annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

DM 6 Luglio 2012 - FER-E non fotovoltaiche

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • DM 6 Luglio 2012 - FER-E non fotovoltaiche

    Se a qualcuno interessa il DM 6/7/2012, facevo notare in un'altra discussione che il DM si esaurisce al raggiungimento del costo cumulato di 5,8 miliardi di € (costo cumulato di CIP6, certificati verdi, tariffe omnicomprensive, registri, aste, e tante cose al di fuori del DM 6/7/2012)

    Dal 31 dicembre 2013 al 31 gennaio 2014 siamo passati da 4,558 miliardi a 5,03 miliardi.

    Qualcuno sa come interpretare questo balzo straordinario?

  • #2
    emanuele, provo ad indovinare:

    1) i dati di dicembre 2013 non erano aggiornati
    2) se i dati degli impianti a registro ed aste FER erano stati già contabilizzati allora si stanno connettendo un mare di impianti ad accesso diretto : biomassa fino a 200 kW, biogas fino a 100 kW , eolico 60 kW.

    di eolico da 60 kW ne sono state installate 166 nel 2013, pochissime, non credo che di biomasse e biogas se ne stiano facendo altrettanti quindi sarei più per la 1)
    Non potrete mai avere un impianto che sia allo stesso tempo bello, performante, affidabile e che costi poco

    Commenta


    • #3
      Ciao Menekken, i dati di dicembre 2013 è strano che non fossero aggiornati, perchè erano in linea con tutti quelli dei mesi precedenti, il contatore saliva di pochissimo mensilmente, vuoi dire che il GSE ha sempre sbagliato (sottostimato) il contatore per tutto l'anno, dando sempre numeri sbagliati? (dicembre 2012, gennaio 2013, febbraio, marzo, settembre, ottobre, novembre e dicembre 2013).
      Per quanto riguarda il punto 2, gli impianti a registro, aste e impianti ad accesso diretto incentivati con il DM 6/07/2012 hanno aumentato di pochissimo il contatore. Ciò che ha aumentato il contatore sono impianti al di fuori del DM 6/07/2012.
      Grazie comunque per averci provato

      Commenta


      • #4
        Ho avuto risposta ufficiale dal GSE. Come al solito la verità è sempre ben celata nei meandri del decreto.
        Pagina 9, definizione ac) "costo indicativo cumulato degli incentivi".

        La risposta al nostro dubbio è tutta li ed ovviamente interamente a carico del GSE la parametrizzazione del tutto, rendendo il contatore praticamente un mistero per i comuni mortali.

        Dal 31-12-13 al 01-01-2014 è cambiata la stima "futura" degli incentivi (costo annuo)
        Il costo dei CV in aumento ed il prezzo zonale medio annuo al ribasso fanno si che si siano mangiati 450 milioni in un giorno. In realtà è una stima futura, ma poco cambia. Il contatore è aumentato in modo "congenito".

        La sapevate questa? è bellissima vero?

        cosa fare per il futuro? ovvio:
        1) fare la macuba e sperare che il prezzo dei CV cali........
        2) fare la macuba e sperare che il prezzo zonale medio dell'energia aumenti......

        se ciò non dovesse accadere, a gennaio 2015 ci sarà un altro bel salto!
        Non potrete mai avere un impianto che sia allo stesso tempo bello, performante, affidabile e che costi poco

        Commenta


        • #5
          Molto bravo! Grazie!

          Commenta


          • #6
            Invece sta avvenendo l'esatto contrario (CV alti e Prezzi bassi)

            Commenta


            • #7
              energiecomuni, forse non hai ben compreso cosa rappresenta per il GSE il concetto di "incentivo". E' un punto di vistadifferente da quello del soggetto responsabile.

              Per lo Stato Italiano e per il GSE l'incentivo, semplificando al massimo, è la differenza fra quanto il GSE dà ai soggetti responsabili ed il prezzo dell'energia.

              per chi ha il contratto con i CV + RID è evidente che l'incentivo è tutto nel CV
              per chi ha tariffa onnicomprensiva tipo 0,3 euro/kwh x 15 anni o 0,26 x 20 anni ad esempio è evidente che anche se il soggetto responsabile incamera sempre la stessa cifra a quota fissa, se il prezzo dell'energia cala (e ti assicuro che è calato.........nonostante le bollette siano salate.....) l'incentivo che sta dando il GSE è più alto ovvero sta strapagando l'energia che acquista dal soggetto responsabile.

              spero di esser stato chiaro.
              Non potrete mai avere un impianto che sia allo stesso tempo bello, performante, affidabile e che costi poco

              Commenta


              • #8
                sei stato molto chiaro.
                infatti la mia era un'amara constatazione di come si stiano evolvendo i mercati di CV ed Energia.
                se la somma di CV+Energia è quella che mi da i ricavi annui, preferirei anch'io che la componente predominante fosse quella di cessione energia piuttosto che di incentivo (CV), mentre al momento ci troviamo con CV verso i 95 euro/MWh e PMZ (zona Nord) sotto i 50 euro/MWh.
                come giustamente fai osservare tu, questa situazione è un aggravio non da poco per il "Contatore Incentivi"

                Commenta


                • #9
                  salve,
                  secondo voi per quale data approssimativamente è stimabile l'esaurimento dei fondi disponibili sulla base dell'andamento del contatore?
                  grazie anticipatamente

                  Commenta


                  • #10
                    gennaio 2015? ma chiediamo ai chi ha capito molto piu' di me....

                    Commenta


                    • #11
                      Qui parlano di inizio 2015
                      Rinnovabili elettriche, incentivi agli sgoccioli?

                      Commenta


                      • #12
                        Uno dei vari problemi è che appena si raggiungono i 5,8 miliardi, non è previsto un periodo di "riserva" entro cui poter allacciare ed inviare la richiesta di incentivo, come per il 4° o 5° conto energia... Quindi ad oggi, se qualcuno vuole fare un impianto non soggetto a registro, deve autorizzarlo (6 mesi?), approvvigionarsi dei materiali (6 mesi?), installarlo (3 mesi?), ed accenderlo (1 mese?), sperando che intanto il contatore non arrivi ai fatidici 5,8 miliardi....
                        Che bel decreto... complimenti a quei geni che l'hanno scritto!

                        Commenta


                        • #13
                          Il bello e' che centinaia e centinaia di milioni di incentivi vengono sottratti anno per anno in modo virtuale da aste e registri.Fra biogas, biomasse ed eolico ad aste e registri se se ne porta in allaccio solo il 30% e' grasso che cola. E' lo stesso problema del V conto. I 6,7 mld sono stati raggiunti virtualmente con centinaia e centinaia di impianti mai realizzati.Ragazzi e' tutto studiato a regola d'arte.....
                          Non potrete mai avere un impianto che sia allo stesso tempo bello, performante, affidabile e che costi poco

                          Commenta


                          • #14
                            Esatto. Studiato alla perfezione, firmato da Clini (agli arresti domiciliai) e Passera (lui no, per ora). E quando si tratta di mettere la "X" decisiva ci rin********amo, e come pecore seguiamo il gregge passato e ripassato.

                            Commenta


                            • #15
                              Vado per un attimo OT:

                              Ma di tutti gli incentivi previsti per gli impianti a registro di fotovoltaico, ma anche di qualunque altra fonte rinnovabile, che non possono essere realizzati o non lo saranno mai, che si fa???

                              Commenta


                              • #16
                                nulla. Non saranno mai spesi e non saranno reimmessi in circolo.Finisce tutto.
                                Non potrete mai avere un impianto che sia allo stesso tempo bello, performante, affidabile e che costi poco

                                Commenta


                                • #17
                                  il contatore Quinto CE non è aggiornato dalla fine del Conto, meta 2013....segna che mancano 98 mio di euro di impainti pari a 1,1 gigaw, ma secondo me si sono man mano collegati..non dico al 100%..ma molti...infatti il contatore di Atlasole non ha smesso di salire, ad un ritmo di circa 0,1 gigaw al mese, quindi in 12 mesi dovrebbe aver fatto quel che era a registro.
                                  Come fati a dire che ci sono incetivi "stanziati" e non spesi?
                                  Che poi..tecnicamente..non è che erano soldi pubblici stanzaiti e non spesi, per cui riallocabili..perche col CE prima si spendeva e poi oi pagatori di bollette, attraverso il GSE, restituiamo l'equivalente (con gli interessi) a chi ha investio.

                                  Infine...tutti gli incentivi, FV e non, erano fianlizzati ad arrivare ad una produzione FER di 100 Terawh nel 2020..quantita gia abbondantemente superata ora...e che avrebbe dato l'obiettivo del 26% nel 2020, ipotizando una certa crescita di cnsumi, che non sta avvenendo causa crisi e miglioramento energetico..per cui probabilmente anche a termine (2020) obiettivo sarà largamente superato.

                                  Per cui forse ua pausa di riflessione serve..che non vuol dire fermare le rinnovabili..se ci sono progetti che localmente hanno la parita con i costi energetici attuali, in autocosnumo o scambio ad esempio, si pososno sempre fare...si fermeranno i progetti in pura immissione basati si incentivi, e forse non è male..
                                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                  Commenta


                                  • #18
                                    @marcober:

                                    Se ragioniamo in termini di "obiettivi da raggiungere" è chiaro che nell'epoca del capitalismo, ogni cosa che si intende fare diventa per forza di cose un businness per pochi eletti (Multinazionali con alle Spalle Grossi Investitori Bancari...). Gli obiettivi per le rinnovabili (e il fotovoltaico in tal caso...) non rappresentano altro che un punto di arrivo del MIX di produzione di energia elettrica che è fissato a priori dall'uomo sempre per lasciare grosso margine a petrolio e derivati, e ad altre fonti e metodi di Incentivazione (Vedi CIP6...);
                                    Ritengo dunque che aldilà del businness e degli obiettivi umano-economici , non ci sia di meglio che produrre l'energia con il Sole, Il Vento, e l'acqua, integrando magari con Gas, Petrolio e Rifiuti ma facendo divenire comunque queste ultime le alternative...

                                    Per quanto concerne la mia domanda di cui sopra, in riferimento ai vecchi Registri A, B o C del IV Conto Energia ad esempio, se non vado errato credo che la semplice iscrizione al registro, "prenotava" la capacità economica...Dunque se questo ipotetico impianto NON verrà realizzato, cosa accade con quell'impegno di spesa a registro?

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Semplice, quel costo annuo non diventa effettivo, rimane solo una previsione di spesa massima (che non si raggiungerà mai finchè non faranno nuovi decreti per FV), e non va ad aumentare la componente A3 delle bollette.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        si oero ad esempio..gli impianti che fodono della TO..hanno un peso di incentivo pari ala TO MENO il valore del Kwh venduto dal GSE..quindi ora che cala il PUN, il peso incentivo in A3 CRESCE..quindi non è affatto detto che non si superi il tetto previsto..anzi...

                                        Poi MAlo..ovvio tutti vorremmo avere solo FV..ma se qusto significa non mangiare piu..io metto un limite e mangio.(estremizzo, ma se poi la gente non paga le bollette er mangiare...mica tanto estremizzo..e la morosita elettrica è schizzzata..)
                                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Marcober, i MW incentivati in TO sono un piccola parte dei MW iscritti ai registri. Oltrettutto il 4° C.E. era molto più generoso. Quindi l'aumento di costo degli impianti in TO dovuto al calo del PUN è sicuramente mooooolto inferiore al costo di tutti gli impianti a registro non realizzati.
                                          Poi dovremmo mettere in conto tutti gli impianti a cui è stato revocato l'incentivo a seguito di controlli, si parla di qualche centinaio di MW.
                                          Ritengo inammissibile che l'AEEG non obblighi il GSE a tenere aggiornato il contatore.
                                          E' plausibile che ad oggi il contatore potrebbe essere a 800-1000 milioni in meno... ovvero un sesto conto energia che, se studiato bene, potrebbe durare anche 2-3 anni, incentivando impianti solo su copertura e solo fino a 200 kW con 6-10 cent di incentivo in base alla taglia e premio per smaltimento amianto.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originariamente inviato da emanuele.c Visualizza il messaggio
                                            E' plausibile che ad oggi il contatore potrebbe essere a 800-1000 milioni in meno....
                                            come fai passare da 98 mio A REGISTRO a fine CE...a 900 mio di NON REALIZZATO/REVOCATO?
                                            siccome da fine CE il contatore ATLASOLE non ha mai smesso di aggiungere potenza..anzi da Luglio 2013 ad oggi ha messo 600 Megawp su 1.110 che era a registro..quindi dei 98 mio che mancavano potrebbero mancarne 44...non mi tornano le tue stime.

                                            al contrario, nel quinto CE ci sono 2 Giga..se il 70% è un TO (il resto in TP)..allora abbiamo 1750 Gwh di energia..se perdiamo 20 euro al mega sul mercato (cosa gia avvenuta)..sono 35 mio di incentivi che aumentano..come vedi i numeri sono simili..quindi quello che dico è verosimile..
                                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Marcober, consideravo uno zero di troppo, hai pienamente ragione tu!

                                              A questo punto la partita se la gioca il "revocato", chissà se lo sapremo mai..

                                              Il 24 ott 2012 il GSE pubblicava nelle news un rapporto sui controlli, ecco alcune parti:

                                              L’attività di verifica svolta dal GSE nel corso del 2011 e nei primi 9 mesi del 2012 ha portato alla realizzazione di oltre 315.000 verifiche documentali e circa 3.500 sopralluoghi. Tali attività hanno consentito di rilevare un significativo numero di impianti che presentavano difformità di vario genere e, conseguentemente, di adottare: 8.593 provvedimenti di diniego delle tariffe incentivanti o riconoscimento delle stesse in misura inferiore; in caso di dichiarazioni false e mendaci, 84 provvedimenti decadenziali/interdittivi per gli impianti e i relativi Soggetti Responsabili, ai sensi degli articoli 23 e 43 del D.Lgs. 28/2011.

                                              Ed ecco la tabella allegata, 2.176+1.352= 3.528 milioni di € di costo annuo evitato (tre miliardi e mezzo....). Chissà se il contatore li comprende... io dico di no, voi che dite?
                                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   2014_06_04 screenshot 002.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 241.7 KB 
ID: 1944887

                                              Commenta


                                              • #24
                                                @emanuele c.

                                                Mi trovo in pieno accordo con te...
                                                Una delle mosse per rilanciare il Fotovoltaico, ma soprattutto chi lavora nel settore come noi ormai da anni, potrebbe essere appunto quella di premiare l'energia prodotta dal sole con un prezzo premio di 0,10 €/kWh, fino ad esaurimento fondi, con i numeri di questi impianti che oramai non saranno più realizzati;
                                                E appunto Emanuele c. mi trovo in piena sintonia con te quando appunto parli di premiare quelle installazioni particolari (smaltimento amianto, usi prettamente domestico-residenziale, ecc.); Mi parrebbe una Politica più onesta e sincera invece che prendere per il c..o la gente con 80€ in più in busta e 150 tasse in più sulla casa...

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Na Emanuele..sei fuori strada...sono verifiche del GSe fatte finbo al 9/2012 e quindi i soldi liberarti sono stati levati dal contatore a CE ancora attivo (fine luglio 2013) e quindi sono soldi liberati che altri hanno usato..

                                                  Dovresti quini vedere SOLO i controlli fatti da Luglio 2013 in poi, che hanno cioè liberato fondi non piu usati..saranno pochissimi..perche come vedi dala tabella 2 mld erano stati levati dal registro del quarto, per titoli abilitativi non conformi o altro, cosa che ormai NON puopiu accadere, se non nel (teorico) limite di 98 mio ancora "pendenti" del Quinto CE, che poi inrealta al netto di Atlasole sono 45..che come abbiamo detto soo stati "occupati" dal calo PUN e TO fissa..insomma, non c'è trippa
                                                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Mah... non lo so se sono stati liberati dal contatore...
                                                    E comunque sono curioso di vedere il prossimo rapporto, se ci sarà mai, su tutti i controlli di impianti incentivati.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Che io ricordi il contatore "Conto Energia" l'anno scorso lo monitoravo meglio di casa mia, ed è andato sempre aumentando, tranne una volta sola che tornato indietro di 100mil. se non erro per altri motivi....

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Melo...ripeto..i 2 mld del "controllo registri quarto CE2 di quello specchietto NON significa che li hanno STORNATI dal contatore..perche nel contatore NON ci sono finiti.
                                                        Cioè..quandoi è stato fatto il registro...il GSE ha fatto controllo DOCUMENTALE (vedi tabella) e ha levato da graduatoria chi non aveva diritto, lasciando chi era OK..che ESUBERAVA il masmale del registro..per cui c'era anchhe gente ok esclusa.
                                                        per questo sul Contatore è finita la cifra PARI al massimale del registro...ed era gia "pulita".
                                                        Poi magari 100 mio di quel registro non sono andata a buon fine..ma siccome nel quarto CE NON esistema manco il limite di 5,8..non ha nemmeno senso aprlare del raggiungimento dei 5,8..limite fisssato col quinto.

                                                        Ora...del quinto non abbiamo contezza del registro..o meglio..mancano conferme su 98 mio...potrebbero essere tutti NON realizzati? SI..ma allora come mai ATLASOLE è salito da luglio 2012 a oggi di 600 Mega ..semplice..sono qelli alalcciati man mano di questo registro...

                                                        potrebbero mancare 500 mega (45 mio)..ma su 12 mld francamente....e poi esiste il discorso aumento oneri per calo PUN che dicevo..che pareggia tale EVENTUALE liberazione di impegni (non di fondi)
                                                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          connessione turbine 60kw per inventivo dm6luglio

                                                          salve a tutti....
                                                          vorrei porre un quesito,
                                                          siamo in possesso di una tica da 420kw fonte eolica, è divisa in 7 impianti con 7 POD ognuno con Pnom 60kw.
                                                          per non avere problemi in fase di richiesta incentivo (mantenere in pratica i 60 kw per accesso diretto) mi consigliate qualche accortezza da avere?
                                                          credo di utilizzare 1 contatore per ogni pala, e far capo ad 1 unica cabina bt/mt così come riportato nel preventivo (tica).
                                                          potrei aver problemi dopo?...come gestire poi gaudi?

                                                          graziee in antipipo...
                                                          attendo consigli

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            http://www.gse.it/it/salastampa/news...ugno-2014.aspx

                                                            Al 30 giugno 2014 siamo a 5,067 miliardi di euro.

                                                            Praticamente, rispetto al 31 gennaio (5,03) non ci siamo mossi di un pelo...

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR