annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Entro l'estate FORSE gli incentivi per gli anni dal 2010

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Entro l'estate FORSE gli incentivi per gli anni dal 2010

    L'ho saputo solo ora e vi ri-giro la notizia con l'obiettivo di verificare tutti insieme l'informazione. Mi scuso se qualcuno dei forumisti ha già aperto una discussione in merito.
    Buon lavoro
    Ale

    Fonte: staffettaonline.com

    Entro l'estate dovrebbero essere riviste, al ribasso, le tariffe incentivanti del fotovoltaico previste dal Conto Energia. Risponde così Luciano Barra, capo segreteria tecnica della direzione per l'Energia e le risorse minerarie del Mse, ai principali attori del settore fotovoltaico italiano, secondo cui incentivi tanto alti in Italia si giustifica ...
    Ultima modifica di recoplan; 25-04-2009, 14:10.
    Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

  • #2
    grazie Ale x la tempestiva notizia qui di seguito giro l'agenzia completa....

    Entro l'estate dovrebbero essere riviste, al ribasso, le tariffe incentivanti del fotovoltaico previste dal Conto Energia. Risponde così Luciano Barra, capo segreteria tecnica della direzione per l'Energia e le risorse minerarie del Mse, ai principali attori del settore fotovoltaico italiano, secondo cui incentivi tanto alti in Italia si giustificano con le lentezze burocratiche del nostro Paese (v. Staffetta 21/04). Secondo Barra – che ha parlato oggi in occasione di un altro convegno di 'Solar Revolution Summit' – “incentivi così elevati erano un modo per rianimare questo settore” dopo anni in cui non vi era stato alcun intervento pubblico. Inoltre – ha aggiunto Barra – “i prezzi dei moduli stanno calando”. Secondo i dati di Solarbuzz, infatti, da agosto 2008 ad oggi il prezzo dei pannelli è calato da 4,71 a 4,54 euro/Watt .
    Dunque “si può pensare a un graduale abbassamento delle tariffe”. Anche perché – ha spiegato Barra – “incentivi troppo alti possono provocare danni”, come “in Spagna dove c'è stato un boom che ha provocato anche licenziamenti”. Oltretutto possono anche tenere elevati i prezzi artificialmente, “favorendo il mantenimento di posizioni di rendita piuttosto che l'evoluzione tecnologica”. Dunque “è meglio avere incentivi equi ma durevoli che più alti ma con picchi e crolli”.
    Barra ha quindi annunciato che il lavoro in questo senso è già iniziato: ”spero – ha detto – di riuscire a finirlo entro l'estate”.


    saluti & auguri!!!


    Roberto
    "MAKE YOUR ENERGY!!"

    on SKYPE econtek-italy

    "la vera sfida non è realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da alessandro74 Visualizza il messaggio
      ........Entro l'estate dovrebbero essere riviste, al ribasso, le tariffe incentivanti del fotovoltaico previste dal Conto Energia. .....

      Ciao Alessandro,
      grazie della news ma per nn alimentare polemiche e/o confusione bisogna spiegare che la revisione delle tariffe saranno applicate successivamente alla scadenza del Conto Energia o comunque dopo il 31.12.2010.
      Ritengo che qualunque revisione precedende a questa scadenza sia improponibile e contro legge.
      ciao car.boni
      Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

      Commenta


      • #4
        cmq nn credo che ci sia nulla d anormale ahimè...l'unca incognita è lo possono fare prima del 2010???

        leggete l'art.6 comm. 3 e relativi rimandi.....aiutoooooooooooooooooooooo!

        saluti

        Roberto
        File allegati
        "MAKE YOUR ENERGY!!"

        on SKYPE econtek-italy

        "la vera sfida non è realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

        Commenta


        • #5
          Ciao Econtek,
          il comma 3 dell'art. 6 recita cosi :
          "Con successivi decreti del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, d’intesa con la Conferenza unificata, da emanare con cadenza biennale a decorrere dal 2009, sono ridefinite le tariffe incentivanti per gli impianti che entrano in esercizio negli anni successivi al 2010, tenendo conto dell’andamento dei prezzi dei prodotti energetici e dei componenti per gli impianti fotovoltaici, nonché dei risultati delle attività di cui agli articoli 14 e 15. In assenza dei predetti decreti continuano ad applicarsi, per gli anni successivi al 2010, le tariffe fissate dal presente decreto per gli impianti che entrano in esercizio nell’anno 2010"
          Il comma 2 invece parla della decurtazione dei prezzi dal 01.01.2009 e dal 01.01.20010 per una percentuale del 2% ogni anno.
          La norma e' scritta, secondo me, in modo chiaro.
          Qualunque provvedimento che vada a modificare (ovviamente in peggio) quanto stabilito provocherebbe una violenta reazione da parte di tutto il mondo economico-industriale che ruota attorno al FV oltre, ovviamente, alla caduta di credibilita' dell'intero sistema Italia.
          ciao car.boni
          Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

          Commenta


          • #6
            Grazie Roberto per aver inoltrato e messo a disposizione di tutti l'agenzia completa.
            Per quanto riguarda l'interpretazione della norma concordo con Car.boni anche se leggendo l'agenzia sembrerebbe che il riferimento temporale sia l'estate 2009.....se accadesse una cosa del genere si rischierebbe di rallentare lo sviluppo della filiera solare fotovoltaica ora che finalmente ha superato alcune criticità.
            Un sistema incentivante, è vero, deve far maturare una tecnologia aiutandola a superare la fase di start-up, per poi, gradualmente, metterla nelle condizioni di camminare con le proprie gambe.....ciò si traduce in una naturale riduzione dell'apporto incentivante che viaggia in parallelo con la diminuzione del costo dell'ingegneria di sistema della tecnologia incentivata....ok...tutto ok.....Io credo però che non sia assolutamente il momento giusto per mettere in pratica quanto riportato nell'agenzia del MSE.
            A Verona avremo modo sicuramente di approfondire tale questione, se confermata nei prox gg, nel contesto delle diverse conferenze del Solarexpo.
            Buona serata
            Ale
            Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

            Commenta


            • #7
              SONO CONTENTO : si deve procedere inquesto modo !

              Finalmente i Politici italiani dimostrano lungimiranza !
              Sono molto felice di sapere entro il mese di ottobre 2009 quali saranno gli incentivi del CE che verranno applicati agli impianti FV che entreranno in esercizio dal 1° gennaio 2011.
              Finalmente si sanno le cose con anticipo e quindi si ha tutto il tempo di poter programmare le cose con cognizione di causa .

              Speriamo che accada quanto annunciato

              Ciao da Recoplan

              Commenta


              • #8
                Penso oltretutto che la riduzione degli incentivi possa essere un vantaggio per il mercato del fotovoltaico, l'"effetto Spagna" è sicuramente un pericolo che incentivi troppo alti possono concorrere a generare.

                Mantenendo gli incentivi allineati al loro scopo (ripagare l'impianto, non generare un utile) permette sicuramente al mercato di crescere in modo graduale e maturare in modo corretto evitando l'effetto bolla.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da rob74 Visualizza il messaggio
                  Penso oltretutto che la riduzione degli incentivi possa essere un vantaggio per il mercato del fotovoltaico, l'"effetto Spagna" è sicuramente un pericolo che incentivi troppo alti possono concorrere a generare.

                  Mantenendo gli incentivi allineati al loro scopo (ripagare l'impianto, non generare un utile) permette sicuramente al mercato di crescere in modo graduale e maturare in modo corretto evitando l'effetto bolla.

                  Condivido sia il tuo ragionamento che quello di recoplan, anche se sono convinto che ancora è prematuro il rilascio graduale dell'apporto incentivante.....i tempi giusti sono quelli fissati nel d.m19 feb2007 e per giunta dovrebbero essere anche rispettati.
                  Nei prossimi gg credo che ne sapremo certamente di più.
                  Buona giornata
                  Ale
                  Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

                  Commenta


                  • #10
                    Mantenendo gli incentivi allineati al loro scopo (ripagare l'impianto, non generare un utile) permette sicuramente al mercato di crescere in modo graduale e maturare in modo corretto evitando l'effetto bolla.

                    condivido in toto....ma siamo in Italia
                    1)
                    sotto un profilo ambientalista ti assicuro che della CO2 nn emessa nn interessa a nessuno, nessun cliente mi ha mai fatto una richiesta del genere e quindi

                    2)
                    "ripagare l'impianto, non generare un utile" posso capire il pincipio che e poi quello che dovrebbe muovere le coscienze e i relativi portafogli...hehehehe ma caro amico sei nell'ambito del fantafotovoltaico!!

                    mi dispiace dirlo ma tutto questo e legato ad una nuova forma di economia....quindi agli utili, se c'è un gudagno....ok ,ma quando il mark-up e di segno = o forse > la gente ti dice arrivedereci.

                    posso aggiungere che il mercato lo fa il cliente e nn noi che siamo operatori del settore....quando percepisce che nn vede una lira + una serie di problematiche burocratiche pre e post installazione + la banche...e qui lasciamo perdere... sapete tutti come finisce.....ahivoglia a parlare di clima e ecosostenibilità....siamo realisti...i 97%degli impianti operativi sono tra 1 e 3KW....li si contano in centesimi di € e quindi nn ci sarà piu conveneinza effettiva...ne per noi ne per il cliente..

                    precisazione sull'effetto Spagna....
                    li l'FV e stato fatto con l'idea del businness e lo testimonia anche l'icredibile numero di impianti di grosse dimensioni....sai che cosa li ne frega ai Spagnoli dell'impianto da 3KW sul tetto.....e poi il loro sistema creditizio e lontano anni luce dal nostro...ragazzi nn ci facciamo prendere in giro...

                    forse, anzi sicuramente ,prenderei in esame l'effetto Germania.....ma quelli sono nordici...altre mentalità

                    ....vi lascio con la solita frase,
                    se qualcuno puo smentirmi lo faccia significa che ho sbagliato tutto!!!


                    saluti

                    Roberto
                    "MAKE YOUR ENERGY!!"

                    on SKYPE econtek-italy

                    "la vera sfida non è realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

                    Commenta


                    • #11
                      Roberto ti quoto in pieno ! E sottolineo la burocrazia tipica italiana tra permessi, richieste .... Provate a fare dei conti sui mesi necessari a completare un impianto !! Per mettere una firma sulla convenzione tempi medi 2 MESI . E' davvero una vergogna!!

                      Commenta


                      • #12
                        e pensa che ho fatto la convenzione ssp il 24 novembre 2008 e non è stata ancora accettata.......




                        Originariamente inviato da Leo1 Visualizza il messaggio
                        Roberto ti quoto in pieno ! E sottolineo la burocrazia tipica italiana tra permessi, richieste .... Provate a fare dei conti sui mesi necessari a completare un impianto !! Per mettere una firma sulla convenzione tempi medi 2 MESI . E' davvero una vergogna!!

                        Commenta


                        • #13
                          Forse non mi sono spiegato bene ....

                          L'idea è semplice se io so con un anticipo di 12 mesi come sarà la prossima tariffa incentivante programmo gli investimenti e non BLOCCO il mercato...

                          In Spagna ,ad esempio, il vecchio decreto Real era scaduto a fine settembre 2008 e il nuovo è stato emanto dopo 15 giorni . Questo gap ha bloccato il mercato Spagnolo per quasi 3 mesi : infatti 15 giorni tra i decreti , e 75 giorni per la publicazione di circolari esplicative e per comprendere ed interpretare tutta la nuova normativa !

                          Questo blocco sarebbe stato evitato se ....

                          Ciao da Recoplan

                          Commenta


                          • #14
                            Energie rinnovabili il tema del Forum organizzato da Adiconsum per lunedì

                            posto questo articolo apparso su kwfinanza.it


                            (Teleborsa) - Roma, 24 apr - Le incentivazioni alle fonti rinnovabili e gli obiettivi europei: analisi e proposte. Questo il tema del Forum organiccato da Adiconsum per lunedì prossimo, 27 aprile, presso l'Auditorium GSE a Roma.
                            L'incontro sarà preceduto da una introduzione di Nando Pasquali, AD di GSE e presieduto da Pieraldo Isolani, responsabile settore energia e ambiente di Adiconsum.
                            Fra gli interventi si segnalano:

                            Paolo Frankl - Head of Renewable Unit INTERNATIONAL ENERGY AGENCY su "La situazione delle Fonti Rinnovabili in Italia e negli altri Paesi dell'Unione rispetto agli obiettivi europei";

                            Mario Gamberale - KYOTO CLUB su "Le criticità del sistema italiano di incentivazione";

                            Marco Pigni - Direttore Generale APER su "Il costo dell'iter burocratico e delle autorizzazioni";

                            Pia Saraceno - A.D. REF su "Ipotesi di rimodulazione del sistema italiano di incentivazioni".

                            Seguirà una Tavola rotonda, cui parteciperanno Massimo Ricci - Direttore Direzione Mercati Autorità Energia Elettrica e Gas, Guido Bortoni - Direttore Dipartimento Energia Ministero Sviluppo Economico, Corrado Clini - Direttore generale Ministero Ambiente, Gerardo Montanino - Responsabile Direzione Operativa Fonti rinnovabili GSE, Carlo De Masi - segretario generale Flaei Cisl, Dario Di Santo - Direttore generale Fire, Marco Palazzetti - Co sorzio Cear.

                            Commenta


                            • #15
                              FOTOVOLTAICO
                              Il Vaticano avrà l'impiantosolare più grande d'EuropaIl progetto è alle fasi finali di studio. I lavori potrebbero partire entro due-tre mesi. Prezzo: 500 mln di euro.

                              >>>>> E il surplus di energia sarà venduto all'Italia<<<<<<<<<<


                              Papa Benedetto XVI
                              CITTA' DEL VATICANO - Il Vaticano avrà l'impianto fotovoltaico più grande del mondo ed il progetto è ormai alle fasi finali di studio. I lavori, se ogni nodo verrà sciolto positivamente, dovrebbero partire entro due-tre mesi per poi durare dai tre ai quattro anni. Il prezzo dell'impianto sarà di 500 milioni di euro.

                              I pannelli fotovoltaici verranno installati a Santa Maria Galeria, nel terreno della Santa Sede che ospita gli impianti della Radio Vaticana. Già lo scorso autunno, dopo il collaudo dell'impianto a pannelli solari dell'Aula Paolo VI in Vaticano, venne annunciata la futura creazione di un impianto analogo per Santa Maria Galeria, che nel 2014 porterebbe il Vaticano ad avere l'impianto di immagazzinamento di energia solare più grande d'Europa.

                              Un progetto che costerà alle casse dello Stato della Città del Vaticano circa 500 milioni di euro e verrà affidato alla tedesca Solarworld AG, azienda specializzata nella costruzione di pannelli solari. Produrrà un quantitativo di energia pari a 100 MegaWatt, necessari non solo a soddisfare il bisogno dell'impianto radio, ma anche dell'intero stato e di circa 40mila abitazioni: il surplus verrà quindi venduto all'Italia.


                              cosi tanto per rimanre sul pezzo.....
                              quelli che.... no io faccio l'FV xke mi ripago l'impianto, e non genero utile..

                              in italia ancora credete alle favole e a B......oni


                              saluti santi

                              Roberto
                              "MAKE YOUR ENERGY!!"

                              on SKYPE econtek-italy

                              "la vera sfida non è realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da ggrazia Visualizza il messaggio
                                posto questo articolo apparso su kwfinanza.it

                                Pia Saraceno - A.D. REF su "Ipotesi di rimodulazione del sistema italiano di incentivazioni".
                                forse è sfuggito.... ma ho postato l'articolo perchè si parlerà dell'ipotesi di "rimodulare" gli incentivi.

                                G

                                Commenta


                                • #17
                                  cosi solo per chiudere in bellezza ecco un impianto reale da 100MW su 226h pure autorizzato!!!! (16 STMG...ma nn bastano perche ENEL ha rischiesto la stazione di alta quindi VIA+VAS!!!...)madoooooooooooooooo!!!

                                  provate ad immaginare cosa vuol dire organizzare le aut di questo mostro...ora andate a dirgli che cambia l'incentivo.....

                                  chi lo vuole e in vendita ma nn vi dico a quanto.........



                                  saluti

                                  Roberto
                                  File allegati
                                  "MAKE YOUR ENERGY!!"

                                  on SKYPE econtek-italy

                                  "la vera sfida non è realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Buongiorno,
                                    come sempre quando esce una notizia, o almeno "un'idea di notizia", si alza il polverone.
                                    Condivido il ragionamento di Recoplan perche' e' utile sapere prima (ora, adesso) cio' che sara' l'incentivo che verra' riconosciuto agli impianti che entreranno in funzione dopo il 01.01.2011 per poter correttamente programmare ma e' necessario fare una netta distinzione tra impianto domestico e quelli industriale ed in quest'ultimo caso condivido il pensiero di Econtek.
                                    Per i piccoli impianti domestici, aldila' del risparmio, avere o meno una decurtazione credo che sposti poco il problema in quanto un piccolo impianto lo si fa sia per una questione di principio (indipendenza energetica) che per quella ambientale.
                                    Discorso nettamente diverso e' quello di un impianto industriale dove l'investitore deve obbligatoriamente avere un utile e nn puo' permettersi di avere un semplice pareggio.
                                    Qui si aprono le solite due strade : impianti a terra o su lastrico solare. L'imprenditore deve tenere conto anche di questo fattore e da accanito sostenitore degli impianti su tetto, posso solo dire che l'investimento di un impianto industriale su tetto ha sicuramente dei costi ambientali minori, sia in termini d'infrastrutture (sicuramente gia' presenti in un area urbanizzata industriale) che di costi globali d'impianto. Quindi l'imprenditore oltre al suo giusto utile "rendera'" al territorio un utile indiretto derivanti da minori impatti ambientali, nn utilizzo di territorio e globalmente minori costi per la collettivita'.

                                    Ciao Econtek,
                                    mentre scrivevo Tu hai inserito il messaggio di quell'obrobrio, mostro e' riduttivo.
                                    A maggior ragione rincalzo il discorso da me fatto.
                                    ciao car.boni
                                    Ultima modifica di recoplan; 24-04-2009, 21:23.
                                    Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      quell'obrobrio, mostro e' riduttivo

                                      non trovo altri aggettivi da aggiungere!!

                                      saluti

                                      Roberto
                                      "MAKE YOUR ENERGY!!"

                                      on SKYPE econtek-italy

                                      "la vera sfida non è realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

                                      Commenta


                                      • #20
                                        porca palettona !!!

                                        scioccante veramente si !!!
                                        TUTORIAL VIDEO PER NEOFITI E NON SOLO ( contatore quadri etc )
                                        http://www.youtube.com/user/socosnc/videos
                                        web/public?name=SOCO_SOLAR_PLANT[/URL]

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da car.boni Visualizza il messaggio
                                          Ciao Alessandro,
                                          grazie della news ma per nn alimentare polemiche e/o confusione bisogna spiegare che la revisione delle tariffe saranno applicate successivamente alla scadenza del Conto Energia o comunque dopo il 31.12.2010.
                                          Ritengo che qualunque revisione precedende a questa scadenza sia improponibile e contro legge.
                                          ciao car.boni
                                          Purtroppo, non credo che il governo abbia intenzioni a aspettare 2011. Leggete questo da Photon:

                                          More changes to Italian Conto Energia on the way

                                          europe - News_PI - PHOTON International

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originariamente inviato da Butrico Visualizza il messaggio
                                            Purtroppo, non credo che il governo abbia intenzioni a aspettare 2011. Leggete questo da Photon:

                                            More changes to Italian Conto Energia on the way

                                            Cio Butrico,
                                            intanto benvenuto nel forum.....
                                            se cosi fosse aspettiamoci, finalmente dico io, la Rivoluzione (tipo Francia fine 1700)
                                            ciao car.boni
                                            Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da Butrico Visualizza il messaggio
                                              Purtroppo, non credo che il governo abbia intenzioni a aspettare ....
                                              Forse sarebbe meglio leggere il testo integrale dell'intervento in parlamento ....

                                              NON vi pare ?

                                              Ciao da Recoplan
                                              Ultima modifica di recoplan; 25-04-2009, 14:12.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Mi auguro che ciò non risponda al vero.
                                                Come si fa da una parte a sostenere l'intervento dei privati (che potranno installare su superfici comunali - disegno di legge 1195, art. 16) e dall'altra "rimodulare" gli incentivi? E' come segare sull'albero su cui si sta seduti...
                                                Io investo se ho un ritorno economico... piccolo... altrimenti investo in BTP.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Buongiorno a tutti,
                                                  bene ha fatto il Moderatore a modificare il titolo della discussione.
                                                  Ora, fatti salvi i diritti dell'incentivo fino al 31.12.2010 nelle modalita' che conosciamo, si puo' ragionare sul come e sul quanto le tariffe verranno rimodulate, sul come si adeguera' il mercato ma soprattutto se la tecnologia sapra' far fronte a queste nuove esigenze.
                                                  ciao car.boni
                                                  Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Ciao ragazzi , sono stato in multifiera a modena , e ho fatto due chiacchere con un commerciante (commerciale) dell'enel che si occupa prevalentemente del fotovoltaico per le aziende...
                                                    Mi ha detto che enel :
                                                    1)non interessata al fv per i privati (rende poco).
                                                    2)Nel 2012 tutti con tariffa bi-orariaaaaaaaaaaaaa.
                                                    3)Nel 2016 il prezzo del kwh costerà 0,24€.


                                                    ....hehehe bello no????


                                                    Ciao

                                                    Fox
                                                    16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

                                                    alla tv -calcio +rally

                                                    http://www.evalbum.com/2123

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da tonini_mingoni Visualizza il messaggio

                                                      3)Nel 2016 il prezzo del kwh costerà 0,24€.

                                                      Fox


                                                      Dunque manterrà circa un 3% di rincaro all'anno...

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originariamente inviato da car.boni Visualizza il messaggio
                                                        Buongiorno a tutti,
                                                        bene ha fatto il Moderatore a modificare il titolo della discussione.
                                                        Ora, fatti salvi i diritti dell'incentivo fino al 31.12.2010 nelle modalita' che conosciamo, si puo' ragionare sul come e sul quanto le tariffe verranno rimodulate, sul come si adeguera' il mercato ma soprattutto se la tecnologia sapra' far fronte a queste nuove esigenze.
                                                        ciao car.boni
                                                        Ma secondo voi cambieranno le incentivazioni anche a chi ha già fatto l'impianto e ha un contratto di incentivazione riconosciuta dal Gse per i soliti 20 anni?

                                                        Lo so che è possibile ( l'hanno già fatto con lo s.s.p.) ma spero molto improbabile
                                                        Ciao

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da tonini_mingoni Visualizza il messaggio
                                                          Ciao ragazzi , sono stato in multifiera a modena , e ho fatto due chiacchere con un commerciante (commerciale) dell'enel che si occupa prevalentemente del fotovoltaico per le aziende...
                                                          Mi ha detto che enel :
                                                          1)non interessata al fv per i privati (rende poco).
                                                          2)Nel 2012 tutti con tariffa bi-orariaaaaaaaaaaaaa.
                                                          3)Nel 2016 il prezzo del kwh costerà 0,24€.


                                                          ....hehehe bello no????


                                                          Ciao

                                                          Fox
                                                          Per le due prime risposte direi di si !
                                                          La terza mi sembra molto campata in aria.
                                                          Potrebbe costare di più così come di meno.
                                                          Cosa è un prezzo prefissato dallo stato ????
                                                          GIULIANO
                                                          _____________
                                                          ....ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..... A. Einstein.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originariamente inviato da car.boni Visualizza il messaggio
                                                            Buongiorno a tutti,
                                                            bene ha fatto il Moderatore a modificare il titolo della discussione.
                                                            Ora, fatti salvi i diritti dell'incentivo fino al 31.12.2010 nelle modalita' che conosciamo, si puo' ragionare sul come e sul quanto le tariffe verranno rimodulate, sul come si adeguera' il mercato ma soprattutto se la tecnologia sapra' far fronte a queste nuove esigenze.
                                                            ciao car.boni
                                                            ciao car.boni
                                                            io c'ero al Summit e, tra un bicchiere e l'altro, non sono stati dati nè numeri nè date, si è parlato molto dell'adeguamento dei prezzi dei pannelli e di tutto il resto e abbiamo tutti avuto l'impressione (forte) di una rimodulazione in peggio degli incentivi da parte del Ministero, però penso proprio che la situazione cambierà molto con l'entrata in campo del "dormiente" mercato americano, così l'hanno chiamato, che porterà uno shock nella domanda di silicio ed altro, facendo altalenare i prezzi
                                                            chi vivrà vedrà

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR