annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Anche le centrali sicure si possono rompere.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Anche le centrali sicure si possono rompere.

    In Giappone il solito terremoto ha provocato un incidente alla centrale nucleare Kishiwazaky-Kariwa con fuoriuscita di materiale radioattivo. L'entità dell'incidente non è nota e tipicamente le autorità tendono a minimmizare, ma l'immagine della colonna di fumo che esce dall'edificio è sempre inquietante.
    Il problema della sicurezza resta uno dei principali ostacoli alla diffusione di questa tecnologia.

  • #2
    Alcuni dati delle agenzie:
    http://it.notizie.yahoo.com/rtrs/20070717/...co-ca02f96.html

    Mi lascia un attimo perplesso la frase:
    la società aveva detto che 1,2 metri cubi di acqua contaminata con sostanze radioattive si erano riversati in mare, ma che la cosa non dovrebbe avere effetti sull'ambiente.
    Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

    Commenta


    • #3
      Mi lascia più perplesso che i giapponesi possano aver gestito la faccenda così male, dichiarando prima che non c'erano perdite...poi che erano poche...ora c'è un metro cubo di acqua radioattiva e pure dei fusti di scorie da controllare perchè "forse" si sono scoperchiate...



      piccolo rimando ad un'altra discussione, per il quale mi "autopunisco" dandomi un pizzicotto da solo...ma le scorie non basta metterle nelle miniere di salgemma e sono sicurisssssssime?

      Commenta


      • #4
        Ragazzi, non che faccia qualche differenza, ma per la precisione la colonna di fumo usciva da un trasformatore elettrico esterno all'edificio, probabilmente a causa di un cortocircuito che ne ha incendiato l'olio di raffreddamento.

        Il vero pericolo erano invece i fusti contenenti scorie 'temporaneamente' stoccati in attesa di essere prelevati regolarmente per lo stoccaggio definitivo.

        Forse 1mc d'acqua contaminata dispersa in mare non sarà realmente significativo, è come pensare di inquinare una piscina con 1 goccia di pipì....
        Ma vorrei porre l'accento sulla preoccupazione che ho sempre avuto, e questo episodio ne è l'ennesima conferma.
        La tecnologia oggi ha raggiunto una grande potenzialità per poter gestire il problema sicurezza, almeno dal punto di vista teorico-progettuale.
        Quello che non siamo ancora capaci di fare (nemmeno i Giapponesi, che sono anni-luce davanti a noi Italiani), è essere altrettanto efficienti nell'organizzazione.

        Il problema Sicurezza del Nuke continua ad essere un problema di coscienza socio-civile nel maneggiare combustibili e scorie.
        Non di tecnologia, come i Pro-Nuke continuano (per loro convenienza) a voler contestare.

        Vi pare?

        Edited by ElettroRik - 17/7/2007, 11:23
        "Una nuova verità scientifica non trionfa perché i suoi oppositori si convincono e vedono la luce, quanto piuttosto perché alla fine muoiono, e nasce una nuova generazione a cui i nuovi concetti diventano familiari." Max Planck

        Commenta


        • #5
          Qualche considerazione "random"...

          A) se questa è la sicurezza antisismica di una centrale nucleare nel paese più avanzato in materia di prevenzione antisismica, PENSATE a cosa poteva succedere QUI, dove si sopraelevano "ad minchiam" scuole prive di agibilità con progetti allegrotti non collaudati, si spiaccicano 27 bambini più maestra... e alla fine è colpa del buon Dio che ha scrollato il tappeto...

          B) se questa è la gestione dell'emergenza giapponese, con il giapponese universalmente assunto ad esempio di controllo ed efficienza, PENSATE a cosa può succedere qui, dove puoi vivere per 15 anni sommerso dai rifiuti aspettando tempi migliori... quando arriveranno non si sa, ma dicono che S. Gennaro ci stia lavorando...

          C) vorrei tanto sapere i 12000 sfollati, 900 feriti e 8 morti... CHI li risarcisce e con quali soldi... e se quei costi si ribaltano sul costo di produzione del kWh prodotto... così vediamo se la fiaba del nuke che costa "pochiiiiiiiisssimo" sta ancora in piedi oppure no (facile se i conti delle magagne non li paghi o li pagano altri...

          D) vorrei sapere quanto tempo starà fermo il reattore e quanto costerà il ripristino dei livelli di sicurezza iniziale... e vorrei sapere nel frattempo, visto che il simpatico dispositivo di produzione super centralizzata è fermo... le utenze come saranno soddisfatte...

          Me ne verranno in mente altre, ma per ora mi sembra che di PENSIERINI PENSIEROSI ne ho già lasciati abbastanza... :shifty: ...

          Meditate, gente, meditate...

          Commenta


          • #6
            Questa è la riprova, semmai ce ne fosse stato bisogno, che per ridurre le emissioni in atmosfera servono tecnologie intrinsecamente sicure quali le FER.
            Spacciare il nucleare per sicuro ed economicamente conveniente è roba per fessi!

            A meno di non voler incrementare i fondi alla ricerca sulla fusione pulita... <img src=">

            Pace!
            Gym
            Dal giorno 08/02/2017 questo account è inattivo.
            Per favore non inviate alcun messaggio (soprattutto mail) al sottoscritto riguardante questo Forum poiché non otterrete alcuna risposta.
            Grazie!

            Commenta


            • #7
              Qualche commento "random"

              CITAZIONE (denew @ 17/7/2007, 11:10)
              C) vorrei tanto sapere i 12000 sfollati, 900 feriti e 8 morti... CHI li risarcisce e con quali soldi... e se quei costi si ribaltano sul costo di produzione del kWh prodotto... così vediamo se la fiaba del nuke che costa "pochiiiiiiiisssimo" sta ancora in piedi oppure no (facile se i conti delle magagne non li paghi o li pagano altri...

              Guarda che i 12.000 sfollati (come i feriti e i morti) non hanno niente a che fare con la centrale! Sono dei poveri cristo rimasti senza tetto a causa del terremoto.

              CITAZIONE (denew @ 17/7/2007, 11:10)
              D) vorrei sapere quanto tempo starà fermo il reattore e quanto costerà il ripristino dei livelli di sicurezza iniziale... e vorrei sapere nel frattempo, visto che il simpatico dispositivo di produzione super centralizzata è fermo... le utenze come saranno soddisfatte...

              Per saperlo, basta aspettare.
              Poi, se era una centrale a petrolio, gas o carbone ... pensi che il terremoto non l'avrebbe messa fuori uso comunque? E se fosse stata un'idroelettrica con una bella diga? <img src=:"> Il trasformatore che è bruciato, è lo stesso per qualunque tipo di centrale.

              CITAZIONE (hugh @ 17/7/2007, 10:48)
              Mi lascia più perplesso che i giapponesi possano aver gestito la faccenda così male, dichiarando prima che non c'erano perdite...poi che erano poche...ora c'è un metro cubo di acqua radioattiva e pure dei fusti di scorie da controllare perchè "forse" si sono scoperchiate...

              Faccio notare che c'è stato un terremoto fortissimo (6.8 della richter). ... un po' di "confusione" penso sia ammissibile, no? <img src=">

              Ciao

              Commenta


              • #8
                CITAZIONE (StevenING @ 17/7/2007, 14:07)
                Qualche commento "random"

                CITAZIONE (denew @ 17/7/2007, 11:10)
                C) vorrei tanto sapere i 12000 sfollati, 900 feriti e 8 morti... CHI li risarcisce e con quali soldi... e se quei costi si ribaltano sul costo di produzione del kWh prodotto... così vediamo se la fiaba del nuke che costa "pochiiiiiiiisssimo" sta ancora in piedi oppure no (facile se i conti delle magagne non li paghi o li pagano altri...

                Guarda che i 12.000 sfollati (come i feriti e i morti) non hanno niente a che fare con la centrale! Sono dei poveri cristo rimasti senza tetto a causa del terremoto.

                CITAZIONE (denew @ 17/7/2007, 11:10)
                D) vorrei sapere quanto tempo starà fermo il reattore e quanto costerà il ripristino dei livelli di sicurezza iniziale... e vorrei sapere nel frattempo, visto che il simpatico dispositivo di produzione super centralizzata è fermo... le utenze come saranno soddisfatte...

                Per saperlo, basta aspettare.
                Poi, se era una centrale a petrolio, gas o carbone ... pensi che il terremoto non l'avrebbe messa fuori uso comunque? E se fosse stata un'idroelettrica con una bella diga? <img src=:"> Il trasformatore che è bruciato, è lo stesso per qualunque tipo di centrale.

                CITAZIONE (hugh @ 17/7/2007, 10:48)
                Mi lascia più perplesso che i giapponesi possano aver gestito la faccenda così male, dichiarando prima che non c'erano perdite...poi che erano poche...ora c'è un metro cubo di acqua radioattiva e pure dei fusti di scorie da controllare perchè "forse" si sono scoperchiate...

                Faccio notare che c'è stato un terremoto fortissimo (6.8 della richter). ... un po' di "confusione" penso sia ammissibile, no? <img src=">

                Ciao

                Ma le centrali costruite in luoghi sismici non dovrebbero essere sicure? C'erano bidoni di scorie radioattive scoperchiati e 1200 litri di acqua e materiale radioattivo (tra l'altro si è passati da non è successo niente, a un litro, a 1200 litri, a 1200 litri più un po' di bidoni, a emissioni di Iodio, cesio materiale radioattivo vario, acqua contaminata). Nelle centrali normali non si corre il rischio di inquinare per qualche millennio l'intera regione. Certo, anche costruire dighe in zone a rischio terremoto non è una scelta felicissima. E' anche difficile farsi un'idea corretta quando l'informazione viene gestita in modo molto frammentario.

                Edited by snapdozier - 17/7/2007, 15:35

                Commenta


                • #9
                  CITAZIONE
                  Guarda che i 12.000 sfollati (come i feriti e i morti) non hanno niente a che fare con la centrale! Sono dei poveri cristo rimasti senza tetto a causa del terremoto.

                  Vero, ho verificato... quando hai ragione hai ragione (hai le coronarie buone, vero?)

                  CITAZIONE
                  Per saperlo, basta aspettare.
                  Poi, se era una centrale a petrolio, gas o carbone ... pensi che il terremoto non l'avrebbe messa fuori uso comunque? E se fosse stata un'idroelettrica con una bella diga? Il trasformatore che è bruciato, è lo stesso per qualunque tipo di centrale.

                  Secondo te... se parlassimo di una perdita di 1200 litri di greggio o di un metro cubi di gas... era la stessa cosa? :shifty: ...
                  Le centrali sono sempre a rischio... ma non tutti i rischi sono uguali...

                  CITAZIONE
                  Faccio notare che c'è stato un terremoto fortissimo (6.8 della richter). ... un po' di "confusione" penso sia ammissibile, no?

                  Chissà perchè le confusioni sono sempre su certi aspetti più delicati... e in prima battuta ... ci si confonde sempre al ribasso...

                  Sarò malfida io, eh? <img src="> !

                  Adesso Steven... 6,8° Richter su 30 nuke in territorio italiano... come li avresti visti?

                  Ecco.. ce semo capiti al volo... :shifty: ....

                  Ciao!

                  Commenta


                  • #10
                    CITAZIONE (StevenING @ 17/7/2007, 14:07)
                    Faccio notare che c'è stato un terremoto fortissimo (6.8 della richter). ... un po' di "confusione" penso sia ammissibile, no? <img src=">

                    No!
                    Tutto il territorio giapponese è ad altissimo rischio sismico.
                    Se il nucleare fosse veramente sicuro non saremmo qui a parlarne.

                    E se la scossa fosse stata di magnitudo superiore?
                    Cito da Wikipedia:
                    Eventi con magnitudo di 4,5 o più grande sono abbastanza forti da essere registrati dai sismografi di tutto il mondo.
                    I terremoti più grandi registrati sono di magnitudo 8 o 9 ed avvengono con frequenza di circa uno all'anno.
                    Il più grande mai registrato avvenne il 22 maggio 1960 in Cile, ed ebbe una magnitudo (MW) di 9,5.


                    Avessero usato il fotovoltaico, le biomasse, il geotermico non ci sarebbero stati problemi, a parte un evidente conseguente blackout.
                    E con l'eolico il rischio massimo sarebbe stato quello di essere travolti dall'elica...
                    Quindi qual'è la tecnologia veramente sicura?

                    CITAZIONE (snapdozier @ 17/7/2007, 15:33)
                    tra l'altro si è passati da non è successo niente, a un litro, a 1200 litri, a 1200 litri più un po' di bidoni, a emissioni di Iodio, cesio materiale radioattivo vario, acqua contaminata

                    Questo modo di diffondere l'informazione sul disastro mi ricorda un'altro triste episodio... <img src=">

                    Pace!
                    Gym
                    Dal giorno 08/02/2017 questo account è inattivo.
                    Per favore non inviate alcun messaggio (soprattutto mail) al sottoscritto riguardante questo Forum poiché non otterrete alcuna risposta.
                    Grazie!

                    Commenta


                    • #11
                      Capisco il compiacimento di qualcuno (e mi riferisco soprattutto a testate giornalistiche che titolavano "una nuova chernobyl") nell'avere un nuovo incidente nucleare da mettere nel file anti-nuke, ma la realtà è ben diversa.

                      Qui stiamo parlando di un terremoto molto forte da 6.8 (per intenderci quello di Kobe è stato di 7.3) che ha causato il crollo di edifici, il deragliamento di treni, l'interruzione di strade, 12.000 senza tetto, ..etc

                      Ebbene, che danno ha subito la più grande centrale nucleare del mondo? Un danno minimo e circoscritto.

                      - l'uscita da un piscina di decantazione di 1,2 m^3 d'acqua pesante (in un primo momento il numero era stato detto 1,2 litri, ma più che ha tentativo di minimizzare, penso più ad un semplice problema di comunicazione.)

                      - la caduta e conseguente apertura di alcuni fusti impilati. (Immagino che questo episodio farà cambiare le specifiche di stoccaggio. Almeno impariamo dagli errori, no? <img src="> )

                      - L'incendio di un trasformatore (dispositivo esterno al reattore) che è stato domato senza danni al reattore stesso. Per di più questo incidente, a mio avviso, è da considerarsi indipendente dal fatto che si tratti di una centrale nucleare.

                      Inoltre:
                      - I reattori non hanno subito alcun danno
                      - Il sistema di arresto di emergenza ha funzionato a dovere
                      - Nessuno fra il personale della centrale è stato esposto a radiazioni. (Essendo il personale sempre dotato di dispositivi per la radioprotezione, la cosa è facilmente verificabile dal personale stesso. I giapponesi hanno inventato i kamikaze, ma non è che tutti vogliono immolarsi per la Tepco <img src="> )

                      Tutto il resto sono dei se ...,se... ,se ... su cui possiamo scrivere all'infinito, ma non rappresentano la realtà dei fatti.

                      Saluti

                      Commenta


                      • #12
                        Anche la chiusura di tutti e sette i reattori a tempo indeterminato e fino a quando tutto l'impianto non sarà stato messo in sicurezza (parole del governo giapponese). Chissà come faranno le statistiche che prevedono 8000 ore/anno di funzionamento al 100% ad essere rispettate. Per fortuna in Giappone hanno il 1.000.000 di tetti fotovoltaici.

                        Commenta


                        • #13
                          CITAZIONE (StevenING @ 17/7/2007, 18:17)
                          l'uscita da un piscina di decantazione di 1,2 m^3 d'acqua pesante

                          Da un pannello fv non esce nulla neanche con magnitudo 10... :B):

                          Pace!
                          Gym
                          Dal giorno 08/02/2017 questo account è inattivo.
                          Per favore non inviate alcun messaggio (soprattutto mail) al sottoscritto riguardante questo Forum poiché non otterrete alcuna risposta.
                          Grazie!

                          Commenta


                          • #14
                            CITAZIONE (gymania @ 17/7/2007, 20:24)
                            Da un pannello fv non esce nulla neanche con magnitudo 10...

                            Non essere così drastico!... anche se poca, un po' di corrente esce! :P

                            CITAZIONE (snapdozier @ 17/7/2007, 18:59)
                            Chissà come faranno le statistiche che prevedono 8000 ore/anno di funzionamento al 100% ad essere rispettate.

                            Come nella miglior tradizione nipponica .... faranno gli straordinari! <img src=">

                            Ciao


                            Commenta


                            • #15
                              Non voglio causare la solita polemica, ma probabilmente se ci fosse stato un incidente ad una centrale tradizionale da 10 morti la notizia non sarebbe nemmeno arrivata in Europa perchè non attira l'attenzione al contrario di una su una centrale nucleare.
                              Per fortuna non è successo nulla di grave.

                              Saluti, Fred.

                              Commenta


                              • #16
                                CITAZIONE (BlueIce @ 17/7/2007, 21:21)
                                Non voglio causare la solita polemica, ma probabilmente se ci fosse stato un incidente ad una centrale tradizionale da 10 morti la notizia non sarebbe nemmeno arrivata in Europa perchè non attira l'attenzione al contrario di una su una centrale nucleare.
                                Per fortuna non è successo nulla di grave.

                                Saluti, Fred.

                                Speriamo.

                                Commenta


                                • #17
                                  hehehe già <img src=">

                                  Commenta


                                  • #18
                                    CITAZIONE
                                    Capisco il compiacimento di qualcuno (e mi riferisco soprattutto a testate giornalistiche che titolavano "una nuova chernobyl") nell'avere un nuovo incidente nucleare da mettere nel file anti-nuke, ma la realtà è ben diversa.

                                    Ueh! NON SCHERZIAMO!
                                    Io non sono certo una pro nuke... ma non mi compiaccio nè mi compiacerò mai di una cosa del genere...
                                    Preferirei sentirmi dare della figlia dei fiori per tutta la vita che vedere un cristiano rischiare la pelle per 10 minuti per poter dire “visto? Ve l’avevo detto”... -_- ... anche dall’altra parte del mondo.
                                    E se dovessi leggere cose simili, mi si rigirerebbe il pancino... :sick: !

                                    CITAZIONE
                                    Qui stiamo parlando di un terremoto molto forte da 6.8 (per intenderci quello di Kobe è stato di 7.3) che ha causato il crollo di edifici, il deragliamento di treni, l'interruzione di strade, 12.000 senza tetto, ..etc
                                    Ebbene, che danno ha subito la più grande centrale nucleare del mondo? Un danno minimo e circoscritto.

                                    Daje... il problema è che un danno MINIMO su un impianto molto DELICATO dal punto di vista gestionale è sempre una rogna... e molto più grossa di altre...
                                    Onestamente, se si vuole ragionare in termini di “dati di fatto”, beh… la potenzialità pericolosità è elevatissima seppure con danni che in altri impianti farebbero RIDERE… anche questo è un dato di fatto…
                                    O si considerano tutti i dati o non se ne considera nessuno… :shifty: ...
                                    Stiamo anche parlando di un terremoto molto forte in un contesto in cui però tali eventi non hanno carattere eccezionale, ma sono normalmente “messi in conto” in tutte le attività umane, a cominciare dall’educazione dei bimbi… ^_^ !


                                    CITAZIONE
                                    - l'uscita da un piscina di decantazione di 1,2 m^3 d'acqua pesante (in un primo momento il numero era stato detto 1,2 litri, ma più che ha tentativo di minimizzare, penso più ad un semplice problema di comunicazione.)

                                    Seh, va beh… facciamo finta che gli sono scappate un paio di virgole come quel giorno che sparavamo noi numeri alla luna qui dentro? <img src="> !
                                    Tanto… farlo su un forum, farlo in una centrale nucleare… fa uguale, no?! :woot: !

                                    CITAZIONE
                                    - la caduta e conseguente apertura di alcuni fusti impilati. (Immagino che questo episodio farà cambiare le specifiche di stoccaggio. Almeno impariamo dagli errori, no?)

                                    Se i superefficienti giapponesi tenevano i fusti appilati come ceppi da ardere… puoi immaginare gli standard di sicurezza altrove… Gasp! <img src="> !

                                    CITAZIONE
                                    - L'incendio di un trasformatore (dispositivo esterno al reattore) che è stato domato senza danni al reattore stesso. Per di più questo incidente, a mio avviso, è da considerarsi indipendente dal fatto che si tratti di una centrale nucleare.

                                    Un principio d'incendio in un complesso nucleare mi preoccupa a prescindere da quale componente stia andando a fuoco, un trasformatore o un cestino della spazzatura…
                                    E' il contesto che è comunque pericoloso... o no?
                                    O vogliamo raccontarci che una cicca accesa per terra… se sei sul marciapiede o in un distributore di benzina o in un fienile… hanno lo stesso livello di pericolosità potenziale? Eh… <_< !

                                    CITAZIONE
                                    Inoltre:
                                    - I reattori non hanno subito alcun danno
                                    - Il sistema di arresto di emergenza ha funzionato a dovere
                                    - Nessuno fra il personale della centrale è stato esposto a radiazioni. (Essendo il personale sempre dotato di dispositivi per la radioprotezione, la cosa è facilmente verificabile dal personale stesso. I giapponesi hanno inventato i kamikaze, ma non è che tutti vogliono immolarsi per la Tepco )

                                    Meno male!
                                    Ma da qui a dire che ovunque si potrebbero ottenere, a parità di evento sismico, le stesse condizioni di sicurezza come se fossimo tutti giapponesi … ce ne passa...

                                    Ti ricordo che nel nostro efficientissssssimo paese c'è gente che vive ancora baraccata dopo il terremoto dell’80… dove l’emergenza è in molti campi una condizione cronica, non straordinaria… dove con un territorio ampiamente antisismico o in condizioni di dissesto abbiamo difficoltà serie a gestire la normale edificazione “due camere e cucina” evitando abusi e numeri da circo…

                                    Ce li vedi, che so, un paio di nuke nella piana del Vesuvio? <img src=h34r:"> <img src=h34r:"> <img src=h34r:"> !
                                    Ahiahiahiahiahiiiiiii…. Palooooomaaa!!!! :wacko: !

                                    Commenta


                                    • #19
                                      CITAZIONE (denew @ 17/7/2007, 22:13)
                                      Ueh! NON SCHERZIAMO!
                                      Io non sono certo una pro nuke... ma non mi compiaccio nè mi compiacerò mai di una cosa del genere...

                                      Chiariamo subito, neanche ti immaginavo tra quelli che si compiacevano ... -_-
                                      CITAZIONE (denew @ 17/7/2007, 22:13)
                                      Stiamo anche parlando di un terremoto molto forte in un contesto in cui però tali eventi non hanno carattere eccezionale, ma sono normalmente “messi in conto” in tutte le attività umane, a cominciare dall’educazione dei bimbi… ^_^ !

                                      Maggior ragione dovrebbe far riflettere perchè proprio loro (più di altri) abbiano scelto di costruire centrali nuke, no? <img src=">
                                      CITAZIONE (denew @ 17/7/2007, 22:13)
                                      O vogliamo raccontarci che una cicca accesa per terra… se sei sul marciapiede o in un distributore di benzina o in un fienile… hanno lo stesso livello di pericolosità potenziale? Eh… <_< !

                                      Potenzialmente è diversa, ma quello che conta qui è l'effetto. Una cicca spenta è una cicca spenta sia sul maciapiede che in un fienile
                                      CITAZIONE (denew @ 17/7/2007, 22:13)
                                      Ma da qui a dire che ovunque si potrebbero ottenere, a parità di evento sismico, le stesse condizioni di sicurezza come se fossimo tutti giapponesi … ce ne passa...

                                      Questo è OT. <img src="> Stiamo parlando dell'incidente di Kashiwazaki-Kariwa
                                      CITAZIONE (denew @ 17/7/2007, 22:13)
                                      Ce li vedi, che so, un paio di nuke nella piana del Vesuvio?

                                      Magari, proprio lì, ... non sarebbe poi una cattiva idea! :woot:

                                      Buona notte!

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Ciao a tutti,io non mi preoccuperei tanto dei giapponesi che sono avanti a noi anni luce , e inoltre credo che

                                        sappiano cosa fare, "lo hanno dimostrato";Conoscono bene il loro nemico (il sottosuolo) e quindi sono

                                        preparati.

                                        Ma l'incubo che mi affligge è chernoby, perchè non è ancora finita, il reattore sta ancora bruciando

                                        sotto la grande russia, si il nocciolo brucia ancora e chissà quando si spegnerà nessuno lo sà.

                                        Il sarcofago che i poveri liquidatori hanno costruito con responzabilità e con grande patriottismo comincia a

                                        dare segni di cedimento senza considerare, che il sottosuolo della centrale, dove anche qui i liquidatori si sono

                                        inoltrati fino a raggiungere il nocciolo riempiendolo di sabbia e cemento, sta per collassare, stanno gia

                                        cercando di invetarsi qualcosa gli ingegnieri russi, ma che cosa non si sa, intanto brucia il nostro amico uranio

                                        e le radiazioni dureranno per migliaia di anni, se qualcuno non lo sapesse, questi sono i tempi dei nostri

                                        compagni di energia ( atomi di uranio U238 U239 ecc).

                                        a presto !!

                                        Edited by nettunio - 18/7/2007, 22:01

                                        Commenta


                                        • #21
                                          CITAZIONE
                                          Maggior ragione dovrebbe far riflettere perchè proprio loro (più di altri) abbiano scelto di costruire centrali nuke, no?

                                          Certo... come fa riflettere il fatto che MALGRADO la scelta fatta con le migliori intenzioni e tecnologie (quando si mettono in mente qualcosa...), MALGRADO gli standard antisismici più progrediti che di certo non avranno lesinato nel progetto... il RISCHIO, benchè minimo si è concretizzato pure per loro...
                                          Ovvero... se i "top" hanno problemi a gestire dei fusti... figuriamoci gli altri!

                                          CITAZIONE
                                          Potenzialmente è diversa, ma quello che conta qui è l'effetto. Una cicca spenta è una cicca spenta sia sul maciapiede che in un fienile

                                          Ehm... ma non parlavamo di un trasformatore IN FIAMME, ergo ACCESO, dentro un complesso nucleare?
                                          Sono riusciti a spegnerlo, bene, meglio, ottimo! Ma non so perchè ma l'inquietudine non se ne va...


                                          CITAZIONE
                                          Questo è OT. Stiamo parlando dell'incidente di Kashiwazaki-Kariwa

                                          Mmm... per chi legge a parte noi probabilmente sì e mi scuso...
                                          Mi sono riagganciata senza pensare alle ultime considerazioni fatte insieme, sul fatto che il problema nuke in Italia potrebbe non avere il suo maggior problema nel nuke ma... nell'Italia e gli italiani.


                                          CITAZIONE
                                          Magari, proprio lì, ... non sarebbe poi una cattiva idea!

                                          Buona notte!

                                          Naaa... cacciamo un po' di serbentine sotto il vulcano e "famolo strano"... geotermia a go go!
                                          Costare per costare... sognare per sognare... almeno se l'amico fa il botto il danno è relativo! <img src="> !

                                          Buona notte anche a te! <img src="> !





                                          Commenta


                                          • #22
                                            Da Repubblica stamattina.
                                            Il trasformatore avevano cominciato a spegnerlo con l'acqua e solo dopo sono arrivati i pompieri.
                                            Il numero di rotture non è ancora stato determinato, ma ci sono più di 50 tra rotture, guasti, perdite ecc.
                                            Il blocco di tutti e 7 i reattori è avvenuto in seguito ala catena di incidenti che è seguita.
                                            Il terremoto a 6,8 Richter è un terremoto frequente in Giappone.
                                            Il numero di incidenti alle centrali Giapponesi è sempre stato nascosto all'informazione pubblica.
                                            Nel 2003 sono stati bloccati 17 impianti perché non rispondevano alle norme di sicurezza prescritte.
                                            Oltre all'acqua radioattiva sono stati dispersi radionuclidi in atmosfera e la situazione non è ancora definita.
                                            SI accusa il sistema nucleare Giapponese di essere penetrato da interessi mafiosi che tendono a coprire le carenze e le furbizie costruttive. In Russia si seppe qualcosa dopo 3 giorni, ma era un paese arretrato e dominato dalla dittatura, in Giappone, grande democrazia, sembra abbiano imparato la lezione..., dai sovietici.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Nonostante le resistenze mafiose e il tentativo di nascondere all'informazione pubblica giapponese, per fortuna noi abbiamo Repubblica che ci tiene informati puntualmente. <img src=">

                                              Ciao

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Per fortuna.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  CITAZIONE
                                                  Nonostante le resistenze mafiose e il tentativo di nascondere all'informazione pubblica giapponese, per fortuna noi abbiamo Repubblica che ci tiene informati puntualmente.

                                                  Ciao

                                                  Beh... mettiamola così... almeno compensa certe puntualità molto puntuali del Giornale, una volta tanto... o abbiamo un abbonamento occulto che non sappiamo di avere? <img src="> ...

                                                  Eh! Eh!

                                                  Ciao!

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    CITAZIONE
                                                    Oltre all'acqua radioattiva

                                                    Si, ma quanto radioattiva?
                                                    Vedi http://energierinnovabili.forumcommunity.n...stpost#lastp ost

                                                    in cui fb confronta la radioattività di quell'acqua con quella che beviamo

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      CITAZIONE (francescomat @ 18/7/2007, 15:22)
                                                      CITAZIONE
                                                      Oltre all'acqua radioattiva

                                                      Si, ma quanto radioattiva?
                                                      Vedi http://energierinnovabili.forumcommunity.n...stpost#lastp ost

                                                      in cui fb confronta la radioattività di quell'acqua con quella che beviamo

                                                      Ciao Francescomat...

                                                      Credo con questo si stia discutendo del sesso degli angeli... E Poi, non serve scomodare il Battaglia.... se è per questo, chi abita a Lurisia e beve acqua delle fonti S.Anna e, peggio ancora, Garbarino, è soggetto a livelli di quasi 100 volte di più...

                                                      Ma se dobbiamo discutere di un pericolo, non si può fare troppo leva sul fatto che stavolta è andata bene. Due considerazioni 'a prescindere'.

                                                      - Ci sarebbero dovute essere procedure che avrebbero dovuto impedire la catena di incidenti che sono invece accaduti.
                                                      - Quelle che c'erano avrebbero dovuto essere rispettate

                                                      Se accade questo in una struttura sociale che rispettiamo e riconosciamo quasi come modello per organizzazione, preparazione tecnica, liceità sociale e politica, lascio a voi le considerazioni di cosa avverrebbe in un Paese come il nostro.
                                                      "Una nuova verità scientifica non trionfa perché i suoi oppositori si convincono e vedono la luce, quanto piuttosto perché alla fine muoiono, e nasce una nuova generazione a cui i nuovi concetti diventano familiari." Max Planck

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Credo che la visione di battaglia sia talmente originale che diventa ironica.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          CITAZIONE
                                                          se è per questo, chi abita a Lurisia e beve acqua delle fonti S.Anna e, peggio ancora, Garbarino, è soggetto a livelli di quasi 100 volte di più...

                                                          Io non lo sapevo: mi ero immaginato una roba pazzesca con il mare contaminato per diecimila anni.

                                                          Non capisco in cosa sia "originale" la visione di FB: è vera o è falsa?

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            snapdozier, hai indicazioni diverse da queste della WNN (world nuclear news):

                                                            The tremors caused 1.2 cubic meters of water to spill from the used nuclear fuel cooling pond of unit 6. Plant owners Tokyo Electric Power Company (Tepco) said the water would contain 90 kBq of radioactivity <img src=:"> , and had drained from the plant building to the sea in accordance with environmental regulations. The cooling pond itself was undamaged.

                                                            In addition, Tepco said hundreds of drums of solid low-level radioactive waste (LLW) in the plant's solid waste storage facility fell from position. The lids of dozens of these were found open. LLW is typically composed of paper, filters, lightly-contaminated clothing and tools <img src=:"> . Shigenori Makino of Tepco told World Nuclear News that the LLW drums in the facility contained either ash resulting from the incineration of flammable LLW items, the flammable items prior to incineration, or inflammable items as-is.

                                                            Altrimenti la visione di battaglia è assolutamente condivisibile.

                                                            Ciao

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR