Welcome!

Benvenuto nel Forum EnergeticAmbiente! Siamo un insieme di persone che hanno a cuore il Pianeta Terra e che si prendono in qualche modo la responsabilità di proteggerlo dalla stupidità umana. Per poter scrivere o scaricare foto e documenti devi prima registrarti. Vedrai anche meno pubblicità. Basta 1 minuto, un nome inventato e una mail dove ricevere le notifiche delle risposte.

La registrazione è gratuita e puoi farla -QUI-

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Aggiornamento Prezzi minimi garantiti 2018

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Aggiornamento Prezzi minimi garantiti 2018

    In allegato e dal seguente link:

    [url=http://www.autorita.energia.it/it/comunicati/12/120130.htm]Autorit
    File allegati
    Ultima modifica di alessandro74; 25-01-2018, 08:15.
    Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

  • #2
    Che botta!!! dai 103 €/MWh dell'anno scorso a 78,3 €/MWh di quest'anno per il nostro caso ( impianto da 60 kW che produce 83000 KWh/a) oltre il 30 % in meno................!!!!!

    Commenta


    • #3
      Salve,
      sembrerebbe inoltre non esserci più il ricavo da componente CTR (nel nuovo TIT non vi sono riferimenti agli impianti di produzione).
      Infine anche la maggiorazione per l'energia immessa (perdite evitate in MT) sembrerebbero essere passate da 5,1% al 4,7%.
      Mi date conferma su entrambe se qualcuno ha già visto i documenti dell'Autorità?
      Grazie
      Sh

      Commenta


      • #4
        Il GSE non ha ancora pubblicato avvisi in merito, ma il nuovo TIT (Testo Integrato di Trasporto) approvato il 31/12/2011 e in vigore a partire dal 1/1/2012 ha aumentato la componente CTR per il gestore RTN a 0.00526 €/kWh; la stessa componente è stata però abolita per i produttori.
        Articoli e presentazioni Alessandro Caffarelli: www.ingalessandrocaffarelli.com/download.html

        Commenta


        • #5
          Grazie 1000 Alessandro,
          approfitto chiedendoti anche se le modifiche apportate da ARG/elt 196/11 - ovvero alla tabella 4 del TIS - andranno effettivamente a diminuire dal 5,1% al 4,7% la maggiorazione dell'energia immessa ai sensi dell'art. 76 comma 76.1 del TIS stesso.
          Grazie
          SH

          Commenta


          • #6
            Il coefficiente di perdita dovrebbe essere ancora in discussione, ma i cali previsti sono sostanziali, pari a 1,8% per la MT e a 3,4% per la BT.... Questo quanto suggerito dal Politecnico di Milano....nel 2011 in BT si aveva un coefficiente di 10,8%......... un calo del 317%....
            Il mio primo impianto FTV online
            dalle 06:00 alle 22:00
            Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
            Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
            Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

            Commenta


            • #7
              Credo le modifiche apportate dalla ARG/elt 196/11 vadano già ad agire su questo aspetto o sbaglio?
              Grazie
              SH

              Commenta


              • #8
                Una domanda.... quali sono "Fonti rinnovabili diverse da quelle elencate nella tabella 1"?
                Spero non siano quello che penso (gli assimilati), visto che tutte le FER che conosco sono elencate molto chiaramente e sono state diminuite molto chiaramente.
                Il mio primo impianto FTV online
                dalle 06:00 alle 22:00
                Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                Commenta


                • #9
                  ragazzi, ma allora con questi prezzi minimi garantiti 2012, secondo voi conviene conviene più lo scambio sul posto rispetto al RID?

                  Commenta


                  • #10
                    nessuno ne sa qualcosa??? grazie!!!!

                    Commenta


                    • #11
                      Non esiste una risposta valida per tutti..i prezzi usati per valorizzare le immissioni sarebbero gli stessi in RID e SSP ( il prezzo di cui all’articolo 30, comma 30.4, lettera b), della deliberazione n. 111/06)

                      Poi però entrano in gioco:
                      - i prezzi minimi del RID
                      - il contributo CUS dello SSP

                      per cui in relazione a quanto scambieresti e(o immetteresti..bisogno fare due conti..
                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                      Commenta


                      • #12
                        Visto il calo dei prezzi minimi garantiti del 2012 (il III scaglione oltre i 25000 kwh -> 0,0762 euro/kwh) mi sembra più conveniente lo ssp.
                        Valorizzazione energia scambiata -> circa 0,1 euro/kwh (la metà circa di quanto la paghiamo in bolletta) giusto?
                        Valorizzazione eccedenze -> 0,0033 euro/kwh giusto?

                        per un impianto di 190 Kwp che autoconsuma il 30%, preleva e immette il 40% di quanto ha prodotto (produzione e consumo con contemporanei) e il resto la immette solo, cosa conviene RID o SSP?

                        P.S.
                        Possibile che nessuno sappia bene il meccanismo del RID e SSP e sappia dire cosa è meglio dei 2, siamo o no in un forum di esperti???

                        Commenta


                        • #13
                          Forse non hai capito cosa ho scritto...non è impossibile PREVEDERLO..qui ci sono esperti che sanno tutto su SSP e RID..ma non esiste una risposta valida per tutte le situazioni.. sino al post precedente non davi alcun dettaglio..quindi che pretendi?

                          Spiegazioni complete e dettagliate di come funzione SSP c'è ne sono a decine..le hai lette?

                          Dico PREVEDERLO perchè i prezzi dipendono dal mercato..e quindi sono FUTURI..con prezzi mercato elevati (sopra i minimi) SSP e RID si avvicinano..se Prezzo scendono spesso sotto i minimi, il RID si avvantaggia..per cui NON VI E' CERTEZZA...come in qualsiasi attività imprenditoriale..se non piace il fatto..astenersi!.

                          Data la potenza, probabilmente avrai un profilo orario..quindi l'immissione in SSP di ciascuna ora sarà remunerata al prezzo medio annuale di ogni ora..0,0033 mi sembra poco realistico per le ore diurne.. sul sito del GME puoi vedere i valori del passato DELLA TUA ZONA. giorno pergiorno ..ora per ora..fatti un'idea..
                          Data la potenza..dovresti agevolmente vedere sulle fatture il VALORE ENERGIA e il RESTO..bene..separa i due valori per il 2011 e sappi che in SSP:
                          - il RESTO ti viene RIMBORSATO per l'equivalente dei kWh scambiati.
                          - Tutti i Kwh immessi ti vengono pagati al prezzo medio orario annuale della tua zona..

                          Questa SOMMA la paragoni al RID..cioè all'IMMESSO * 0,0762..e vedi quale è maggiore.

                          Ho tralasciato i fattori moltiplicativi dell'immesso volutamente..ininfluenti per la scelta.

                          Con le bollette 2011 in mano..la cosa è facile da fare..
                          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                          Commenta


                          • #14
                            marinogh io ho un impianto in RID da 49.4 kwp , autoconsumo il 45% , ho provato a far due conti se avessi il SSP solo con tariffe "domestiche" e ci perdevo , nell 2011 un bel 12% , ma le tariffe ssp industriali , purtroppo ,nessuno del forum è in grado di saperlo, si trova prima il sacro grall o il moto perpetuo .

                            cmq ,anche se volessi, io non potrei passare al rid perchè il mio impianto è del 2007 , i miei dubbi finiscono qui ciao

                            Commenta


                            • #15
                              Alby..ma se autoconsumi 45%..probabilmente scambieresti il 100%..coma faceva a non convenirti (sulla carta) lo scambio? ti va di condividere i conti 2011?
                              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              TOP100-SOLAR