annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Incidente Nucleare in corso in Europa fonte ignota

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Incidente Nucleare in corso in Europa fonte ignota

    Incidente nucleare in corso? In Europa riscontrati "bassi livelli" di Iodio 131 | Blogeko.it
    1° 20 Kwp trinasolar, 3 sma 7000tl, tilt 25°, azimut 9° (in TOP 20 su 12mila impianti europei)
    2° 10 Kwp qixin solar, sma 12000tl, tilt 20°, azimut -105° e -15°
    3° 2 Kwp isola, mppsolar PIP3024GK, 2 batterie Haze 230Ah
    -----> noi amiamo il sole 365 giorni all'anno <-----

  • #2
    Low Levels of Iodine Detected in Europe

    Questo è il comunicato ufficiale

    http://www.ilcapoluogo.com/News/Attualita/Radioattivita-in-Europa-si-teme-una-fuga-in-Slovenia-a-Krsko-70042

    N
    e parlano anche qui
    Ultima modifica di snapdozier; 17-11-2011, 00:53.
    :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
    (Albert Einstein):preoccupato:

    Commenta


    • #3
      Azz l'emissione c'è stata dall'8 settembre fino al 16 novembre e non c'e' stata nessuna comunicazione ufficiale, solo oggi si e' materializzato uno scarno bollettino!

      La nuvola radioattiva? Da Budapest | Positivo & negativo
      1° 20 Kwp trinasolar, 3 sma 7000tl, tilt 25°, azimut 9° (in TOP 20 su 12mila impianti europei)
      2° 10 Kwp qixin solar, sma 12000tl, tilt 20°, azimut -105° e -15°
      3° 2 Kwp isola, mppsolar PIP3024GK, 2 batterie Haze 230Ah
      -----> noi amiamo il sole 365 giorni all'anno <-----

      Commenta


      • #4
        ET VOILA'
        OAH
        oppure...
        Source of Iodine-131 in Europe Identified

        quindi fuga da laboratorio SEMBRA...sta di fatto che come SEMPRE si minimizza...
        tanto te ne puoi beccare 2400 ?Sv l'anno di fondo naturale...
        certo che ...aggiungici na centrale che rilascia di qua...un laboratorio che rilascia di la...
        gente senza scrupoli che sversa di li...che bizzarra "natura" quella umana...
        mah...è proprio il caso di dire...ai posteri l'ardua sentenza..

        ci si aggiorna..
        gnorri..
        Ultima modifica di IGNORANTE...MA COSCENTE; 19-11-2011, 14:57.
        apparenza non è sinonimo di appartenenza..
        eppur ancora non si crede al PIETR-olio...gnorri

        NO AL NUCLEARE PERCHE' NE CONOSCO I COSTI ED I PROBLEMI TECNICI...
        ED INOLTRE NON POSSO IPOTECARE IL FUTURO DI CHI OGGI NON PUO' SCEGLIERE..

        Commenta


        • #5
          Quindi, si tratta di una dose 240.000 volte inferiore al fondo annuo naturale? Circa 50.000 volte inferiore a quella che si prende in un volo Londra-New York, 2700 volte inferiore a quella di una gita a Ceresole in una giornata di sole, e dieci volte più piccola di quella che si assorbe in una sola ora di sci a Cervinia? Siamo ai limiti della rilevazione strumentale, è già tanto che siano riusciti a vederla...
          Ultima modifica di livingreen; 20-11-2011, 01:22.

          Commenta


          • #6
            Il problema non è la quantità il problema è il fatto che nessuno si era assunto la responsabilità dopo il comunicato ufficiale dell'AIEA.
            :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
            (Albert Einstein):preoccupato:

            Commenta


            • #7
              ...ma vista la quantità, magari non se ne sono neppure accorti.

              Commenta


              • #8
                Si vede che hanno sistemi di monitoraggio decisamente insufficienti e questo preoccupa non poco.
                :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
                (Albert Einstein):preoccupato:

                Commenta


                • #9
                  I sistemi per individuare emissioni così piccole e di centinaia di volte inferiori al valore di fondo ce li hanno in pochi. Del resto, poco importa: emissioni quasi insignificanti per quantità ed attività hanno pericolosità zero.

                  Commenta


                  • #10
                    Questa è un'affermazione gratuita e smentita da tutti gli studi e da tutti gli IRP del mondo. La soglia nelle radiazioni non esiste. Se pi l'AIEA rileva a qualche migliaio di km un aumento della radioattività di un isotopo particolare come lo Iodio 131 che ha un'emivita di 8 gg. vuol dire che la fuga ha avuto sicuramente una quantità importante che poi si è diluita.
                    :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
                    (Albert Einstein):preoccupato:

                    Commenta


                    • #11
                      Sembra che hanno trovato l'origine (almeno una).
                      Sono d'accordo conl'ultima frase dell'articolo....
                      Roy
                      Viene dall'Ungheria lo iodio radioattivo 131 trovato nell'aria di mezza Europa
                      Essere realisti e fare l'impossibile

                      Commenta


                      • #12
                        Questa è un'affermazione gratuita e smentita da tutti gli studi e da tutti gli IRP del mondo.La soglia nelle radiazioni non esiste
                        Bene, allora pubblica questi studi, se ci sono....

                        Io mi accontento del fatto che da nessuna parte, nessun ICRP ha mai detto una cosa del genere, anzi: tutti insistono sul fatto che è una teoria senza fondamento.

                        "L’U.S National Council on Radiation Protection and Measurements (NCRP) affermò, nella pubblicazione NCRP No. 121 del 1995, " Pochi studi sperimentali e nessuno sugli esseri umani vanno a sostegno della teoria LNT", e nella NCRP No.136 del 2001, "E' importante notare che il tasso di cancro misurato nella maggior parte della popolazione esposta a basse dosi di radiazioni non è in aumento e in molti casi appare in diminuzione". "

                        Ci sono centinaia e centinaia di studi che ne hanno dimostrato l'inconsistenza, e NESSUNO che la confermi. Del resto, da molto tempo la comunità scientifica è ormai orientata alla teoria dell'ormesi, di cui esistono sempre più studi, correlazioni e conferme.

                        Poi, che PER UN PRINCIPIO DI PRECAUZIONE e per tranquillizzare le popolazioni, si usi comunque un principio già ampiamente invalidato, è solo un fatto politico: del resto, perchè no? L'idea di ridurre comunque il livello di radiazioni di origine antropica è di sicuro desiderabile da tutti.

                        Quanto al discorso sulle quantità di iodio, mi sembra che esista una sola cosa su cui le stazioni di rilevamento sono state d'accordo, e cioè sul fatto che è stata insignificante.
                        Ultima modifica di livingreen; 21-11-2011, 21:24.

                        Commenta


                        • #13
                          Non devo pubblicarli io, li hanno già pubblicati. Perché non sei andato a Fukushima a risolvere il problema. Non hanno idea di come fare e hanno una fortissima necessità di esperti intemerati che entrino nelle centrali e sistemino un po' le cose. Tu mi sembri particolarmente motivato. Fai vedere che le radiazioni ti fanno un baffo, sii coerente.
                          :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
                          (Albert Einstein):preoccupato:

                          Commenta


                          • #14
                            Beh a me le radiazioni fanno un baffo, basta sapere come difendersi.

                            E che non sapessero effettivamente cosa fare e' pero' vero:
                            http://www.jaif.or.jp/english/news_i...321590034P.pdf
                            I manuali per cosa fare in caso di incidente sono stati giudicati alquanto lacunosi.

                            Tutto il resto e' falso o pilotato, Fukushima e' perfettamente sotto controllo (non lo era), la radiazione e' stata ridotta al minimo, gli edifici hanno ora una copertura che blocca emissioni incontrollate o accidentali.
                            Basta cercare bene con Google non scordando di omettere disastro, cosi' : fukushima -disaster
                            E' preoccupante il ritardo nell'identificazione della sorgente di I 131, sti ungheresi. Anche la radiazione solare in Agosto dopo un giorno al mare, anzi, questo I qualche milione di volte meno.
                            Ultima modifica di Elektron; 22-11-2011, 12:47.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Elektron Visualizza il messaggio

                              Tutto il resto e' falso o pilotato, Fukushima e' perfettamente sotto controllo (non lo era), la radiazione e' stata ridotta al minimo, gli edifici hanno ora una copertura che blocca emissioni incontrollate o accidentali.
                              E' stata ridotta al minimo rispetto a quale massimo? Gli edifici hanno ora una copertura? di cosa? Cosa Blocca? emissioni accidentali. La tua ironia è molto simpatica, ma qualche sprovveduto potrebbe prenderti sul serio...
                              :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
                              (Albert Einstein):preoccupato:

                              Commenta


                              • #16
                                Mi sa che l'unico sprovveduto qui ....
                                La vera storia di Fukushima e' qui Fukushima Accident 2011

                                Notare che cominciano cosi'
                                All three cores largely melted in the first three days
                                quindi non si puo' dire che dicano "no meltdown has occurred in Fukushima" NON lo dicono. Riportano fatti reali misure di strumenti cementi prefabbricati, tendoni in depressione, filtri HEPA, etc ... non link disinformati la cui taxonomia e' regolarmente fatta di due termini "fukushima" "nuclear disaster". Certo che poteva essere un disastro, ma non lo e' stato, hanno commesso una fila ininterrotta di errori madornali, ma sono ancora li e nessun report di morte dovuta a radiazioni e' ancora pervenuto. Non dico in futuro.

                                Il massimo di cui parli e' quello che dipingi, e che gli sprovveduti forse credono, "disaster" e' il suo nome, continua ad echeggiare nei link che proponi. Io francamente il disastro non lo vedo. Quando dico che le radiazioni mi fanno un baffo, non e' ironia, non e' metafora, e' proprio la realta' dei fatti ...
                                Quindi se il massimo e' "disaster" la realta e' nell'immagine sottostante che proviene proprio dal sito che ho linkato, sano e solido cemento prefabbricato:

                                Fukushima Daiichi 1 cover - complete.jpg

                                Commenta


                                • #17
                                  Beato te che vivi in questo paradiso artificiale che ti sei costruito. Le tonnellate di riso contaminate che entrano ne l ciclo alimentare, l'incidente dichiarato di grado 7, le migliaia di tonnellate di acqua contaminata. Tu non sei sprovveduto, sei in malafede, sei un Battaglia in ottavo di cui ti assicuro non c'è bisogno. Vivi nella tua criminale incoscienza, ma lascia perdere i messaggi "non è successo niente", non hai il diritto di irridere a 10.000 km di distanza la tragedia che stanno vivendo, la morte, il cancro , le malformazioni, gli aborti. Se ami tanto la radioattività vai a vivere a La Hague con il tuo mucchietto di scorie in giardino e lascia vivere gli altri.
                                  :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
                                  (Albert Einstein):preoccupato:

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Non devo pubblicarli io, li hanno già pubblicati.
                                    Ne deduco che non sei in grado di produrli, come previsto.
                                    Perché non sei andato a Fukushima a risolvere il problema. Non hanno idea di come fare
                                    A me sembra che sa la cavino bene... Riavviati dei reattori, giornalisti che possono visitare la centrale, misurazioni della radioattività che danno risultati migliori delle aspettative, e via di seguito...
                                    non hai il diritto di irridere a 10.000 km di distanza la tragedia che stanno vivendo, la morte, il cancro , le malformazioni, gli aborti.
                                    ... dei quali, guarda caso, non esiste traccia. Devono essere un tuo inferno personale, le radiazioni.
                                    PS: accusare gli altri di "irridere" quando invece si è i primi a farlo, potrebbe essere ipocrisia? O disinformazione?

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Il fatto che non li leggi dimostra solo la tua ignoranza. I reattori riavviati a Fukuschima n.1 2 3 4? quale? non mi risulta. C'è anche chi beve l'acqua del reattore in diretta, qui abbiamo il circo Orfei in questi giorni, possiamo sottoporre la candidatura. Livin a me non importa se vuoi vivere nella tua beata innocenza, sono affari tuoi, lascia perdere il resto. Guarda le torri di raffreddamento che fumano......
                                      :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
                                      (Albert Einstein):preoccupato:

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Ma come, ancora a riesumare la storia delle torri di raffreddamento, con la solenne figuraccia che hai fatto? Ancora a cercare di girare la frittata, cercando di far credere che siano stati gli altri a dire le cose sbagliate che invece hai detto tu?
                                        Guarda che i post sono sempre lì, e li posso ripubblicare altre cento volte, se le prime non sono bastate....
                                        Il fatto che non li leggi dimostra solo la tua ignoranza.
                                        Eheheh... brutto tentativo di scantonamento. Il problema è che io gli studi li ho letti eccome, mentre tu che tio vanti di conscerili invece no... e sai perchè? Perchè non ci sono, ed infatti non riesci a postarne nemmeno uno.

                                        Oh, guarda... per puro caso ho proprio qui la copia della famosa publlicazione 103 dell'ICRP, che sta alla base delle attuali leggi comunitarie sulla protezione dalle radiazioni:
                                        "(36) Per dosi da radiazione inferiori a circa 100 mSv all’anno, si assume da parte della
                                        Commissione che l’ incremento nell’incidenza degli effetti stocastici sia caratterizzato da una
                                        bassa probabilità e sia proporzionale all'aumento di dose della radiazione al di sopra della dose del
                                        fondo naturale. L'utilizzo del cosiddetto modello lineare-senza-soglia (linear-non-threshold, LNT)
                                        è considerato dalla Commissione il miglior approccio pratico
                                        per gestire il rischio derivante
                                        dall’esposizione alle radiazioni e adeguato al 'principio di precauzione' (UNESCO, 2005). La
                                        Commissione ritiene che il modello LNT rimanga una base prudente di riferimento
                                        per la
                                        radioprotezione a basse dosi e a bassi ratei di dose (ICRP, 2005d)."

                                        Ritengo inutile dover spiegare la differenza fra "si assume" e "gli studi hanno dimostrato che"... così come la differenza fra "l'utilizzo del modello" e le evidenze scientifiche... Per non parlare dell' "approccio pratico" invece di "precise indicazioni correlate a studi statistici" e del "principio di precuzione" e della base prudente di riferimento.
                                        Tutte cose che indicano chiaramente in che termini stiano le cose, e chi vuol intendere intenda.
                                        Se poi vogliamo continuare con le mistificazioni e metterci al livello di chi parlava della "città fantasma di Tokyo, abbandonata dagli abitanti impauriti", mentre invece bastava accedere ad una webcam per vedere l'assoluta normalità, allora è un altro discorso... che ricade sotto l'argomento BALLE.

                                        Rimango in attesa degli studi che dimostrano la pericolosità delle radiazioni a qualunque dose.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Revue préliminaire de l'étude de sécurité de réacteurs de l'AEC H.W. Kendall e S. Moglewer,
                                          UCS-Sierra Club W.M. Bryan, D. Comey, R. Denham e altri
                                          Les effets sur la populations, de l'exposition à faibles doses de rayonnemens ionisants" NASCR
                                          Poi, se leggi quello che hai scritto.. ma non è previsto.
                                          :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
                                          (Albert Einstein):preoccupato:

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Ahiahiahi, sempre peggio... dove sono i documenti promessi?
                                            Quelli che vengono da
                                            Originariamente inviato da snapdozier Visualizza il messaggio
                                            ... da tutti gli IRP del mondo.
                                            Revue préliminaire de l'étude de sécurité de réacteurs de l'AEC H.W. Kendall e S. Moglewer,
                                            UCS-Sierra Club W.M. Bryan, D. Comey, R. Denham e altr
                                            Ma certo, quelli che nel documento citato prevedono che in caso di meltdown di UN SOLO reattore si avranno 2300 morti immediate e di 37000 ai 90000 negli anni successivi. Certo che ci hanno proprio azzeccato, vero? Finora, nemmeno una di queste profezie si è mai realizzata nemmeno col meltdown di TRE reattori... hanno solo sbagliato completamente.

                                            Les effets sur la populations, de l'exposition à faibles doses de rayonnemens ionisants NASCR
                                            Documento abbastanza introvabile, anche perchè è solo una traduzione dall'originale in inglese: tuttavia, ci sono riuscito... e nella prefazione, ecco cosa dice.
                                            " The probability of ionizing a cell in a given time is clearly proportional to the radiation intensity and hence one gets a theory that cancer induction is linear with dose even at low doses. But this theory in its simplest form cannot be true. Cosmic rays and background radiation ionize millions of cells every day and yet lifetime cancer incidence is only about 30% in the US population. Other effects must modify this idea drastically."

                                            Mi sa che hai proprio sbagliato, ad indicare quei link...

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Mi sa che hai qualche difficoltà con il francese. Ae ti leggi qualcosa di Gianni Mattioli e Massimo Scalia puoi provare con l'italiano. Sei impagabile.
                                              :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
                                              (Albert Einstein):preoccupato:

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Hai postato documenti che dicono esattamente il contrario di quel che tu affermi, e dici che sono gli altri ad avere "difficoltà col francese"???

                                                Mettiti il cuore in pace, snap: se non inserisci qualcosa che abbia almeno la parvenza di un qualche documento decente, non lamentarti se ricevi solenni stroncature.
                                                Alla tua età dovresti già aver notato che vieni contestato solo quando le spari grosse su argomenti che non conosci, e cercar di rigirare frittate non aiuta.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Io sono in pace non so se anche tu sei nella stessa condizione.
                                                  Che le radiazioni per te abbiano una soglia di pericolosità e per il resto del mondo no è indifferente. Non sei così importante e me ne farò una ragione.
                                                  :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
                                                  (Albert Einstein):preoccupato:

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Ehehehe, ennesimo tentativo di rigirare frittate...

                                                    Sei TU che hai la percezione che le radiazioni non abbiano una soglia di pericolosità, mentre per il resto del mondo la cosa è abbastanza chiara. E vista l'incapacità di provare con qualsivoglia documento che la tua percezione sia giusta, direi che la possiamo chiudere qui.
                                                    Continuare a citare le dichiarazioni di blogger e siti dei verdi invece delle pubblicazioni scientifiche, non migliorerà la situazione.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Sei divertente e se non si trattasse di un problema grave che porta morte e dolore un sorriso sigillerebbe la discussione. Mi dispiace per te, l'importante è che la tecnologia che tanto ti piace sia stata sconfitta dalla storia, nonostante i tanti studi scientifici sulla sicurezza totale cancellati dai tanti studi di ecoblog che hanno tristemente trovato riscontro. La madre dei Battaglia, disgraziatamente, è propensa alla riproduzione.
                                                      :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
                                                      (Albert Einstein):preoccupato:

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Ma come, invece di cospargerti il capo di cenere, cerchi ancora di spuntarla con le mistificazioni?
                                                        Non sei riuscito a postare nessun documento che indichi che la tua percezione sia giusta, eppure vorresti che si pensasse che è tutto il resto del mondo a sbagliare?
                                                        Sarebbero questi, i "fatti che hanno trovato riscontro"? Ma se non ce n'è neppure uno!!!

                                                        Morte e dolore? Stai parlando dei presunti sei milioni di morti di Chernobyl di cui nessuno al mondo si sarebbe accorto meno i geniali blogger? Suprema balla mediatica inventata per spaventare chi non ha la forza di riconoscere la differenza fra uno scienziato e vanna marchi, suppongo...

                                                        Va bene, ciliegina sulla torta.... pochi minuti dopo il mio ultimo post, è arrivata la newsletter di Le Scienze di questo mese con le anticipazioni degli articoli del numero di novembre della rivista (e se non riesci a vederla, basta che ti registri e la puoi vedere sul loro sito). Riporto integralmente il testo, sperando che non mi denuncino per violazione del copyright....

                                                        Oggetto: Newsletter le Scienze
                                                        Da: kwdirect@newsletter.kataweb.it
                                                        A: <**********@******.it>
                                                        Data: 25/11/2011 02:22


                                                        22 novembre 2011
                                                        Radioprotezione: il livello più basso è anche il migliore?


                                                        Un articolo pubblicato su un numero speciale dei “Proceedings of the National Academy of Sciences” dedicato all’incidente di Fukushima mette in risalto la presenza di evidenti lacune nei dati che riguardano i livelli di cesio-137 pericolosi per la salute. L’attuale modello “lineare senza soglia”, in particolare, tende a stabilire soglie molto basse senza un adeguata documentazione scientifica, con evidenti ripercussioni sulgi investimenti necessari per le opere di bonifica


                                                        Quali limiti di esposizione in caso di incidente nucleare? La questione è seria, come ha dimostrato il lungo dibattito in corso in Giappone per stabilire le aree a rischio per gli effetti del disastro di Fukushima.

                                                        Il problema fondamentale, come sottolineato da Edward Calabrese, tossicologo dell’Università del Massachusetts Amherst, sulle pagine dei “Proceedings of the National Academy of Sciences” è che né i governi nazionali né l’industria nucleare sono riusciti a colmare le serie lacune sui dati a disposizione in questo campo. Nell’incidente giapponese, così come in quello di Chernobyl del 1986,non si è riusciti a evitare di basarsi su presupposti non dimostrati sperimentalmente, in particolare per i livelli di cesio-137.

                                                        Sarebbe importante avviare una campagna per valutare oggettivamente il modello lineare senza soglia (LNT) così come il modello a soglia e il modello basato sull’ipotesi di ormesi, al fine di evitare di basarsi ancora su prospettive ideologiche che ancora inficiano la nostra capacità di stimare gli effetti delle radiazioni ionizzanti così come dei composti chimici cancerogeni”, sottolinea Calabrese nel suo commento intitolato "Improving the scientific foundations for estimating health risks from the Fukushima incident”, che correda un numero speciale dei “Proceedings of the National Academy of Sciences” dedicato proprio alle stime della contaminazione da Cs-137 in seguito all’incidente di Fukushima dello scorso mese di marzo.

                                                        Quasi due decenni di studi hanno persuaso Calabrese della plausibilità del fenomeno di ormesi, secondo cui l’esposizione a piccole dosi di alcune sostanze chimiche e di certe radiazioni possano essere innocue o addirittura benefiche per il nostro organismo.

                                                        Calabrese sostiene anche che il modello LNT (Linear,No Treshold) è stato integrato nelle politiche regolatorie statunitensi negli anni cinquanta sulla base di false assunzioni e anche su una manipolazione della letteratura scientifica.

                                                        Il tossicologo critica anche i comitati di esperti e le agenzie governative che hanno redatto linee guida di radioprotezione basate sugli ipotetici rischi del cesio 137. In particolare, le soglie sarebbero indicate in modo così preciso da dare la falsa impressione di una notevole accuratezza. Il risultato paradossale è che, per esempio, i livelli accettabili di esposizione al Cs-137 sono tre volte più alti di quelli permessi in Ucraina, sebbene siano entrambi basati probabilmente su analisi indipendenti di portata limitata.

                                                        In definitiva, il livello più basso non rappresenta necessariamente la stima migliore: l’eccessivo credito di questo modello porta a sposare sempre l’opzione con il più alto grado di precauzione, conclude Calabrese. Ciò porterebbe a un incremento spropositato dei costi di bonifica “senza garanzie dei benefici che accompagnano tali azioni”.


                                                        Sostanzialmente, è la stessa cosa che ho sostenuto finora (e non solo io... l'intera comunità scientifica, in toto, la pensa alla stessa maniera).

                                                        Magari adesso potrai opporre gli studi pubblicati sul bollettino parrocchiale, sicuramente più autorevoli di quelli dei vari ICRP, MIT, Minnesota University e via di seguito, riguardo ai quali asserisci falsamente che dicono "la soglia nelle radiazioni non esiste", mentre chiunque sappia leggere vede benissimo che hanno scritto il contrario.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          http://video.repubblica.it/dossier/giappone-terremoto-tsunami/mangio-cibi-di-fukushima-ora-ha-la-leucemia/81594/79984
                                                          Ultima modifica di nll; 26-11-2011, 22:50.
                                                          :rain:L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo costruirebbe una trappola per topi.
                                                          (Albert Einstein):preoccupato:

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            E' un'associazione di idee, non un referto.... In Europa ci sono più di diecimila casi all'anno della stessa malattia, notoriamente associata all'esposizione a benzene e fumo di sigaretta, oltre che alle radiazioni. Senza contare che chi ha la sindrome di Down si ammala venti volte più degli altri.
                                                            E nessuno di loro mangia l'insalata di Fukushima (e forse non l'ha mangiata nemmeno il giapponese: possibile che proprio dove c'è stato un incidente nucleare uno decida di NON lavare l'insalata e NON controllarla con un contatore geiger? Un politico, per giunta? Se fosse stato in Italia, si sarebbe mangiato un'insalata ipercontrollata proveniente dal Borneo e ci avrebbe fatto credere che invece era di Fukushima)
                                                            Il trucco è ovviamente quello di attribuire con certezza il rapporto causa-effetto su di un solo caso, mentre invece la medicina usa solo metodi di ricerca statistica sul maggior numero di soggetti possibile.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR