annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

prezzi medi affitto terreni per impianti fv

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • prezzi medi affitto terreni per impianti fv

    Ragazzi qualcuno sa mediamente quanto vanno gli affitti x i terreni agricoli destinati ad impianti fotovotaici in puglia???

  • #2
    ... e in calabria???

    Commenta


    • #3
      salve,le offerte che mi sono state fatte per terreni in puglia variano da un minimo di 2.500 €/ha per superfi di 30-40 ha ad un massimo di € 5.000/ha per superfici fino a 10ha,si tenga presente che tali importi sono redditi da impresa e quindi tassabili come tali per cui l'importo,a detta del mio commercialista, vanno decurtati quasi del 50% inoltre le ditte interessate fanno firmare prelimari di locazione di terreno che bloccano i terreni fino a quando non hanno ottenuto tutte le autorizzazioni,fino a 36 mesi,solo allora e solo se si sono verificati tutti i presupposti si passa al contratto definitivo,per cui prima di firmare attenzione e interpellate un buon legale

      Commenta


      • #4
        buongiorno,
        qualcuno mi sa dire una quotazione per terreni in piemonte, o dirmi su quale sito posso trovare queste indicazioni?? grazie

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da BERNARDIN Visualizza il messaggio
          qualcuno mi sa dire una quotazione per terreni in piemonte, o dirmi su quale sito posso trovare queste indicazioni??

          Buonasera Bernardin,
          benvenuto nel forum,
          cio' che chiedi nn e' reperibile da nessuna parte (per quel che so io) in quanto stiamo parlando di un uso dei terreni particolari e diverso da quello tradizionale, agricolo.
          L'altro aspetto e' che questi valori d'affitto sono soggetti alla trattativa privata che difficilmente seguono binari prestabiliti.
          ciao car.boni
          Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

          Commenta


          • #6
            9 ettari completamente esposto al sole prov. di Matera

            Salve,

            dispongo di un terreno di circa 9 ettari completamente esposto al sole vicino il Fiume Bradano in prov. di Matera, sarei disposto a concederlo in affitto per l'istallazione di un impianto fotovoltaico...mi chiedevo però quale fosse l'iter per rendere il tutto possibile.
            Quali autorizzazioni bisogna chiedere e a chi?
            Se concedo in affitto il terreno, devo anche partecipare economicamente all'investimento o il mio è un investimento a costo zero?
            <!-- / message -->
            Ultima modifica di gymania; 13-10-2010, 22:16. Motivo: non inserire dati sensibili

            Commenta


            • #7
              Salve,
              avrei necessità di avere delle risposte: sapete se è possibile rescindere un contatto di "cessione" dei terreni per l installazione di un impianto FV da 2 MW firmato a una PSEUDO Società?

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da deidda Visualizza il messaggio
                ..........sapete se è possibile rescindere un contatto di "cessione" dei terreni per l installazione di un impianto FV da 2 MW firmato a una PSEUDO Società?


                Ciao Deidda,
                ci sono pochi elementi per dare una risposta ..............
                Generalmente e' possibile ma bisogna leggere il contratto, molte volte, in caso di rescissione unilaterale del contratto sono previste delle penalita'.
                ciao car.boni
                Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                Commenta


                • #9
                  Buongiorno a tutti...

                  Leggo di uno spread 2000€-5000€/ha per l'affitto del solo terreno, con modalità di pagamento che può essere in un'unica soluzione iniziale, oppure regolare canone di affitto con cadenza semestrale o annuale; 2000€-5000€/ha sono da considerarsi per il solo terreno, oppure solo per terreni con TIC-TICA-DIA già ottenute o in avanzato stato di ottenimento ?

                  Il valore aggiunto in caso di ottenimento è considerevole, e questo comporterebbe il pagamento una tantum per il pacchetto TIC-TICA-DIA, che pare nell'ordine di 180.000€-250.000€/Mw.

                  Ritenete valide e veritiere queste considerazioni? Data la complessità dei vari iter autorizzativi e le differenti versioni lette e sentite, è opportuno un confronto.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da foto123 Visualizza il messaggio
                    2000€-5000€/ha sono da considerarsi per il solo terreno, oppure solo per terreni con TIC-TICA-DIA già ottenute o in avanzato stato di ottenimento ?
                    Ovviamente se il terreno è già autorizzato si riescono normalmente ad ottenere le condizioni più vantaggiose.

                    il pagamento una tantum per il pacchetto TIC-TICA-DIA, che pare nell'ordine di 180.000€-250.000€/Mw.
                    Quelli sono i reali prezzi di mercato, se ci aggiungi poi le mediazioni si arriva anche a 300.000€, prezzi che si trovavano fino a 4-5 mesi fa, ma la speculazione in atto fa si che molti ora propongano a 350.000€-400.000€/Mwp.
                    'This shit's got to go!' (J.Fresco)

                    Zeitgeist: Moving Forward

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da taote79 Visualizza il messaggio
                      Ovviamente se il terreno è già autorizzato si riescono normalmente ad ottenere le condizioni più vantaggiose.

                      Quelli sono i reali prezzi di mercato, se ci aggiungi poi le mediazioni si arriva anche a 300.000€, prezzi che si trovavano fino a 4-5 mesi fa, ma la speculazione in atto fa si che molti ora propongano a 350.000€-400.000€/Mwp.

                      350.000€-400.000€/Mwp, decisamente interessanti, ma va sempre calcolata la distanza tra domanda e offerta, e spuntare cifre simili non penso sia facile.

                      Ritengo che fino alla prima metà del mese di agosto ci possa essere fermento su tali autorizzazioni, per chi voglia entrare in funzione secondo il conto energia 2 entro il 2010; non di facile gestione portare a termine in tempi brevi simili trattative, e la presenza di un mediatore all'altezza della situazione risulta di basilare importanza.

                      Va fatta molta distinzione se si tratta di impianti a terra, su serra oppure su edifici ?

                      Commenta


                      • #12
                        350-400mila euro sono interessanti per chi ci vuole speculare, non certo per gli investitori/acquirenti, nè per i mediatori che in questa maniera perdono molto tempo in trattative che spesso vanno in fumo.

                        Gli impanti a terra, se già sono cantierabili, probabilmente avranno un mercato utile finchè resteranno i tempi sufficienti per la realizzazione e la richiesta di allaccio entro il 2010.
                        Per le serre il mercato è in espansione, proprio in virtù del fatto che a terra non saranno più appetibili a breve, ma gli investitori necessitano avere garanzie CONCRETE che poi queste verranno coltivate per 20 anni, per non rischiare di perdere l'incentivo.
                        Per i tetti dei capannoni c'è una forte possibilità di espansione, ma è più difficile convincere un imprenditore ad affittare il tetto della sua proprietà in cui già svolge una attività e conciliare la gestione del tetto/impianto con queste attività, piuttosto che convincere ad affittare un terreno in disuso o che è già in affitto agricolo a 200€/ha/anno, aumentandogli di 20 volte questo introito.
                        'This shit's got to go!' (J.Fresco)

                        Zeitgeist: Moving Forward

                        Commenta


                        • #13
                          Qualcuno interessato al nostro terreno?

                          Salve,
                          mi chiamo Michele D'Alessandro e voglio rendervi partecipi di quanto segue:

                          In breve vi spiego le mie vicissitudini degli ultimi tempi.
                          Sono un tecnico molisano e mi sono occupato della progettazione (D.I.A. e Permesso di costruire) di piccoli impianti fotovoltaici (il più grande da 100 Kwt). Nella realizzazione di questo impianto ho conosciuto un direttore di filiare della MPS che alla mia domanda: "ma non potrei pensare di realizzare anch'io un impianto simile?" mi risponde: "certo, è praticamente certo il finanziamento, costituisci una s.a.s con tua moglie, intesta il tuo terreno alla s.a.s., presentami un progetto preliminare e il gioco è fatto". Beh, sinceramente conoscendo il tipo di investimento avevo pensato di aver fatto il colpaccio e mi metto al lavoro. Costituisco la società e ci intesto il terreno in zona rurale (senza vincoli di alcun genere) di 8000 mt circa facente parte di una proprietà di 2.5 ha più ampia nelle vicinanze del centro abitato, con linea elettrica adiacente. Mi metto in attesa. Dopo circa 15 giorni mi chiama il direttore e mi dice (a novembre scorso) : "tutto a posto la pratica è stata approvata, siccome stiamo nelle vicinanze delle festività natalizie ci risentiamo appena dopo per formalizzare il tutto". Mi metto in attesa. passano 10giorni, 20 giorni, un mese mi comincio a preoccupare. Direttore tutto ok? Si, ci sono un po di ritardi, ma tutto ok. Febbraio passa e io ogni settimana telefono. Allora? Ritardi, ma tutto ok. A marzo la cosa mi puzza e vado a chiedere alla sede centrale. Questa la risposta: "mi dispiace, ma con il fotovoltaico abbiamo avuto dei problemi e al momento i finanziamenti sono sospesi a meno che non ci sia un cospiquo anticipo da parte sua". Molliamo tutto. A dire la verità sono stato tentato di andare da quel direttore e..........lasciamo perdere. Ho chiesto da altre parti per il finanziamento ma la cosa è difficile perchè non finanziano le società di nuova costituzione, oltre il danno la beffa.
                          Stamani mi chiama il mio commercialista e sapendo che mi occupo del fotovoltaico, mi chiede delle info tecniche in merito ad un'azienda che deve fare un contratto con un'altra azienda per l'affitto di un tetto di un capannone.
                          Ultima modifica di gymania; 13-10-2010, 22:17. Motivo: non inserire dati sensibili

                          Commenta


                          • #14
                            Prezzi affitto terreno

                            Salve,
                            chiedo anche io quali sono i pressi medi per un terreno agricolo di circa 6 ha, non recintato e ancora senza le concessioni per installazione impianto fotovoltaico, esposto al sole in Calabria.
                            Purtroppo dalle discussioni non si capisce bene quale possa essere il range di prezzo.
                            Ho già avuto contatti con società che ne hanno richiesto la disponibilità, ma ancora tutto abbastanza inconcreto. Sapete anche dirmi quali sono le attenzioni che dovrei tenere nell'eventuale stipula di un contratto?
                            Grazie

                            Vincenzo

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da fragra Visualizza il messaggio
                              ****
                              Ha già avuto risposte? se no, possiamo parlarne in maniera più approfondita.
                              Ultima modifica di gymania; 13-10-2010, 22:17.

                              Commenta


                              • #16
                                Ciao
                                In Calabria offrono dai 4000 ai 5000 €/ha annui.

                                Commenta


                                • #17
                                  rescissione contratto

                                  Originariamente inviato da deidda Visualizza il messaggio
                                  Salve,
                                  avrei necessità di avere delle risposte: sapete se è possibile rescindere un contatto di "cessione" dei terreni per l installazione di un impianto FV da 2 MW firmato a una PSEUDO Società?
                                  no, ma mi interessa sapere perchè vuoi rescindere.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Sarebbe bello sapere anche quale sia la PSEUDO società, in modo da dare un'indicazione a tutti...

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da fragra Visualizza il messaggio
                                      Salve,

                                      dispongo di un terreno di circa 9 ettari completamente esposto al sole vicino il Fiume Bradano in prov. di Matera, sarei disposto a concederlo in affitto per l'istallazione di un impianto fotovoltaico...mi chiedevo però quale fosse l'iter per rendere il tutto possibile.
                                      Quali autorizzazioni bisogna chiedere e a chi?
                                      Se concedo in affitto il terreno, devo anche partecipare economicamente all'investimento o il mio è un investimento a costo zero?
                                      <!-- / message -->
                                      Per lei è certamente un investimento a costo zero ed il primo passo per rendere tutto possibile è rivolgersi ad una società d'installazione di impianti o ad un intermediario, che si occuperà personalmente di tutte le pratiche burocratiche e tecniche. Lei dovrebbe solo preoccuparsi di far leggere il contratto che le proporranno per l'acquisizione ventennale del diritto di superficie ad un suo legale di fiducia ed eventualmente firmarlo. Se vuole, può contattarmi e la instraderò personalmente.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da deidda Visualizza il messaggio
                                        Salve,
                                        avrei necessità di avere delle risposte: sapete se è possibile rescindere un contatto di "cessione" dei terreni per l installazione di un impianto FV da 2 MW firmato a una PSEUDO Società?
                                        solitamente fanno firmare prima un preliminare, non per cessione ma per costituzione di diritto di superficie.
                                        successivamente, quando hanno tutte le autorizzazioni, si stipula il contratto vero e proprio con atto notarile.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Informazioni

                                          Originariamente inviato da fragra Visualizza il messaggio
                                          Salve,

                                          dispongo di un terreno di circa 9 ettari completamente esposto al sole vicino il Fiume Bradano in prov. di Matera, sarei disposto a concederlo in affitto per l'istallazione di un impianto fotovoltaico...mi chiedevo però quale fosse l'iter per rendere il tutto possibile.
                                          Quali autorizzazioni bisogna chiedere e a chi?
                                          Se concedo in affitto il terreno, devo anche partecipare economicamente all'investimento o il mio è un investimento a costo zero?
                                          <!-- / message -->
                                          Ciao mi chiamo GIANLUCA , sarei interessato ad sapere maggiori informazioni su i suoi terreni le lascio il mio recapitato telefonico 3802035780

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Buongiorno a tutti . Gli importi che vengono pagati per i terreni agricoli al momento vanno dai 2000 ai 2500 Euro ad Ettaro ad Anno , in Grid Parity ( senza incentivi ), per l'installazione di una centrale fotovoltaica . In alcuni casi ci è capitato di pagare importi superiori per la cessione del diritto di superficie DDS per terreni che erano collocati in prossimità di Cabine Terna o Enel di alta tensione . Gli importi per la vendita o per il DDS attualizzato variano molto in funzione di vari parametri . A parte i terreni agricoli c'è al momento molto interesse anche per i terreni industriali, ex cave / cave bonificate . Se ci fossero proprietari di terreni agricoli o industriali posso lasciare anche un link per ulteriori approfondimenti . Buona giornata . Davide Fotovoltaico Grid Parity Terreni | IBS international business strategy

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Se non sbaglio è vietato installare fv su terreni agricoli ......

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Buongiorno !

                                                Secondo la nostra esperienza, in Sardegna effettivamente secondo le attuali disposizioni non è consentito su Terreni agricoli installare dei parchi fotovoltaici : è possibile solo su terreni industriali . Corrono voci che la Regione stia pensando di modificare questa impostazione, tuttavia essendoci per la maggior parte delle aree dei vincoli paesaggistici, vista la bellezza della Sardegna sia per quello che attiene alle coste, ma anche nell' entroterra, probabilmente poco si potrà fare su Terreno agricolo, salvo casi limitati.

                                                In Emilia Romagna, prevale l' auto produzione dunque la produzione con centrali fotovoltaiche non è molto percorribile, ci sono regole abbastanza restrittive .

                                                Nelle Marche, in Abruzzo, ci sono anche in queste regioni restrizioni, dunque non è vietato ma abbastanza difficile e in ogni caso si lavora su piccole dimensioni lottando un po' con le pendenze in alcuni casi e con la distanza dalla cabina di alta o media tensione .

                                                In Umbria vige il 10%, ossia si può installare un parco fotovoltaico sul 10% della superficie del terreno agricolo, asseverando da un notaio la restante parte del 90% dell'estensione : inoltre ci sono anche abbastanza vincoli, dunque non molto attrattiva come Regione per la Grid Parity su Terreno Agricolo .

                                                Anche in Calabria, vige il 10%, però in Calabria essendoci aree enormi, anche di 400, 500, 1000 Ettari, anche installare sul 10 % del terreno asseverando la parte restante può avere un senso .

                                                Il Piemonte, prevede di poter installare pannelli fotovoltaici solo su terreno agricolo dalla classe 3 a salire, dunque ci sono restrizioni su terreni con forte vocazione agricola , come giusto che sia .

                                                Il Veneto ha delle zone in cui è consentito, produrre energia mediante Fotovoltaico a terra, su agricolo, e in altre zone dove non lo è, ossia c'è una sorta di mappa che si può scaricare nel sito della Regione a macchia di leopardo, dove però le zone idonee non sono così tante, dunque non è facilissima come Regione, ossia le zone con elevata produzione agricola sono giustamente escluse .

                                                Il Friuli è interessante, anche perché è molto pianeggiante, dunque è il paradiso degli inseguitori ( Tracker di solito mono assiali ) però se si trovano zone ad un prezzo accettabile, perché lì il problema è il costo dei terreni, visto che ci sono produzioni e coltivazioni di pregio in molte zone .

                                                La Campania sopra una certa dimensione consente di installare pannelli su una parte del sito, ora non ricordo, credo per medie dimensioni circa sul 50 % della superficie .

                                                L' anno scorso, agli albori della Grid Parity, c'erano alcuni investitori che mostravano un certo scetticismo su Campania e Calabria, tuttavia negli ultimi mesi registriamo una graduale e sempre crescente apertura verso queste 2 Regioni .

                                                Le Regioni montuose, va da sé che hanno scarsa attrattività per il Fotovoltaico, dunque non sono di particolare interesse .

                                                La Lombardia è molto interessante come Regione .

                                                La Toscana è molto interessante tuttavia bisogna selezionare con estrema attenzione le aree non vincolate .

                                                La Sicilia, per via dell' alto irraggiamento è senza dubbio una Regione presa d' assalto per lo sviluppo del Fotovoltaico in Grid Parity su terreno ( agricolo e industriale ) . Secondo nostre fonti affidabili ci sono al momento circa 30 nuove richieste di allaccio alla rete elettrica di alta tensione / al giorno. Le richieste di allaccio alla media tensione di più.

                                                Un altra regione presa d' assalto è la Puglia : ci sono ampie zone, che hanno raggiunto ormai il massimo di richieste di allaccio, e vi è una saturazione della rete in alcuni punti per l' alta tensione , lo stesso vale per la media tensione dove la situazione è anche peggiore . Tanto che alcuni investitori preferiscono evitare la Puglia e si stanno spostando su altre Regioni .

                                                Ma anche in Sicilia, in alcune zone, ci sono criticità di connessione per allacciarsi alla rete, e si deve condividere degli stalli con altri produttori, tanto che ci sono già interventi di adeguamento della rete pianificati ed alcuni in corso.

                                                Molise, interessante come Regione, anche se ha un irraggiamento un poco inferiore a Regioni pari latitudine. Ma senza dubbio interessante.

                                                Lazio, molto interessante come Regione, nelle zone non vincolate.

                                                Basilicata, salvo modifiche alle disposizioni in essere, si possono installare fino a 20 MW, dunque estensioni di 20 - 35 - 40 Ettari a seconda della tecnologia utilizzata . Adesso con il fisso si riesce ad installare anche 1 MW su 1 Ettaro .

                                                Questa è un po' la situazione dal nostro osservatorio, essendo al momento impegnati nello sviluppo .

                                                Ovviamente i terreni industriali possono contare su un iter semplificato, e dunque anche se hanno un costo maggiore, sono interessanti . Ovvio che per il fotovoltaico ci si deve fermare a certi importi, altrimenti il business plan non gira, ma in funzione della distanza dalla cabina di alta tensione, le cifre vanno dai 6 e i 9 Euro a mq, anche se non è facile trovarne a queste cifre, soprattutto verso il limite inferiore . Ossia le zone papabili sono aree industriali che non hanno effettivamente avuto un vero sviluppo e sono state abbandonate .

                                                Oppure le ex cave, o le aree bonificate, ossia aree che difficilmente potrebbero trovare altre destinazioni . Queste sono molto interessanti, perché hanno un iter semplificato .

                                                Negli altri casi si deve andare in AU ( autorizzazione unica ) con una procedura abbastanza lunga, tuttavia assolutamente percorribile .

                                                Poi certo che anche i tetti sono interessanti, soprattutto quelli in aderenza con l' amianto, a partire da 2500 mq ( metri quadri ) a salire . In questo caso, per l' installazione di pannelli sui tetti, è chiaro che la struttura del tetto sottostante è fondamentale . Ossia abbiamo scartato tetti con travi in legno ad esempio perché non sono bancabili . Dunque un sopralluogo per verificare con attenzione questi aspetti fa parte dell' analisi di fattibilità .

                                                Per cui se qualcuno ha piacere di confrontarsi, con estremo piacere .

                                                Se c'è interesse per vedere il processo di tutti gli step operativi su terreno lascio un link TERRENI PER FOTOVOLTAICO PASSI OPERATIVI

                                                Per i tetti un altro linK TETTI

                                                E non mi resta che augurare una Buona Giornata a tutti ! E Grazie mille per l' attenzione . Davide

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Complimenti per la ricerca , molto approfondita e dettagliata , tuttavia la mia opinione relativa all'insediamento di nuovi parchi ftv è in parte favorevole e in parte contraria , sebbene abbia terreno a disposizione , sarei anche disponibile ad investire per fare 50/80 kw di ftv ma mi trovo nella regione veneto e se non sbaglio impianti a terra su terreni agricoli sono vietati , poi non so come funziona bene la normativa in quanto una parte del terreno che non uso per coltivazioni di frutteti è classificato come uso non agricolo , e questo sarebbe il primo scoglio da superare , poi il costo della connessione elevato a causa della distanza ( 8/10000 euro) , infine sperare di accedere ai nuovi incentivi portando a casa 10 cent , con il rischio di produrre in rid per 4 cent.......senza contare servizio di misura , assicurazione , fisco , gse , ecc....se invece parliamo di parchi ftv da 500 kw o mega impianti allora le cose cambiano forse.....ma non di molto .

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Buondì ! Si il Veneto è un po' complicato. E per il momento in questa Regione stiamo lavorando su Terreni industriali . Comunque, se ci saranno variazioni e nuove opportunità la aggiorniamo ! Saluti . Davide

                                                    Originariamente inviato da GIBRUN Visualizza il messaggio
                                                    Complimenti per la ricerca , molto approfondita e dettagliata , tuttavia la mia opinione relativa all'insediamento di nuovi parchi ftv è in parte favorevole e in parte contraria , sebbene abbia terreno a disposizione , sarei anche disponibile ad investire per fare 50/80 kw di ftv ma mi trovo nella regione veneto e se non sbaglio impianti a terra su terreni agricoli sono vietati , poi non so come funziona bene la normativa in quanto una parte del terreno che non uso per coltivazioni di frutteti è classificato come uso non agricolo , e questo sarebbe il primo scoglio da superare , poi il costo della connessione elevato a causa della distanza ( 8/10000 euro) , infine sperare di accedere ai nuovi incentivi portando a casa 10 cent , con il rischio di produrre in rid per 4 cent.......senza contare servizio di misura , assicurazione , fisco , gse , ecc....se invece parliamo di parchi ftv da 500 kw o mega impianti allora le cose cambiano forse.....ma non di molto .

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Salve a tutti,

                                                      Sono stato contattato da varie Società SRL per il Diritto di Superficie e realizzare impianti FV sui 40 Ha

                                                      pagano dai 1800 ai 3000€/Ha

                                                      ma il punto è:
                                                      c'è da fidarsi visto che costituiscono tutte SRL e attualmente il costo di ripristino dei luoghi oscilla tra i 30/50.000 € Ettaro
                                                      se questi all'avvicinarsi dei 30 anni o prima lasciano fallire la SRL!?!?!

                                                      Il tutto rimane sul groppone del proprietario e non gli bastano i soldi che gli hanno dato :-O

                                                      La Fideiussione che sbandierano tanto lascia il tempo che trova perchè devono essere rinnovate in genere ogni 2-3 anni
                                                      per cui potrebbero non rinnovarla!

                                                      Voi come la vedete?
                                                      Esperienze in merito?

                                                      Grazie mille e saluti

                                                      Commenta

                                                      Attendi un attimo...
                                                      X
                                                      TOP100-SOLAR