Nuova Bozza Dgls Rinnovabili: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Nuova Bozza Dgls Rinnovabili: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Si sbaglia prospettiva se si mettono il nucleare contro le rinnovabili..
    La mia personale opinione non vede un muro contro muro del nucleare contro le rinnovabili e viceversa..ma una futura ed inevitabile coesistenza post petrolio.
    Solitamente purtroppo guardiamo solo nel nostro orticello italico..e dimentichiamo di guardare oltre, dove ad esempio Stati Uniti e Germania sono già ben allineati nel portare avanti sia l'atomo, sia le rinnovabili, senza problemi anche su grandi numeri.
    Penso che anche per noi dovrà essere obbligatoriamente così..pena la dipendenza energetica da paesi terzi che ci avranno per le "palle" nei secoli a venire...
    Leo.

    Commenta


    • Stati Uniti e Germania sono già ben allineati nel portare avanti sia l'atomo, sia le rinnovabili
      Non direi, entrambe non costruiscono nuove centrali e hanno in programma di proseguire con quelle esistenti fino al termine della loro operatività, investendo invece sulle rinnovabili (negli USA è uno dei cavalli di battaglia di Obama, finché i numeri in parlamento lo consentiranno, visto che ha dovuto cedere qualcosa al successo dei repubblicani nelle elezioni di medio termine)

      pena la dipendenza energetica da paesi terzi
      Anche l'approvvigionamento delle materie prime (e di quelle processate/riprocessate) legate al nucleare ci fa dipendere dall'estero, quindi il nucleare non è la soluzione per svincolarci da questa dipendenza.

      ••••••••••••

      Commenta


      • Sono parole in classico politichese sia le dichiarazioni di Obama che quelle della Merkel nll..in realtà purtroppo le lobby sono sempre più forti..ad esempio in Germania con una mano dicono di non voler costruire nuove centrali nucleari e di far vivere il più possibile quelle esistenti, e con l'altra ne costruiscono di nuove a carbone..per ora..
        Leo.

        Commenta


        • Originariamente inviato da feder Visualizza il messaggio
          quel costo del nucleare non è realistico

          ti ricordo che come contributo dismissione di Trino Vercellese, Montalto di Castro e Caorso, c'è tuttora nella bolletta un contributo, a sentire il ministro Prestigiacomo, superiore al contributo per le energie rinnovabili. e questo è un costo "spalmato" a fine vita dell'impianto nucleare.
          Beh..scrivi alla Presti..e ricordagli che sugli oneri generali in bolletta il peso A2 è dell'8% (e ci sono dentro decommisiioning MA ANCHE le mitigazioni territoriali VARIE ch non credo siano riferibili solo al nucleare..cerco poi dei dati)..mentre A3 vale 80% di cui il 20% assimilate, resto FER.

          Per cui se basi il ragionamento du dati errati, le conclusione sono errate...mi immagino quali siano le fonti..

          Secondo..il decommisoning è pagato con oneri STRAORDINARI in quanto il referendum ha BLOCCATO l'utilizzo di investimenti effettuati e concordati con le Soc. che avevano investito,,se gliele facevano usare (come TUTTI gli altri Paesi del Mondo, perchè una cavolata del genere mi pare si sia fatto SOLO in Italia nel Mondo..che geni!) allora avrremo avuto 2 vantaggi:
          - energia a basso costo
          - nesun costo extra per decommisiioning..a fine vita il proprietario se la smantellava a sue spese.

          Addirittura, sino ad esaurimento carica combustible, si è dovuto continuare a produrre vapore e a scaricarlo nell'aria e nei fiumi.. perchè la genialata del referendum diceva che non si poteva nemmeno nadare a fine carica..cioè pur avendo sul terrotorio le centrali PERFETTAMENTE FUNZIONANTI (quindi col loro rischio relativo), il vapore lo buttavamo via..dimmi se quest non era demagogia pura..

          Ora, poi, che esiste una Legge che ha messo in piedi il baraccoe del decommisisoning..su cui ci sono poi appalti e interessi vari..ovvimente diventa come il Duomo di Milano..non finirà mai... ovviamente..come tutti gli appalti pubblici italiani... e quindi è certamente stato un grave errore spegnere le centrali..al mssimo andava detto che non se n costruivano piu di nuove (al massimo si spegneva l'unica che era gia previsto di spegnere in quanto obsoleta..)..ovviamente questo non era per nulla spiegato ai cittadini he dovevano votare..

          Ricordo che le centrali attive, stanno man mano ricevemdo autorizzazione a 10-15 anni supplementari, che portano la vita utile impianto fra 50 e 60 anni..

          Inoltre se su un sito ch ospita una centrale a fne vit ne fai una nuova, il decommisioning è molto molto meno impegnativo..e infatti in tutto il mondo le atorizzazioni si danno solitamente per siti abbinati o in sostituzione di esitenti.. e qusto ottimizza i costi (che ricordo sono sempre a carico di privati, tipo Enel..al massimo dati i rischi POLITICI a AUTORIZZZATIVI lo Stato concede delel garanziae dui prestiti..ma visto che è lo Stato che dev autorizzare e puo cambiare iea. mi pare giusto)


          i costi ex nucleare sono in carico alla collettività, perchè l'imprenditore che non guadagna, di norma fallisce e porta i libri in tribunale.

          e poi, che costi sarebbero dovuti ai proprietari degli impianti per il mancato guadagno ? non sono sovvenzioni queste ?
          Ti faccio un esempio,,mettiamo che si spezza una pala di un eolico e uccide una persona..allorta si rivedono le condizioni di sicurezza e si decide che NOn possono esistere impianti a meno di 300 metrui da una strada (numero a caso)..e che quelli esistenti vanno smantellati..allora..chi ha investito con autorizzazoni legittimi sino al giorno prima..deve smantellare.. ma giustamente ilo Sttao che cambia idea paga i danni (così è stato per il nucleare..abbiamo cambiato idea..si pagano le conseguenze..altrimenti in tribunale ci andava lo Stato portato dai proprietari dell'impianto..così funziona la tutela Legale)

          Citazione:
          Originariamente scritto da LeoVr
          Si sbaglia prospettiva se si mettono il nucleare contro le rinnovabili..
          Leo.


          Sintesi perfetta che condivido in pieno... abbiamo necessita di entrambe il piano oggi prevede 30% di rinnovabili ..e mi pare 25 % di nucleare..sarebbe una situaizone piu che equilibrata..


          Citazione:
          Originariamente scritto da nll


          Anche l'approvvigionamento delle materie prime (e di quelle processate/riprocessate) legate al nucleare ci fa dipendere dall'estero, quindi il nucleare non è la soluzione per svincolarci da questa dipendenza.


          vero..ma fai il conto del VALORE dell'importazione fra gas e petrolio da un lato e uranio all'altro..meno devi comprare (sia un valore che in volume) meno sei ricattabile..senza contare che con uranio puo fare SCORTA molto + lunga che col gas (petrolio quasi zero).

          e omunque i migliori scenari (non so se veramente supportabili conomicamente) di indipendenza con FE prlano di 2050..vogliamo dare 10 anni di ritardo..ci sono davanti 50 anni di..vogiamo abbinare solo e empre gas e petrolio?
          Ultima modifica di nll; 02-03-2011, 16:27. Motivo: Riparato tag QUOTE
          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

          Commenta


          • Tolto Tetto degli 8 GW

            Incentivi fotovoltaico: tolto il limite di 8 GW nel Decreto Romani


            Una buona notizia se confermata

            Commenta


            • la scelta migliore è di continuare l'incentivazione per gli impianti su tetti e nei siti con poco valore!...

              l'unica strada è l'energia alternativa... è inutile negarlo e contrapporsi con inutili e sterili teorie... si deve ottimizzare la rete elettrica presente e adeguarla per ospitare le nuove tecnologie tra cui fotovoltaico, eolico, biomasse ecc... l'energia prodotta da queste fonti sarà anche troppa!!!

              ma è possibile che la gente dorme sempre di più?

              in questo momento di crisi l'unica strada rimasta è quelle delle rinnovabili... e adesso che prende forma un "BELLISSIMO" lavoro per molti, lo vogliono stroncare? non gli basta la gente che è a spasso e che viene pagata da tutti noi? bah...


              dobbiamo capirlo tutti in modo da GUIDARE NELLA GIUSTA DIREZIONE chi ci governa! alla fine dei conti siamo noi che possiamo decidere! o no?

              OTTIMIZZARE: Sfruttare qualcosa nel modo migliore, ottenendo il massimo dei vantaggi e degli effetti positivi e riducendo al minimo i rischi e gli aspetti negativi...

              CI VUOLE TANTO?

              ...SEMPRE MENO DEI DOLLARI RICHIESTI PE LE STUPIDE PROPOSTE FATTE DAL GOVERNO!

              io dico che la cosa migliore è la ricerca e il controllo!
              Ultima modifica di nll; 02-03-2011, 18:46. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

              Commenta


              • Aspettiamo qualcosa di più ufficiale...
                Ciao Fabio

                Commenta


                • *

                  *
                  'Non abbiamo più bisogno di 1 centrale che produca 1.000.000 di kWh, ma di 1.000.000 di persone che producano 1 kWh a testa.'
                  'Il kWh più ecologico rimane sempre quello che non si consuma.'

                  Commenta


                  • voglio proprio vedere... vorranno affondare l'ITALIA?

                    saranno tutti pazzi?

                    dopo il ritardo per emanare le linee guida adesso anche la beffa del tetto di 8GW?

                    Commenta


                    • E se poi non sarà convertito in legge?
                      Cosa succederà 60gg dopo la sua pubblicazione?
                      Spero che si faccia chiarezza il prima possibile, non per me che sono un attore marginale, ma per l'economia delle PMI italiane che lavorano in questo settore e nei settori indotti!
                      Il mio primo impianto FTV online
                      dalle 06:00 alle 22:00
                      Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                      Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                      Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                      Commenta


                      • Quanta ignoranza delle leggi del'economia, ragazzi!

                        Commenta


                        • Caro marcober, le centrali nucleari italiane, se non erro, non erano private (tranne una ma non ne sono sicuro), perché le avevano fatte imprese nazionali di proprietà dello stato (IRI - ENI - ecc. ecc.).

                          Il fatto che fossero SPA non le rendeva private, ma le rendeva "produttive di reddito", e la differenza, tu che sei un imprenditore, la dovresti sapere!

                          La maggior parte delle società sono state liquidate, quindi penso che le restanti centrali siano di proprietà di ENEL, ma prima della privatizzazione, quando ancora era dello stato.

                          Poi per riempirla di soldi avendole scaricato grossi debiti, si inventarono "accise" ed ammennicoli vari per far pagare a noi tutti (o chi di noi paga le tasse, e non siamo poi così tanti) i costi e dare agli azionisti il "dividendo".
                          Il mio primo impianto FTV online
                          dalle 06:00 alle 22:00
                          Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                          Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                          Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                          Commenta


                          • ecco il comunicato: consiglio dei ministri domani 3 marzo, ore 8.30

                            Governo Italiano - Il Presidente del Consiglio dei Ministri

                            non ho però capito se si tratta di discussione, o di approvazione definitiva
                            ...dal 2006

                            Commenta


                            • RINNOVABILI SI VALUTA AUMENTO TETTO O VINCOLI A INCENTIVI FOTOVOLTAICO - Agenzia di stampa Asca

                              Non che sia una gran notizia, il tetto non sembra affatto essere stato tolto.
                              Vediamo se in serata ci sarà qualche ulteriore novità

                              Commenta


                              • Nell'attesa del "verdetto" divaghiamo un po': se passa la norma dico addio a questo povero paese. Non è possibile lavorare in un settore del nuovo millennio e un governicchio ti fa cadere tutto nel giro di qualche giorno. Ma come è possibile spendere energie per lavorare in un sistema simile?
                                Il problema è decidere DOVE andarsene; ormai in Europa siamo messi male tutti, l'unica è scegliere un posto indietro, dove hanno bisogno di tutto, dove magari ci sia ancora qualche valore.... e ricominciare da zero.
                                Vado a cercare le valigie.
                                2,64 kWp - n°12 Suntech Pluto 220 - PowerOne Aurora 3.0 - tilt 19° - az. -10°

                                Commenta


                                • le centrali nucleari italiane, se non erro, non erano private (tranne una ma non ne sono sicuro), perché le avevano fatte imprese nazionali di proprietà dello stato (IRI - ENI - ecc. ecc.).
                                  Ma che c'entrano i costruttori coi proprietari? Le centrali italiane, TUTTE, erano proprietà dell' ENEL, visto che l'energia elettrica era stata nazionalizzata. Mica vorrai dire che se io costruisco un elica per una nave, quella nave è mia?
                                  Il fatto che fossero SPA non le rendeva private
                                  Mai state Spa.
                                  La maggior parte delle società sono state liquidate, quindi penso che le restanti centrali siano di proprietà di ENEL
                                  In che senso? Che le società sono state liquidate pagando una quota azionaria? NON c'erano quote azionarie.
                                  si inventarono "accise" ed ammennicoli vari per far pagare a noi tutti
                                  Se lo Stato obbliga alla chiusura una centrale per motivi politici, il proprietario della centrale vuole un compenso per il mancato guadagno. E se gli dicono "demoliscila" vuole pure i soldi per la demolizione, visto che gli è stato imposto. E lo Stato siamo noi...

                                  Commenta


                                  • Guardate che il forum del nucleare e' pieno di soldi, e' foraggiato anche qui dentro probabilmente ci sono "troll" che hanno solo un fine, quello di far cambiare l'opinione pubblica a riguardo.

                                    Qualcuno afferma che non c'è correlazione, invece e' proprio cosi': vogliono bloccare le rinnovabili per far decollare il nucleare!
                                    Vogliono bloccare la rivoluzione nel modo di produrre energia elettrica da centralizzata a distribuita. Adesso tutti potevano scegliere il proprio futuro, e' questo che alle lobby non va proprio giu', dobbiamo rimanere consumatori dei loro prodotti elettrici fatti anche di atomo!
                                    Beh io non ci sto, il primo giorno che mettono la prima pietra della centrale nucleare, cambio tutte le utenze, scelgo un altro gestore, scelgo verde rinnovabile, perche' credo in un avvenire migliore.

                                    Ciao
                                    1° 20 Kwp trinasolar, 3 sma 7000tl, tilt 25°, azimut 9° (in TOP 20 su 12mila impianti europei)
                                    2° 10 Kwp qixin solar, sma 12000tl, tilt 20°, azimut -105° e -15°
                                    3° 2 Kwp isola, mppsolar PIP3024GK, 2 batterie Haze 230Ah
                                    -----> noi amiamo il sole 365 giorni all'anno <-----

                                    Commenta


                                    • Originariamente inviato da marcober
                                      meno devi comprare (sia un valore che in volume) meno sei ricattabile
                                      Non direi, si tratta pur sempre di legge di mercato e quindi sei più ricattabile in regime di semi-monopolio, come nel caso dell'uranio, piuttosto che dei combustibili fossili, dove l'approvvigionamento può avvenire da più fonti in tutto il mondo. Comunque non ho mica detto che sia d'accordo a proseguire con i combustibili fossili! Non è un segreto che spingo per le rinnovabili e il tema di questa discussione è il decreto che vuole porre un ostacolo proprio alle rinnovabili per favorire, a giudizio di molti, il ritorno al nucleare.

                                      ••••••••••••

                                      Commenta


                                      • Originariamente inviato da livingreen Visualizza il messaggio
                                        ...........
                                        Ma stai parlando di cose che conosci?
                                        ENEL cosa c'entra, gliele hanno appioppate dopo il 1987 (referendum), poi quando è diventata privata le hanno passate alla SOGIN.
                                        Prima erano di proprietà di alcune società S.P.A. (ovviamente di proprietà di IRI ed ENI, Agip, Finmeccanica, ecc, ecc.).

                                        Io da qui ho preso info, se sono sbagliate correggile.
                                        Energia nucleare in Italia - Wikipedia

                                        Se ho capito male aiutami a capire meglio!
                                        Il mio primo impianto FTV online
                                        dalle 06:00 alle 22:00
                                        Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                        Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                        Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                                        Commenta


                                        • In poche ORE sono piovute 14.000 richieste al ministero!
                                          BENE!
                                          Cosi' si fa!

                                          "Salviamo l'energia pulita" in 14 mila scrivono a Romani - Repubblica.it

                                          Ciaooo
                                          1° 20 Kwp trinasolar, 3 sma 7000tl, tilt 25°, azimut 9° (in TOP 20 su 12mila impianti europei)
                                          2° 10 Kwp qixin solar, sma 12000tl, tilt 20°, azimut -105° e -15°
                                          3° 2 Kwp isola, mppsolar PIP3024GK, 2 batterie Haze 230Ah
                                          -----> noi amiamo il sole 365 giorni all'anno <-----

                                          Commenta


                                          • Ma stai parlando di cose che conosci?
                                            Le conosco io e tutto il resto d'Italia. Nel caso che tu sia fresco di questioni energetiche, magari non lo sai.

                                            "La nazionalizzazione
                                            Va anche considerato la disposizione della Costituzione che consente di "riservare originariamente allo Stato o ad altri enti pubblici determinate categorie di imprese che si riferiscono a servizi pubblici essenziali o a fonti di energia o a situazioni di monopolio ed abbiano carattere di preminente interesse generale" (articolo 43). Questa figura va sotto la denominazione di nazionalizzazione (la più famosa applicazione risale al 1962, con la nazionalizzazione delle aziende elettriche e la conseguente fondazione dell'ENEL)."

                                            "È il 27 novembre 1962 quando la Camera dei Deputati approva in via definitiva, dopo un lungo dibattito parlamentare, il provvedimento di nazionalizzazione del sistema elettrico, con l'obiettivo di utilizzare in modo ottimale le risorse, di soddisfare la crescente domanda di energia e di consentire condizioni uniformi di trattamento. Il 6 dicembre dello stesso anno il provvedimento diventa legge: nasce così Enel, Ente Nazionale per l'Energia Elettrica, al quale la legge riserva il compito di esercitare le attività di produzione, importazione ed esportazione, trasporto, trasformazione, distribuzione e vendita dell'energia elettrica. È la più grossa riforma economica approvata dal dopoguerra dal Parlamento italiano."

                                            "L'Enel fu istituito dal Governo Fanfani IV , con legge 27 novembre 1962, su proposta dell'onorevole Aldo Moro, il quale accolse le richieste in tal senso del Partito Socialista Italiano. Tale legge prevedeva la nazionalizzazione delle aziende e delle imprese operanti nel settore della produzione, commercializzazione, distribuzione, trasporto di energia elettrica, nonché di tutte quelle operanti in settori funzionalmente e tecnicamente connessi. I socialisti, in particolare su spinta di Riccardo Lombardi condizionarono il loro sostegno al governo proprio alla nazionalizzazione dell'energia elettrica.

                                            1978-1992: verso la quotazione - Enel.com
                                            "1992: Enel diventa Società per Azioni - A quasi trent'anni dalla sua istituzione, Enel diventa Società per Azioni, primo passo verso la privatizzazione. Azionista unico è il Ministero del Tesoro italiano. Da un'indagine condotta da Mediobanca nel 1992, Enel risulta essere la prima società italiana per fatturato."


                                            ENEL cosa c'entra, gliele hanno appioppate dopo il 1987 (referendum), poi quando è diventata privata le hanno passate alla SOGIN
                                            Tuttto il contario. Erano tutte ENEL fin dalla loro costruzione, poi l'ENEL diventa Spa nel 1992 con azionista unico il Ministero del Tesoro, il quale colloca sul mercato le azioni nel 1999, scorporando la società e mantenendo però la quota maggiore (31%).
                                            La SOGIN nasce nel novembre del 1999, e il 3/11/2000 le azioni sono state interamente trasferite al Ministero dell'Economia e delle Finanze, per cui SOGIN è rimasta completamente pubblica. Il conferimento delle attività nucleari avviene per decreto (D. Lgs 79/99) mal'inizio effettivo dele attività è del dicembre 2000, con lla costituzione da parte di Sogin, Enea e FN-fabbricazioni nucleari del consorzio di bonifica.
                                            Le vengono quindi conferite le quattro centrali elettronucleari italiane di Latina, Sessa Aurunca (CE), Trino (VC) e Caorso (PC) di proprietà dell'Enel e anche una parte del personale di ENEA.

                                            Nel 2003 sono stati affidati in gestione a SOGIN gli impianti di ricerca sul ciclo del combustibile di ENEA: l'impianto EUREX di Saluggia (VC), gli impianti OPEC e IPU della Casaccia (RM) e l'impianto ITREC di Rotondella (MT).

                                            Il 16 settembre 2004, acquisendo il 60% delle azioni di Nucleco S.p.A., si è costituita in gruppo SOGIN.

                                            Nel 2005, ha acquisito l'impianto di fabbricazione del combustibile di Bosco Marengo (AL).


                                            Io da qui ho preso info, se sono sbagliate correggile.
                                            Cosa dovrei correggere? Sei tu che hai letto male, le informazioni su wiki sono esatte. E non c'è scritto da nessuna parte che l'ENEL fosse privata, o che le centrali fossero di proprietà di qualcun'altro.

                                            Commenta


                                            • Originariamente inviato da livingreen Visualizza il messaggio
                                              .....non c'è scritto da nessuna parte che l'ENEL fosse privata, o che le centrali fossero di proprietà di qualcun'altro.
                                              Questo io non l'ho mai detto, anzi, ho detto il contrario!
                                              Stavo disquisendo con marcober, che faceva passare per investimenti privati la costruzione di centrali nucleari (ed i relativi "decommissioning" a carico degli utenti italiani).
                                              Forse non hai compreso i miei passaggi o forse mi sono espresso male, anche se propendo per la prima!

                                              E cmq siamo O.T......
                                              Il mio primo impianto FTV online
                                              dalle 06:00 alle 22:00
                                              Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                              Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                              Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                                              Commenta


                                              • Salve,cosa hanno deciso?Opss... scusate ho sbagliato giorno.Ci farete sapere.Grazie.
                                                ..

                                                Commenta


                                                • Dish..ovviamente quando in Italia solo Enel poteva produrr energia eletrtica, non c'era mercato elettrico, non c'era Borsa elettrica, Enel produceva e quello ch costava ribaltava sulle bollette..stop.

                                                  Ora le cose sono diverse..anche A2A si diceva interessata a fare uan centrale nuke..sarebbe un operatore del libero mercato..cosi come Enel o altri (anche tu) che si volgiono proporre...

                                                  Al mmento nn sono previsti INCENTIVI; FEED IN TARIFS, CERTIVICATI VERDI O NERI, CIP 6 o CIP 7..pe ril nucleare..solamente soc private ch epensano di produrre a 8-10 euro una cosa che vale sul mercato 80..

                                                  Il decommisisoning di Corso mi pare sia scritto che costi 500 mio..ci stanno nel margine.

                                                  Non chiedono soldi a nessuno..pare..al meomento. (al contrario di tutte le rinnovabili)..SE INVECE NON e' COSI E FANNO UNA TARIFFA MINIMA VOTO NO AL REFERENDUM..

                                                  Lo so che Enel ha chiesto una tariffa minima, ma al momento non mi risulta sia stat nemmeno presa in considerazione..se mi è sfuggita correggetemi.

                                                  Quindi mi pare nessuno chiede soldi pubblici..forse solo GARANZIE SUI PRESTISTI, legati alla possibilita che lo Stato cambi idea a meta strada..einntal caso decommissioning a carico di chi prima dice si e poi no..mi pare guisto.

                                                  marco
                                                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                  Commenta


                                                  • Questo io non l'ho mai detto, anzi, ho detto il contrario!
                                                    Non mi sembra, altrimenti non avrei risposto. Lo vedo scritto qui:
                                                    Originariamente inviato da MrDish Visualizza il messaggio
                                                    ....ENEL cosa c'entra, gliele hanno appioppate dopo il 1987 (referendum), poi quando è diventata privata le hanno passate alla SOGIN.
                                                    Prima erano di proprietà di alcune società S.P.A. (ovviamente di proprietà di IRI ed ENI, Agip, Finmeccanica, ecc, ecc.).
                                                    e qui:
                                                    Originariamente inviato da MrDish Visualizza il messaggio
                                                    Caro marcober, le centrali nucleari italiane, se non erro, non erano private... perché le avevano fatte imprese nazionali di proprietà dello stato (IRI - ENI - ecc. ecc.)..Il fatto che fossero SPA non le rendeva private
                                                    Spero di non dover ripetere tutta la tiritera, comunque:
                                                    - Le centrali NON erano di proprietà di IRI, ENI, AGIP o FinMeccanica;
                                                    - Le centrali (tutte quelle italiane di qualunque tipo) NON sono state "appioppate all'ENEL dopo il referendum", erano già di proprietà ENEL;
                                                    - Le centrali NON erano delle S.p.a.;

                                                    Commenta


                                                    • Non sono mai stato contrario al libero mercato, ma purtroppo non riesco a digerire che altri per me decidano di fare una centrale nucleare in Italia, con i rischi "puri" connessi allo smaltimento delle scorie, vera minaccia.
                                                      Senza parlare dei danni ambientali (aumento temperatura acqua di raffreddamento ed eventuale aumento di radioattività, seppur contenuto) e sanitari!
                                                      Che siano finanziate solo dai privati non è del tutto vero; e che vadano a fare cartello sul mercato (come nella borsa economica) elettrico resta un semplice "convincimento".
                                                      Mi pare che lo stato stia cercando la copertura finanziaria, correggimi se sbaglio!
                                                      Questo spiega il perché dei rimescolamenti degli ultimi giorni sulle rinnovabili, e sulle componenti A? ecc che gravano sulla bolletta e gli eventuali aumenti "ingiustificati" che avremo tra qualche mese! Contando che a detta degli addetti ai lavori si ha avuto un calo della domanda di energia elettrica del 6% nel 2009, figurati a quanto ammonta il calo nel 2010! E nel 2011 quando la maggior parte dei 7GW (8,4TWh/a) sarà a regime!!!!!! :-))
                                                      Il mio primo impianto FTV online
                                                      dalle 06:00 alle 22:00
                                                      Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                                      Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                                      Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                                                      Commenta


                                                      • Non hanno deciso , ma mi sembra che siano come i bambini , se mi levi quello che ho proposto (Romani) poi non ti voto sulla fiducia , e' quello che ho inteso al volo su un TG non di regime....
                                                        AUTO BANNATO

                                                        Commenta


                                                        • Originariamente inviato da livingreen Visualizza il messaggio
                                                          - Le centrali NON erano di proprietà di IRI, ENI, AGIP o FinMeccanica;
                                                          - Le centrali (tutte quelle italiane di qualunque tipo) NON sono state "appioppate all'ENEL dopo il referendum", erano già di proprietà ENEL;
                                                          - Le centrali NON erano delle S.p.a.;
                                                          Poi però basta.
                                                          SIMEA - Wikipedia
                                                          "In seguito alla nazionalizzazione delle imprese energetiche italiane e alla creazione dell'Ente Nazionale per l'Energia Elettrica, la centrale nucleare passa sotto la proprietà di quest'ultima."

                                                          Società Elettronucleare Nazionale - Wikipedia
                                                          "Società Elettronucleare Nazionale S.p.A. (SENN S.p.A.) era un'azienda italiana che operava nel settore dell'energia nucleare costruendo centrali elettronucleari. Era parte del gruppo IRI-Finelettrica, compartecipata anche da Finmeccanica e Finsider."
                                                          .....
                                                          continuo......

                                                          "Vabbè", adesso basta, rileggi bene!
                                                          Il mio primo impianto FTV online
                                                          dalle 06:00 alle 22:00
                                                          Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                                          Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                                          Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                                                          Commenta


                                                          • Le centrali nucleari sono perfettamente a tema col titolo di questo thread, visto che stiamo commentando la stupidità dei governanti.
                                                            Il profliferare di tanti nuclearisti è quantomai opportuno.

                                                            Rimane da capire come andranno le cose domani, è curioso come in TV non voli una mosca su questo argomento.
                                                            Pare che il tetto degli 8 GW sia stato stralciato...
                                                            Decreto rinnovabili, Prestigiacomo assicura: "Si tratta ancora" - zeroEmisssion News

                                                            ---------------------------------------------------------------------------------
                                                            Einstein ottenne il premio nobel coi suoi studi sull'effetto fotoelettrico, ricordiamoci anche di questo particolare e non solo dei morti e dei disastri irreversibili prodotti dalle bombe atomiche e di tutte le scorie generate dalla fissione nucleare.

                                                            W i fotoni!
                                                            Massimo
                                                            E' nata ATER Associazione Tecnici Energie Rinnovabili
                                                            ne abbiamo parlato in questo forum al link: [U][URL="https://www.energeticambiente.it/legislazione-normative-e-comunicati-ufficiali/14742578-associazione-tecnici-rinnovabili.html"][COLOR=#008ed2]http://www.facebook.com/groups/assoc...ierinnovabili/
                                                            -> E' attivo il sito http://www.assotecnicirinnovabili.it visitatelo e scrivete le vostre impressioni

                                                            Commenta


                                                            • Anche la mia opinione

                                                              Io incentiverei molto gli impianti da 3 kW sulle abitazioni, e quelli sui tetti degli stabilimenti industriali fino a 300-400-500 kW (tetti enormi che non molti hanno).
                                                              Ridurrei invece di molto per i grandi impianti , specie a terra, chiaramente speculativi.
                                                              Una riflessione che non ho letto: sapete quanto è il rendimento delle rate elettrica nazionale? 40%!!! Ecco perche una serie numerosissima di produzioni localizzate dove c'è il consumo è davvero importante. Allo stato attuale una produzione in centrale di 100 è pari a una di 40 localizzata al consumo. Pochi considerano questo aspetto.
                                                              Quindi SI ai piccoli medi impianti, con incentivi in graduale calo (mi pare che le proposte del conto energia 2011-2012-2013) non siano scandalose, e abbattimento degli incentivi per i grandi impianti a terra speculativi.

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X