annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Bozza nuovo decreto di incentivazione FER non FV

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Bozza nuovo decreto di incentivazione FER non FV

    piove sul bagnato.
    uscita la bozza sulle altre rinnovabili (questa pare ufficiale, ne erano già uscite due ufficiose).
    la premessa è la stessa della bozza 5° CE.

    Il meccanismo è:
    - registro per TUTTI sotto i 5 MW
    - per quelli sopra i 5 MW gare

    criteri di selezione (gerarchici), al netto di quelli facilmente ottenibili e che quindi avranno tutti:
    per Idroelettrico: anzianità del titolo
    per biomasse vergini: 1- alimentazione no-food, 2- anzianità del titolo
    per biomasse sottoprodotti: anzianità del titolo
    per eolico: 1- ventosità 2- anzianità del titolo

    Ma quello che fa più impressione sono i target annuali:
    Idro - 45 MW
    eolico - 50 MW (si, non è un errore)
    biomasse vergini e sottoprodotti: 22 MW (da ridere, solo una provincia lombarda fa 10 volte di più)
    biomasse di discarica e depurazione: 130 MW

    e i tempi per realizzare 18 mesi.

    Alle gare accedono (progetti sopra i 5 MW) altri:
    Idro - 35 MW (sette progetti)
    eolico - 500 MW (la metà di quelli istallati oggi)
    biomasse vergini e sottoprodotti: 20 MW (2 progetti da 10 MW)
    biomasse di discarica e depurazione: 15 MW

    I target sono ingenerosi. ma soprattutto manca in tutto il testo un criterio di salvaguardia che consenta di escludere le autorizzazioni troppo vecchie e non più vigenti. In questo modo succederà di nuovo quello che è successo con il I e II registro FV. 3/4 progetti non fattibili. Inoltre con questi target il registro resterà bloccato per anni.


    Un piccolo esempio:
    stavamo valutando per un cliente un investimento che gli è stato proposto: impianto con digestione anaerobica interamente alimentato da un allevamento di maiali. 200 kW. Connessione ed autorizzazione da avviare.
    In questo quadro (se non entra in esercizio entro il 31/12/2012) si troverà in coda alle migliaia di impianti da 1 MW autorizzati in tutta Italia (in particolare in Emilia) per fare biogas da mais. E che non sono stati ancora fatti. Solo una provincia che avevo preso a campione ne ha oltre 80, autorizzati e non eseguiti.
    Significa che l'autorizzazione ipotetica a fare 200 kW per la porcilaia aspetterà una cinquantina di anni prima che arrivi il suo turno (dubito che valga la pena).
    Ultima modifica di alvisal61; 28-03-2012, 13:36.

  • #2
    Non capisco:
    per l'eolico ad esempio, parli di target annuali pari a 50 MW e poi parli di 500 MW per l'accesso alle gare?

    Ci significa che il primo registro identificherà 10 anni di progetti?

    Commenta


    • #3
      se sotto i 5 MW vanno al registro che può incentivare massimo 50 MW all'anno (es. 100 progetti da 50 kW= 5 MW + 100 progetti da 200 kW = 20 MW + 25 progetti da 1 MW).
      se sopra devono accedere alle gare e vicerle. Queste hanno un target di 500 MW (ed 20 campi eolici da 25 MW l'uno)

      Commenta


      • #4
        si, ho letto la bozza..........
        non so che dire, a questo punto veramento si può parlare di attacco alle rinnovabili. Ridurre le tariffe mi sembra una cosa giustificabile, ma inserire dei tetti annuali con dei limiti che fanno ridere.......... non so che dire.
        Si tratta di una bozza, ma la direzione e l'intenzione sembra chiara.
        Strano che EGP già la settimana scorsa sapeva già dove non investe più........
        che tristezza

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da alvisal61 Visualizza il messaggio
          se sotto i 5 MW vanno al registro che può incentivare massimo 50 MW all'anno (es. 100 progetti da 50 kW= 5 MW + 100 progetti da 200 kW = 20 MW + 25 progetti da 1 MW).
          se sopra devono accedere alle gare e vicerle. Queste hanno un target di 500 MW (ed 20 campi eolici da 25 MW l'uno)
          Ah ok, quindi il limite dei 500 MW è quello per i soli impianti che vanno in gara. Grazie Alvisal.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da alvisal61 Visualizza il messaggio
            piove sul bagnato.
            uscita la bozza sulle altre rinnovabili (questa pare ufficiale, ne erano già uscite due ufficiose).
            la premessa è la stessa della bozza 5° CE.

            Il meccanismo è:
            - registro per TUTTI sotto i 5 MW
            - per quelli sopra i 5 MW gare

            criteri di selezione (gerarchici), al netto di quelli facilmente ottenibili e che quindi avranno tutti:
            per Idroelettrico: anzianità del titolo
            per biomasse vergini: 1- alimentazione no-food, 2- anzianità del titolo
            per biomasse sottoprodotti: anzianità del titolo
            per eolico: 1- ventosità 2- anzianità del titolo
            .
            Scusa puoi dare il riferimento del doc o postarlo? Qual'è la fonte?
            Confermare il registro per tutte le taglie equivarrebbe al capolinea definitivo. Mi sembra una proposta troppo spudorata e folle anche solo per metterla in bozza.

            Commenta


            • #7
              ecco la bozza:

              Decreto rinnovabili elettriche, ecco la bozza che spaventa | QualEnergia.it

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da alvisal61 Visualizza il messaggio
                si troverà in coda alle migliaia di impianti da 1 MW autorizzati in tutta Italia (in particolare in Emilia) per fare biogas da mais..
                pero mais è Food..l'altro è un rifiuto..non dovrebbe avere priorità rispetto a data autorizzazione?
                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                Commenta


                • #9
                  si, ma se mi incaricassero di iscrivere al registro un impianto da mais, dopo aver letto le tariffe (147 contro 175) e le regole porterei una variante in provincia per chiedere che l'impianto faccia meno del 30% di mais e 70% reflui o sottoprodotti. La provincia non potrà che prenderne atto e io chiedo l'art.8, c.5, lettera c).

                  Comunque era solo un esempio. C'è tanta roba anche già da sottoprodotti e reflui (che sono sottoprodotti e non rifiuti, cfr. Tab 1.A)

                  Commenta


                  • #10
                    Le biomasse sono rinnovabili E inquinanti. Non c'è alcuna contraddizione, sono due cose diverse. Naturalmente, a rigore, fin che si resta nei limiti di legge stabiliti un impianto non inquina. Dunque parliamo in termini non tecnici.

                    E altrettanto ovviamente "inquinano" molto meno del camino di casa, a parità di potenza termica generata. Con gli stessi inquinanti e qualcuno in meno (perchè trattenuto dai filtri e perchè la combustione è più efficiente. Come saprai uno degli inquinanti più pericolosi la CO -monossido di carbonio- prodotto tipico della combustione, si forma soprattutto quando non è efficiente).

                    In effetti le centrali a metano (come, con la stessa proporzione prima fatta a favore delle centrali, la caldaia di casa) inquinano di meno.
                    Ma non sono rinnovabili.

                    Ovviamente qui servirebbe un compromesso tra la vecchia industria e la nuova.

                    Commenta


                    • #11
                      E' ovvio che la dimensione di un generatore di calore e' inversamente proporzionale all'inquinamento che produce.....

                      Rimango dell'opinione che bruciare degli alberi e considerare la cosa rinnovabile a me fa' girare di molto le balle...... sull'appennino vicino dove ho casa stanno facendo proprio un generatore a biomassa , dicono che brucera' il cippato , qualcuno qualche giorno mi ha detto che per andare dovra' 'divorare' 350-400qli al giorno ma quale cippato di minchia , quello brucera' alberi interi......

                      E allora si puo' considerare rinnovabile anche il gas naturale , ci vogliono 'solamente' qualche milione di anni ma il carbonio viene riassorbito....
                      AUTO BANNATO

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                        ...Rimango dell'opinione che bruciare degli alberi e considerare la cosa rinnovabile a me fa' girare di molto le balle...... allora si puo' considerare rinnovabile anche il gas naturale , ci vogliono 'solamente' qualche milione di anni ma il carbonio viene riassorbito....
                        condivido anche se alla base di tutto c'è che la questione che 7 miliardi di abitanti sono forse già troppi per l'attuale sistema energivoro ... quindi o si riduce la quota pro capite di fabbisogno o si riducono gli abitanti del pianeta. Secondo te qual'è la strada più breve e quale quella più giusta ?

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                          Rimango dell'opinione che bruciare degli alberi e considerare la cosa rinnovabile a me fa' girare di molto le balle...... sull'appennino vicino dove ho casa stanno facendo proprio un generatore a biomassa , dicono che brucera' il cippato , qualcuno qualche giorno mi ha detto che per andare dovra' 'divorare' 350-400qli al giorno ma quale cippato di minchia , quello brucera' alberi interi......
                          negli ultimi 40 anni le zone boscate (almeno da me) si sono espanse in una maniera esagerata, inghiottendo zone di pascolo e agricoltura non più utilizzate perchè la gente non fa più quel tipo di lavoro al giorno d'oggi. E la gran parte dei boschi sono lasciati a loro stessi e quindi dopo qualche anno sono indecenti perchè nemmeno quelli più lavorati.
                          Creare una filiera (locale) per l'utilizzo della biomassa, dal punto di vista dell'ecosistema boschivo, fa solo bene, e ne guadagnano il territorio e il paesaggio.
                          Ed inoltre ne guadagna l'economia locale, e non è una cosa da poco.
                          Ovviamente devono essere delle centrali (con annesso teleriscaldamento) di medie dimensioni, con filtri antiparticolato di nuova concezione e localizzate in zone idonee.
                          Belluno - Impianto 2.76 kWp - SMA Sunny Boy 3000 TL-20 - 12 SolarWorld 230 Wp - Azimut -70° sud - tilt 23°
                          06.04.2011 - 31.12.2012 - produzione 6.026 kWh

                          Commenta


                          • #14
                            Infatti, qua in Emilia Romagna localizzano le centrali a biomasse.... in pianura! Così ci saranno flussi continui di camion a trasportare le biomasse su e giu! Sarà sostenibile?
                            Impianto: 18.80kw n.80 Schüco 235w - n.2 SMA Sunny Tripower 8000TL -Azimuth +29°/-151° Tilt 9° in funzione dal 23-08-2012 l mio impianto su rendimento-solare.eu
                            In casa: stufa a legna autoprodotta + impianto tradizionale + n.2 pdc aria-aria Airwell 7000BTU classe A - misuratore di potenze istantanee Wattson Solar Plus - ACS: pdc aria-acqua Ariston Nuos Evo 110

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da everywhere Visualizza il messaggio
                              condivido anche se alla base di tutto c'è che la questione che 7 miliardi di abitanti sono forse già troppi per l'attuale sistema energivoro ... quindi o si riduce la quota pro capite di fabbisogno o si riducono gli abitanti del pianeta. Secondo te qual'è la strada più breve e quale quella più giusta ?
                              La strada e' gia' presa , dove ci sono risorse si va e si porta la pace (eterna) dove non ci sono risorse (Africa) si lasciano ad azzannarsi da se......

                              Caro mshell che cavolo vuoi dire con i boschi si sono espansi in maniera esagerata ?!?! E' la natura che fa' il suo corso , gli alberi ci sono da 1mld di anni prima di noi circa , non mi venire a prendere in giro col si deve eliminare gli alberi , si devono eliminare gli animali perche' intralciano il progresso ecc....
                              E menomale che nel forum siamo tutti ecologisti .... non dico piu' niente......
                              AUTO BANNATO

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                                Caro mshell che cavolo vuoi dire con i boschi si sono espansi in maniera esagerata ?!?!
                                E menomale che nel forum siamo tutti ecologisti .... non dico piu' niente......
                                Curare l'espansione del bosco , togliendo gli alberi morti o con una crescita che va a danneggiare gli altri e gestendoli quindi con la pratica della cogenerazione, rendendola remunerativa economicamente ed energeticamente, è un modo di salvaguardare la natura, e gli stessi abitanti della montagna.
                                Lo fanno anche in Germania , c'è una puntata di Report che lo spiega.
                                Il problema in Italia è che si inizierebbe col tirar giù gli alberi sani e forti, invece di "pulire" il bosco. Costa meno fatica e - soprattutto - chi controlla ?
                                Sul forum saremmo anche tutti ecologisti , ma c'è chi ragiona sul breve e chi sul lungo periodo.

                                Commenta


                                • #17
                                  Quante XXXXXXXXXX sui boschi. La natura ha sempre fatto il suo corso, se poi il bosco non ti piace e preferisci un brullo pascolo ***** tuoi.
                                  Perché sempre e sempre giustificare l'intervento sulla natura come "propedeutico" per la natura quando invece esprime solo una legittima/illegittima (a voi il verdetto) invasione di campo?
                                  Diamo il nome alle cose, ma non prendiamoci in giro, il bosco c'era e ci sarà, prima e dopo di noi, cmq e qualunque "schifezza" noi combiniamo.
                                  Solo che nel nostro piccolo tempo su questo pianeta, se lo riduciamo ad un letamaio e lo riempiamo di spazzatura, non riusciamo a godercelo.
                                  Ma la natura si rigenera, perché vige sempre il solito ed inequivocabile principio che nulla si distrugge, ma tutto si trasforma.
                                  In emilia romagna, gli apicoltori stanno scendendo sul piede di guerra, le centrali a biomasse, oltre a non essere salubri (possono sempre bruciare una piccola percentuale di CDR), sono un male per gli agricoltori, convinti dalle associazioni di categoria a coltivare colture "idiote" atte solo a fungere da carburante per le centrali, che alla fine dovranno importare una enorme quantità di legname da chissà dove, aumentando il trasporto su gomma ed il traffico di mezzi pesanti, mandando in fumo tutto quello per cui probabilmente erano stati pensati, la delocalizzazione di produzione energetica e la sostenibilità ambientale.
                                  Tutti e due i presupposti vanno a farsi benedire perché l'inquinamento prodotto per il trasporto del carburante (biomasse) sarà enorme a danno delle popolazioni locali e degli ecosistemi locali.
                                  Ultima modifica di rob74; 30-03-2012, 13:05.
                                  Il mio primo impianto FTV online
                                  dalle 06:00 alle 22:00
                                  Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                  Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                  Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                                  Commenta


                                  • #18
                                    dish,
                                    qui non parliamo di biomasse, spostate questa interessante discussione sulla sezione giusta? così lì magari ti chiedo da dove ricavi che si può bruciare CDR?

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Scusa, ti voglio bene fra, come si dice dalle tue parti, ma ne hai parlato tu appena sopra
                                      Poi per dirla tutta ho avuto tra le mani qualche autorizzazione di centrali a biomasse, sai, le ostacolo come e quando posso, soprattutto quelle senza la minima parvenza di auto-sostenibilità.
                                      Ed in tutte, si poteva arrivare anche al 20% di CDR (assimilato alle biomasse), almeno era così sino al 2010, data ultima di ana richiesta di autorizzazione che ho visto, ma che non posso postare, per ovvi motivi. Ti tocca credermi sulla parola. :-)
                                      Cmq, se sposti non ci sono problemi, effettivamente il discorso è O.T., anche se questo nuovo conto energia è dettato da ENEL (come alcuni dei precedenti, di qui la continuità con il governo precedente, almeno nelle amicizie) e quindi contrario a ftv/eolico che lasciano spente le sue turbogas, turbocarbonepulitodellaminchia, ecc, ecc.
                                      Il mio primo impianto FTV online
                                      dalle 06:00 alle 22:00
                                      Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                      Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                      Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                                      Commenta


                                      • #20
                                        hai ragione, ho toccato per primo il tema ed ho sbagliato. chiedo scusa, ma non continuiamo a parlare solo di questo. Anche se è interessante e avrei da dire. Possiamo cercare di aprire una discussione sugli altri decreti.
                                        c'è una difficoltà: il forum è organizzato per tecnologie e quelli le toccano tutte. quindi sarebbe dispersiva. poi le sottocategorie di quelle sezioni sono troppo per categorie tecniche o tecnologie, manca una categoria generale o normativa come questa.
                                        magari pongo la cosa ad un amministratore, vediamo.
                                        si potrebbe fare in questa sezione (ombra, non si vede dal menù "forum"): Discussioni sui MASSIMI SISTEMI del mondo ENERGETICO

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da abusnador Visualizza il messaggio
                                          Curare l'espansione del bosco , togliendo gli alberi morti o con una crescita che va a danneggiare gli altri e gestendoli
                                          Infatti per milioni di anni si sono espansi , i boschi , perche' c'era un ominide con la motosega apposta... ma trovate argomenti coerenti.....
                                          AUTO BANNATO

                                          Commenta


                                          • #22
                                            spider, amico mio, esiste tutta una disciplina forestale che dice quello che sostiene abusnador. poi, certo, è una disciplina umana. dunque antropocentrica. Oltre tutto quel che dice ha un nome semplice: agricoltura. Tra l'altro la gestione forestale precede l'agricoltura storicamente, non la segue.
                                            Più in generale io capisco, ma non concordo. ho appena finito di leggere Bioeconomia di Nicholas Georgescu-Roegen e non mi ha molto convinto. Sarà anche vero che "per comprendere la condizione ed il comportamento dell'uomo moderno, [sia fondamentale] il concetto di angoscia. La paura della morte e la rottura di un rapporto armonico con Dio e con l'universo (la natura e gli animali innanzi tutto..."(p.48) ma io preferisco essere angosciato per la morte inevitabile che incapsulato in una società gerarchica teocentrica cui il testo fa riferimento. (l'autore citato è un teologo). Inoltre non condivido la visione pessimista circa l'inevitabilità del degrado presentato come legge di natura (tramite, cioè, una lettura della teoria fisica della termodinamica come se fosse un fatto di natura e non una teoria umana). da notare che in più punti il nostro cita proprio le rinnovabili come possibile via di uscita dal dilemma (ma le giudica irraggiungibili. es biocarburanti a pag. 78 e fotovoltaico a pag. 221).

                                            Dunque questo ominide, pur avendo paura della morte (anzi proprio per questo), dice che ha diritto ad esistere e ad operare nel mondo. Io non sono per il suicidio, nè come operatore economico, nè come individuo, nè come specie. Se a Dio ciò non piace me ne farò una ragione
                                            Ultima modifica di alvisal61; 30-03-2012, 19:51.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Dove hanno fatto il deserto, ora lo chiamano pace (Tacito)

                                              Comunque l'agricoltura e' una cosa , e la deforestazione e' un'altra , andiamo avanti con questo concetto , diversi animali li abbiamo estinti ,la fauna marina quasi , continuiamo cosi'......
                                              AUTO BANNATO

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                                                Infatti per milioni di anni si sono espansi , i boschi , perche' c'era un ominide con la motosega apposta... ma trovate argomenti coerenti.....
                                                Visto il tenore delle risposte, che mi hanno profondamente toccato, chiedo formalmente ai Sig. Dish e Spider di farmi entrare nella loro congrega dedita alla raccolta di bacche e alla caccia, ovviamente solo per il sostentamento mio e dei miei familiari. Vi prego di inviarmi il manuale autografato di Bear Gryll , per districarmi in questa nuova fantastica vita.
                                                Saluti e baci

                                                P.s. Altrimenti potremmo fare come il sommo maestro
                                                http://www.energeticambiente.it/decr...ella-vita.html

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da abusnador Visualizza il messaggio
                                                  Visto il tenore delle risposte, che mi hanno profondamente toccato,
                                                  Spero che ti mettano una centrale a biomassa sotto casa , cosi'potrai essere contento di partecipare al tuo tenore di vita.....
                                                  AUTO BANNATO

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    spider, ma tu sai quante ne hai? io qualche centinaio, dato che abito al centro di una città da 1.000.000 di abitanti dive ci saranno almeno 200.000 caldaie, almeno 10.000 tra forni e altri punti di emissione termici, ogni giorno 7-800.000 automobili, di cui ca. 200.000 passano su una strada che è a meno di 1 km di distanza, ....
                                                    non drammatizzare in questo modo, verifica i numeri.

                                                    poi il meno è sempre meglio del più (sulle cose che possono fare male), ma non pensare che un centrale a carbone (quelle che stiamo spegnendo facendo arrabbiare così tanto ENEL) inquini solo sotto casa. Ho un bellissimo video dell'ISPRA (rilasciato ad un convegno dell'ISSI sui microinquinanti) che mostra come le centrali vicino venezia producano una scia di microinquinanti (polveri sottili) che arriva fino a Salerno (in favore di vento) o fino in Francia quando gira da un'altra parte. Proviamo a spegnerle? con il giusto mix di rinnovabili (sostenibile ambientalmente, ma anche socialmente ed economicamente?)

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Scusatemi, faccio un passo indietro.
                                                      Una domanda in merito alla bozza:
                                                      leggo che per gli impianti eolico offshore il contingente annuale è pari a 0 MW. Questo significa che per il momento tali tipi di impianti non saranno incentivati?

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        ho letto anche io, ma non capisco la fonte. credo sia un errore del giornalista. aspettiamo le bozze ufficiali che è meglio.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          A leggere la bozza del decreto mi verrebbe da dare l'addio alle rinnovabili.

                                                          Biomasse solide e bioliquidi 22MW / anno ... sembrano pochi visto il fermento che sta dietro questo settore.

                                                          ma che speranza ha un nuovo impianto di accedere agli incentivi?

                                                          Per non parlar poi dello sbilanciamento sull' eolico ...

                                                          - < 5MWe : Onshore 50MW || Offshore 0MW
                                                          - > 5MWe : Onshore 500MW || Offshore 650MW

                                                          Non so voi ... ma a me sembra che sia ben creata ad hoc per i grandi parchi, di grandi player ... pagati da noi

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Vero, fatte ad ok per le grandi SPA.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR