Alimentare un allevamento di gamberi o pesci con turbina idroelettrica - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Alimentare un allevamento di gamberi o pesci con turbina idroelettrica

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Alimentare un allevamento di gamberi o pesci con turbina idroelettrica

    Buonasera a tutti.
    Premetto che sono un neofito ed un ignorante quindi chiedo aiuto con l'umilta' che caratterizza la mia posizione.
    Il mio problema.
    Nel posto dove vivevo in Thailandia avevo un canale che correva accanto al terreno, li allevavo pesci Tilapia, i quali avevano bisogno di grandi quantita' di ossigeno nell'acqua, non riuscendo a provvedere mi sono morti tutti i pesci.
    Ora vorrei impiantare un nuovo allevamento e vorrei ossigenare il lago.
    Io vorrei mettere una turbina ma non so come costruirla e soprattutto come fare per collegare l'energia sviluppata ad un compressore da 4 cavalli che vorrei utilizzare per l'ossigenazione.
    Qualcuno potrebbe aiutarmi magari anche con qualche foto o file da stampare?
    Sapete pure se sia possibile collegare anche una turbina eolica ad un eventuale impianto?
    Soprattutto qualcuno potrebbe darmi delle spiegazioni semplici?
    Grazie

  • #2
    Vorrei aggiungere che mi piacerebbe mettere una "ruota" tipo mulino oppure una turbina immersa nell'acqua poiche' la corrente e' veramente forte e non ci sono sbalzi, il canale e' in cemento.

    Commenta


    • #3
      Inizio dall'ultimo quesito:
      I dati che fornisci sono troppo generici per valutare la fattibilità di una ruota idraulica per di sotto.
      Supponendo che la velocità della corrente d'acqua e la portata siano significativi, vedi qui sotto il link alle ruote prodotte da Bonciani Enercat.
      Se le ritieni troppo impegnative, prendi spunto dalla loro documentazione per realizzarne una casereccia, eventualmente con l'aiuto di un fabbro.

      Produzione energia elettrica Realizzazione impianti idroelettrici

      Per quanto riguarda la ossigenazione, non mi considero competente.
      Tuttavia, per quel che ne so, ci sono diversi metodi che possono essere adottati, singolarmente o insieme per ossigenare l'acqua di un lago.
      - Piante acquatiche ossigenanti: Miryophyllum Aquaticum, Elodea Densa, Ceratophyllum demersum, pontederia cordata, ed anche alcune molto diffuse, ranunculus lingua, scirpus zebrinus, typha minima, zantedeschia aetiopica (calla) ecc.
      - Costruisci piccole cascatelle, una di seguito all'altra, nel canale che convoglia l'acqua che entra nel lago. Basta una serie di gradini/salti alti 20 - 30 centimetri, di traverso al canale.
      Sarebbe opportuno che l'acqua in ingresso da questo canale non venisse immessa in superficie, ma tramite un breve condotto, rilasciata in fondo al laghetto.
      Difatti, molto spesso sono gli strati "profondi" che difettano di ossigeno.
      - Immissione di aria tramite compressori e diffusori di vario tipo.

      Vedi comunque le discussioni riportate sotto.





      Produrre Ossigeno

      File:Tromba idroeolica.jpg - Wikipedia
      Ultima modifica di Wilmorel; 25-04-2012, 14:32. Motivo: precisazioni

      Commenta


      • #4
        Grazie per la risposta e scusatemi se sono stato poco chiaro, vi allego il link del posto in modo che possiate farvi un'idea:
        Google Maps
        Sono i due laghi divisi da una sottile striscia di terreno che nella parte finale confinano con dei terreni senza case e si notano nel lago delle reti da pesca una accanto all'altra.
        Il canale di cemento lo potete notare un po al di sotto delle reti.
        Questo solo per darvi l'idea e ringraziarvi nuovamente. Ora leggero' le indicazioni datemi e poi magari vi ricontattero', saluti

        Commenta


        • #5
          Buongiorno a tutti,
          e benvenuto ilgae66.

          Alcune domande e considerazioni:
          - hai già fatto analizzare l'acqua di alimentazione dei canali e dunque di rimpinguamento dei laghetti? (verifica di inquinamento)
          - quanto stimi sia la corrente nei canali e quanto è alto il pelo libero ? Portata (o dimensione dei canali)?
          - come sono strutturati i laghetti? completamente in cemento senza alcuna naturalizzazione?

          Saluti,
          Vortex

          Commenta


          • #6
            No due anni or sono non feci analizzare le acque perche' non parlando Thai ho avuto alcune difficolta' di ordine pratico ed anche chiedere a mia moglie dove potessi trovare un negozio che vendesse materiale chimico e' stato difficile, alla fine ci sono riuscito ed ho salvato il salvabile ergo ci ho rimesso poco, oggi sarei molto piu' preparato e pronto conoscendo meglio la realta' cittadina e come pensano i Thai. Io al momento sono in Italia.
            Il pelo dell'acqua normalmente e' sul 1,20/1,150 mt ma nei momenti di piena puo' arrivare ai 2,00 mt circa, il canale e' largo un poco piu' di 2,00 mt la velocita' non so calcolartela ma la massa d'acqua e' importante.
            I laghi sono alla Thailandese ossia hanno scavato la propria terra e vi hanno messo l'acqua dal canale ed i pesci.
            Il canale e' pi' alto rispetto al lago tanto che mio suocero ha collegato un tubo dal canale in perpendicolare con il lago, l'angolo sara' di dai 15 ai 30 gradi di pendenza.
            Altro problema oltre l'ossigenazione e' il terreno nel senso che a mio parere dovrebbero impiantare delle alghe prima di utilizzarlo per rilasciare ossigeno "mangiare" i rifiuti organici ed inorganici, loro non fanno cosi' ma tra un raccolto ed un'altro mettono calce bianca per uccidere i batteri.
            Problema grave che ho avuto e' stata la mancata purificazione dell'acqua infatti a monte qualcuno lavo' gli attrezzi agricoli con prodotti chimici e gli stessi entrarono nel lago o nei laghi del circondario, a valle, provocando infezioni e morie di pesci.
            Ultima modifica di nll; 27-04-2012, 17:36. Motivo: Eliminata citazione integrale. Violazione art.3 del regolamento del forum

            Commenta


            • #7
              Ciao,
              non ho alcuna esperienza in merito ma penso che con poca spesa e mezzi rudimentali potresti creare una "tromba idroeolica" per pompare aria sotto l'acqua.

              Tromba idroeolica - Wikipedia

              prova a leggere anche questa discussione:
              https://www.energeticambiente.it/ai-confini-del-forum/6661682-produrre-ossigeno.html

              edit: mi sono accorto che Wilmorel mi aveva già anticipato, chiedo venia!

              Ultima modifica di itus; 27-04-2012, 11:50.

              Commenta


              • #8
                Grazie leggero' con attenzione

                Commenta


                • #9
                  Aquaponica?
                  Comunque in caso tu non lo sappia la quantitá di ossigeno che si puó disciogliere nell´acqua diminuisce con l´aumentare della temperatura stessa dell´acqua.
                  Senza contare che le alghe producono ossigeno solo quando c´é il sole, altrimenti lo consumano, come tutti gli organismi che compiono la fotosintesi.

                  Commenta


                  • #10
                    Una mia passione sono gli acquari, anche se marini.
                    La calce viva per uccidere i batteri deve essere ad una concentrazione tale da uccidere anche i gamberetti.
                    Inoltre se l'acqua arriva da un canale largo due metri ed alto 1,20 con un flusso importante, mi sembra strano che non ci sia ossigenazione, riguardo alla quale comunque e' sufficiente creare cascatelle, anche una finale dal canale nel lago, senza stare ad inventare chissa' che cosa.
                    Puoi anche mettere dei tubi che escono dall'acqua in orizzontale e si piegano sott'acqua seguendo il flusso della corrente. Per effetto venturi (se il flusso d'acqua e' davvero importante come dici) aspireranno aria che uscira' sott'acqua aumentando l'ossigenazione.

                    Se pero' non hai controllo su cosa viene gettato nell'acqua o irrorato nei campi a monte.... mi sa che le cause delle morti va ricercata li.
                    E anche se non muoiono, se sono ad uso alimentare come immagino, beh..... io poi non li vorrei proprio mangiare!

                    Infine, L'ossigenazione dell'acqua influenza molto il PH. Se il PH dell'acqua nel canale e' abbastanza piu' alto dell'acqua del laghetto, e' probabile che quella del laghetto sia poco ossigenata. Non si puo' dare valori assoluti perche' dipendono dai sali contenuti nell'acqua.
                    Un test colorimetrico del PH in ITalia si trova nei negozi di acquari per pochi euro. In thailandia chiaramente non so.

                    Per avere un'idea del ricambio di acqua occorrerebbe misurare il flusso del canale in rapporto alla stima del volume di acqua nel lago.
                    Se il flusso non e' importante, anche gli inquinanti stessi dei gamberetti possono raggiungere livelli nocivi. In quel caso delle alghe o piante acquatiche scelte con cura possono aiutare molto.

                    Commenta


                    • #11
                      Di seguito trovi alcuni link sia a pompe eoliche per movimentare (e arieggiare) l'acqua, sia a pompe per insufflare aria.
                      La condizione per potere utilizzare questa tecnica, è ovviamente una sufficiente ventosità del luogo. A differenza della generazione di energia elettrica, una pompa/compressore per aria può funzionare in modo discontinuo. Naturalmente, se il lago è grande come sembra dalle foto di Google, i punti di immissione dovrebbero essere più di uno.
                      Quanto è profondo il lago?

                      Molino compresor de aire para oxigenacion en estanque de cultivo. - YouTube

                      Molino GYRE - YouTube

                      Google Traduttore

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Wilmorel Visualizza il messaggio
                        Di seguito trovi alcuni link sia a pompe eoliche per movimentare (e arieggiare) l'acqua, sia a pompe per insufflare aria.
                        La condizione per potere utilizzare questa tecnica, è ovviamente una sufficiente ventosità del luogo. A differenza della generazione di energia elettrica, una pompa/compressore per aria può funzionare in modo discontinuo. Naturalmente, se il lago è grande come sembra dalle foto di Google, i punti di immissione dovrebbero essere più di uno.
                        Quanto è profondo il lago?

                        Molino compresor de aire para oxigenacion en estanque de cultivo. - YouTube

                        Molino GYRE - YouTube

                        Google Traduttore
                        Il lago e' profondo dai due metri a oltre cinque nella parte dove il lago fa una curva a sinistra.
                        Grazie comunque ora daro' un occhio ai link

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X