adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ancora un volta la fusione fredda come arma

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ancora un volta la fusione fredda come arma

    Cari amici del forum,


    sono già pervenute nel sito le prime descrizioni di un'arma a fusione fredda basata sull'afnio(mitico roy).
    Non posso darvi il link ma potrete trovare su internet molto facilmente, i sospetti di molti ricercatori che l'uranio avendo una struttura simile al palladio (correggettemi se dico cazzate)può essere caricato col metodo Fleishcmann e Pons di deuterio,
    fin quasi sul punto di innescare la fusione fredda.Se poi questa mini-testata venisse inglobata in un proiettile da carro
    armato,questo nell'impatto col bersaglio farebbe raggiungere la giusta densità per l'innesco della fusione, la quale produrrebbe un numero esiguo di neutroni, ma pur sempre sufficiente a provocare la fissione dell'uranio...insomma un testata tattica!!!!!!!!!!!!! ph34r.gif
    Questi scienziati assumono come prova di ciò alcune foto di carri armati irakeni colpiti in cui l'interno dell'abitacolo è
    completamente fuso!!!e i cadaveri sono ridotti come se fossero stati esposti a massicce radiazioni ionizzanti !!!

    Qualcuno mi correga perfavore se sbaglio spiegandomi il perchè mi son fatto abbindolare!!!


    P.S.:vorrei inserire in questo post una domanda che mi preme:qualcuno mi spiega nel dettaglo la fusione fredda secca?

    Un saluto a tutti!!!

  • #2
    Attenzione! Qui c'e' da considerare anche una seconda cosa...sai quanto scalda un proiettile quando vien sparato? Te lo dice uno che ha avuto a che fare con i carri per lungo tempo.

    Commenta


    • #3
      Mi auguro che non sia vero , mi auguro che la mente dell'uomo ponga un limite alla distruzione...
      utilizzare la tecnologia che potrebbe salvare il pianeta per distruggerlo mi rabbrividisce. ok ok qualcuno fermi il mondo perche voglio sciendere!!!!

      Commenta


      • #4
        CITAZIONE (Hellblow @ 10/10/2005, 15:15)
        Attenzione! Qui c'e' da considerare anche una seconda cosa...sai quanto scalda un proiettile quando vien sparato? Te lo dice uno che ha avuto a che fare con i carri per lungo tempo.

        Caro Hellblow,

        scusa sono ignorante in materia.è per questo se chiedo che quello che ho letto è credibile o sono baggianate.Comunque la teoria che l'uranio è simile al palladio è vera?

        Caro reattivo,

        sono perfettamente d'accordo con te:è scandaloso!!!! mad.gif

        Commenta


        • #5
          Mi spiego...
          dalle esperienze con la cella sappiamo che il calore favorisce l'innesco della reazione, quindi perchè non dovrebbe influire anche il calore del proiettile quando esce dalla bocca del cannone sull'innescarsi di una simile reazione?

          Commenta


          • #6
            CITAZIONE (Hellblow @ 12/10/2005, 18:30)
            Mi spiego...
            dalle esperienze con la cella sappiamo che il calore favorisce l'innesco della reazione, quindi perchè non dovrebbe influire anche il calore del proiettile quando esce dalla bocca del cannone sull'innescarsi di una simile reazione?

            Caro Hellblow

            hai ragione il calore come nella reazione Iorio Cirillo Dattilo può avere conseguenze fondamentali.
            In ogni caso che esso influisca sulla fusione fredda "classica" non mi sembra sia stato dimostrato o sbaglio?

            A presto alien.gif

            Commenta


            • #7
              Bhe sappiamo che se c'e' poco calore la reazione si arresta, questo probabilmente è legato almeno a tre diversi fenomeni che io individuo come importanti(almeno credo, ma prendi quel che dico sempre con il beneficio del dubbio ^^ nel forum c'e' chi può tranquillamente spiegar meglio di me dato che ha maggior esperienza e preparazione).
              I tre sono:

              1) Emissione Termoionica (basso calore, bassa emissione, quindi il calore serve)
              2) Eccitazione degli ioni (alto calore, alti livelli di energia per le particelle interessate.
              3) Elettrolita (l'alta temperatura favorisce la conduzione della soluzione)

              Riguardo il dimostrato, io per ora ho solo letto, di dimostrato, che:

              1) ci sono energie in gioco che potrebbero essere elevate, forse più di quanto immettiamo nella cella. Ma ciò non vuol dire che la termodinamica non serve, solo che forse il processo dà il via ad una serie di reazioni che liberano energia "insita" nella materia e li immagazzinata. Bhe un po come quando prendiamo un condensatore carico e lo immettiamo in un circuito chiuso. Chiudere l'interruttore richiede una certa energia, che eprò è magari inferiore a quella che il condensatore libera. Ma se non chiudiamo l'interruttore niente energia. (scusate l'esempio scemo, era per visualizzare il mio pensiero wink.gif ). Il condensatore ce lo carica madre natura in questo caso wink.gif

              2) ci sono trasmutazioni, quindi probabilmente compenetrazione di ioni e atomi. Se poi questi stanno sul catodo, magari non è detto che li si siano formati, ma forse li si spostano per effetto del campo elettrico instaurato.

              3) Abbiamo grandi emissioni di Fotoni, onde EM ecc...

              4) Non si son trovati neutroni (non vuol dire ch enon ce ne siano)

              Commenta


              • #8
                Caro Hellblow,

                se una cosa voglio puntualizzare e chiarire....QUESTI BENEDETTI NEUTRONI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! mad.gif
                Da quello che io ho ( spero ) capito i neutroni sono stati rilevati ANCHE se non si sa :

                1 il loro numero

                2 il loro spettro di energia

                3 come cavolo si producono visto che fino ad ora è ipotizzata la reazione e+p(+v)=n che non è stata dimostrata

                Recentemente ho letto di qualcuno che sta portando avanti la costruzione di un rilevatore chiamato LEDIN.A che stato è il progetto?

                E poi caro Hellblowspiegami se i neutroni sono stti rilevati o no!!!!

                A presto... alien.gif

                Commenta


                • #9
                  Ciao
                  la rivelazione dei neutroni e un fattore molto difficile da trattare.
                  Sostanzialmente il problema principale e che essendo neutri non producono ionizazione diretta,quindi, per essere rilevati devo interagire con un elemento.Ma non cosi semplice!!!Non tutti gli elementi riescono a trattenere i neutroni nel loro nucleo, e addirittura altri ne fermano il corso, non reagendo subito al primo passaggio (acqua nel caso il flusso e basso).
                  La nostra amata potrebbe produrne, ma solo nell' ordine dell' agitazione termica.Quindi , l'acqua essendo un ottimo moderatore blocca totalmente quei pochi prodotti. Quindi la misurazione si fà ancora piu difficile.Ci sono due modi...o per attivazione...ma il flusso termico o veloce deve essere notevole...o sempre per attivazione ponendo il piu vicino possibile al plasma l'elemento da irradiare!!!
                  Il problema e che li vicino al plasma fa tanto caldo..quindi bisogna trovare una soluzione.!!!

                  Ciao ciao

                  Area51

                  Edited by Area51 - 12/10/2005, 22:58

                  Commenta


                  • #10
                    Hai pienamente ragione Area51, difatti suggerii al tempo ad Ennio di far misurazioni non ai lati della cella, ma proprio sopra il catodo.
                    Comunque i neutroni non sono stati rilevati, e difati la critica verte maggiormente su questo punto per contrastare chi studia la fenomenologia della cella. E' facile dire cosa una cosa non è, più difficile spiegarne la natura invece, vero?
                    Inoltre le trasmutazioni sebbene siano presenti in quantità misurabile, non sono poi cosi' accentuate da produrre una enorme quantità di neutroni, e quindi si deve cercare un ago in un pagliaio...che fra l'altro si agita O.o e non dimentichiamo che in quel pagliaio, a 3000 e passa gradi, di certo non possiamo metterci le mani.

                    Commenta


                    • #11


                      La metafora dell'ago nel pagliaio è perfettamente calzante con la misura dei neutroni.
                      Se ci sono, sono pochi e lenti. Però...
                      Prima di gettare la spugna (o anche solo accantonare il problema), ci sono ancora due tentativi, importanti, da fare. Uno è quello di far irraggiare il campione da attivare ad una distanza minima dal plasma. L'altro è quello di controllare la variazione isotopica dell'acqua usata come soluto (in gergo "triziatura") ...

                      Vedremo.
                      ?"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                      Commenta


                      • #12
                        Cari amici,

                        innanzitutto grazie per le risposte.I neutroni quindi non sono stati rilevati...non ancora.
                        Auguro a voi che state finalizzando l'ambizioso progetto LEDIN di portarlo a termine con successo.
                        Avrei un suggerimento...non so se qualcuno lo ha già proposto, ma siccome l'acqua scherma bene, non si potrebbe usare una cella mooooolto allungata ma dal diametro moooolto sottile?
                        Oppure provare soluzionidi qulcos'altro?nessuno ha mai pensato di usare altri liquidi saturati con i soliti sali?

                        A presto alien.gif

                        Commenta


                        • #13
                          Quantum potrei sapere la sonda che geometria ha? Forse ho un po di ideuzze, oltre quelle esposte ad Ennio, per cercare di migliorare l'efficienza della sonda.

                          Commenta


                          • #14
                            Ciao Hellblow,
                            visto che la discussione è un po' OFF TOPIC, ti rispondo sull'altro thread "Caccia ai neutroni" raggiungibile da qui.

                            Ciao wink.gif
                            ?"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                            Commenta


                            • #15
                              CITAZIONE (Dareus @ 7/10/2005, 21:06)
                              Cari amici del forum,


                              sono già pervenute nel sito le prime descrizioni di un'arma a fusione fredda basata sull'afnio(mitico roy).
                              Non posso darvi il link ma potrete trovare su internet molto facilmente, i sospetti di molti ricercatori che l'uranio avendo una struttura simile al palladio (correggettemi se dico cazzate)può essere caricato col metodo Fleishcmann e Pons di deuterio,
                              fin quasi sul punto di innescare la fusione fredda.Se poi questa mini-testata venisse inglobata in un proiettile da carro
                              armato,questo nell'impatto col bersaglio farebbe raggiungere la giusta densità per l'innesco della fusione, la quale produrrebbe un numero esiguo di neutroni, ma pur sempre sufficiente a provocare la fissione dell'uranio...insomma un testata tattica!!!!!!!!!!!!! ph34r.gif
                              Questi scienziati assumono come prova di ciò alcune foto di carri armati irakeni colpiti in cui l'interno dell'abitacolo è
                              completamente fuso!!!e i cadaveri sono ridotti come se fossero stati esposti a massicce radiazioni ionizzanti !!!

                              Qualcuno mi correga perfavore se sbaglio spiegandomi il perchè mi son fatto abbindolare!!!


                              P.S.:vorrei inserire in questo post una domanda che mi preme:qualcuno mi spiega nel dettaglo la fusione fredda secca?

                              Un saluto a tutti!!! :§emoticon12§: :§emoticon12§: :§emoticon12§:

                              le munizioni all'uranio impoverito hanno quell'effetto perchè la polvere di uranio brucia in aria a temperature altissime...però mi sembra strano che ci sia stata una reazione di fusione...insomma una mini bomba nucleare per quanto piccola avrebbe fatto un casino...a meno che con la tecnologia della FF non sia talmente localizzata (come in una cella a FF) da avere "solo" quell'effetto.

                              comunque la possibilità c'è visto che sono i militari a sopprimere la nascita di tecnologie rivoluzionarie come l'antigravità per poi usarle per primi!

                              Commenta


                              • #16
                                caro master blaster,

                                le tue osservazioni sono giuste è vero, se vuoi approfondire l'argomento alla fonte da cui l'ho preso ecco il sito (scusa ma non so mettere i link):www.laleva.cc/ambiente/uranio_germano.html

                                A presto alien.gif

                                Commenta


                                • #17
                                  Ciao Dareus, scusa se magari ti dico cose che gia' sai, pero' volevo solo confermarti che io alcuni anni fa avevo trovato su internet che i famosi proiettili all'uranio impoverito (Kosovo?) fossero in realta' un'arma basata sulla fusione fredda. "Caricate" le pallottole con un'opportuna quantita' di idrogeno, al momento dell'impatto la pressione e le temperature sviluppate innescavano la fusione dell'idrogeno, e anche in quel caso mi ricordo si parlasse di qualcosa di simile a "carri armati colpiti in cui l'interno dell'abitacolo è completamente fuso!!!e i cadaveri sono ridotti come se fossero stati esposti a massicce radiazioni ionizzanti". Del resto, l'esperimento di F-P non era finanziato dall'esercito stesso, che cercava di trovare un modo di stoccare idrogeno (ed essendo l'uranio troppo pericoloso gli esperimenti si stavano conducendo sul palladio)? Ah! Ora mi ricordo, mi sembra che avessi trovato l'argomento leggendo qualcosa a proposito del libro di Roberto Germano: "FUSIONE FREDDA - MODERNA STORIA D'INQUISIZIONE E D'ALCHMIA". Tra l'altro l'ipotesi che ci sia dietro l'esercito, sarebbe certamente sufficiente a "giustificare" l'insabbiamento della questione fusione fredda...

                                  Ciao

                                  Commenta


                                  • #18
                                    CITAZIONE (larco51 @ 30/3/2006, 03:30)
                                    Ciao Dareus, scusa se magari ti dico cose che gia' sai, pero' volevo solo confermarti che io alcuni anni fa avevo trovato su internet ...

                                    Ciao

                                    Qualche dettaglio:
                                    http://www.larivistadelmanifesto.it/archiv...9A20040406.html

                                    P.S. Dareus si è cancellato 3 mesi fa... tongue.gif
                                    "Una nuova verità scientifica non trionfa perché i suoi oppositori si convincono e vedono la luce, quanto piuttosto perché alla fine muoiono, e nasce una nuova generazione a cui i nuovi concetti diventano familiari." Max Planck

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Purtroppo riguardo la classificazione delle armi c'e' un po i confusione. Fra l'altro le foto che avete visto potrebbero essere anche foto di carri colpiti da uranio esaurito oppure da testate esplosive. Se avete i link di queste foto posso darci un'occhiata...

                                      Ciao a tutti <img src=">

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Ho cercato un po in giro, guardate...

                                        image

                                        image

                                        http://en.wikipedia.org/wiki/Gun-type_fission_weapon

                                        Se si trattase di un'arma a fissione (e non fusione) molto piu' piccola di quella della foto?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          la teoria è buona e consolidata nessuna tecnolia viene usata se dietro non ci sono prima studi e applicazioni militari.

                                          sembra che ogni nuova scoperta o invenzione abbia importanza strategica quindi leggi "militare".

                                          nessuno finanzia esperimenti lunghi se non si hanno vantaggi e quelli militari sono i più fruttiferi perchè con poco sforzo e una tecnologia che si dispone in modo unilaterale ti impossessi di uno stato e delle sue ricchezze nel giro di un anno.

                                          Commenta

                                          Attendi un attimo...
                                          X
                                          TOP100-SOLAR