annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Novità cella Piantelli

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Novità cella Piantelli

    Buon giorno a tutti,

    a seguito della conferenza tenutasi a Viareggio il 23 luglio 2011 riporto qui le novità del gruppo di ricerca legato al prof. Piantelli dell'Università di siena e la sua cella al Ni-H

    In futuro riporterò sempre qui le principali novità del gruppo.

    23-07-2011

    - Negli scorsi giorni sono state riaccese le vecchie celle che hanno funzionato continuativamente per svariati mesi. Risistemate e alimentate col vecchio combustibile si sono accese con semplicità e rapidità confermando piccoli eccessi di energia (ma non sono state "spinte").

    - Ancora non sono state completate e attivate le nuove celle con il nuovo combustibile (tempi previsti circa 2 mesi);

    - Lo sviluppo del progetto procede sempre più velocemente e vi sono ipotesi di collaborazione con un grosso ente USA che è stato 3 gg presso il laboratorio di Siena; inoltre si stanno chiudendo contratti importanti con grosse realtà industriali per lo sviluppo di generatori a determinate potenze di lavoro;

    - Lo sviluppo sarà fatto per step di potenza successivi. La prima cella nuova a essere accesa sarà di pochi centinaia di watt. Una volta spremuta per bene e sottoposta a tutti i test, quando tutto sarà sotto controllo e il comportamento chiaro, sicuro e controllabile, si passerà a potenze superiori (circa kW) e quando ancora sarà tutto definito si passerà a potenze ancora superiori;

    - A livello teorico (ricordo che Piantelli ha una teoria matematica completa del sistema che non richiede reazioni esotiche ma che sono spiegabili dalla matematica e leggi attuali) si conferma la presenza di protoni con energia a 6-7 Mev (camera a nebbia) che consentono buone probabilità nelle sez d’urto con nichel; Una teoria quasi completa è in attesa di essere pubblicata come documento interno all'università di Siena;

    - La società base è formata da Piantelli e i suoi primi finanziatori da cui partiranno altre società e con cui è possibile stringere accordi per ulteriori sviluppi e commercializzazioni.

    - Partenza della società ad azionariato diffuso a breve giro (tempi 2-4 mesi) dove dovrebbe essere possibile per chiunque comprare azioni o quote (ancora in definizione) per sostenere lo sviluppo della tecnologia, avere il controllo su di essa (e quindi non farla sparire nel nulla sul più bello) e poter prendere parte ai futuri introiti. Appena si apriranno le danze ve lo comunicherò. Ma intanto se interessati potete inviare una mail a fusionefredda (at) energeticambiente.it per essere aggiornati delle novità riguardanti questo aspetto.

    Prossimamente altre news.
    In questa discussione vanno bene domande tecniche di approfondimento ma lasciamo fuori discussioni varie.
    Grazie,
    Roy
    Ultima modifica di eroyka; 27-10-2011, 14:40. Motivo: Aggiunte news
    Essere realisti e fare l'impossibile

  • #2
    Ciao Roy
    Che rendimenti ha Piantelli?
    Hai figli che frequentano le scuole Medie e vorresti dare un aiuto in matematica?
    Forse ti potrebbe interessare il mio sito. Già oltre 20.000 scaricamenti. Assolutamente gratuito.
    http://didatticacomputer.it/index.ph...fileinfo&id=40

    Commenta


    • #3
      Ciao caro,

      attualmente hanno fatto solo delle prove di accensione per vedere se il combustibile vecchio fosse "esaurito" o meno e se le celle potessero essere fatte ripartire dopo mesi di fermo. Per cui non hanno ancora effettuato adeguate misure energetiche.
      Nei vecchi esperimenti si parlava di eccessi dalle 2 alle 4 volte l'energia immessa ma.... le prove ove il generatore rimaneva acceso senza alimentazione per ore e ore.... ovviamente moltiplicano di molto questo fattore.

      L'obiettivo anche con le celle nuove sarà quello dell'autosostentamento.
      Quando avrò dei dati certi sui nuovi eccessi te/ve li comunico.

      Roy
      Essere realisti e fare l'impossibile

      Commenta


      • #4
        Quindi è sicuro che Piantelli non usa catalizzatori?
        Ciao
        __________________________________________________ ___________________________________________
        Stirling

        Commenta


        • #5
          Ciao sgf,

          eh... allora catalizzatori nel senso classico dell'accezione no.
          Principalmente la sua tecnologia è basata sulla preparazione del nichel. Quindi dimensioni e geometrie della polvere e geometria di deposizione (una specie di multistrato).
          Onestamente non so se poi in effetti usi drogaggi o altro però a me non me ne ha mai parlato. Anzi da come descrive la sua cella lo escluderei. Ma non ci posso mettere la mano sul fuoco.
          Roy
          Essere realisti e fare l'impossibile

          Commenta


          • #6
            Sono possibili due parole sulla società di Piantelli?
            Altra gente ne ha gia` trovato il sito web (in costruzione), l'indirizzo fisico e che uno dei nomi dei registrant appare nel brevetto di Piantelli (quest'ultima informazione non l'ho confermata personalmente, pero`).
            Ultima modifica di eroyka; 27-10-2011, 14:40.

            Commenta


            • #7
              Roy, l'iniziativa della società ad azionariato diffuso è splendida. Non dovrebbe essere difficile coinvolgere quanti, con sincerità, sono vicini all'idea che l'energia sia oggi da considerare un diritto dell'uomo come la salute, l'abitazione, il lavoro.
              Quando sarà il momento considerami già coinvolto.
              Luigi Versaggi P.

              Commenta


              • #8
                Roy si può sapere quando Piantelli ha intenzione di pubblicare la sua teoria completa???? interessante la misura dei protoni da 6-7 MeV un sospetto di chi fornisce quell'energia (più o meno) l'ho capito leggendo il brevetto di piantelli del 2008 e che ha anche fatto misure per convalidare tale teoria; avere tale teoria aiuterà molto a convalidare il funzionamento tramite repliche (però c'è il rischio che il tutto sfugga dalle mani e nascano molti concorrenti...) oltre che è un buon modo per "ostacolare" il signor Rossi...grazie per tutto.

                Commenta


                • #9
                  @ Shirakawa
                  si... allora... la società base che sta provvedendo allo sviluppo del generatore. Di fatto è formata da Piantelli e i suoi primi finanziatori.
                  Da questa società partono e partiranno tutte le altre... è il centro su cui graviterà tutto il resto. Con questa società si possono prendere accordi per ottenere lo sviluppo di alcune branche della tecnologia o altro...
                  Insomma è la base di tutto.
                  La società ad azionariato diffuso sarà sempre in qualche modo legata a questa ma darà la possibilità a una moltitudine di soggetti di controllare e guidare lo sviluppo di un particolare generatore (chessò, potenza di 3-4 kW destinata alle abitazioni).

                  Questo è quanto per adesso.
                  Roy
                  Ultima modifica di eroyka; 27-10-2011, 14:41.
                  Essere realisti e fare l'impossibile

                  Commenta


                  • #10
                    @ francescoG1: la teoria quasi completa è ferma nelle stanze dell'UNI Siena. Ci vorrebbe un insider per tirarala fuori.
                    Piantelli tiene molto alla forma e vuole che la pubblicazione sia ufficiale.

                    Penso, anzi sono certo, che già da questa si capisca la sequenza principali di eventi che rendono possibile l'avvenimento di reazioni nucleari a basse energia di partenza.

                    Per quella completa completa.... bhe penso che prima vorranno iniziare a mettere in vendita i reattori ma non ne sono certo. Una volta descritta la sequenza completa ci vorrà ben poco a duplicare e sicuramente migliorare gli eccessi energetici.

                    Bye!
                    Essere realisti e fare l'impossibile

                    Commenta


                    • #11
                      Ma il rendimento è presumibilmente simile a quello dell'ecat, o è più simile alla cella del '92?

                      Commenta


                      • #12
                        Buongiorno amministratore Eroika;
                        Sai dire in quale posto si stanno svolgendo le prove?
                        Sai se c'è una partecipazione istituzionale alle prove?
                        Grazie.

                        Commenta


                        • #13
                          Roy, quando parli di "vecchie celle" quali intendi, quelle precedenti all'ultimo brevetto, ossia quelle che in qualche modo sono state realizzate anche con Focardi?

                          Quando parli di "ipotesi di collaborazione con un grosso ente USA" (pubblico o privato?) non c'è un problema di rischio di fuga di informazioni anzitempo con conseguente possibile "furto" della tecnologia che ancora non è stata brevettata?

                          Questo passaggio a "potenze superiori" è un semplice scale-up o richiede tutte le volte la soluzione di problemi nuovi e quindi con necessità di tempo che cresce esponenzialmente con la potenza (ossia ancora anni)? In sostanza Piantelli ha già provato celle di potenze dell'ordine di qualche decina di kW, magari solo per alcuni minuti, o deve completamente metterci le mani?

                          Il discorso dell'azionariato diffuso viene approntato prima di dimostrazioni pubbliche, di misure sicure (vedi caso Rossi), dell'assegnamento del brevetto? Non è che Piantelli rischia in qualche modo la sua reputazione con questa mossa nel caso (facciamo le corna ;-)) che qualche cosa vada storto? Sai le cose possono essere tante, ricordo ad esempio dei problemi di replicabilità per gli esperimenti realizzati con Focardi.

                          Commenta


                          • #14
                            Puoi confermare che in alcuni casi il fenomeno si autosostiene senza energia in ingresso dopo un primo avviamento?

                            Commenta


                            • #15
                              Ciao,
                              @ marco2: le cellette riattivate ora sono con "piccoli" eccessi energetici (2-3 volte la e-in) ma per quelle nuove si prevede un eccesso di circa 200 volte l'energia in ingresso.

                              @giovanni 61: le prove si svolgono in un laboratorio in provincia di siena e non vi sono di mezzo istituzioni italiane. Come accennato però vi è un grosso ente USA che molto probabilmente parteciperà e certificherà le reazioni.

                              @Rodrigo: L'ente è pubblico, il rischio di fuga è minimo e necessario e soprattutto è già tutto sotto brevetto (pending). Settimana scorsa è stato depositato un terzo brevetto da parte del gruppo Piantelli volto proprio a coprire le ultime tecnologie che stanno per applicare.

                              Lo scale-up non prevede un "ricomincio daccapo" ogni volta ma è necessario per vedere come si comporta la cella a potenze più elevate. NESSUNO ha ancora provato a realizzare grosse potenze e l'incertezza e prudenza è d'obbligo.
                              E' comunque una reazione nucleare e bisogna essere più che certi di riuscire a controllarla e spegnerla quando si vuole e in qualsiasi condizione. Non vogliamo certo ripetere gli errori della fissione. Per l tempo... ci vorrà quanto ci vorrà, e probabilmente saranno quindi sviluppate a livello industriale e commerciale prima le piccole potenze.

                              L'azionariato popolare viene data come possibilità di partecipare ALLO SVILUPPO della tecnologia e non garantisce nulla.
                              Non vogliono soldi perchè ne hanno bisogno, ma l'obiettivo è quello di mettere la tecnologia nelle mani e sotto la supervisione di una moltitudine di soggetti interessati e appassionati.
                              Questo è l'unico mezzo che ci è venuto in mente per rendere partecipe più gente possibile di questa opportunità e nello stesso tempo tutelare lo sviluppo della stessa. Se te ne vengono in mente altri...

                              @vocesolitaria. Si ti confermo che già le celle vecchie si sono sostenute da sole per svariato tempo. Non le ho viste con i miei occhi separate dalla rete (ma le ho viste solo 2 volte) ma me lo hanno confermato più soggetti in modo indipendente.

                              Tutti curiosi eh!!
                              Bye!
                              Essere realisti e fare l'impossibile

                              Commenta


                              • #16
                                @Roy: forse e` una domanda sensibile, ma provo comunque. Quali (in termini molto generali, non chiedo di svelare nessun segreto) e quanti in totale sono i parametri di controllo della reazione? Quanti sono quelli variabili in "tempo reale" e quanti sono quelli variabili "intrinsecamente", cioe` fissi durante il funzionamento (es. mediante le caratteristiche costruttive del reattore, geometria polveri, ecc) dell'apparato.

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da eroyka Visualizza il messaggio
                                  @vocesolitaria. Si ti confermo che già le celle vecchie si sono sostenute da sole per svariato tempo. Non le ho viste con i miei occhi separate dalla rete (ma le ho viste solo 2 volte) ma me lo hanno confermato più soggetti in modo indipendente.

                                  Sai dire per quanto tempo?
                                  E poi si sono fermate da sole o le hanno spente?

                                  Originariamente inviato da eroyka Visualizza il messaggio
                                  Tutti curiosi eh!!
                                  E beh... si!

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Ciao Roy,

                                    è il centro su cui graviterà tutto il resto
                                    Insomma è la base di tutto.
                                    La società ad azionariato diffuso sarà sempre in qualche modo legata a questa ma darà la possibilità a una moltitudine di soggetti di controllare e guidare lo sviluppo di un particolare generatore
                                    Scusa Roy ma da come hai scritto la società ad azionariato popolare sarà sempre una controllata.
                                    Forse ti sei confuso e volevi dire che sarà la nichenergy ad essere trasformata in una spa???
                                    Altrimenti non ha nessun senso dire che la società ad azionariato popolare avrà il controllo da parte di tutti, il controllo è in mano al possessore del KNOW-HOW e dei suoi sviluppi futuri.

                                    Una decina di anni fa non era possibile realizzare in Italia società ad azionariato popolare, forse è cambiata qualche legge, ma non ne ho sentito parlare, chiederò ai miei commercialisti....se fosse possibile oggi sarebbe certamente una fantastica idea, ma solo se non è una controllata o che dipenda da come si svegliano alla mattina Piantelli e i suoi FINANZIATORI in merito all'utilizzo di quello che ovviamente diventerebbe una licenza.
                                    Ultima modifica di eroyka; 27-10-2011, 14:42.
                                    una goccia d'acqua deionizzata e bidistillata ad una analisi specifica degli elementi in essa contenuti in ppb (parti per miliardo) risulta possedere in se tutti gli elementi che compongono il nostro pianeta ad eccezione delle terre rare, è in pratica la nostra impronta digitale.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Grazie x le risposte, Eroyka.
                                      Per l'ente americano oserei pensare alla Nasa, visto l'interesse dimostrato pubblicamente al lavoro di Piantelli;
                                      per il laboratorio dalle parti di Pisa... forse in qualche aula universitaria, ma vedrei possibile anche la vicina base americana... visti i rapporti con gli Usa...
                                      Naturalmente le mie sono solo supposizioni che non avranno alcuna conferma, al momento...
                                      Quindi lasciano il tempo che trovano...
                                      Spero solo che la ricerca di Piantelli si svolga alla luce del sole, non come l'altra... qualsiasi sia il risultato ottenuto.

                                      Permettetemi un incoraggiamento di stile... goliardico al Prof. Piantelli...
                                      @ Piantelli: ...Olelè olalà.... faccelo vedè... faccelo toccà...
                                      ( ehm... scusate...)

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da eroyka Visualizza il messaggio
                                        Ciao,
                                        @ marco2: le cellette riattivate ora sono con "piccoli" eccessi energetici (2-3 volte la e-in) ma per quelle nuove si prevede un eccesso di circa 200 volte l'energia in ingresso.
                                        Passare da 2/3 volte a 200 volte è un bel salto di qualità per una tecnologia che da decenni segna il passo, quali sono gli elementi di novità che vi fan pensare di poter raggiungere un risultato così eclatante ? L'agiunta di qualche catalizzatore o una diversa preparazione della polvere o dell'Idrogeno ?
                                        (ps la fase di registrazione ha qualche problema nella scelta del nick )
                                        Claudio Caprara

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Roy, sapresti spiegarci la differenza tra le celle vecchie (quelle dei lavori con Focardi) e quelle attuali? Cioè, evidentemente c'è stata qualche innovazione che le ha rese più efficienti, più controllabili e affidabili (cioè attivabili senza incertezze): di che si tratta?
                                          Quelle vecchie tutto sommato erano molto semplici: barretta di nichel, resistenza elettrica e idrogeno (a bassa pressione), erano necessari cicli di degassamento e non si riusciva sempre ad accenderle facilmente.
                                          In quelle nuove il nichel ha un'altra forma, presumibilmente polvere trattata (in cosa consiste il trattamento?!?), l'idrogeno mi pare di capire è sempre a pressioni moderate, ma sono necessari cicli di degassamento prima dell'accensione? Vengono usati campi magnetici o particolari meccanismi di trigger? E' stata confermata la produzione di radiazioni gamma e la trasmutazione del nichel in rame o qualcos'altro?
                                          Capisco che sono domande molto specifiche a cui non è semplice (o possibile) rispondere... però sono molto curioso!

                                          Saluti

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Passare da 2/3 volte a 200 volte è un bel salto di qualità
                                            Perché: 2/3 volte non vi bastano?? Non è forse un risultato eccezionale? Perché se non lo è, e quindi diventa un risultato banale, non so più cosa sia eccezionale e cosa no.
                                            Sono davvero stranito: all'improvviso tutti rivelano di possedere tecnologie meravigliose in grado di moltiplicare di parecchie volte l'energia in ingresso. L'autosostentamento, poi, non è nemmeno più un optional a pagamento ma di serie..
                                            Tutti ammettono candidamente di non aver compreso la solita beneamata mazza (ma ci siamo quasi...) di come funzionino queste benedette celle, cellette, gatti ecc ma tutti sono più che sicuri di poter pompare l'output a livelli stratosferici (chè reazione nucleare sarebbe, altrimenti?). Tutti in contatto con enti certificatori più o meno prestigiosi e tutti, ma proprio tutti, imprenditori di se stessi...
                                            Il vecchio scienziato pazzo innamorato solo della scienza è andato definitivamente in pensione, sostituito dal giovane (si fa per dire) imprenditore-scienziato affamato di tutto, ma proprio tutto, anche se non sa cosa farsene. Rossi, bontà sua, è stato almeno sincero su questo: il mio punto di riferimento è il mercato. Piantelli, animo generoso!, vuole l'azionariato popolare nel più puro stile kolkoz sovietico ma è chiaro a tutti chi terrà i cordoni della borsa e chi sgancerà i soldi e bene ha fatto Armando a mettere il ditino nella piaga. Del cialtrone americano concorrente di Rossi meglio ricordare solo l'identico stile e tacere tutto il resto.
                                            Sia chiaro che sarei molto felice SE i fatti concordassero con gli annunci ma..esperienza e prassi vogliono che i fatti precedano le opinioni e non viceversa, e qui, una volta di più, i fatti latitano. Al momento ci sono solo tanti, troppi rumors, sentito dire, troppi "non ho visto ma mi hanno detto", troppe promesse di annunci clamorosi "a breve" ahimè! mai mantenute,ecc..
                                            Troppo fumo, davvero troppo fumo. Speriamo ci sia anche un pò d'arrosto.
                                            Buona giornata

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Due/Tre volte è eccezzionale per questa tecnologia ma in pratica lo fai anche con una pompa di calore, se invece c'è l'autosostentamento capisci che al computo finale non puoi più dire che il rendimento è stato 2/3 volte l'energia immessa ma decine, centinaia, migliaia di volte.
                                              Fotovoltaico 4,52kWp da 52 pannelli Kyocera KC87T su inverter Fronius IG15+IG20
                                              Solare acs forzato con 2 pannelli piani Ebner e bollitore 300lt.
                                              Bassa Bresciana, 2008.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Ciò però che è ormai palese, è che se anche Piantelli ha un rendimento simile (che a parare mio scenderà(anche quello dell'ecat all'inizio era 200(che poi bisogna vedere se continuativo o picchi di potenza)), se no per Rossi non c'è futuro), certificato da qualcuno, la possibilità della bufala è doppiamente zero.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  @barnumxp
                                                  ps: il problema del rendimento del 200% è che è energia termica, quindi ritrasformandola in elettrica(con un ottimo ciclo!) si tornerebbe alla stessa energia elettrica immessa. Mentre con un rendimento del 20000% vedi anche tu che cambia parecchio...100 volte l'energia elettrica immessa è una cosa spaventosa, e se non si parla di picchi di potenza, non si saprà dove metterla tutta questa energia!
                                                  Ultima modifica di marco2; 26-07-2011, 11:02.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Originariamente inviato da Armando de Para Visualizza il messaggio
                                                    Una decina di anni fa non era possibile realizzare in Italia società ad azionariato popolare,
                                                    Non so come funzioni nel dettaglio Armando ma son certo che un qualcosa di simile lo stia facendo la Kitegen...

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Il che è egualmente strano. Un rendimento anche di poco maggiore di uno è anomalo, cerchiamo di non far confusione tra rendimento e COP

                                                      Originariamente inviato da marco2 Visualizza il messaggio
                                                      @barnumxp
                                                      ps: il problema del rendimento del 200% è che è energia termica
                                                      NO. L'energia totale deve conservarsi, non importa se è termica o meccanica.
                                                      Ultima modifica di Quantum Leap; 26-07-2011, 11:39.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Ciao Roy, il nichel viene depositato su fili di palladio giusto, e per scaldarlo viene fatta passare della corrente in questi fili o è una resistenza esterna?
                                                        "Non date da mangiare ai troll"
                                                        http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          @endymion70
                                                          certo che è strano...infatti aveva fatto anche un pubblicazione ed un brevetto..
                                                          Ma al lato pratico, commercialmente parlando, è poco utile...

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Ma il tipo che a viareggio ha detto " ieri ho parlato personalmente con Piantelli, che m’ha detto che di questa storia della fusione fredda non sa nulla. Lei conferma invece la sua versione? No, perche’ si puo’ chiamare in diretta, e si sente quel che ci racconta…"
                                                            Come fa piantelli a supervisionare e poi dire che non sapeva nemmeno dell'argomento? letta così sembra che non sia nemmeno al corrente di quello che state facendo.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR