annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Idea mini impianto idroelettrico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Idea mini impianto idroelettrico

    Salve a tutti, innanzitutto ringrazio tutti coloro che oltre che a leggere questo post cercheranno di aiutarmi con la loro esperienza.
    L'argomento su cui aprire il dibattito è la realizzazione di un mini impianto idroelettrico.
    L'impianto sarebbe così costituito: 2 cisterne, due pompe e due generatori ( + accessori come inverter e condensatori qualora servissero).
    Ci tengo a precisare che non sono del mestiere e che ora proverò in maniera stringata a spiegare il funzionamento:
    Ognuna delle due cisterne avrà nella parte inferiore una pompa e nella parte posteriore un generatore....come prima cosa riempire le cisterne fino a metá,per consentire alle pompe di gettare l'acqua direttamente al generatore....poi dal generatore l'acqua non fa altro che scendere per forza di gravità all'interno della cisterna,che poi da lì un'altra pompa rigetta l'acqua nel altro generatore,e così via.
    La distanza da una botte all'altra credo che sia più opportuna averla minima.
    Il mio fabbisogno energetico è abbastanza modesto,per cui più riesco a produrre e meglio è...per questo motivo non ho specificato alcun modello,per darvi libero spazio per consigliarmi. Soprattutto per sapere se questo mio progetto è fattibile.
    Ancora grazie per l'attenzione.
    File allegati

  • #2
    Originariamente inviato da Debia95 Visualizza il messaggio
    Soprattutto per sapere se questo mio progetto è fattibile.
    Non è fattibile

    Commenta


    • #3
      Grazie per la risposta,saresti per caso così gentile da spiegarmi anche il perché

      Commenta


      • #4
        circuito equivalente a quello di Debia95.jpg
        Hai "ideato" una sorta di moto perpetuo... se scorri il forum scoprirai che non può esistere quindi, questo tuo progetto nasce orfano di principi fisici a tuo favore. Dal tuo schizzo, non si evince come fai muovere il tutto, come ha inizio la generazione di energia elettrica e dov'è l'utilizzatore ultimo, lo schizzo che allego,di fatto è equivalente 100% al tuo.

        f.sco

        Commenta


        • #5
          Grazie Optmum per l'interessamento...l'energia elettrica nel mio schizzo si produrrebbe con l'acqua pompata dall'elettropompa nella turbina,la quale girando alimenterebbe un motore per produrre energia.

          Commenta


          • #6
            Un'altro che ha inventato la "free Energy" peccato , che non fate i conti con i rendimenti delle singole macchine... ogni trasformazione d'energia implica delle perdite ( attriti , effetto joule , magnetiche , ecc ecc).
            Tanto per intenderci meglio , una pompa , una _buona_ pompa ha un rendimento massimo del 60% quindi se consumi 100% ottieni solo il 60% di potenza idraulica .
            Ammesso , ma non concesso , che non vi fossero perdite, cosa otterresti ? Il moto perpetuo , ma di sicuro non riusciresti a produrre piu' di quello che consumi...

            Nulla si crea , nulla di distrugge , ma tutto si trasforma. (aggiungo con le dovute perdite :-) )
            Ciao,


            -Illo41100-

            Commenta


            • #7
              Beh wow che risposta, complimenti...non pensavo che fosse così impossibile e da stupidi pensare che potesse esistere una pompa in grado di muovere così tanto l'acqua da riuscire a ricavarne dell'energia,magari sfruttando anche delle pendenze.

              Commenta


              • #8
                Debia95,

                restando fermo il fatto come ci ha illustrato illo41100, tu non puoi cambiare le carte in tavola e dire che non ti si sa dare un consiglio.

                Il discorso pendenza e pompa di risalita, viene sfruttato in tutte le centrali idroelettriche con bacino di accumulo, quando la richiesta di energia viene meno, non si può strozzare la turbina oltre un certo limite, allora, si accendono i motori di risalita i quali, spillano una quota consistente di energia elettrica e la ritrasformano in energia potenziale, pompando acqua nel bacino a monte, è una strategia di utilizzo; di fatto, come già detto da "illo", la turbina-generatore fornisce 100 alla pompa, ma la pompa ne restituisce 60, senza considerare le perdite che sono molto consistenti, ma già appare chiaro che il sistema consuma energia piuttosto che renderla.

                f.sco

                Commenta


                • #9
                  Adotro le pompe che pompano acqua nelle turbine e le turbine alimentano le pompe, tutto logicamente al 100% dell'efficenza a ciclochiuso!

                  Non mi bagno le mani, collego un motore elettrico ad un alternatore a magneti permanenti sia con i cavi elettrici che con 2 pulegge ed una cinghia poi con una cordicella avvolta sull'albero motore la tiro velocemente come per accendere la motosega, ci metto anche in paralleo dei condensatori per rifasare...

                  Commenta


                  • #10
                    gli impianti a bacino usano le pompe per travasare a monte l'acqua di notte (quando il fabbisogno di energia cala drasticamente e scende anche il prezzo) che è stata turbinata di giorno per sopperire ai picchi di richiesta della rete, sono impianti costosi in tutti i sensi ed in perdita, servono solo come serbatoio di energia per il fabbisogno delle ore di punta, anno unn'autonomia di poche ore a volte non lavorano in produzione piu di 4

                    Commenta


                    • #11
                      Certo che funziona. Il problema è che consumerà più energia di quella che produce.
                      Non potrete mai avere un impianto che sia allo stesso tempo bello, performante, affidabile e che costi poco

                      Commenta


                      • #12
                        L'uomo moderno ha davvero bisogno di energia a basso costo ..ben vengano tutte le idee che portano a questa strada ...ma le pompe- turbine che vanno da sole non si possono proprio più sentire ! Dalle elementari si dovrebbe spigare il concetto di energia ,quello rendimento che poi servirà per spiegare perchè il risparmio energetico è assolutamente necessario...

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X
                        TOP100-SOLAR