annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Diniego tariffa FER

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Diniego tariffa FER

    Ciao a tutti...
    so che serve a poco e che è solo uno sfogo... ma che ca*** sta facendo il GSE?? Si attacca oramai a tutto per rigettare le pratiche!? ma perché??

    Vi spiego la situazione e se qualcuno ha qualche consiglio da darmi è molto ben accetto...
    Un mio cliente aveva realizzato nell'anno 2000 tutti i lavori civili per l'esercizio di una centralina idorelettrica in isola che non ha mai completato in quanto mancava l'installazione delle turbine (era da allacciare ad una struttura che poi non ha più utilizzato). Avendo sempre pagato la concessione nel 2012 ha deciso di terminare l'opera mettendo però in rete l'energia e chiedendo l'accesso alla tariffa omnicomprensiva. Io ho immediatamente chiamato il GSE per capirne la fattibilità e lì mi hanno detto "certo nessun problema, basta che siano a posto tutte le autorizzazioni". Al che ci siamo messi al lavoro, abbiamo variato la concessione di derivazione, fatto tutte le pratiche necessarie con dogane, gestore di rete eccetera... la centralina è partita in produzione nel fine 2013 e abbiamo fatto la domanda di tariffa.

    Naturalmente il primo impatto del GSE è stato un PREAVVISO DI RIGETTO contestando il fatto che sia un "impianto di nuova realizzazione" e chiedendo mille documenti di cui alcuni già inviati... nei 10 giorni classici di disponibilità dopo aver provato a contattare qualcuno senza successo abbiamo mandato tutta la documentazione richiesta e anche qualcosa di più al GSE in modo da cercare di mettere a posto la cosa. Nella documentazione è presente anche un VERBALE DI COLLAUDO E AUTORIZZAZIONE ALL'ESERCIZIO della Provincia che ha rilasciato la subconcessione di derivazione dove c'è espressamente scritto che "le opere relative all'impianto idroelettrico di cui trattasi erano solo in parte realizzate e che lo stesso pertanto non era mai entrato in esercizio".
    A seguito dell'invio della documentazione mi chiama un ingegnere del GSE molto gentile che si presenta e dice che avrebbe guardato tutta la documentazione. Questo mi richiama dopo circa tre settimane e mi dice che "in settimana" avrebbe guardato la cosa e mi avrebbe chiamato per dirmi qualcosa... non l'ho mai più sentito!


    Oggi, dopo un buon mese e mezzo se basta, il cliente mi chiama e mi dice di aver ricevuto IL RIGETTO DELLA PRATICA.
    I motivi sono i seguenti:
    1- loro non possono essere sicuri che l'impianto è da considerarsi nuovo e che non c'era già un impianto in isola - scusate, ma se lo dichiara la Provincia, ossia l'ente che ha rilasciato la concessione di derivazione, perché non va bene??? Gli sarà sfuggito? non avranno letto il verbale? altrimenti non lo so, devo chiedere una dichiarazione di DIO?
    2- la subconcessione di derivazione secondo loro non è stata ufficialmente trasferita di nominativo tra la vecchia intestataria (mamma) e la nuova intestataria (società intestata alla figlia) - io ho fornito loro la richiesta di voltura timbrata dalla provincia in quanto non era ancora presente il DECRETO ufficiale (ora lo abbiamo)
    3- il titolo concessorio comunale (permesso a costruire del 2000) non è intestato alla figlia (richiedente) ma alla mamma (vecchia intestataria) - è chiaro, vi è stato il trasferimento dell'intestatario, io nel 2014 non posso cambiare l'intestatario di una pratica edilizia aperta nel 2000 e chiusa nel 2004...

    Il problema è che se il GSE mi avesse chiamato come mi aveva promesso l'ing, molto probabilmente avrei potuto:
    1- fargli notare la dicitura sul verbale di autorizzazione alla messa in esercizio della provincia
    2- fargli avere copia del decreto che oramai, visto che ci mettono anni a valutare le pratiche, è disponibile in via ufficiale
    3- provare per lo meno a spiegargli la situazione

    Sarebbe bastato? Boh?! non so proprio che fare... mi sembra una cosa talmente tirata per i capelli!!!
    Adesso l'unico modo per cercare di far riesaminare la cosa a quanto scrivono loro sulla lettera è presentare ricorso al TAR del Lazio... ne vale la pena? Altrimenti ci dicono di fare richiesta di RID... :-) simpatici!

    Porco schifo, mi sembra una cosa assurda! Il fatto è che non stiamo rubando niente...
    Qualcuno ha qualche consiglio?

    Scusate il poema...

  • #2
    ciao cletoxxx,
    i passi da fare ora:
    1) regolarizzare la situazione in Comune ..tutto deve essere allineato al nuovo intestario altrimenti il gse ha ragione di respingere la pratica
    2) stesso discorso per il trasferimento della titolarità della concessione in Provincia .. il documento timbrato di ricevimento della richiesta di voltura non è sufficiente per il gse
    3) in merito al fatto che non sono sicuri se già funzionava in isola, dovresti fare redigere una perizia che provi con elementi certi l'impossibilità che cio sia avvenuto.

    Fatto tutto cio provare a sentire se il Gse accetta un ritiro spontaneo della pratica ...se si, dopodichè ripresentare il tutto regolarizzato.
    Invece la strada del ricorso al tar mi sembra davvero ostica.

    saluti a tutti

    Commenta


    • #3
      Ok grazie per la risposta...
      Allora per quanto riguarda il punto 1 credo si possa fare senza problemi, per il punto 2 dovremmo essere già a posto in quanto dovrebbe già esserci il decreto, e per il punto 3 secondo me la dichiarazione della provincia dovrebbe essere più che sacrosanta....?! più provato di così...

      Cosa intendi per "ritiro spontaneo della pratica"? Che ritirano tutta la pratica e devo rifare tutta la domanda? o che ritirano solamente il diniego della tariffa?
      Perché comunque rifare tutta la pratica credo non si possa in quanto andremmo fuori tempo limite per la richiesta di incentivo che va fatta entro 30 giorni dall'entrata in esercizio o no?

      Grazie

      Commenta


      • #4
        risolti i tre punti suddetti, la cosa migliore sarebbe andare a parlare di persona con un dirigente del gse .. e direi che una via di risoluzione la troveranno

        una cosa è certa ..la pratica che hanno loro adesso non è procedibile ed anche è certo che il tar ti boccerebbe

        visto che si i 30 gg sono passati abbondantemente, che ora stai producendo e cedendo energia alla rete, uno scenario potrebbe essere chiedere la rid e poi con pratica vecchia ritirita presentare la richiesta di incentivo con un'istanza che sia ok

        ribadisco andare di persona a parlare ....

        Ciao

        Commenta


        • #5
          A prescindere che sono ad Aosta... e dovrei andare a Roma. Ma questo è un ostacolo facilmente risolvibile.... quali sono le modalità per parlare con qualche persona del GSE? esiste un modo, per evitare di appostarmi davanti a degli uffici e starci dei giorni? come si fa? Si possono prendere degli appuntamenti? Come? Qualcuno conosce qualche nome o qualcuno a cui rivolgersi? Qualcuno lo ha già fatto?

          Commenta


          • #6
            Al GSE sono blindati, io non saprei dirti come fare per parlare con qualcuno.

            Per il resto il vento è cambiato, con i nuovi decreti e le nuove norme applicative ogni virgola è buona per togliere gli incentivi, i giornali ci hanno bombardato dicendo che le bollette sono care per colpa delle rinnovabili senza considerare che i prezzi alla produzione sono letteralmente crollati.
            Quindi si è deciso di bastonare le rinnovabili per trovare il modo di rimpinguare i produttori da fonte fossile. Questo è il governo che ci meritiamo.

            Venendo al tuo caso, se eri iscritto a Registro ormai sei decaduto, non serve fare rinuncia.
            Iscriversi dopo la rinuncia c'è anche una penalità, ma nel tuo caso sei decaduto e devi solo reiscriverti come impianto in esercizio, se entri in graduatoria non perdi niente (la norma dei 30 gg. non la conosco) e prendererai l'incentivo del 2014, la tua possibilità dipende se gli esclusi del precedente registro non saturano il contingente a disposizione e se tu hai un titolo autorizzativo "vecchio"; se entri tra gli esclusi rimani appeso ad un eventuale futuro registro se ci sarà.

            Un augurio
            Spes

            Commenta


            • #7
              Eh me ne sono accorto... oramai cercano solo più che mazzuolare e basta...
              L'impianto comunque è ad accesso diretto, non è un impianto a registro! Ma in ogni caso dovrebbero rimanere comunque i 30 giorni o cambia qualcosa?

              Se qualcuno ha info di come fare a parlare con il GSE è ben accetto

              Commenta


              • #8
                L'incentivo è per 20 anni, al limite perdi i primi giorni di produzione, non penso che se arrivi al 32 giorno perdi tutto, ma solo i primi 2 giorni.

                Però non si sono mai passato quindi non faccio testo.

                Se qualcuno sa come parlare con il GSE farebbe piacere pure a me.

                Un saluto
                Spes

                Commenta


                • #9
                  quindi il consiglio sarebbe: "metti a posto i 3 punti (di cui 2 sono già a posto) e inoltra una nuova domanda di richiesta tariffa reinviando tutto"?

                  ma è possibile farlo? Anche se l'impianto è partito in produzione a ottobre 2013?

                  Grazie

                  Commenta


                  • #10
                    Fino ad oggi avrai preso il RID, una volta è possibile fare cambio (o almeno era così).

                    Verifica sul portale FER-E, di sicuro ti hanno già messo in annullato/decaduto e quindi puoi ripresentare domanda.
                    Domani mattina una telefonata al Call Center ti fugherà ogni dubbio.

                    Commenta


                    • #11
                      Per ora risulta ancora come "INVIATA RICHIESTA DI INCENTIVO"....
                      Mah domani chiamo, vediamo cosa si dice. Se potessi ripresentare la domanda da zero non sarebbe nemmeno un gran problema, basta rifare la procedura, ripagare i diritti di istruttoria e aspettare un po' di tempo!?

                      uff...
                      Vi aggiornerò sulla situazione

                      Grazie mille sia a te Spes che a Vortex per la disponibilità.

                      Originariamente inviato da Spes Visualizza il messaggio
                      Domani mattina una telefonata al Call Center ti fugherà ogni dubbio.
                      non so a voi ma a me il Call center non ha mai chiarito nessun dubbio!!
                      Parlare di qualcuno di competente in quel posto è veramente arduo!!
                      Ultima modifica di nll; 22-01-2015, 23:13. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

                      Commenta


                      • #12
                        Un piccolo aggiornamento:

                        E' due giorni che provo a contattare l'ing che mi aveva contattato ai tempi... al telefono non mi risponde!
                        Ho provato a chiamare il call center per capirne qualcosa di piu... e lì mi hanno detto che se mi hanno dato il DINIEGO della tariffa io non ho più modo di fare una nuova domanda... in quanto come temevo la domanda va inoltrata nei 30 giorni successivi all'allaccio. Quindi pare l'unica via sia il Ritiro Dedicato. Non mi sembra così corretto, non ci hanno dato modo di dare nemmeno delle risposte!? Al telefono sembravano pure gentili e disponibili a capire come risolvere la cosa, ma poi non hanno più chiamato e hanno dato il diniego.

                        Adesso sono riuscito via email a contattare l'ing del GSE, mi ha detto di chiamarlo domattina, spero mi risponda al telefono.
                        Domani vi aggiorno...

                        Commenta


                        • #13
                          ...oggi sono finalmente riuscito a parlare con l ing del GSE che è stato in realtà molto gentile e disponibile... Il concetto è questo: mi hanno detto che essendo la lettera della provincia scritta in burocratese, la dicitura che mi hanno scritto è aperta ad interpretazioni (a loro avviso) così nel dubbio hanno dato il diniego...

                          Comunque mi ha dato un buon consiglio: mettere a posto le cose in modo che non ci sia possibilità di contestazione (spero che il tecnico comunale e l impiegato della provincia possano aiutarmi in questo) e poi ripresentare da zero la domanda... Così farò nel più breve tempo possibile. Secondo lui posso presentare anche se sono scaduti i 30 giorni in quanto la domanda è comunque stata presentata nei tempi corretti e loro vedranno che aveva ricevuto il diniego.

                          In ogni caso mi ha detto che il GSE sta facendo dei controlli sulle date di entrata in esercizio degli impianti per verificare che le richieste siano pervenute al GSE nei 30 giorni successivi all attivazione.

                          Ciao a tutti.
                          Eventualmente tra un po' di mesi vi aggiorno sugli sviluppi della nuova domanda!In bocca al lupo e BUON GSE a tutti... È sempre più dura!!!

                          Commenta


                          • #14
                            Al tuo posto informerei anche l'Autorità, in teoria non è l'interlocutore giusto ma se alla fine gli arrivano un centinaio di assurdità del GSE può darsi che si dà una mossa.

                            Buon lavoro
                            Spes

                            Commenta


                            • #15
                              Spes,

                              in realtà l'interlocutore dovrebbe essere MSE ed in particolare la Divisione VI - Fonti rinnovabili di energia della Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l’efficienza energetica, il nucleare.

                              La Divisione ha tra le competenze:

                              "Formulazione di indirizzi al Gestore del sistema elettrico per la gestione dei programmi e delle norme di incentivazione, il monitoraggio sulle realizzazioni e l'organizzazione delle attività di supporto, ivi inclusa la gestione del contenzioso"

                              Ciao

                              Commenta


                              • #16
                                ...a distanza di qualche tempo scrivo nuovamente su questo post con grossa soddisfazione... per informare che finalmente sono riuscito a risolvere la questione!!!

                                In pratica mi hanno fatto fare un contratto per sola vendita non incentivata per i primi mesi (fino al diniego 30/06/2014) e poi nella nuova pratica che ho ripresentato da zero Tariffa Omnicomprensiva dal 01/07/2014 per 20 anni (fino al 30/06/2034).... mooolto bene!

                                Devo veramente dire che in questo caso devo ringraziare la persona del GSE che mi ha suggerito di ripresentare...
                                Chiudo e sorrido!

                                Grazie per l'interessamento, per i sempre preziosi consigli e saluti a tutti!

                                Commenta


                                • #17
                                  buongiorno a tutti
                                  vi chiedo gentilmente dei consigli su cosa fare, un impianto eolico 200kw iscritto in posizione utile a registro, successivamente costruito, allacciato e in produzione, viene fatta la richiesta di incentivo, PREAVVISO DI RIGETTO (in realtà su circa 15 motivi), integrazioni inviate ma arriva il DINIEGO, principale motivo tica non pagata prima della richiesta di iscrizione a registro.
                                  ora è piu di un anno, abbiamo (come suggerito da tecnico gse e come nel caso della centralina idro di cui sopra) riscritto l'impianto al registro successivo (ultimo dei registri) ma non siamo entrati in posizione utile.
                                  ora pratica vecchia rimasta appesa ad un ricorso fatto dal cliente (magari si arriva al TAR), nuova pratica rimasta in graduatoria dei NON AMMESSI.
                                  non sappiamo che fare, ma ci sarà uno scorrimento delle ultime graduatorie? il GSE come si comporta davanti ad un ricorso fatto, anche se di fatto il motivo c'è, la tica, ma l'impianto è regolare e in produzione? ha speranza di prendere qualche tariffa?
                                  e ''mal che vada''.... vi è possibilità della sola vendita di energia (ma non con ritiro dedecato GSE, troppo basso) magari ad un privato sul mercato libero?
                                  in attesa vi ringrazio, qualsiasi idea suggerimento è ben accetto

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Purtroppo, secondo me, puoi fare ben poco. Ci sono passato personalmente e se hai sbagliato anche solo una virgola (in questo caso con la tica non pagata non è proprio una virgola) ti bocciano definitivamente e senza appello.
                                    Devi sperare in un futuro decreto e ora puoi provare a vedere se puoi vendere l'energia ai prezzi minimi garantiti.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Se sei in tab C puoi sperare nella prossima infornata.speriamo in una proroga del decreto che cerchi di sanare il casino, almeno per chi è in tab C che è in servizio ed ha già fatto l'investimento.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        ciao e grazie per la vostra attenzione....si certo il contratto per la vendita della sola energia gli è stato gia proposto, però che ci fa? non recupera neanche l'investimento.
                                        credo di si spess....se uscisse una prossima ''sfornata'' non avrebbe problemi ad entrarci, visto le condizioni.
                                        ma il dubbio è, si sa qualcosa su un prolungamento degli incentivi?....e poi la vendita sul mercato libero potrebbe essere un idea o comunque conviene fare il ritiro dedicato e addio sogni di gloria?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Quando ti sei iscritto al registro hai dichiarato che tutto era in regola e che avevi letto le procedure applicative accettandole in ogni loro parte.

                                          Non puoi assolutamente iscriverti di nuovo ai registri! Potresti farlo solo se, entro 6 mesi dall'iscrizione, avresti annullato la precedente di tua spontanea volontà.

                                          Nel caso specifico il GSE ti ha dato un diniego quindi il tuo impianto non può essere più incentivato.

                                          Inoltre mi sfugge cosa voglia dire non aver pagato il TICA.

                                          Ti riferisci al corrispettivo del 30% da versare all'atto di accettazione del preventivo ? Solo questo viene richiesto dal GSE tra la documentazione da inoltrare al momento della richiesta di incentivazione.

                                          ENEL non ti da OK fino a che non controlla l'avvenuto versamento e visualizza l'effettivo accredito.

                                          Nel tuo caso ti hanno fanno attivazione senza verificare ? NON ESISTE

                                          Inoltre aggiungo che sicuramente avrai installato qualche "pezzo di ferro vecchio" perché un impianto da 200 kW SERIO non lo metti se non paghi il corrispettivo perché gli impianti seri costano molte centinaia di migliaia di euro e nessuno si perde per pochi euro di corrispettivo.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            http://www.gse.it/it/salastampa/GSE_...ransitorio.pdf
                                            prova a leggere qui se può esserti utile

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da tomwash Visualizza il messaggio
                                              http://www.gse.it/it/salastampa/GSE_...ransitorio.pdf
                                              prova a leggere qui se può esserti utile
                                              grazie gentilissimo tom, provo a guardare meglio ma non fa proprio per il caso in questione credo.
                                              utenteinformato?? MACHETIRISPONDOAFARE ! -.-'

                                              Commenta


                                              • #24
                                                rispondi e dai informazioni dettagliate.

                                                Non pagare il preventivo ENEL è installare un'impianto eolico per qualcuno è normale ?

                                                equivale a costruire un hotel e poi chiedere il permesso a costruire !

                                                Commenta

                                                Attendi un attimo...
                                                X
                                                TOP100-SOLAR