adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

PDC geo o PDC aria in casa classe A+ zona climatica F?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • PDC geo o PDC aria in casa classe A+ zona climatica F?

    Buongiorno a tutti,

    sono nel bel mezzo di un cantiere di ristrutturazione radicale della mia casa di residenza sita a 780 m in zona climatica F.
    La casa avrà un fabbisogno annuale di energia nel clima reale di 14,54 kWh/m2anno.

    Devo decidere se installare una PDC geotermica o una ad aria e con o senza FV (previsto impianto 6kW).

    I termotecnici hanno stimato i consumi per il riscaldamento e la produzione ACS (tenendo conto che ci sarà integrazione con pannelli ACS) sono

    1. Consumo annuo energia elettrica PDC geotermica:
    1.605 kwhe senza contributo del fotovoltaico = 321 €
    698 kwhe con contributo del fotovoltaico =139,6 €

    2. Consumo annuo energia elettrica PDC ad aria:
    3.016 kwhe senza contributo del fotovoltaico = 603 €
    1.864 kwhe con contributo del fotovoltaico = 372 €

    Costi medi/approssimativi dai preventivi che ho in mano:
    • PDC geotermica: 21k comprese perforazioni e sonde e iva
    • PDC ad aria: 10k con iva
    • Impianto FV 6kW: 14k con iva (senza incentivi, ormai non ce la faccio per il V° conto energia)

    Ho tenuto conto dell'impatto del 55% (conto di chiudere entro fine giugno, ho evidenziato in giallo i primi 10 anni) e degli oneri finanziari (mutuo TAEG 3%)

    PDC Geo senza FV PDC Geo con FV 6kW PDC aria senza FV PDC aria con FV 6kW
    Consumi (kWhe) 1605 698 3016 1864
    Costi € 321,00 € 139,60 € 603,20 € 372,80
    Oneri finanziari 3% Rata annua 10k in 10 anni € 1.164,00
    Rata annua 15k in 10 anni € 1.740,00
    Con 55%
    Anno PDC Geo senza FV PDC Geo con FV 6kW PDC aria senza FV PDC aria con FV 6kW
    Costo 20.955,00 35.255,000 9.955,000 24.255,000
    1 21.287,48 36.359,58 10.010,68 25.033,78
    2 21.619,95 37.464,15 10.066,35 25.812,55
    3 21.952,43 38.568,73 10.122,03 26.591,33
    4 22.284,90 39.673,30 10.177,70 27.370,10
    5 22.617,38 40.777,88 10.233,38 28.148,88
    6 22.949,85 41.882,45 10.289,05 28.927,65
    7 23.282,33 42.987,03 10.344,73 29.706,43
    8 23.614,80 44.091,60 10.400,40 30.485,20
    9 23.947,28 45.196,18 10.456,08 31.263,98
    10 24.279,75 46.300,75 10.511,75 32.042,75
    11 24.600,75 46.440,35 11.114,95 32.415,55
    12 24.921,75 46.579,95 11.718,15 32.788,35
    13 25.242,75 46.719,55 12.321,35 33.161,15
    14 25.563,75 46.859,15 12.924,55 33.533,95
    15 25.884,75 46.998,75 13.527,75 33.906,75
    16 26.205,75 47.138,35 14.130,95 34.279,55
    17 26.526,75 47.277,95 14.734,15 34.652,35
    18 26.847,75 47.417,55 15.337,35 35.025,15
    19 27.168,75 47.557,15 15.940,55 35.397,95
    20 27.489,75 47.696,75 16.543,75 35.770,75

    Praticamente se non sto sbagliando qualcosa viene fuori che né la spesa maggiore per le perforazioni delle sonde geotermiche né l'impianto FV (per quest'ultimo salvo eventuali nuovi conti energia o simili) si ripagherebbero in tempi anche lunghi (20 anni).

    Quindi solo la PDC aria "nuda e cruda" (ovviamente con accumulo, bollitore ecc) Cosa ne pensate? Sto sbagliando qualcosa?


    Grazie in anticipo,
    adso

  • #2
    io i conti lifarei diersamente.

    1) fra geo e aria direi..quanto mi costa in più? 5.000 euro dopo le rispettive detrazioni..quando risaprmia? circa 300 euro/anno..rientra in 18 anni, salvo aumenti costi energetici..quindi direi che SI GIUSTIFICA, visto che le sonde durano almeno 50 anni.

    2) FV.. se consumerai 1600 kwh anno non ti serve fare 6 kw..o meglio..quello che devi considerare come investimento ASSERVITO alla PDC sono circa 1,3 kw..valore 2600 euro, dopo detrazione 50%.. 1300 euro.. che ti permetterenno di far diventare la tua spesa 140 invece di 320, cioè risparmio 180..rientro 7 anni. Ovviamnete farai FV pari a 1,3 kw+quanto ti serve per pareggiare i tuoi consumi domestici escluso la pdc..quindi penso 3-5 kw...

    Attento che sul FV non puoi detrarre 55 ma 50%.
    e sulle PDC la detrazione 55 scade a fine MESE GIUGNO..fai in tempo? secondo me no..qiundi anche quella passa al 50%
    Il tutto se riescia entro fine anno
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      Grazie per la risposta, ho rivisto le mie formule e avevo sbagliato clamorosamente l'impatto dell'onere finanziario. L'ho rifatto così:

      PDC Geo senza FV PDC Geo con FV 6kW PDC aria senza FV PDC aria con FV 6kW
      Consumi (kWhe) 1605 698 3016 1864
      Costi € 321,00 € 139,60 € 603,20 € 372,80
      Oneri finanziari 3% geotermico capitale agg GEO € 11.000,00 rata annua per 10 anni € 1.152,00
      Oneri finanziari 3% FV capitale agg FV € 14.300,00 rata annua per 10 anni € 1.728,00
      Con 55%
      Anno PDC Geo senza FV PDC Geo con FV 6kW PDC aria senza FV PDC aria con FV 6kW
      Costo 9.955,00 9.955,000 9.955,000 9.955,000
      1 10.275,48 11.640,58 10.010,68 10.721,78
      2 10.595,95 13.326,15 10.066,35 11.488,55
      3 10.916,43 15.011,73 10.122,03 12.255,33
      4 11.236,90 16.697,30 10.177,70 13.022,10
      5 11.557,38 18.382,88 10.233,38 13.788,88
      6 11.877,85 20.068,45 10.289,05 14.555,65
      7 12.198,33 21.754,03 10.344,73 15.322,43
      8 12.518,80 23.439,60 10.400,40 16.089,20
      9 12.839,28 25.125,18 10.456,08 16.855,98
      10 13.159,75 26.810,75 10.511,75 17.622,75
      11 13.480,75 26.950,35 11.114,95 17.995,55
      12 13.801,75 27.089,95 11.718,15 18.368,35
      13 14.122,75 27.229,55 12.321,35 18.741,15
      14 14.443,75 27.369,15 12.924,55 19.113,95
      15 14.764,75 27.508,75 13.527,75 19.486,75
      16 15.085,75 27.648,35 14.130,95 19.859,55
      17 15.406,75 27.787,95 14.734,15 20.232,35
      18 15.727,75 27.927,55 15.337,35 20.605,15
      19 16.048,75 28.067,15 15.940,55 20.977,95
      20 16.369,75 28.206,75 16.543,75 21.350,75
      21 16.690,75 28.346,35 17.146,95 21.723,55
      22 17.011,75 28.485,95 17.750,15 22.096,35
      23 17.332,75 28.625,55 18.353,35 22.469,15
      24 17.653,75 28.765,15 18.956,55 22.841,95
      25 17.974,75 28.904,75 19.559,75 23.214,75
      26 18.295,75 29.044,35 20.162,95 23.587,55
      27 18.616,75 29.183,95 20.766,15 23.960,35
      28 18.937,75 29.323,55 21.369,35 24.333,15
      29 19.258,75 29.463,15 21.972,55 24.705,95
      30 19.579,75 29.602,75 22.575,75 25.078,75
      31 19.900,75 29.742,35 23.178,95 25.451,55
      32 20.221,75 29.881,95 23.782,15 25.824,35
      33 20.542,75 30.021,55 24.385,35 26.197,15
      34 20.863,75 30.161,15 24.988,55 26.569,95
      35 21.184,75 30.300,75 25.591,75 26.942,75
      36 21.505,75 30.440,35 26.194,95 27.315,55
      37 21.826,75 30.579,95 26.798,15 27.688,35
      38 22.147,75 30.719,55 27.401,35 28.061,15
      39 22.468,75 30.859,15 28.004,55 28.433,95
      40 22.789,75 30.998,75 28.607,75 28.806,75





      1) fra geo e aria direi..quanto mi costa in più? 5.000 euro dopo le rispettive detrazioni..quando risaprmia? circa 300 euro/anno..rientra in 18 anni, salvo aumenti costi energetici..quindi direi che SI GIUSTIFICA, visto che le sonde durano almeno 50 anni.
      Sì mi costa 5000 euro però ho anche l'onere finanziario, quindi rientra in circa 20 anni.
      Domanda:il termotecnico mi ha stimato il consumo della casa, ma io però dovrei anche rigenerare il campo geotermico giusto? Quindi dovrei tener conto dei kWh che dovrò usare l'estate per invertire il ciclo e immettere calore nel terreno... serve farlo? Quanti kWh posso stimare per questo? Ovviamente con maggiori consumi si allungherebbe il ritorno del geotermico rispetto all'aria...

      Attento che sul FV non puoi detrarre 55 ma 50%.
      I 96k di spesa ammessa per il 50% me li sono già "bruciati" nei lavori edilizi, quindi non posso usare né il 50% né il V Conto energia visto che già è in chiusura.... quindi per il FV aspetto di vedere che succede....

      e sulle PDC la detrazione 55 scade a fine MESE GIUGNO..fai in tempo? secondo me no..
      Devo per forza usare il 55% perché appunto il 50% l'ho già esaurito. Ma per fine giugno basta avere la fattura e aver fatto il pagamento o ci deve proprio essere già la pdc installata e funzionante?

      Grazie ancora!

      Commenta


      • #4
        mi pare ti stai incartando coi numeri..

        non mi è per nulla chiaro cosa metti nelle colonne..se è la spesa inziiale + delta ammortamento+costo variabile..mi pare che hai sbagliato conti..perche nellla prima colonna non trovo delta investimento del geo..e nela terza il variabile di 55 euro da dove esce? le altre non le ho nemmeno controllate..

        Rigenerare campo geotermico...meglio ovvio..se non hai necessita di raffrescare in free cooling (ma proprio mai?)..potresti metere un solare estivo piccolo dedicato a quello..con spesa minima riesci a metterevia in estate kwh termici che riprendi in inverno..che è quello che dovremmo cercare di fare tutti..tuttavia lo metterei dopo qualche anno SE verifico (cop ala mano) che ho un CALO di prestazioni dovuto a questo..perche magari NON serve..

        Se devi rigenerare con free cooling il costo è zero (pochi kwh stagionali per fare il ricircolo)..se devi farlo col solare idem, perche il CE termico ti paga intero costo pannelli e accumulo in 2 anni e hai ACS gratis..meglio di così..

        Ma l'errore di fondo che continui a fare è considerare ch eti servono 6 kw di FV per alimentare in SSP una PDC che consumerà la META o UN QUARTO di quella ENERGIA..ovvio che se ipotizzi di metetre 12 kw la cosa peggiora ancora..ma QUEL CHE SERVE è 1,2 kwp oppure 2,4 kwp..ben altri costi..e altri rientri..
        Se poi nemetti 6 per bilanaciar ANCHE gli altri usi..ok..ma non puoi dire che ti servono 6 TUTTI per la PDC.
        Tieni conto che se ne metti 6..l'autocosnumo resta quel che ti han stimato...ma sul resto del costo (consumo RESIDUO) nn hanno conteggiato il rimborso SSP che vale almneo META DELLA SPESA..per cui il vantaggio di abbinare FV è PIU ALTO di quel che i tuoi conti dicono..

        Se non riesci a fare FV ora per poca capienza..rimandalo a dopo..anche col 36% è fattibile ed è meglio di zero (se lo fai ora).
        Per la PDC basta pagamento.... vale se rottami una caldaia diversa..
        Ultima modifica di marcober; 17-06-2013, 15:45.
        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

        Commenta


        • #5
          Grazie davvero molto per la risposta chiarificatrice!

          In effetti confermo che avrei un recupero in circa 18 anni, purtroppo dovendo andare ad aumentare il mutuo per il costo aggiuntivo di perforazioni (11.000) tenendo conto degli interessi il tempo mi si allunga a oltre 20 anni...

          Ultima domanda: ci sono differenze significative nell'aspettativa di vita utile di una PDC ad aria e di una PDC geo? Ho trovato in rete che una PDC geo può arrivare a 25 anni, la PDC aria immagino avrà una vita utile più breve visto che è più sotto stress... di quanto? E dal punto di vista della manutenzione i costi sono comparabili?

          Grazie ancora per la disponibilità!

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da adsodamelk Visualizza il messaggio
            ci sono differenze significative nell'aspettativa di vita utile di una PDC ad aria e di una PDC geo? Ho trovato in rete che una PDC geo può arrivare a 25 anni, la PDC aria immagino avrà una vita utile più breve visto che è più sotto stress... di quanto? E dal punto di vista della manutenzione i costi sono comparabili?
            e chi la detto?
            di solito le geo sono on/off quindi hanno cicli piu brevi e piu intensi...mentre le aria sono inverter e hanno cicli più lunghi e a potenza parziale..a parita di kwh anno prodotti, secondo me se la giocano...anzi magari dura di più la aria, perche penso che le partenze siano piu usuranti di un funzionamento piu regolare.

            Comuqnue le macchine (compressore) sono sostanzialmente identiche..steso motore, steso compressore, stesso gas, stessa componentistica..cambia solo lo scambiatore dell'evaporatore... secondo me hanno durata analoga.

            Manutenzione della macchina uguale..però se per caso perde la serpentina della aria aria, la cambi..se perde la sonda geo, son dolori. per il resto, puo bruciare in egual modo il compressore ..cosi come puo bruciare la ventola della aria aria , cosi come il motore della ricircolo della sonda..

            certo, in zona F una geo sarebbe forse preferibile...ma in fase di cantiere, magari valutare le sonde orizontali se magari hai sbancato una zona? Oppure cerca di ricavare un vespaio o cavedio riparato dove pescare l'aria.
            Ah..ma hai pavimento radiante vero?
            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

            Commenta


            • #7
              Caspita, che risposta velocissima! ti ringrazio molto...

              Sì ho pavimento radiante e non ho possibilità di sbancare zona, avrei però un cavedio lungo la parete est della casa... se potessi metterla lì potrei stare su una pdc aria quindi?

              Grazie ancora!

              Commenta


              • #8
                anche recuperare 1 grado quando le T sono prossime o sotto zero è importante.

                Se il cavedio è interrato, tenderà a scaldare l'aria che vi circola...meglio ancora se lo coibenti verso le zone non interrate (solaio)..o se lo puoi allungare in terra anche con piu tubi di grossa dimensione e poi aspiri all'inizio dei tubi..

                Se hai casa classe B avrai (penso) anche un RICAMBIO aria motorizzato e con recupero calore..ma il recupero è sempre parziale..per cui sarebbe bene che che anche l'uscita aria viziata sia dentro al cavedio.
                Poi vai su una pompa che garantisca il risultato anche a T veramente basse...molte vanno anche a -15..altre a -25...altre a -7 danno ancora la stessa pot max (senza usare resistenze) che danno a +7 con cop 2,5...
                Ci vuol euntermotecnico che le conosca..e occorre afre dei cinti per la zona F..per vedere spesa e resa..


                Poi ci sono sistemi GEO a PALIZZATA..se sei in montagna senza nebbia e riesci a metterlo ben esposto al sole potrebbe funzionare bene.. di giorno si scalda col sole e di notte riesce ad assicurare un minimo di funzionamento sfruttando al parte sotterranea.
                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                Commenta


                • #9
                  Grazie per tutti i consigli, alla fine mi sto orientando su questa PDC ad aria (che lavora fino a -25) che mi hanno proposto: NIBE F2300 - air/water heat pump

                  E grazie per indicazioni sul sistema PALIZZATA, che nella mia ignoranza di profano non conoscevo... peccato non averla scoperta prima... ma anch'essa usufruisce di detrazione 55% fino a fine giugno?

                  Commenta


                  • #10
                    si sino a Giugno..e poi con CE termico..ma poco interessante.

                    Bella macchina..ottime prestazioni mi pare..sai il prezzo?
                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                    Commenta


                    • #11
                      La quotazione che mi fanno (della sola macchina) è intorno ai 9.900 + iva.

                      Commenta


                      • #12
                        però..non male.vista la taglia e prestazioni... davvero interessante..ha dei valori di COP molto alti alle basse T..anche s ela potenza espressa a basse t cala molto rispetto a quela a T piu elevate..ma non si uo avere entrambe.
                        Cioè..quel che si ha bisogno è una certa potenza a una T MINIMA..puoi averla con una grossa macchina + cara che ha cali elevati in base alla T ma cobnserva COP piu alti anche a BT...oppure con una macchina + piccola (+ economica) ma che ha potenza piu costante al calo T, ma la ottengono a scapito del COP, però poi è piu equilibrata quando serve poca potenza (mezze stagioni) e li "recupera".

                        però poi in pratica nessuno lo sa come fare bene i conti..
                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                        Commenta


                        • #13
                          Grazie per il parere!

                          Commenta


                          • #14
                            Che forza la palizzata energetica!

                            Quasi quasi uno la potrebbe mettere al posto dell'inferritata di protezione di un muretto, o no?

                            Commenta


                            • #15
                              Ma qualcuno l'ha installata la palizzata energetica? Esistono serie storiche di dati reali che ne dimostrino l'efficacia?

                              Ho cercato sul forum ma non ho trovato nulla...

                              Commenta


                              • #16
                                piu che se funziona..bisogna chiedersi in quale situazione ambientale è opportuna..perche ogni situazione ha la sua risposta.
                                certo costa di piu di una ventola..ma meno di una sonda orizzontale..e meno di una verticale o di 2 pozzi aperti...il circolatore consuma meno di una pompa di un pozzo aperto. Anche le prestazioni saranno "nel mezzo"..quindi sarà opportuna ove non si puo metterla aria e dove comunque non è necessario arrivare ala sonda vera..beneficiando di un costo intermedio..
                                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                Commenta


                                • #17
                                  costi pdc aria/acqua

                                  Caspita guarda il prezzodi quella PDC è veramente alto,
                                  a me per questa NEXPOLAR MN la versione da 14kW mi hanno chiesto 5.600€+iva.
                                  adsodamelk, fatti fare altri preventivi.

                                  Ciao a tutti

                                  Commenta


                                  • #18
                                    pero SULLA CARTA:

                                    cop 7/45 3,68 contro 3,21
                                    cop 2/35 3,64 vs 3,1
                                    cop -7/45 2,65 vs 2.35 (desunto da curva)
                                    cop -15/45 2,2 vs 1,9 (desunto)

                                    Non voglio dire nulla..anzi..sono abbastanza stupito dalle prestazioni dichiarate dalla svedese..però..


                                    E comunque bisogna vedere se sono prezzi della sola macchina o installata..
                                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Molto interessante questo post perché mi fa capire che stiamo in azienda lavorando in direzione giusta... Nel caso tuo, zona climatica F il confronto tra le rese tra geotermia e aria acqua mi sembrano a favore della geotermia un po? troppo rispetto alla realtà... visto che i costi del consumo sono uno il doppio dell'altro... ma una geotermica nn consuma la metà di una aria acqua... ma anche se lo fosse, nn sarebbero giustificati gli 11000€ di differenza impianto. Veniamo alla aria acqua a confronto... zona climatica F fredda, serve una macchina che lavori bene in bassa temperatura... nibe ha il compressore evi in 407 on/off garantisce prestazioni sottozero, tecnologia buona ma superata (on-off) l'altra la riello ha un inverter ma nn con evi e in zona climatica F tanti auguri per le rese... cioè tanti auguri per stare al caldo. Servirebbe una inverter, per le prestazioni decisamente migliori delle on/off che lavori bene (defrosting intelligenti) e nata per le zone fredde, quindi con studi sulla meccanica- dimensionali appositi per zone F.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Grazie per il parere e una domanda sulla questione "inverter vs. on-off".

                                        Avendo previsto un bollitore verticale 750 litri e l'integrazione con ACS, è così importante avere l'inverter invece della on-off?

                                        Grazie...

                                        Commenta


                                        • #21
                                          quando fai ACS anche l'inverter spesso è a palla, quindi va come una onoff..l'inverter serve piuttosto per il riscaldamento..
                                          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                          Commenta


                                          • #22
                                            L'inverter serve piuttosto per il riscaldamento... hai detto poco, case passive a parte è il riscaldamento che costa in una famiglia. Posso impostare la soglia di intervento anche per la sanitaria (cioè se la sanitaria è 55°c per esempio posso dire alla macchina parti quando questa t° scende a 53°C.. quindi la macchina commuta la valvola in sanitaria e lavora in modo tranquillo perché vicina alla soglia dei 55°) se poi la t° continua a scendere questa aumenta i giri, altrimenti arriva alla temperatura alla massima efficienza. Se invece la imposto, e la faccio partire a 45° per esempio questa si vede un salto di 10° e parte a palla. (attenzione però queste sono le impostazioni della mia, nn so se tutte le inverter possono fare questa funzione) un serbatoio di tali dimensioni attenua il problema, ma in quanti utenti hanno tutto questo spazio disponibile? è un tank in tank? quini porti sia sanitaria che riscaldamento in alta temperatura? Un serbatoio di notevoli capacità ha una dispersione termica superiore a uno più piccolo. Se disponi di un FV, la on/off si sposa male rispetto una inverter, verificato nel mio capannone... cioè era terribile vedere che prima la macchina stava ferma e mettevo in rete enel kwh, poi quando partiva mi superava la produzione istantanea del fv... poi si fermava ripartiva e io porcheggiavo... molto meglio ora, mi servono 10Kwh resi circa, la macchina inverter va di continuo e rimane sempre sotto la soglia del fv. Durata del compressore, molto meglio avere un funzionamento continuo che intermittenti. Molto importante che fa la differenza nella resa, la curva climatica.

                                            Commenta

                                            Attendi un attimo...
                                            X
                                            TOP100-SOLAR