anzi visto che ci sei leggi tutto il 3d<br><br>ciao da Recoplan<br><br>

                              Commenta


                              • #16
                                hai ragione inutile prendersela. Nel mondo i cambiamenti sara il tempo ad imporceli. Allora si che i saggi rideranno di coloro che pensavano di sapere...<br>comunque rimane aperta la domanda verso chi lavora in fabbrica e produce pannelli, fate sapere al forum quanto costa il prodotto finito.<br>A presto<br>denny

                                Commenta


                                • #17
                                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (tamerlano @ 5/12/2007, 00:53)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">E qui potrei anche finire di scrivere, tanto ho gi&agrave; detto tutto.... ma continuo con una domanda: Secondo te il conto energia il metodo giusto per arrivare allo scopo di ridurre il costo degli impianti fotovoltaici, o serve solo per &quot;finanziare&quot; i produttori, che quindi continuano a mantenere alti i prezzi... tanto chi glielo fa fare di diminuirli, visto che c&#39; l&#39;incentivo e la gente compera lo stesso?</div></div><br>bel punto di domanda carest .... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/00439b4943dad8ea5853e5ab025e9d4f.gif" alt="&lt;_&lt;"><br><br>secondo me , tutto un circolo vizioso di aiuti e contro aiuti , che guardacaso pagano tutti i contribuenti ....</div></div><br>Finalmente qualcuno che la vede come me, lo dico da un anno da questa parte, I prezzi rimaranno alto finch c&#39; l&#39;incentivo, poi il budget bloccato per 20 anni per finanziare il numero di impianti limitati saranno esauriti /dai 3 a 5 GW installati), il FV non pu fare altro che morire, perch:<br>1. i produttori non potranno mai scendere a breve a prezzi al kW tale da renderla conveniente senza incentivi statali.<br>2. Un governo non potr&agrave;, se vuole mantenere la poltrona, fare aumentare la tassazione per finanziare altri impianti FV.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Il dio denaro vincer&agrave; sempre... ovunque.... e comunque&#33;&#33; poi in italia paese di pulcinella i volponi hanno terreno fertile per inchiappettare noi poveri somari&#33;&#33;&#33;

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Cari amici smettiamola con le chiacchiere da bar &#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2c0a5bb1a9dd84130c32d2cd08524675.gif" alt=""><br><br>La questione molto semplice da ormai pi di un decennio TUTTI i consumi di energia elettrica sono gravati da un &quot;tassa&quot; chiamata CIP6 questi soldi (circa 1/30 del costo del KWh) dovrebbero servire per lo sviluppo delle fonti rinnovabili . <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/da61127d0087f627f7c89c9b30ec6bb6.gif" alt=""> Essendo tanti questi soldi , lo Stato negli anni passati ha sovvenzionato molte cose :<br>il teleriscaldamento (tutti i tubi che attraversano il sottosuolo sono pagati con il cip 6).<br>le varie centrali di cogenerazione che utilizzano gli scarti industriali .<br>una parte del &quot;costo&quot; dei certificati bianchi e dei certificati verdi .<br>i termovalorizzatori ,i forni dei cementifici e tane altre cose . Tutti impianti che per le tecnologie utilizzate sono grossi e costosi (oltre il milione di euro cadauno)<br><br>Solo con il vecchio ed il nuovo conto energia i soldi stanno finalmente cambiando strada . Finalmente i soldi possono sovvenzionare anche un privato che si fa un impianto con meno di 10&#39;000 &#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/04a1305fceefa33f46813cd8fe1057b7.gif" alt=""><br><br> I costi del fv stanno scendendo &#33; vedi ad esempio <a href="?t=10408411" target="_blank">http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=10408411</a><br> forviante asserire che il CE sia uno stimolo a mantenere i costi alti infatti :<br>molta &quot;persone&quot; comprano materiali non in Italia , all&#39;estero costano di meno (in Germania ad esempio esiste il CE da 4 anni ormai)<br>sono con prospettive di crescita le aziende possono pensare di investire e quindi ridurre i costi<br>pensate veramente che una azenda cinese o spagnola sapendo della situazione italiana riesca a farsi pagare di pi .<br><br>Ciao da Recoplan<br><br>

                                      Commenta


                                      • #20
                                        resta il fatto che noi siamo dei poveri somari e il 90% delle volte finiamo a chiappe a terra&#33;

                                        Commenta


                                        • #21
                                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (recoplan @ 10/12/2007, 14:56)</div><div id="quote" align="left">pensate veramente che una azenda cinese o spagnola sapendo della situazione italiana riesca a farsi pagare di pi .</div></div><br>Non sono solo le aziende produttrici che hanno interesse nel tenere alti i costi principalmente sono le aziende che vendono ed installano gli impianti (non tutti per carit&agrave e non tanto sulla parte della progettazione o dell&#39;installazione in cui la differenza sul prezzo al kW installato non abissale ma in modo particolare sui ricarichi che effettuano (alcuni) sui materiali (pannelli ed inverter).<br>Non mi si venga a dire che con prezzi anche di 7000 /kWp praticato non da tutti ma diciamo da molti si lavora in perdita o con margini &quot;etici&quot; sia ben inteso in presenza di un impianto con &quot;normali&quot; difficolt&agrave; che sono poi la stragrande maggioranza dei casi.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Vorrei spezzare una lancia a favore della pubblicit&agrave; della Beghelli:<br>Credo che nessuno di noi abbia qualche milione di euro da investire per farsi pubblicit&agrave; in TV, quindi l&#39;iniziativa di Beghelli lodevole perch fa parlare della tecnologia fotovoltaica anche chi non ne aveva sentito parlare prima.<br>Poi se i loro moduli sono cari e i &quot;promoter&quot; NON seri e qualificati, ben venga per chi fa onestamente il suo lavoro, ed ha un approccio serio con il cliente.<br><br>In conclusione:<br>Grazie Beghelli, magari ci farai fare qualche impianto in pi.<br><br>Saluti<br><br>Salmec
                                            L'esperienza ci che ti fa commettere errori nuovi invece di quelli vecchi.
                                            Arthur Bloch

                                            Commenta


                                            • #23
                                              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Vorrei spezzare una lancia a favore della pubblicit&agrave; della Beghelli:<br>Credo che nessuno di noi abbia qualche milione di euro da investire per farsi pubblicit&agrave; in TV, quindi l&#39;iniziativa di Beghelli lodevole perch fa parlare della tecnologia fotovoltaica anche chi non ne aveva sentito parlare prima.</div></div><br>D&#39;accordissimo&#33; Ricordatevi che oggi una cosa &quot;non esiste&quot; finch non va in TV (preferibilmente come spot). Quindi, anche grazie a Beghelli, il fotovoltaico sta cominciando ad esistere&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a4593c2faabf8deda6e8ba316b95465d.gif" alt=":woot:">

                                              Commenta


                                              • #24
                                                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (akapo @ 12/12/2007, 10:33)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Vorrei spezzare una lancia a favore della pubblicit&agrave; della Beghelli:<br>Credo che nessuno di noi abbia qualche milione di euro da investire per farsi pubblicit&agrave; in TV, quindi l&#39;iniziativa di Beghelli lodevole perch fa parlare della tecnologia fotovoltaica anche chi non ne aveva sentito parlare prima.</div></div><br>D&#39;accordissimo&#33; Ricordatevi che oggi una cosa &quot;non esiste&quot; finch non va in TV (preferibilmente come spot). Quindi, anche grazie a Beghelli, il fotovoltaico sta cominciando ad esistere&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c596b85705d13b79a020d6f68c43695e.gif" alt=":woot:"></div></div><br>Attenzione : sapete &quot;quanti danni&quot; fa un cliente che avendo preso una fregatura , parla male di una cosa ? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ac9ceaf354934fe7214c184a6c4cdb79.gif" alt=":"><br><br>ciao da Recoplan

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Attenzione : sapete &quot;quanti danni&quot; fa un cliente che avendo preso una fregatura , parla male di una cosa ?</div></div><br>Anche questo vero...<br>Speriamo non facciano troppi danni<br><br>Saluti<br><br>Salmec
                                                  L'esperienza ci che ti fa commettere errori nuovi invece di quelli vecchi.
                                                  Arthur Bloch

                                                  Commenta

                                                  Attendi un attimo...
                                                  X
                                                  TOP100-SOLAR