Emendamento per DIA fino a 1 Mw - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Emendamento per DIA fino a 1 Mw

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Emendamento per DIA fino a 1 Mw

    Di seguito il link:

    se dovesse passare anche al senato, sarebbe una grossa semplificazione

    staremo a vedere...


    26/04/2010 - Probabili liberalizzazioni e maggiore ricorso alla Dia per le energie rinnovabili. La Camera ha approvato un emendamento all’articolo 17 del disegno di legge comunitaria 2009, passato ora all’esame del Senato.

    RINNOVABILI, SUFFICIENTE LA DIA PER GLI IMPIANTI FINO A 1 MW
    ...dal 2006

  • #2
    ..1 mese fa la legge regionale 31/2008 (Puglia) veniva dichiarata illegittima da una sentenza della Corte Costituzionale.. ed ora questo emandamento.. stè cose accadono solo in Italia.. paradossale per non dire assurdo.. ma di certo sarei contento se il Senato approvasse l'emandamento.. attendiamo
    E' possibile fare pubblicità alla propria attività lucrativa esclusivamente nella sezione "Vetrina Commerciale" e nel proprio “Profilo Personale” a seguito dell’iscrizione come “Utente Supporter”.

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Ing.Conte Visualizza il messaggio
      ..1 mese fa la legge regionale 31/2008 (Puglia) veniva dichiarata illegittima da una sentenza della Corte Costituzionale.. ed ora questo emandamento.. stè cose accadono solo in Italia.. paradossale per non dire assurdo.. (...)
      In Italia accadono cose ben peggiori, che accettiamo bellamente considerandole del tutto normali.
      Questa, invece, non è né paradossale né assurda, e basterebbe leggersi con attenzione quanto scritto nella pagina linkata per rendersene conto.
      Le Regioni non hanno facoltà legislativa su questo punto, per cui le loro leggi che autonomamente elevavano i limiti erano costituzionalmente illegittime.
      E' allora intervenuta la legislazione nazionale (a recepimento di direttive europee), e le cose andranno a posto a livello nazionale.

      Queste cose valgono in tutto il mondo, non solo in Italia: legifera chi ha competenza, e non altri che credono solo di averla.
      Semplicemente, in tutto il resto del mondo, ci saranno forse meno organismi locali che si arrogano diritti e competenze che non hanno...

      Bye.

      Commenta


      • #4
        Quoto in tutto Bancor..per quanto le regioni vogliano "mettere il naso" in direttive di carattere nazionale, saranno sempre quest'ultime a prevalere. Le uniche regioni che possono avere qualche potere maggiore sono quelle a statuto speciale..che comunque è sempre adottato e modificato con legge costituzionale..per cui.....

        Commenta


        • #5
          Sinceramente trovo giusto che ogni regione o provincia metta il becco su quello che succede nel proprio territorio di competenza...
          Impianti fino ad 1MW a terra a mio avviso devono seguire un iter burocratico complesso e non è possibile che con una semplice DIA si faccia realizzare un impianto che magari deturba il paesaggio o crea chissà quali altri problemi, che altrimenti sarebbero stati valutati con un'autorizzazione unica.
          Io lavoro nel settore come tutti voi, e avrei tutto l'interesse che questo avvenga, ma è ora che si smetta di realizzare gli impianti su terreni quando abbiamo un'enormità di superficie sopra i capannoni e le abitazioni.
          Spero sinceramente che con il prossimo conto energia si decurti di parecchio l'incentivo sugli impianti a terra, li trovo uno spreco di territorio! Già in Italia c'è un abusivismo edilizio, se poi ci mettiamo anche questo ci rimarrà poco verde dove vivere...
          Inoltre vorrei ricordare che l'energia elettrica serve dove esistono abitazioni o siti industriali, quindi realizzare impianti in terreni sperduti che senso ha se dopo parte dell'energia prodotta si disperde nella rete?

          Commenta


          • #6
            Ciao skibs, vedo che lavori nel settore.

            1)hai mai fatto un impianto da 1MW con una semplice DIA?
            2)hai mai fatto una domanda di connessione da un MW?

            mW
            le vacanze dell'83
            sembravano sintetiche.

            Commenta


            • #7
              Domande connessione per 1MW le ho fatte. DIA su terreni no...
              Comunque non capisco cosa serva questo con il discorso...

              Commenta


              • #8
                Ti ho fatto queste domande perchè ti sei espresso su vari aspetti e volevo capire quale esperienza ne avessi. Tutto qua.

                1)la "semplice DIA" non è così semplice (le condizioni da soddisfare sono le stesse dell'AUR, non stai facendo una villetta)

                2)la possibilità tecnica di connessione su una linea secondaria non la decidiamo in linea di principio in questo forum, ma viene valutata dall'ENEL. La "parte dell'energia dispersa in rete" è ben nota ad ENEL e dipende dalla portata della linea esistente vicino al sito. A volte ti chiedono di rifare dei tratti di linea, a volte bisogna fare dei lavori su Terna. Insomma, non è che tu decida di realizzare 4MW alla fine di una sperduta linea secondaria e l'ENEL te lo consenta automaticamente con una connessione in antenna e una cabina di consegna.

                3)in linea di principio posso essere d'accordo col fatto che sia meglio usare lo spazio dei capannoni. Però credo che gli impianti a terra abbiano i loro vantaggi nella crescita del PV , e non siano ecomostri ne centrali nucleari o a carbone, e mi sembra strano che suscitino scandalo.

                4)io ho già visto gente che si indigna contro il PV a terra e spera che a tali impianti vengano tolti incentivi. Io credo che questo non salverà il territorio in Italia ma penalizzerà lo sviluppo del fotovoltaico a vantaggio di altre fonti energetiche che preoccupano molto di più. Questa però è solo una mia opinione.

                mW
                le vacanze dell'83
                sembravano sintetiche.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Bancor Visualizza il messaggio
                  In Italia accadono cose ben peggiori, che accettiamo bellamente considerandole del tutto normali.
                  Questa, invece, non è né paradossale né assurda, e basterebbe leggersi con attenzione quanto scritto nella pagina linkata per rendersene conto.
                  Le Regioni non hanno facoltà legislativa su questo punto, per cui le loro leggi che autonomamente elevavano i limiti erano costituzionalmente illegittime.
                  E' allora intervenuta la legislazione nazionale (a recepimento di direttive europee), e le cose andranno a posto a livello nazionale.

                  Queste cose valgono in tutto il mondo, non solo in Italia: legifera chi ha competenza, e non altri che credono solo di averla.
                  Semplicemente, in tutto il resto del mondo, ci saranno forse meno organismi locali che si arrogano diritti e competenze che non hanno...

                  Bye.
                  Intanto se non fosse stato per la Regione Puglia ora dovevamo sottostare ancora a quel ridicolo limite di 20 kW imposto dal 387.
                  Impianto 10,12 kW - 44 pannelli Ningbo Qixin 230W - Inverter PowerOne 10.0 OUTD FS - Località Bari - Tilt 20° - Azimut 0° SUD

                  Commenta


                  • #10
                    sentenza della corte costituzionale

                    1)le Regioni non possono decidere quando estendere l'uso della DIA sopra i 20kW
                    In questo la Corte Costituzionale ha assolutamente ragione e vista la 387 non avrebbe potuto dire altro.
                    2)la 387 è del 2003. Da 7 anni aspettavamo che lo Stato legiferasse.Se finalmente ciò avverrà, e nel verso anticipato dalla Regione Puglia, forse sarà dovuto anche al dibattito suscitato da questa legge che era palesemente anticostituzionale, e la Regione Puglia lo sapeva benissimo, ma sottoponeva al dibattito una questione irrisolta da parte dello Stato.
                    3)Faccio invece una domanda vera e propria a Bancor. Ma l'estensione della DIA a 1 MW ci è stata imposta dalla UE? Te lo chiedo perchè non sono informato. Se si, dici che non avremmo potuto farlo da soli se non ce lo avessero imposto? Ripeto, non è una domanda retorica!
                    4)A volte credo che qua in Italia le cose migliori le facciamo perchè ci obbliga la UE. Ma questa è proprio solo una opinione.

                    mW

                    mW
                    Ultima modifica di milliwatt; 27-04-2010, 14:11.
                    le vacanze dell'83
                    sembravano sintetiche.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da ricjet Visualizza il messaggio
                      Intanto se non fosse stato per la Regione Puglia ora dovevamo sottostare ancora a quel ridicolo limite di 20 kW imposto dal 387.
                      Sarà... ma come diceva quel tal romano: est modus in rebus.

                      Visto che la decisione del Governo non è un illuminato motu proprio ma l'applicazione di direttive UE, era fatale arrivare a quello, un po' prima un po' dopo, Puglia o non Puglia.

                      L'arrogarsi competenze che non spettano è oggi in Italia uno sport fin troppo praticato da chiunque abbia interesse a mascherare la propria idea di potere dietro il solito "... lo chiede il popolo".

                      Se almeno le istituzioni le rispettassero, le regole... non ti pare?
                      E meno male che qualcuno che ha il potere di farle rispettare, ogni tanto, c'è ancora...

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Bancor Visualizza il messaggio
                        Sarà... ma come diceva quel tal romano: est modus in rebus.

                        Visto che la decisione del Governo non è un illuminato motu proprio ma l'applicazione di direttive UE, era fatale arrivare a quello, un po' prima un po' dopo, Puglia o non Puglia.

                        L'arrogarsi competenze che non spettano è oggi in Italia uno sport fin troppo praticato da chiunque abbia interesse a mascherare la propria idea di potere dietro il solito "... lo chiede il popolo".

                        Se almeno le istituzioni le rispettassero, le regole... non ti pare?
                        E meno male che qualcuno che ha il potere di farle rispettare, ogni tanto, c'è ancora...
                        scusa ma veramente stai dicendo?
                        una volta che qualcuno aveva fatto una legge buona...la critichiamo?

                        va bene che era incostituzionale ma sempre meglio una buona legge incostituzionale che una merdxxata di legge costituzionale (e ce ne sono tante), e almeno su questo a livello nazionale grazie alla regione Puglia se ne sono accorti, infatti, come per incanto, dopo "l'affaire L.R. 31/2008" ecco la legge nazionale, altro che Europa...

                        Ma il bello è che a sollevare l'illegittimità è stato Fitto, acerrimo avversario di Vendola...quindi è stata tutta una vendetta politica, non centra nulla il rispetto delle regole o il contingente attaccamento alla nostra amatissima e giovanissima costituzione.
                        Impianto 10,12 kW - 44 pannelli Ningbo Qixin 230W - Inverter PowerOne 10.0 OUTD FS - Località Bari - Tilt 20° - Azimut 0° SUD

                        Commenta


                        • #13
                          No, guarda, ricjet, non è così.

                          Non ho mai espresso nessun giudizio sulla legge; potrebbe essere buonissima o pessima, non era quello il problema che discutevo.

                          Ho semplicemente detto che la legge della Regione Puglia (così come quella della Regione Calabria) è stata dichiarata incostituzionale perchè emanata da un'istituzione che non ne aveva il potere. Punto.

                          Se, poi, c'è chi - come te - preferisce una ottima legge contraria alla Costituzione italiana, a tante leggi pessime ma conformi alla Costituzione, embé si capisce perché in Italia andiamo in questo modo...

                          Lasciamo perdere le motivazioni, che pure ci saranno state, ma la questione che discuto non è quella. Se non lo si capisce, che le regole finché ci sono vanno rispettate, non meravigliamoci poi se ci ritroviamo con chiunque che fa quel ca**o che vuole.
                          Se le regole non vanno bene, prima si modifichino.

                          E, ripeto, non entro nel merito della bontà o meno della legge; anche perché che fosse buona lo dimostra il fatto che è stata ripresa dalla legislazione nazionale. Quindi, non cerchiamo falsi bersagli tanto per sostenere il proprio punto di vista.

                          Ciao.

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Bancor Visualizza il messaggio
                            No, guarda, ricjet, non è così.



                            Se, poi, c'è chi - come te - preferisce una ottima legge contraria alla Costituzione italiana, a tante leggi pessime ma conformi alla Costituzione, embé si capisce perché in Italia andiamo in questo modo...



                            Ciao.
                            invece temo che l'Italia vada in questo modo proprio per la ragione opposta...

                            siamo nel 2010 non nel 1948 ... ne sono cambiate di cose non credi?
                            Impianto 10,12 kW - 44 pannelli Ningbo Qixin 230W - Inverter PowerOne 10.0 OUTD FS - Località Bari - Tilt 20° - Azimut 0° SUD

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da ricjet Visualizza il messaggio
                              invece temo che l'Italia vada in questo modo proprio per la ragione opposta...

                              siamo nel 2010 non nel 1948 ... ne sono cambiate di cose non credi?
                              Infatti, sono d'accordo su questo: di cose ne sono cambiate molte e l'ho potuto constatare di persona. Io, nel 1948 e anche prima, c'ero. E non credere che, per questo, sia un nostalgico del passato.

                              Ma il discorso verte, se non l'hai ancora afferrato, sul rispetto delle regole.
                              La Costituzione non è più adeguata alla realtà attuale?
                              La cambiamo.
                              Lo fanno in tutti i paesi del mondo, lo abbiamo fatto anche noi più di una volta, quindi che problema c'è?

                              Commenta


                              • #16
                                Nessun problema. Siamo andati anche troppo fuori tema...
                                ciao
                                Impianto 10,12 kW - 44 pannelli Ningbo Qixin 230W - Inverter PowerOne 10.0 OUTD FS - Località Bari - Tilt 20° - Azimut 0° SUD

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da milliwatt Visualizza il messaggio
                                  , non stai facendo una villetta)

                                  2)la possibilità tecnica di connessione su una linea secondaria non la decidiamo in linea di principio in questo forum, ma viene valutata dall'ENEL. La "parte dell'energia dispersa in rete" è ben nota ad ENEL e dipende dalla portata della linea esistente vicino al sito. A volte ti chiedono di rifare dei tratti di linea, a volte bisogna fare dei lavori su Terna. Insomma, non è che tu decida di realizzare 4MW alla fine di una sperduta linea secondaria e l'ENEL te lo consenta automaticamente con una connessione in antenna e una cabina di consegna.


                                  mW
                                  Scusa, mi spieghi meglio il problema con Enel? Suppongo siano eventuali lunghi tempi per fare una linea. I costi dovrebbero essere forfettari ed indipendenti dai lavori da fare, o mi sono perso qualcosa?

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Si, il problema sono i tempi. I costi sono gli stessi. A quanto posso supporre, un caso possibile è il seguente:
                                    Nella stessa zona sorgono dieci impianti da 1 MW, e fanno 10 domande all'ENEL. Se fosse un impianto solo dovresti chiedere direttamente a Terna.
                                    Invece ENEL deve connettere 10 MW in MT e magari deve ampliare una cabina primaria già esistente. Poi magari deve andare a "sovraalimentare" la linea 150kV che alimenta quella cabina primaria 150/20 attaccandosi a una altra dorsale più grossa ancora magari a 180kV. Quindi deve costruire una stazione 180/150 che si collega poi alla linea 150 che alimenta la cabina primaria etc....ovviamente è un lavoro che prende molto tempo e coinvolge Terna.
                                    Ma non è che facciano tutto questo e spendano tutti questi soldi per connettere solo te, devono farlo perchè hanno avuto tantissime richieste di connessione. Se avessero solo la tua magari troverebbero una altra soluzione tecnica.
                                    Comunque tu spendi quello che spenderesti per una normale connessione MT.
                                    Il problema è il tempo.
                                    Ovviamente questo è quello che mi sembra di sapere per ora!
                                    ok?

                                    mW
                                    le vacanze dell'83
                                    sembravano sintetiche.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da scarda Visualizza il messaggio
                                      Di seguito il link:

                                      se dovesse passare anche al senato, sarebbe una grossa semplificazione

                                      staremo a vedere...


                                      26/04/2010 - Probabili liberalizzazioni e maggiore ricorso alla Dia per le energie rinnovabili. La Camera ha approvato un emendamento all’articolo 17 del disegno di legge comunitaria 2009, passato ora all’esame del Senato.

                                      RINNOVABILI, SUFFICIENTE LA DIA PER GLI IMPIANTI FINO A 1 MW
                                      ritornando in topic... L'EMENDAMENTO E' PASSATO ANCHE AL SENATO
                                      Impianto 10,12 kW - 44 pannelli Ningbo Qixin 230W - Inverter PowerOne 10.0 OUTD FS - Località Bari - Tilt 20° - Azimut 0° SUD

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da ricjet Visualizza il messaggio
                                        ritornando in topic... L'EMENDAMENTO E' PASSATO ANCHE AL SENATO
                                        Hai un riferimento?

                                        Grazie,
                                        J.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Non ancora ufficiale, ma la fonte era + che attendibile
                                          Impianto 10,12 kW - 44 pannelli Ningbo Qixin 230W - Inverter PowerOne 10.0 OUTD FS - Località Bari - Tilt 20° - Azimut 0° SUD

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Pur nel pieno rispetto della sentenza della Consulta, che ha semplicemente applicato la legge, è strachiarissimo che questa vicenda pugliese è scaturita da questioni squisitamente politiche dovute alla rivalità tra Fitto e Vendola.

                                            Detto questo facciamo salti di gioia poichè questo episodio tipicamente italiano potrà essere immediatamente posto nel cestino, ora che l'Italia sta recependo la direttiva UE su questo aspetto, consentendo la DIA fino a 1Mwp, come già prevedeva la legge (incostituzionale) pugliese.

                                            La coincidenza della tempestività di questa nuova regolamentazione nazionale è provvidenziale per tutti gli operatori del settore, e resterà a Vendola il merito "piratesco" di aver preceduto il governo nazionale (o meglio i parlamentari che hanno proposto l'emendamento) nel recepimento della direttiva europea, consentendo in breve tempo uno sviluppo eccezionale delle fonti rinnovabili in puglia.
                                            'This shit's got to go!' (J.Fresco)

                                            Zeitgeist: Moving Forward

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da ricjet Visualizza il messaggio
                                              Non ancora ufficiale, ma la fonte era + che attendibile
                                              Il sito del Senato non lo riporta tra gli atti.
                                              Quindi non è stato di fatto ancora approvato.

                                              Se hai notizie più precise postale, per favore.

                                              Grazie,
                                              J.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                in effetti si dice che la S.1781-B che tratta la questione è ancora in esame Parlamento Italiano - Disegno di legge S. 1781-B - 16ª Legislatura
                                                per chi volesse dare una letta al tutta la seduta:
                                                http://www.senato.it/service/PDF/PDF...T/00473950.pdf
                                                pagina 24 circa parla della questione della DIA

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Mi sapete dare informazioni su fotovoltaico integrato su serra nella regione sardegna
                                                  saluti

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Originariamente inviato da Bancor Visualizza il messaggio
                                                    .
                                                    Le Regioni non hanno facoltà legislativa su questo punto, per cui le loro leggi che autonomamente elevavano i limiti erano costituzionalmente illegittime.
                                                    E' allora intervenuta la legislazione nazionale (a recepimento di direttive europee), e le cose andranno a posto a livello nazionale.

                                                    Bye.
                                                    In realtà l'energia è una materia per cui vige potestà legislativa concorrente. La legge pugliese è stata annullata perchè in contrasto con una fonte di rango costituzionale (la 387/2003 che è un'applicazione della direttiva europea).
                                                    Le regioni possono legiferare in materia quindi, se non contrasta con leggi di rango superiore.
                                                    D'altronde le linee guida che tutti aspettano sono alla firma della conferenza stato regioni.
                                                    Post pignolo e inutile, il mio, lo so...

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Ho verificato anch' io sul sito del Senato e risulta trasmesso dalla Camera il 23/04, nella seduta del 27 (merc) il senato ha assegnato il DDL alla 14a commissione per la verifica e la 14a commissione guardando il calendario dei lavori direi che non la guarda prima del 6 di maggio...
                                                      Ciao Fabio

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originariamente inviato da Aprux Visualizza il messaggio
                                                        D'altronde le linee guida che tutti aspettano sono alla firma della conferenza stato regioni.
                                                        Post pignolo e inutile, il mio, lo so...
                                                        Esiste una bozza di ste linee guida?

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Salve,

                                                          novità dal senato?

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Nessuno sa niente dal Senato???in programmazione nelle sedute non pare esserci...

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X