Incentivi - Dubbi - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Incentivi - Dubbi

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Incentivi - Dubbi

    Buongiorno a tutti,
    mi chiamo Bruno e mi sposto momentaneamente qui dalla sezione dedicata all'idroelettrico

    In questo periodo, come cittadino e ingegnere libero professionista, stavo pensando a quali interventi poter proporre all'amministrazione del mio comune per migliorarne un po' la situazione economica. Nel comune di residenza esistono varie aree non sfruttate tra cui una a terra (parcheggio abbandonato in area periferica di superficie non trascurabile) in cui sarebbe interessante installare un impianto FV. Stavo pensando ad un sistema ad inseguimento connesso alla rete vista l'ottima esposizione del sito ma ho alcuni dubbi in proposito, soprattutto sulla sostenibilità economica dell'intervento. Ho visto che l'ultimo conto energia (il 5°) è del 2012 e non mi sembra di aver visto nuovi incentivi (a meno forse di un DM dello scorso anno che mantiene gli incentivi ma abbattendoli in funzione del tempo intercorso dal 2015).

    Vorrei iniziare questo post cercando di capire se gli incentivi esistono ancora e, di seguito, se qualcuno di voi ha esperienza con impianto solari ad inseguimento normali e/o a concentrazione (anche solo per avere un'ordine di grandezza dei costi). L'idea è quella di capire un po' il tema (visto che mi occupo di un'altra fonte rinnovabile) e fare una proposta alla mia amministrazione. Diciamo che trovare l'addizionale IRPEF comunale nelle mie tasse mi disturba non poco... Ho navigato un po' in rete (a tempo perso) e non riesco a capire molto bene la situazione attuale.

    Mi scuso in anticipo se il post rischia di essere ridondante rispetto ad altri (oppure se chiedo cose che chiedono il 99% degli utenti...).

    Buona giornata a tutti

    Saluti
    BP

  • #2
    Originariamente inviato da Bruno84 Visualizza il messaggio
    Vorrei iniziare questo post cercando di capire se gli incentivi esistono ancora
    Facile: gli incentivi al fotovoltaico sono finiti da anni, resta la detrazione fiscale per impianti domestici e i certificati bianche per impianti sotto i 20 kW.
    A parte questo c'è autoconsumo con SSP oppure ritiro dedicato, ma senza i prezzi minimi garantiti all'idroelettrico, si viaggia intorno ai 5 centesimi di euro al kWh

    Commenta


    • #3
      Buonasera fabbietto,
      ti ringrazio per la risposta. Ti va di provare a "giocare" e ipotizzare qualche soluzione che possa essere proposta da un cittadino? Provo a dare alcuni dati (per ora generici) per cercare di fare un brain storming. Sottolineo, a titolo di correttezza, che in realtà da tutto questo non ci guadagnerò niente (a parte forse un risparmio sull'addizionale IRPEF se il comune fosse un po' meno in difficoltà... ). Spero di non andare off topic, al limite chiedo agli amministratori di spostare la discussione nella sezione corretta (scusate in anticipo).

      1 - DATI
      Dell'area posso dirti che è molto ampia, si parla di qualcosa compresa fra 1 e 2 ettari, ed è praticamente libera da ostruzioni (escludendo le montagne). Usando l'applicativo online PVGIS (PV potential estimation utility, già usato in ambito di certificazione energetica per trovare le ostruzioni dovute alle montagne) sono andato a verificare la producibilità stimata per m2 di superficie di pannello. Allego alcune schermate giusto per fare qualche ragionamento...

      Dati inseriti in PVGIS
      Installed peak power = 1 kWp (default)
      Estimated system losses = 14% (default)
      Mounting position = free standing

      Tabella sistema a pannelli fissi ottimizzati


      Tabella sistema ad inseguimento su due assi


      Grafico produzioni mensili riferite ad una superficie unitaria


      2 - ELABORAZIONI
      Nel caso in esame ho fatto riferimento ad un impianto con inseguitori solari presenti in un comune distante dove ho trovato che su un'area di circa 6.500 m2 sono stati installati 18 inseguitori solari (con cadauno 36 pannelli FV, contati da Google Maps). All'atto pratico ho visto che per il sito preso ad esempio ogni inseguitore ha un'area di influenza di circa 360 m2 (6500/18) e dovrebbe avere una potenza di picco di circa 7,2 kW (ipotizzando 36 pannelli da 200 W). A questo punto, immaginando di avere una superficie comunale di circa 1 ha (giusto per essere cautelativi) potrei ipoteticamente installare 27 inseguitori solari (10.000 / 360) con una potenza di picco pari a 27 * 7,2 = 194 kW. Assumendo tale valore come valido ho provato ad effettuare una simulazione con PVGIS e ottengo una produzione stimata di circa 263 MWh/anno per un impianto fisso e 337 MWh/anno per un impianto con inseguitori (ma potrebbe essere benissimo di più studiando meglio l'area, forse anche un ettaro e mezzo).

      Tabella sistema ad inseguimento su due assi
      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Impianto_esempio_1.png 
Visite: 1 
Dimensione: 258.8 KB 
ID: 1960965

      3 - CONCLUSIONI
      Come potrei sfruttare quest'energia generata per impegnare di meno le risorse comunali? Nel mio caso la superficie disponibile è relativamente lontana dagli edifici comunali (qualche chilometro) quindi non so se potrei operare uno scambio sul posto (a meno di non realizzare un elettrodotto... sarebbe possibile?). Preso atto che il prezzo di vendita dell'energia è basso (50 €/MWh, secondo le indicazioni di fabietto) vendendo l'energia con sistema ad inseguimento mi potrei aspettare un introito massimo di circa 17.000 €/anno.

      Le idee potrebbero essere diverse:
      1) il comune potrebbe realizzare un impianto per uno scambio sul posto (ovvero realizzare l'impianto per spendere meno denaro per i propri consumi);
      2) il comune potrebbe realizzare un impianto per avere un introito (da incentivi o vendita energia).

      Mi sono sempre chiesto se si possa realizzare un SSP non propriamente... sul posto (ovvero generare corrente in un luogo ma impiegarla per un fabbricato in un'altra area). Chi ha qualche idea da proporre? Mi scuso in anticipo per questa richiesta (in effetti potrebbe essere anche mal vista... spero di no).

      Cari Saluti
      BP

      P.S. Navigando un po' su internet ho trovato questo link Fotovoltaico, una petizione per ampliare lo "scambio sul posto altrove" | QualEnergia.it dove si parla di SSA, ovvero Scambio Sul posto Altrove valido per comuni fino a 20.000 abitanti. Vi risulta?
      Ultima modifica di Ospite; 28-03-2017, 20:23. Motivo: SSA anziché SSP

      Commenta


      • #4
        da qualche parte ho letto che c'era un comune che si lamentava che con un impianto incentivato per varie
        ragioni ci rimetteva e l'incentivo era il massimo per le amministrazioni pubbliche,se poi per fare l'impianto
        il comune si deve indebitare i vantaggi scendono ulteriormente
        lo scambio sul posto altrove esiste per i comuni fino a 20000 abitanti è il tuo caso

        Commenta


        • #5
          Ciao pox1964,
          ti ringrazio per la risposta. In effetti penso che lo scambio sul posto altrove (SSA) possa essere una buona possibilità. Qualcuno ha voglia di sviluppare questo "esempio" con me? Mi piacerebbe sviscerare un po' i calcoli per imparare e capire se sto prendendo fischi per fiaschi E magari sperando di non aver sbagliato sezione...

          Saluti
          BP

          Commenta


          • #6
            Lo scambio sul posto altrove è un modo complicato di fare ritiro dedicato, gli introiti sono praticamente gli stessi.Se cerchi nel forum trovi anche le formule di dettaglio dei corrispettivi, ma ripeto che sono grossomodo gli stessi del ritiro dedicato

            Commenta


            • #7
              non si riesce a produrre l'energia in una pertinenza del fabbricato

              Commenta


              • #8
                Ciao pox1964,
                immagino che la tua sia una domanda. Nel caso in esame a livello comunale non c'è un solo fabbricato di proprietà comunale, bensì molti, tra cui un'area dismessa di una data superficie (un parcheggio che non ha più alcuna utilità stante la cessazione dell'attività del vicino capannone, praticamente irrecuperabile). Nell'area in esame c'è questa grande superficie adibita a parcheggio e un capannone in disuso (abbandonato da decenni). La presenza del fabbricato può fare la differenza?

                Stante la superficie non trascurabile (tra 1 e 2 ettari) l'idea più semplice è stata quella di pensare ad un "e se..." dato che installare una serie di moduli o, al limite, inseguitori solari non richiede particolari operazioni. Non mi aspetto che una proposta del genere possa far arricchire la pubblica amministrazione, ma perlomeno potrebbe permettere di autoconsumare l'energia prodotta avendone un risparmio e, magari, un piccolo introito.

                A tempo perso sto cercando di capire se la mia proposta può essere ragionevole e capire come attuarla (perlomeno inquadrando la direzione poi sarà eventualmente la P.A. a dare seguito all'idea). Ammetto che non mi occupo di FV (bensì di idroelettrico, anche se da poco) quindi questa può anche essere opportunità per imparare qualcosa che potrebbe tornarmi utile in futuro (sono giovane libero professionista... praticamente disoccupato a vita ).


                Grazie a tutti della partecipazione,

                Saluti

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Bruno84 Visualizza il messaggio
                  dato che installare una serie di moduli o, al limite, inseguitori solari non richiede particolari operazioni.
                  no? magari dei PLINTI in CA per evitare che prendano il volo?

                  In ogni caso inseguitori andavano (pochissimo) in voga quando FV era caro e occorreva farlo rendere al massimo..ora costa 10 violte meno del 2008...mentre iseguitore costa piui di allora..e si rompe!

                  Quindi No inseguitore..lo spazio oggi NON VALE NULLA...se vuoi io tene trovo quasi gratis fin che ne vuoi...ma poi?

                  SSA..come ti hanno detto, trattasi di BUFALA. il Comune puo SCAMBIARE solo energia IMMESSA E CONSUMATA su STESSO POD..quella consumata su POD diversi da quello dove immette NON viene scambiata..cioe, se li non vi è CONSUMO, equivale al RID ma SENZA la garanzia del Mnimo Garantito del RID.

                  COL RID un impianto non si paga

                  CB non li puoi avere sopra 20 kw e con tua istallazione manco sotto 20

                  UNICA COSA che ha senso..proporre al Comune di scaldare alcuni suoi locali che oggi magari scalda con metano..di scaldarli con PDC e FV...ad esempio palestre scaldate ad aria..sale ad uso civico..biblioteche...anche uffici comunali...se accettano (e non accetteranno) di sostituire termi con split aria aria..allora una ESCO potrebbe anche fare un progetto che..sommando CB..qualche incentivo regionale..consenta di ripagare investimento in 8-9 anni e quindi poi di garantire un risparmio sui successivi 12-15 anni
                  Ideale è abbinarlo ad un efficientamento anche del'edificio..coinvolgendo qualche impresa edile coi operai in cassa integrazione.
                  In Lombardia era uscito un bando per i COmuni tempo fa..che davano un discreto incentivo..fruibile anche via ESCO..ma la Esco deve andare la con progetto finanziato, altrimenti Comune ti dice bello ma non ho un euro..per cui arrivederci.
                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                  Commenta


                  • #10
                    bruno quando si tratta di snocciolare dati se l'investimento è sostenibile marcober è il top,anche sul resto completamente
                    d'accordo,e i pannelli meglio sui tetti,così gli impianti non vengono spennati,

                    Commenta


                    • #11
                      Buongiorno,
                      grazie ad entrambi.

                      Saluti

                      Commenta

                      Attendi un attimo...
                      X