annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Francesco Celani - comunicazioni al pubblico

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • miglietto
    ha risposto
    Originariamente inviato da RNBE Visualizza il messaggio

    ... Come da copione conclude dicendo che "The experiments shown are just the beginning for systematic studies", ...
    meglio si direbbe "... for consolidating the nest in the cheese"

    Lascia un commento:


  • Mosley
    ha risposto
    Originariamente inviato da RNBE Visualizza il messaggio
    Solo poche parole riassuntive ...
    Grazie RNBE per il compendio.
    Ne distillo che per ora -e sottolineo "per ora", come understatement e bottom line possiamo dire che abbiamo solo fantasiose interpretazioni di dati incerti.

    La saga non è più nemmeno divertente.

    Saluti.

    M

    Lascia un commento:


  • RNBE
    ha risposto
    Originariamente inviato da Mosley Visualizza il messaggio
    RNBE,
    ce lo fai un riassunto?
    Solo poche parole riassuntive avendo perso ogni fiducia nei suoi claim.
    Continua con i nodi e i suoi fili di Costantana, siamo arrivati al "Advanced Capuchin knot" con aggiunta di un elettrodo per applicare un Campo Elettrico esterno.

    Un lungo parlare di tante cose e poi afferma di aver ottenuto un AHE dell'ordine forse del 10% ma, come al solito non vengono documentati i parametri, i dati essenziali, le accuratezze di misura ecc. per verificare se le sue misure energetiche e di calore sono in qualche modo attendibili (ammesso che quelle eseguite siano delle reali calorimetrie e non le sue solite misure comparative di tipo termometrico). Sono presenti solo delle registrazioni di alcuni transienti di temperatura, pressione, rapporto di resistenza e qualche dato di potenza che per me non dimostrano niente in termini di AHE.
    Nel sommario afferma che il riferimento di potenza Pin era pari a 100W ma poi nella figura 14 mostra un grafico con una Pout di 82W, prima di interrompere perché è bruciato il filo.

    Tralascio considerazioni sulla parte pubblicata relativa ai cosiddetti "nuovi modelli teorici sulla generazione di AHE", buttata lì come riempitivo e che nulla aggiunge.

    Come da copione conclude dicendo che "The experiments shown are just the beginning for systematic studies", cioè al solito work in progress anche se oltre 8 anni fa andava in giro per il modo sbandierando un dimostratore con il quale affermava di produrre inequivocabilmente un eccesso di calore. Ovviamente poi di quel dimostratore e dell'AHE di allora si è persa ogni traccia e neanche i suoi più fiduciosi allievi del MFMP hanno mai saputo dare solida evidenza ai suoi claim.
    Ultima modifica di RNBE; 07-02-2020, 17:32.

    Lascia un commento:


  • Mosley
    ha risposto
    RNBE,
    ce lo fai un riassunto?
    Io non ci ho capito niente.

    Ciao.

    M

    Lascia un commento:


  • RNBE
    ha risposto
    Originariamente inviato da miglietto Visualizza il messaggio
    Nessuna fretta. Lustro più, lustro meno ...
    Un documento che fa riferimento a questo "2019 Cold Fusion Colloquium at MIT, March 23-24, 2019. Cambridge MA" risulta pubblicato sul suo sito.

    Lascia un commento:


  • miglietto
    ha risposto
    Originariamente inviato da Cimpy Visualizza il messaggio

    Con comodo.
    Nessuna fretta. Lustro più, lustro meno ... pomodori maturi da lanciare la fornitura è sempre garantita

    Lascia un commento:


  • Cimpy
    ha risposto
    Facci sapere.

    Con comodo.

    Lascia un commento:


  • eroyka
    ha risposto
    È stata accettata ufficialmente.

    Da poco è stato anche reso pubblico il primo link al MIT Colloquium che si terrà a cambridge il 23-24 Marzo 2019.

    2019 Cold Fusion Colloquium at MIT

    Il documento contiene, per ora, soltanto i titoli (ACCORCIATI) e nome del primo Autore.

    Vi posto poi altri aggiornamenti.
    Roy

    Lascia un commento:


  • serman
    ha risposto
    Scusa nel testo lui dice che "spera verrà accettata " non che la presenterà.

    Lascia un commento:


  • eroyka
    ha risposto
    Celani al MIT 23-24 marzo 2019 - abstract fili constantana

    Riporto il comunicato del prof. Celani con relativo abstract, della presentazione che terrà Celani appunto al MIT (Cambridge-USA) il prossimo 23-24 Marzo sulla fenomenologia LENR-AHE. Basata sui risultati con i fili lunghi e sottili di constantana in Idrogeno/deuterio.

    Ovviamente in inglese...

    I am forwarding the abstract, about the talk we would like to give at MIT (Cambridge-USA) next March 23-24 on LENR-AHE phenomenology.

    Most of the results (specially the most intriguing one), although the effect of long time ago experimentation, are quite recent and needed to be further "refined".
    I hope it will be accepted at the 2019 MIT Colloquium, quite important for several reasons.
    Francesco CELANI
    File allegati

    Lascia un commento:


  • Cimpy
    ha risposto
    Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
    Celani ci sta mettendo la faccia e la reputazione
    Le ha già consumate entrambe anni fa.

    Solo per citare due casi fra tanti, ancora nel 2011 era l'unico a rivelare (a maggior distanza dal manufatto) neutroni dove nessuno, nemmeno gli apparecchi dei tecnici specializzati che stavano a pochi centimetri di distanza, ne rivelava (bel colegamènt!).

    E poi (ma forse era anche prima: la scoperta di Celani, ancora in attesa di conferme, sarebbe del 2002) aveva annunciato al mondo la scoperta di una nuova specie di Ralstonia specializzata nel mangiarli gli introvabili prodotti attesi dalle sue ventilate fusioni fredde. Un vero peccato che, nonostante l'intercessione di noti seguaci, non ci sia stato verso di ottenere uno straccio di prova che tale bestia mangia FF esistesse davvero - anzi, pare che pure qualche seguace avesse capito che non era il caso di insistere emigrando per un po' altrove...


    D'altronde, quando di fronte alle evidenze clamorose delle prese in giro costanti (fondeva? No, perdeva gas...), si sostiene che "ci mette la faccia (!?) e la reputazione (!!) ", si capisce che ad alcuni piacerebbe che la fisica fosse solo una questione di fede, e che la fede potesse mondare da ogni imbroglio e frode, restituendo persino faccia e reputazione a chi non ne ha più.

    Lascia un commento:


  • Avatar ospiti
    Replica dell'ospite
    Cimpy,
    mi sa che hai toppato.
    Leggi meglio: è Celani che non ha Facebook.

    Per giudizio letterario sul temino sono d'accordo. Nello specifico, "Professore" va con la iniziale maiuscola;
    e forse anche Dirigenza.

    Saluti.


    T

    Lascia un commento:


  • experimentator
    ha risposto
    Si Cimpy ma Celani ci sta mettendo la faccia e la reputazione . Vuol dire che proprio ci crede .

    Lascia un commento:


  • Cimpy
    ha risposto
    "Io purtroppo NON ho facebook e quindi NON riesco a vederlo"

    E quindi che riporti? Ti sei messo a fare volantinaggio per la Lega?

    Purtroppo non hai Facebook, altrimenti avresti visto da te che si tratta solo di aria fritta - e nemmeno della migliore.

    L'uomo dagli albori della storia a oggi ha cercato di affrancarsi da una natura ostile e selvaggia. Ha imbrigliato la natura per conseguire il progresso umano e tecnologico. Alle soglie della robotizzazione industriale la nostra civiltà rimane legata a risorse energetiche limitate che oscurano lo sviluppo tecnologico. A uomini lungimiranti è affidato il compito di agevolare lo studio di nuove forme di energia rispettose dell'ambiente ed economicamente vantaggiose. L'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) a Frascati intraprende ricerche sullo studio della materia. In questa sede abbiamo incontrato la dirigenza per fare il punto della situazione sulla ricerca riguardante lo studio e le applicazioni civili ed industriali della fusione nucleare fredda. Abbiamo incontrato il professor Francesco Celani che da anni svolge ricerche in questo settore con esigue risorse statali e si prodiga con passione per il conseguimento di importanti risultati. Anche all'estero importanti laboratori svolgono ricerche in questo campo, offrendo a chi ha capacità e talenti l'opportunità di trasferirsi per avvantaggiarsi nella competizione internazionale. Crediamo che sia nostro compito trattenere gli studi e le competenze nel nostro paese affinché non accada che importanti brevetti e pubblicazioni scientifiche vengano sottratte ai cittadini italiani.
    Sembra il tema di un ragazzino delle medie che non ha studiato e si arrabatta come può con frasi fatte sperando nella sufficienza.

    Lascia un commento:


  • eroyka
    ha risposto
    Riporto la comunicazione odierna di Celani:

    Cari [],



    Vi trasmetto, come ricevuto, il link al post "facebook" della cortese visita che 3 (lungimiranti) rappresentanti della Lega hanno effettuato (28 Ottobre 2017) al Nostro Laboratorio di Frascati in quanto fortemente interessati alle problematiche LENR, ed il loro ulteriore (anche se complesso/ostacolato) sviluppo, per il bene dell'ITALIA.


    https://www.facebook.com/leganordmodena/posts/1544749722275893




    * Io purtroppo NON ho facebook e quindi NON riesco a vederlo.
    Ovviamente mi dovrò "attrezzare" quanto prima.......


    * Come breve commento personale desidero rimarcare il fatto che, FORTUNATAMENTE, la salvaguardia dell'ambiente è una tematica che è a cuore ad un numero non trascurabile di "politici", indipendentemente dalla loro appartenenza di "parte".


    Ciò mi lascia ben sperare per il Futuro dell'Italia, nonostante gli attuali immensi problemi sociali (spesso importati) e di bassissimo sviluppo.


    Purtroppo non altrettanto si può dire di alcuni "dirigenti" che dovrebbero promuovere proprio lo sviluppo scientifico cosiddetto di "frontiera", anche se esso è ovviamente ad alto rischio intrinseco di insuccesso.


    * Sarebbe molto bello, anzi auspicabile, che i "decisori" della politica scientifica italica, nel campo delle LENR, seguissero il luminoso e costante esempio del Sol Levante, a tutti i livelli (Governo-Università-Industria).
    I risultati positivi, spesso inaspettati, stanno ripagando il loro CORAGGIO.
    Il Nostro gruppo di lavoro si ritiene onorato di collaborare con gli scienziati del Giappone, ovviamente facendo salve le conoscenze di immediata utilizzazione, diretta od indiretta, in ambito applicativo/industriale.

    Lascia un commento:


  • Cimpy
    ha risposto
    "era un po che non ti leggevo... ero quasi in ansia!"
    Ci sono (quasi) sempre quando si sparano bubbole - ad esempio, ai confini della scienza o sull'HHO o quando si narrano le gesta di (per dirne uno) Piantelli....

    "Poi ci siamo accorti (parlo almeno per me) che ad ogni annuncio serio ne seguivano 50 falsi"

    Attendo fiducioso l'elenco degli annunci seri. Per i 50 falsi (tra virgolette? Per dire solo un po' falsi? Perché di certo non erano imbrogli veri e propri, no?!), complimenti per essertene accorto immediatamente - tipo anche solo nel giro di 3/6/12 anni, e senza nemmeno aver sostenuto le bufale di passaggio più di tanto.
    Tipo con la FF, per esempio - ah già, non è una bufala ma non arriva a causa dei poteri forti - era quello che scrivevi dalle parti del 2011, giusto?
    Ultima modifica di Cimpy; 17-11-2016, 23:33.

    Lascia un commento:


  • eroyka
    ha risposto
    Ciao Cimpy, era un po che non ti leggevo... ero quasi in ansia!
    La ricerca di soldi è comune a qualsiasi ricerca. I ritardi anche...
    Gli annunci ammetto che sono stati un po troppi... all'inizio si pensava nella collaborazione attiva allo sviluppo della tecnologia. Poi ci siamo accorti (parlo almeno per me) che ad ogni annuncio serio ne seguivano 50 "falsi" e controproducenti...
    E così ora il tutto è molto più silenzioso...

    A presto!
    Roy

    Lascia un commento:


  • Cimpy
    ha risposto
    HHO e LENR hanno parecchio in comune: gli annunci, i ritardi, la ricerca di soldi.

    Lascia un commento:


  • eroyka
    ha risposto
    Ciao Riccardo,
    se leggi meglio, le evidenze ci sono eccome... anche se uno non ha già seguito Celani, in effetti dalle slide non si capisce proprio benissimo.
    Per l'HHO... sorvoliamo, non c'entra niente con le LENR ed è una reazione chimica e non certo nucleare. Diciamo che in alcune condizioni "semplici" si possono riprodurre involontariamente e incontrollabilmente, dei mini "cluster" dove è probabile avvengano fenomeni nucleari... se vedi 2 pagine prima (la slide 23) leggi che viene richiamato il sistema Fischer-Tropsch.
    Durante la guerra quel sistema oltre a produrre carburante "alternativo" è stato causa di vari "incidenti" inspiegati dove si sono avute grosse esplosioni e altri strani effetti collaterali.

    Purtroppo, come ho più volte spiegato, il fenomeno LENR è molto complesso e fuggente... ma lo stiamo per braccare e controllare...
    Roy

    Lascia un commento:


  • richiurci
    ha risposto
    dopo una lettura MOLTO veloce mi restano in mente purtroppo solo due cose:

    - l'inizio degli studi in Italia (1994), 20 anni passati e ancora niente di tangibile

    - la citazione a fine documento dell' Ossidrogeno HHO, un gas "strano" che ha punti in comune con Celani e LENR.

    Considerato il silenzio e i ritardi dell'HHO in automotive capisco la vicinanza tra le due rivoluzioni tecnologiche. Attendiamo fiduciosi che almeno una delle due mantenga le tante promesse.

    Lascia un commento:


  • eroyka
    ha risposto
    Buon giorno a tutti,
    divulgo con piacere il report presentato da Francesco Celani a Ginevra presso il WCEC delle Nazioni Unite tenutosi dal 1 al 4 novembre 2016

    Riporto qui i suoi ringraziamenti (in inglese) e allego il documento in pdf che raccoglie le slide presentate.

    Eroyka

    --
    * I would like to thank specially Yasuhiro, Chino and David that provided me with their "review" documents (their talk given given at ICCF20, 2-8 October 2016).


    Thanks for your time,


    Francesco CELANI
    File allegati

    Lascia un commento:


  • Cimpy
    ha risposto
    "la questione è veramente molto complessa e multidisciplinare cosa per cui non basta un ing. nucleare o un ing. elettronico o un termodinamico per capire il fenomeno"

    Certo: servono Piantelli e un ricercatore indipendente. Oppure Rossi e un biscaziere. O Celani da solo. O Iwamura et al. ...
    Com'è che era? "Un po' di onestà"...

    Lascia un commento:


  • tersite3
    ha risposto
    Le mie conoscenze
    Nessun dubbio sulle tue conoscenze, però i numerosissimi fisici che sono scettici sulle soluzioni proposte qualche dubbio me lo fanno venire
    ciò che ho visto e verificato
    La storia della scienza è piena di testimonianze di gente, anche qualificata, che ha “visto e verificato”, ma tutto finiva lì.
    non mi permette più di avere dubbi sull'esistenza del fenomeno.
    Sull’esistenza del fenomeno sono parzialmente possibilista, in fondo è solo una questione di temperatura. A 10 milioni di K il fenomeno è banale, a 300K è sicuramente molto improbabile, a meno che ci si inventi qualcosa a cui la natura non ha pensato.
    Affinchè un fenomeno possa essere utile deve essere controllato, condiviso con la comunità scientifica e riproducibile da chiunque abbia i mezzi necessari.
    Purtroppo non è un accadimento semplice come la fissione atomica
    Direi che è anche più semplice, nelle stelle funziona da miliardi di anni senza la necessità equipe di scienziati. Il problema sono le condizioni di contorno, non facilmente raggiungibili e le soluzioni proposte non del tutto convincenti

    Ci vogliono tutti, insieme e affiatati. Ovvero pagati.
    Per pagare questi signori occorre convincere altri signori a scucire la grana.
    L’alternarsi di comunicazioni entusiastiche e ripetuti rinvii assomiglia molto alla tecnica usata da certi pseudo ingegneri emigrati negli states.
    Non gliene frega essenzialmente a nessuno (di quelli che decidono)
    Su questo devo dissentire. Quando Fleishmann e Pons annunciarono la loro scoperta il prezzo in borsa del palladio si impennò alla grande in pochi giorni. Segno che agli squali la cosa interessava molto e cercavano di accaparrarsi le materie prime necessarie.

    in un ambiente che, tra l'altro, si è riempito di ciarlatani e trolls che sviano e infangano
    Concordo pienamente.

    Lascia un commento:


  • sergio&teresa
    ha risposto
    Beh Roy un po' vostra lo è.... Dal punto di vista comunicazione non siete/sono stati dei geni, fin dal principio.

    Lascia un commento:


  • eroyka
    ha risposto
    Hai ragione Cimpy... ma dipende con che mezzo percorri quel po di strada... col treno, la bici, a piedi o... con le stampelle.
    Ecco, noi siamo nell'ultimo caso e includiamo anche un bel vento contrario.
    Prima o poi ci arriviamo, ma a questo punto più poi.

    La colpa non è certo mia.
    Roy

    Lascia un commento:


  • Cimpy
    ha risposto
    E dire che nel 2014 (come nel 2013 e nel 2012 e nel 2011 e nel 2010 e nel....) bastava solo pazientare ancora un pochino...

    Lascia un commento:


  • eroyka
    ha risposto
    Dubbi nessuno?
    No. Nessuno. Le mie conoscenze e ciò che ho visto e verificato non mi permette più di avere dubbi sull'esistenza del fenomeno.
    Purtroppo non è un accadimento semplice come la fissione atomica che in un breve (relativo) tempo è stata compresa e applicata (per uso militare quindi incontrollato).

    Qui la questione è veramente molto complessa e multidisciplinare cosa per cui non basta un ing. nucleare o un ing. elettronico o un termodinamico per capire il fenomeno.
    Ci vogliono tutti, insieme e affiatati. Ovvero pagati. Un pool di menti, un gruppo di ricerca serio che svisceri in profondità la cosa.
    Così ancora non accade. Non gliene frega essenzialmente a nessuno (di quelli che decidono).

    E noi attendiamo che con 4 soldi alla volta si faccia passin passetto avanti in un ambiente che, tra l'altro, si è riempito di ciarlatani e trolls che sviano e infangano.

    Non certo la situazione dove un intera nazione (anzi più d'una) ha unito le forze e le menti con budget circa illimitato per creare la bomba atomica da una ricerca appena completata.

    Questo è quanto.
    Roy

    Lascia un commento:


  • tersite3
    ha risposto
    Originariamente inviato da eroyka Visualizza il messaggio

    Forse che passi qualche annetto fra un esperimento di laboratorio e un sistema energetico nazionale non ti ha sfiorato?
    Scusa Roy, ma quando ci vuole ci vuole.
    Primo reattore sperimentale a fissione con energia sviluppata in eccesso data alla fine del 1942: meno di tre anni dopo (agosto 1945) ad Hiroshima si dimostra che l’energia in eccesso era parecchia (purtroppo).
    Nonostante fosse un segreto di massima importanza pochi anni dopo (1949) anche Stalin ebbe la sua bomba. A seguire stati e staterelli ebbero la loro bomba in breve tempo.
    La prima lampadina accesa grazie all’energia nucleare risale a 2 anni dopo (1951)
    Per contro abbiamo: marzo 1989 annuncio di Fleischmann e Pons di essere riusciti a realizzare la fusione nucleare a temperatura ambiente.
    2016, 27 anni dopo zero Joule prodotti e una interrogazione di Realacci.
    Qualche problema ci sarà pure!
    Dubbi nessuno?



    Originariamente inviato da eroyka Visualizza il messaggio
    Cerchiamo di essere più onesti e concreti...
    Appunto!

    Lascia un commento:


  • Avatar ospiti
    Replica dell'ospite
    Auspico vivamente che alle Interrogazioni Parlamentari in genere, e a quella di E. Realacci in particolare, venga data la dovuta risposta; credo che su questo potremmo essere tutt d'accordo.

    Se il Forum promuove una raccolta di firme su una richiesta per una -tempestiva ormai no, sia almeno chiara- risposta alla Int. Parlam. Realacci, mi faccio parte diligente per diffonderla.
    Il testo della Richiesta, if any, prego sia semplice; sono a disposizione per contribuire ad elaborarlo.
    Ma vedo una questione basale: di quale Autorità -if any- accetteremmo il verdetto?
    Un Comitato Paritetico, una Commissione di Saggi, un Consiglio Tecnico, un Consesso di Scienziati, un Collettivo Interdisciplinare ...?

    Saluti attendisti.


    T

    Lascia un commento:


  • eroyka
    ha risposto
    Grande Cimpy. Risposta pieno di contenuto come al solito. Pensa che invece qui in Europa andiamo a fusione calda grazie alle decine di miliardi investiti...

    Forse che passi qualche annetto fra un esperimento di laboratorio e un sistema energetico nazionale non ti ha sfiorato?

    Cerchiamo di essere più onesti e concreti...
    Grazie
    Roy

    Lascia un commento:

Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR