annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

inseguitori solari digitali

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • inseguitori solari digitali

    ciao a tutti, in questa discussione vorrei capire qual' è il sistema
    piu preciso e con costi accettabili, disponibile in commercio.
    punto di inizio...plc s7-200...
    alternative?
    ciao

  • #2
    Io ritengo che il sistema digitale non sia in grado di garantire la precisione del puntamento.

    questo costa meno di un PLC, e grazie al sensore che rileva la posizione del sole ha errore nullo Inseguitore solare - solartrack system
    Se poi vuoi fare qualcosa di speciale puoi abbinarlo a un PLC (o altro... orologi, anemometri ecc ecc.)
    ciao
    Giorgio
    Il mio: Fotovoltaico a inseguimento - Caldaia a biomassa - Pannello solare

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da giorgio demurtas Visualizza il messaggio
      Io ritengo che il sistema digitale non sia in grado di garantire la precisione del puntamento.
      Perche dici cosi', Giorgio ?
      Di quale sistema di inseguimento digitale parli ?
      Ciao

      Commenta


      • #4
        mi dispiace giorgio, sei proprio fuoristrada...la precisione è proprio l'ultimo dei problemi lo sto provando e sembra che la logica gestisca la terza cifra decimale del grado, la meccanica invece farà fatica a tenere il decimo di grado, comunque io cercavo un'alternativa meno costosa e sicuramente digitale...cioè senza sensori ottici per intenderci.

        Commenta


        • #5
          Se parti con un S7 e parli di 3° cifra decimale di approssimazione il concetto di prezzo ragionevole è un pò vago.....cmq in linea di massima ti serve una posizione gps nota ,un ricevitore dcf77 per l'ora esatta,un paio di encoder ottici o lvdt per gli assi e tanta passione per mettere insieme il tutto.....dopodichè dovresti avere la tua 3° cifra decimale....

          Commenta


          • #6
            grazie della risposta Amotken, mi spiego meglio....
            sono partito da quello che disponeva il mercato preciso e costoso
            per sperare di attivare ad un prodotto di caratteristiche e prezzo adeguati, quindi non cerco la terza cifra decimale mi basta la prima
            ci pensa la meccanica a perdere anche quella....
            chiedevo se "qualcuno" conosceva "qualcosa" di simile o adattabile
            forse mi sono spiegato meglio?
            ciao

            Commenta


            • #7
              Adesso và meglio,è difficile se non impossibile che tu trovi qualcosa sul mercato che sia preciso,che non abbia grane (vedi sensori ottici)e che costi poco ,purtroppo il mercato delle applicazioni è sempre in ritardo a quello delle tecnologie.
              Una soluzione esiste e non costerebbe moltissimo però bisogna realizzarla di sana pianta,esistono a prezzi abbordabili gli accelerometri per realizzare la controreazione di inclinazione e i sensori magnetici per lo spostamento orizzontale (bussole di precisione) ,in genere hanno uscite analogiche e sono dei microchip,quindi facilmente interfacciabili con l's7,potresti utilizzarli come controreazione per gli assi ed avere con semplicità anche la seconda cifra decimale,per il calcolo della posizione invece ti serve la posizione gps del luogo,ora esatta (DCF77) e i relativi calcoli....
              L'unica cosa sul mercato che mi viene a mente sono gli inseguitori astronomici ma credo che sull'economico non ci siamo affatto.....

              Commenta


              • #8
                io pensavo di lasciare gli encooder e di sostituire propio il plc con un micro dedicato, la tua ipotesi dell'inclinometro potrebbe essere valida e andrebbe a sostituire 1 encoder, è la parte di elettronica che spero di trovare a prezzi di poche decine di euro,per la traiettoria si puo calcolare e l'ora non penso sia un problema,
                o mi sbaglio?

                Commenta


                • #9
                  La meccanica costa piu dell'elettronica in questi casi,quindi piu silicio c'è e meno spendi....
                  Azionamenti economici è un pò problematico,dipende dalla massa in movimento che hai,
                  se non è tanto grande potresti usare motori passo passo e driver pilotati direttamente dal micro,
                  non andresti a spendere molto,altrimenti devi andare su motoriduttori e inverter e li il prezzo cambia.
                  I micro sono ottimi per questi lavori,costano pochissimo e il mercato oggi offre soluzioni veramente versatili,
                  ottimi in questo caso per fare calcoli di traiettoria,se poi usi un ambiente C++ anche meglio,
                  le formule puoi inserirle al volo,anche l'ora esatta la inserisci con un modulo DCF77,costano poco.

                  Commenta


                  • #10
                    Ma avete presente come fanno ad inseguire le stelle , i telescopi ?
                    Ovviamente hanno una meccanica di precisione , con "accrocchi" particolari, ma per quanto riguarda la parte elettronica/software usano formule con precisioni molto elevate.
                    Ora penso non sia proprio corretto dire che un sistema di puntamento digitale (o calcolato) non sia preciso.
                    Chiaramente si avranno costi maggiori , ma tutto e' in funzione del sistema che si intende realizzare.
                    Un pannello fotovoltaico , non ha bisogno del grado di precisione , un concentratore solare ha bisogno invece di una descreta precisione , uno specchio che punto ad un'obiettivo ( vedi torre solare) ha bisogno di un'elevatissima precisione , in funzione anche della distanza dell'obiettivo dallo specchio.
                    Ciao,


                    -Illo41100-

                    Commenta


                    • #11
                      il sistema che mi serve è per un concentratore biassiale, quindi spero
                      di ottenere precisione di +o- 1 grado possibilmente spendendo
                      una cifra indicativa inferiore ai 300 euro considerando 2 azionamenti/motori
                      di 50-70 w (ovviamente costo industrializzato per qualche centinaio di pezzi )

                      Commenta


                      • #12
                        Se vuoi lasciare gli encoder nel progetto i prezzi salgono molto,io consiglierei di prendere in considerazione l'inclinometro digitale
                        ADXL203 per lo spostamento verticale e la bussola digitale HMC5843 per lo spostamento orizzontale, la precisione di questi 2 oggettini è ottima e la
                        spesa dovrebbe aggirarsi attorno ai 30€ per i 2 sensori,per le motorizzazioni puoi usare motoriduttori da 1/8HP a vite senza fine(non usare epicicloidali)
                        e degli inverter per comandarli tipo questo Atmel Products - Tools & Software sono progetti completi, puoi costruirli agevolmente con meno di 50€.
                        Penso che con gli ingredienti per la ricetta della torta ci siamo,ora stà al pasticcere compiere il capolavoro.....
                        Buon divertimento.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Hike Visualizza il messaggio
                          Perche dici cosi', Giorgio ?
                          Di quale sistema di inseguimento digitale parli ?
                          Ciao
                          Scusate il ritardo avevo perso la discussione!

                          Mi riferisco a inseguitori digitali che gestivano il motore senza feedback, cioè comandandolo a tempo

                          Son d'accordo sul fatto che il microprocessore possa calcolare la posizione del sole con estrema precisione a partire da data ora e posizione geografica.
                          Però non abbiamo mica finito qua! da questi numeri bisogna passare a posizionare la vela di pannelli, e per farlo ci vuole un feedback di posizione.
                          Se devo fare un feedback con gli encoder, tanto vale farlo con il sensore solare, che costa meno dell'encoder ed è molto più semplice da montare.

                          Inoltre mi evito tutto l'ambaradam di roba elettronica che avete citato.
                          Ricordiamoci che l'affidabilità diminuisce con all'aumentare del numero di componenti! E noi vogliamo una cosa affidabile, che duri a lungo, senza dare rogne.

                          A proposito di precisione per uno specchio che punta il sole ad un obiettivo.... io l'ho costruito in primavera 2008 con la serie sterzo di una bici, ingranaggi di stampanti.... e sensori Realizzazioni di Giorgio Demurtas

                          Ma a cosa serve la terza cifra decimale se con un errore di 3.75°, l'energia che perdi è lo 0.1%? Inseguitore solare - precisione
                          ciao
                          Giorgio
                          Il mio: Fotovoltaico a inseguimento - Caldaia a biomassa - Pannello solare

                          Commenta


                          • #14
                            a senso perchè stiamo parlando di inseguitori dedicati alla concentrazione solare....
                            se partiamo da una logica precisa arriviamo con una meccanica non troppo sofisticata a valori di +-1 grado ( forse )

                            Commenta


                            • #15
                              Vi sono diversi modi di fare dei feedback , sempre ammesso che servano...
                              Come vi sono diversi tipi di encoder , a seconda della precisione che si vuole ottenere.

                              Mai considerato la possibilita' di usare un banale micro-interruttore per il feedback ? Non si avrebbe una grossa precisione , anzi, ma per una vela di pannelli fotovoltaici va piu' che bene.

                              Le due soluzioni offrono (a sensore e calcolata) indubbiamente vantaggi e svantaggi , ma nel tempo penso che la calcolata abbia meno problemi (di puntamento ) e sia piu' affidabile, in quanto meno soggetto a fenomeni esterni imprevedibili , del tipo nubi , neve , uccelli , ecc ecc

                              Poi ripeto , se devo muovere una vela di 4 pannelli (per esempio ) non ha senso montare un sistema che mi costi come i pannelli....
                              Ciao,


                              -Illo41100-

                              Commenta


                              • #16
                                Voglio lasciare il mio piccolo parere:

                                Credo che la soluzione piu economica è quella di adottare un moto riduttore tale che per compiere un giro di 180 ci metta 12 ore.
                                Quindi un motorino piccolino da pochi watt che fa muovere una serie di cascate di ingranaggi.
                                Dotare poi il sistema di 2 finecorsa uno di zero iniziale,ed uno di ritorno.Inizio a far muovere il pannello quando son in posizione di zero ,e son sicronizzato con un certo orario .
                                Quando arrivo al finecorsa di ritorno vuol dire che ho terminato la corsa :s'inverte la rotazione e si ritorna in posizione di home,in attesa di un nuovo giorno.

                                Visto che sara un po difficile trovare una motorizzazione perfettamente sincronizzata (almeno di non istallare un inverterino),si potrebbe anche fare una regolazione PWM (modulazione pulsante).In pratica si tratterebbe di far muovere il motore a periodi per un certo tempo (il classico pausa lavoro).
                                Maggiore sara la pulsazione ,e maggiore sara la precisione sull'inseguimento.
                                Ma credo che non sia questo l'applicazione dove sia richiesta la precisione assoluta:i 5-6 gradi non saranno quelli che andranno a pregiudicare il rendimento del sistema.

                                ciaoo a tutti

                                paolo

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da pao75 Visualizza il messaggio
                                  Voglio lasciare il mio piccolo parere:
                                  Credo che la soluzione piu economica è quella di adottare un moto riduttore tale che per compiere un giro di 180 ci metta 12 ore.
                                  Ma il sole per compiere 180° nel cielo non ci mette sempre 12 ore.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    ti sbagli ! un'evoluzione completa della terra è sempre 24 ore.
                                    Cambiera l'insolazione ,ma il tempo e sempre quello.

                                    ciao

                                    paolo

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da pao75 Visualizza il messaggio
                                      ti sbagli ! un'evoluzione completa della terra è sempre 24 ore.
                                      Cambiera l'insolazione ,ma il tempo e sempre quello.

                                      ciao

                                      paolo
                                      Non è così semplice Paolo!!!
                                      é vero quello che tu dici ma è anche vero che se facessi un inseguitore come quello da te descritto sincronizzerei il tutto per un giorno all'anno, il resto spreco solo energia!!!
                                      Per gli inseguitori ci sono vari sistemi più o meno complessi, più o meno costosi: se dovessi farlo a casa lo farei con motori passo passo e 4 fotodiodi..ma non tutti hanno una familiarità con l'elettronica e questo riconduce alla domanda iniziale: qual'è il miglior inseguitore a basso costo? Ma la domanda legittima è: cosa ciedo ad un inseguitore a basso costo?

                                      Commenta


                                      • #20
                                        ma dovessi farlo io adotterei il sistema che ho detto.
                                        Certo il mio sara un compromesso ,e non certo l'optimun.
                                        Ma son dell'idea che piu le cose son semplici e meglio vanno.
                                        Il feed back con i foto diodi è un'ottima cosa ,ma porta delle rogne in piu .Un sistema ad anello aperto è sicuramente piu semplice.


                                        Bisogna chiedersi cosa possa ottenere con un sistema o con l'altro ,paragonato sempre all'investimento.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da giorgio demurtas Visualizza il messaggio
                                          Scusate il ritardo avevo perso la discussione!

                                          Mi riferisco a inseguitori digitali che gestivano il motore senza feedback, cioè comandandolo a tempo
                                          ........
                                          Ciao Giorgio, bhè si sono daccordo ... senza feedback è dura ottenere ripetibilità. Un pò meno daccordo con la tua passione per il puntamento ottico il quale può andare bene (manutenendolo spesso) per piccoli impianti domestici non per quelli grossi.
                                          A dire il vero per applicazioni come queste ho avuto sempre una fissa e ... per tediarvi ... ve la racconto, ecco !!
                                          Agli ottici oppure ai decoder, resolver lvdt e similia, preferisco i cosiddetto inclinometri come già scritto da Amotken.
                                          Non serve la bussola elettronica , esistono gli inclinometri a due assi (parliamo di qualche decimo di Euro) per i quali semmai prevederei un periodico, quanto automatico, setting di zero.
                                          L'astronomico (inteso come calcolo della posizione del sole) lo vedrei nel controllore degli assi e degli inclinometri con un unico orologio (data ed ora, la posizione geografica è già nota al controllore di assi) che, per tutto il campo solare, comunica giorno ed ora tramite PLN (sono prodotti in commercio) direttamente sui cavi della DC, niente cavi dedicati.
                                          Bhè, forse a raccontarla così sembra complicata e costosa .... lo è meno di quanto appaia ad una prima lettura e, se qualcuno continua a pensare che sia complessa anche alla seconda lettura, allora ...... peste lo colga !!!
                                          Ciao a tutti !

                                          Commenta

                                          Attendi un attimo...
                                          X