annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

QED COERENTE E FUSIONE FREDDA

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ciao mgb2,
    grazie per il prezioso elenco.
    Dell'articolo "Something from nothing" (che non è proprio un titolo azzeccatissimo ) sapevo dalla conferenza di del giudice a milano (penso avrai visto il video da arcoiris o youtube).

    Riesci magari ad avere anche gli altri articoli che hai elencato? nche solo qualcuno sarebbe sempre prezioso da leggere.
    Grazie ancora.
    Roy
    Essere realisti e fare l'impossibile

    Commenta


    • Ciao Roy,
      dell'articolo si, ne ho sentito parlare su arcoiris e stamane ho contattato la Andreas Kurcs (spero sia la tedesca cui Del giudice faceva riferimento) per avere un preprint.

      Purtroppo non ho accesso a quelle riviste.
      Ho contattato Del Giudice per vedere se mi manda qualcosa.

      p.s.
      In realtà mi accorgo ora che gli articoli 8 e 9 li avevo già caricati.
      Ho recuperato l'articolo 3, che trovi sempre al solito posto.

      Per gli altri posso inserire l'abstract cosi si capisce meglio di cosa si parla.

      1) It is shown that coherent electrodynamics of water molecules produces extended regions where the chemical activity of bio-molecules is governed in a selective way by a code based on frequency resonance. Coherence Domains of water act as devices able to collect low-grade energy in the environment and to transform it into high-grade energy able to produce electronic excitations.
      Water is the most important constituent of all living organisms (70% of the total mass and 99% of all molecules). Other biomolecules, proteins, fats, sugars, vitamins, salts, which are usually considered the only molecules playing a remarkable role in molecular biology, make up only 1% of the total. So, biological activity is assumed to involve 1% of all molecules only.
      What is the role of water then? Is it possible that 99% of all biomolecules are necessary only as a solvent whereas the "really essential" biomolecules enact all productive activity?
      The driving and regulatory role of water in governing the biochemical activity has begun to be recognized in recent times (Voeikov, 2007).
      In order to unravel this puzzle, we should take another enigma, which is the existence of biochemical codes (Barbieri, 2004), into account. Apart from the living matter or more generally far from catalysts, molecules are usually subjected to a polygamous regime; each biomolecule can interact with many others, thus producing a great number of reactions. In living matter, instead, biomolecules live inside each particular biochemical cycle in a monogamous condition (at least within definite time intervals), i.e. a biomolecule interacts only with well-defined partners and ignores the other biomolecules, with which interaction would be possible in empty space. Living matter therefore produces a "context" capable of preventing a great number of chemical interactions, which would theoretically be possible. The possibility of molecular interactions is governed by biochemical codes (the genetic code is the most widely known among them), to which particular biological processes correspond. Within the world of biomolecules, there are thus the prerequisites for communication. Indeed, biochemical cycles are open and capable of reacting against new influences. In this way all the codes build up and adopt flexible features, which are typical of a language.
      The emergence of these biochemical codes from the dynamics of matter is undoubtedly the main problem of biology.

      2) Abstract: Fuchs and collaborators [1, 2] showed that when a high voltage is applied between two electrodes, immersed in two beakers containing twice distilled water, a water bridge between the two containers is formed. We observed that a copper ions flow can pass through the bridge if the negative electrode is a copper electrode. The direction of the flux is not only depending on the direction of the applied electrostatic field but on the relative electronegativity of the electrodes too. The fact seems to suggest new perspectives in understanding the structure of water and the mechanisms concerning the arising of ions fluxes in living matter.

      4) Ecological modelling has not yet received from basic "hard" sciences, like conventional physics and chemistry, an adequate conceptual support. Mechanistic simulation techniques are very far from achieving a satisfactory understanding of ecosystem dynamics.
      In this paper we discuss how to build a bridge between basic sciences and ecodynamics, able to justify the emergence of novelties.
      It is shown that two important theoretical frameworks, thermodynamics of irreversible processes and quantum field theory, exhibit significant convergences on a number of points. They provide a rationale for the appearance of different phases of the same system, for the onset of non-linear self-consistent dynamics able to give rise to domains extended in space and evolving in time in an irreversible way, for the appearance of self-organization which is the main feature of life. A possible dynamical implementation of the thermodynamic concept of negentropy is suggested. The emergence of autocatalytic features is discussed. (C) 2009

      5) Abstract: We show that in nonlinear systems dynamical order can be reached through the flows of matter, energy, and information, which can be non uniformly spread over the organism due to self-trapping induced by the correlated coherence domains of interfacial water. Endogenous electromagnetic field is self trapped in these domains and forms the dynamical pathways as wave-guides, along which these flows can occur via soliton mechanisms. Solitons in the pathways can be stimulated either by intrinsic dynamics or by external stimuli and can be visualized in the infrared range as bright or dark solitons. The formation of such pathways is the consequence of coherence-non coherence transitions occurring in the biological cycle of the organism. A rational therapy appears then to be the induction of conditions for soliton existence necessary for maintaining the coherence of the system.

      6) Abstract: Water plays a fundamental role in living organisms. Liquid water includes coherence domains (CD) where all molecules oscillate in unison in tune with a self-trapped electromagnetic field at a well-defined frequency. The coherent oscillations produce an ensemble of quasi-free electrons, able to collect noise energy from the environment and transform it into high-grade coherent energy in the form of electron vortices. This high-grade energy may activate the biomolecules resonating with the water CD. In this way, water CDs become dissipative structures in the sense of Prigogine and Froehlich, such that they are able to oscillate and coherence among them can be established. Thus, autocatalysis in living matter is made possible.

      7) Abstract: The emergence of the phase locking among the electromagnetic modes and the matter components on an extended space-time region is discussed. The stability of mesoscopic and macroscopic complex systems arising from fluctuating quantum components is considered under such a perspective.

      ciao
      mgb2
      Ultima modifica di mgb2; 25-01-2010, 16:29.
      I miei file li trovate qui: http://file.webalice.it
      username: genni.rom
      password: martina

      Commenta


      • Ciao,
        Del Giudice mi ha inviato degli articoli,
        non sono proprio quelli che gli avevo chiesto ma sono comunque attinenti.
        Il file si chiama DelGiudice.rar

        Ciao

        p.s.
        stamattina mi ha risposto anche Almut Beige (coautore) dicendomi che Something from nothing era solo un titolo di lavoro ma che è stato cambiato in "Energy concentration in composite quantum systems".

        In pratica è l'articolo del primo link ma l'ho anche caricato sulla mia pagina.

        L'avevano chiamato cosi perchè il meccanismo genera energia senza applicare una forza esterna e dal vuoto (che ovviamente vuoto non è).
        Ora, Physical Review A, gli ha chiesto di correggere l'equazione principale e, a detta di Beige, la correzione non farebbe altro che incrementare ancor di più l'effetto finale.

        Le previsioni possono essere facilmente misurate da qualche gruppo che dispone della strumentazione necessaria.
        Speriamo che si offra qualcuno.
        Ultima modifica di mgb2; 26-01-2010, 15:11.
        I miei file li trovate qui: http://file.webalice.it
        username: genni.rom
        password: martina

        Commenta


        • Rispondendo a Valmax,

          Originariamente inviato da Valmax Visualizza il messaggio
          prima di parlare di

          4) la violazione della libertà asintotica.
          puoi spiegare cosa intendi, per favore?
          http://it.wikipedia.org/wiki/Libert%C3%A0_asintotica

          e cosa intendi per

          3) L'approccio elettrodinamico, invece che elettrostatico, alla materia condensata.
          Grazie.

          Cito dal tuo link:
          "La libertà asintotica implica che nello scattering (diffusione) ad alte energie i quark si muovono all'interno dei nucleoni (protoni e neutroni) come se fossero essenzialmente liberi, cioè come se fossero particelle non interagenti, e consente di calcolare la sezione trasversa dei vari eventi riguardanti la fisica delle particelle in modo attendibile usando le tecniche dei partoni."

          E questo è il primo punto.

          Il secondo punto è che nessuno al mondo ha mai osservato un quark.

          La differenza nei due punti è che il primo è una ipotesi (che tra l'altro si crede debba valere in generale per ogni "buona teoria") mentre il secondo è un fatto.

          Ergo: considerare i quark come se fossero essenzialmente liberi (cioè dire che la QCD è asintoticamente libera) è falso.

          E' vero che se consideri i quark come stati finali e trascuri i modi instabili del campo il tutto scala con l'AF ma questi "trucchi" per giustificare l'ipotesi iniziale (quark liberi) non corrispondono alla realtà delle osservazioni.

          non sei d'accordo?

          La QED invece è asintoticamente libera.
          la differenza tra QED e QCD è che in QCD i bosoni vettori sono carichi mentre i fotoni no quindi la carica dei fotoni viene solo dalle particelle cariche presenti che a piccole distanze tendono a zero (per la densità finite delle cariche).
          Invece i vettori colorati, essendo carichi loro stessi, hanno carica in abbondanza anche a corte distanze. da lì la divergenza del gap che non avviene in QED.

          La CQED non è asintoticamente libera.
          Se osservi il singolo atomo in uno stato coerente esso non può considerarsi non interagente perchè il suo stato fondamentale contiene una componente di stati eccitati.
          In altre parole, se osservo un protone che appartiene ad uno stato coerente posso distinguerlo da uno che non appartiene allo stato coerente.

          Ovviamente la mia affermazione vale su determinate scale di energia e non in generale
          Ad esempio: se lo stato coerente acquisisce un gap energetico le paricelle coerenti non possono essere estratte dallo stato coerente se non gli si fornisce una energia sufficiente. se invece il gap è 0 basta una energia infinitesima per cambiare lo stato della particella
          Questo influenza lo scaling dell'energia. ma non per energie divergenti.

          Sei d'accordo ?

          ciao
          Ultima modifica di mgb2; 26-02-2010, 14:50.
          I miei file li trovate qui: http://file.webalice.it
          username: genni.rom
          password: martina

          Commenta


          • Ciao a tutti,
            volevo rispondere ai discorsi di uforobot sul vuoto.

            Il vuoto è VUOTO, non c'è niente e non succede niente (a parte il fatto che nell'universo una regione COSI' vuota non la trovi, ma è un altro discorso...).
            I loop virtuali previsti dalla QED sono chiusi e non hanno alcun effetto reale. Nei conti apportano solo un fattore di fase.

            La confusione nasce dal fatto che si dice "stato di vuoto" di un sistema fisico lo stato di minima energia. Per esempio lo stato di vuoto di un atomo di idrogeno è quello individuato dal numero quantico n=0 e non ha energia nulla. Ma non è "il vuoto", c'è un atomo!! In presenza di un sistema fisico la QED prevede fluttuazioni dovute a particelle virtuali.

            Il tempo di Planck è l'intervallo di tempo più piccolo in cui le teorie esistenti hanno senso. Il motivo è che nei processi in tempi così brevi subentrano effetti di gravità quantistica per la quale, come saprai, non abbiamo una teoria assodata.
            Il principio di Indeterminazione non ha che fare con la suddivisione di intervalli di tempo... Il cosiddetto "principio di indeterminazione energia-tempo", spesso usato a sproposito anche dai fisici, ha in realtà un significato completamente diverso da quello posizione-impulso, perché in MQ il tempo NON è un osservabile fisico, non è rappresentato da un operatore, non è definita una misura di tempo: è un parametro esterno che scorre per i fatti suoi, come in Fisica Classica. In effetti il dt nel principio di indeterminazione energia-tempo rappresenta il tempo necessario affinché il valore di aspettazione dell'energia (o di altri osservabili del sistema) vari in maniera sensibile.

            Commenta


            • Originariamente inviato da mgb2 Visualizza il messaggio
              Ciao,
              stamattina mi ha risposto anche Almut Beige (coautore)
              E' una tizia piuttosto carina.
              Che lavora nel settore della quantum information.
              Almut Beige - University of Leeds

              Mi stupisce sempre vedere la rapidita' delle carriere scientifiche all'estero (UK, US, France, Spain).

              Forse e' piu semplice mettere i link ai preprint invece di caricare i files. Tipo

              [0909.5337] Energy concentration in composite quantum systems

              Comunque, vedi che ritorna sempre Vitiello. Direttamente dalla "scuola salernitana" della cibernetica di Caianiello e Umezawa.

              P.S. Il vero motivo del mio intervento e' per far sapere che recentissimamente ho ottenuto l'idoneita' a prof. assoc. nel settore Fis/03 (fisica della materia).
              Valutazioni Comparative

              Ora devo trovare una univ. italiana che sia abbastanza pazza da assumermi.

              Commenta


              • Ciao Unbeliever congratulaioni, sii ottimista il posto di lavoro prima o poi salta fuori.
                Ho sentito in un intervento di Del Giudice parlare della dimensione o meglio del campo di influenza del fotone che è molto grande considerato le dimensioni di questo tu che ne pensi?
                Ciao.
                "Non date da mangiare ai troll"
                http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

                Commenta


                • Originariamente inviato da GabriChan Visualizza il messaggio
                  Ciao Unbeliever congratulaioni, sii ottimista il posto di lavoro prima o poi salta fuori.
                  Beh, ne ho gia` uno. Ma professore associato all'universita`
                  e` meglio pagato di ricercatore (III liv.) del CNR.

                  Ho sentito in un intervento di Del Giudice parlare della dimensione o meglio del campo di influenza del fotone che è molto grande considerato le dimensioni di questo tu che ne pensi?
                  Il fotone e` un quanto di onda elettromagnetica. Ma questo non vuol dire che sia un oggetto puntiforme. Il fotone, come tutte le particelle, e` caratterizzato da un'onda di probabilta`.
                  L'estensione spaziale dell'onda di probabilita` dipende da come e` stato creato il fotone. Il fotone ideale,
                  libero di muoversi nello spazio (onda piana monocromatica) ha una estensione spaziale infinita (cioe`, la sua onda di probabilita` ha una estensione spaziale infinita).
                  Ma si tratta di una astrazione matematica.
                  I fotoni reali hanno una estensione spaziale finita,
                  che dipende da come e` creato e manipolato il fotone.
                  Ad esempio, un fotone stazionario dentro una cavita` ottica
                  ha l'estensione spaziale della cavita`.

                  Altra cosa e` la lunghezza d'onda del fotone. Questa misura la distanza tra due massimi del campo elettrico "trasportato" dal fotone.

                  Inoltre, solitamente non si producono fotoni singoli ma onde elettromagnetiche "costituite" da tanti fotoni. Se i fotoni di questa onda elettromangetica sono tutti esattamente uguali
                  si dice che l'onda elettromagnetica e` coerente.

                  Commenta


                  • erhm unbeliever, penso che GabriChan intendesse quei particolari interventi di Del Giudice riguardo l'influenza dei fotoni sulla materia.

                    Quindi, energia fotone -> lunghezza d'onda e
                    densità materia -> numero di particelle nel volume considerato,

                    metti insieme queste cose et voilà!

                    Ma penso che tu le conosca già no?



                    Fusione fredda!! dopo 20 anni ancora si discute se sia una bufala... ma degnarsi di cercare qualcosa che non sia pubblicato su Science o Nature è troppo difficile vero?? http://www.lenr-canr.org/acrobat/Rot...tallyofcol.pdf

                    Commenta


                    • Ciao Unbeliever grazie per la risposta, io intendevo questo intervento di del giudice....
                      YouTube - Domini di Coerenza - Elettrodinamica quantistica coerente - Emilio del Giudice 1° parte di 2
                      Che ne pensi?
                      "Non date da mangiare ai troll"
                      http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

                      Commenta


                      • Ciao a tutti!
                        In topic col titolo della discussione vi segnalo l'uscita del mio libro sulla fusione fredda dove spiego le basi teoriche, la storia e le ultime novità del fenomeno.

                        Il libro è disponibile sia in formato e-book (Fusione Fredda door Roy Virgilio in Scienze) al prezzo di 5,90 euro che cartaceo (Fusione Fredda door Roy Virgilio in Scienze) al prezzo di 11,90 euro.

                        Buona lettura e spero che serva a chiarire le idee e a dimostrare la realtà pratica del fenomeno.
                        Roy
                        Essere realisti e fare l'impossibile

                        Commenta

                        Sto operando...
                        X
                        TOP100-SOLAR