annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Raddoppio dei caloriferi, si o no?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Raddoppio dei caloriferi, si o no?

    Buongiorno a chi mi legge. Sto "ristrutturando" casa nuova, classe energetica C, zona climatica B.
    La mia domanda è apparentemente semplice: raddoppio gli elementi dei termosifoni si o no?
    Mi spiego meglio, la caldaia a gpl lavora a 70° ma vorrei abbassarne la temp semplicemente aumentando la superficie dei caloriferi.
    Come posso fare un calcolo economico, cioè capire se il gioco ne vale la candela? Per esempio, se riuscissi ad abbassare la temp in entrata dei caloriferi a 60°, quando gas risparmierei?
    Grazie a chi avrà la pazienza di rispondermi, sono quasi completamente bianco sui calcoli termici.

  • #2
    secondo mè è un lavoro inutile se volevi investire dei soldi era meglio che miglioravi l'isolamento

    Commenta


    • #3
      concordo con pox,
      Il risparmio di GPL sarebbe irrisorio tale per cui non giustificherebbe la spesa del raddoppio dei termosifoni.
      Se non puoi in alcun modo alzare la classe energetica della casa (serrramenti, coibentazioni, ecc) potresti investire sulla caldaia magari mettendone una a condensazione ed allora saresti quasi obbligato ad aumentare la superfice dei radiatori in modo da abbassare la temperatura in modo da far lavorare meglio lo stadio di condensazione della caldaia.
      Ma comunque i dati delle caldaie a condensazione dicono che non avresti un risparmio superiore al 30% nelle migliori condizioni possibili, nel tuo caso potrebbe essere (se riesci a scaldarti) mandata di 50° ai termosifoni ed un ritorno di 40° in caldaia.
      Comuque spenderesti circa 1500€ di caldaia, 350 installazione e certificato idraulico, e i nuovi elementi da aggiungere agli esistenti (dipende da quanti ne devi aggiungere cifra approssimativa 25€ ad elmento), e installazione nuovi elementi (se la fai bene altrimenti ci andrà una giornata e svuotare, smontare, aggiungere, rimontare x che ne so 10 termo)
      Dai per sparare una fucilata nel buio, il giochetto ti costera di 3500€ per avere un risparmio del 20% sul GPL,
      come vedi non vale molto la pena..


      A presto

      Commenta


      • #4
        Non credo che i 10° di differenza di T°/h2o. Comportino il dimezzamento del consumo di gas. Devi pensare cmq che avrai il doppio volume di h2o da riscaldare, senza contare la spesa dei caloriferi. Io qualche anno fa ho sostituito i caloriferi con fancoil (termoconvettori) il risparmio? Non troppo ma, ho molto più caldo e più veloce.
        1° FV 6,6 kw/p CE 2010 - 2° FV 3,16 kw/p 2016 - 2 Pannelli solareTermico, accumulo 200 lt. - PDC Carrier aria/h2o da 15 kw- Casa 160 mq CAPPOTTO Termico 10 cm. Prov. VARESE

        Commenta


        • #5
          La casa è nuova, non posso investire nel cappotto, anche perchè non mi conviene. Inoltre la casa è stata costruita con il poroton, che a detta di molti, è anche meglio visto che lascia respirare la casa ma su questo punto non mi esprimo visto che non è il mio campo. Inoltre, in zona climatica B, è realmente necessario il cappotto?
          L'aumento degli elementi dei caloriferi (preciso che sono solo 2-3, gli altri li riciclerei in altre stanze) non è così costoso, ho visto che prezzi su ebay e da leroy non sono troppo elevati e poi, è un investimento per il futuro visto il prezzo del gpl. Volendo potrei parzialmente integrare con del solare termico, ma questo è un altro discorso. Certo è che se avessi il metano....
          Mi interesserebbe avere due calcoli, anche non troppo dettagliati.

          Commenta


          • #6
            Hai provato a considerare di usare pompe di calore aria/aria?
            Io mi ci scaldo casa in zona climatica E per tutto l'anno e spendo si e no 400€ di corrente per 80 mq.
            Come te ero servito dal solo gpl che è un bagno di sangue.

            Commenta


            • #7
              Deep..se oggi usi 70 gradi e scendi a 60, il risparmio è ZERO.
              Infatti penso che GPL inizi a condensare sotto 55 gradi..e quindi un ipotetico risparmio del (max) 10 % lo avresti se scendi almeno a 35 gradi di mandata.
              Per T intermedia fra 35 e 55, risparmio intermedio.
              lascia stare..
              e poi..la tua caldaia è a condensazione? altrimenti non solo non risparmi ma rovini la caldaia..

              Una buona idea in zona B è usare pdc aria aria e FV
              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

              Commenta


              • #8
                Ho già in uso le pompe di calore ma il calore dei termosifoni è diverso, lo trovo più confortevole. Cioè se spengo la pompa di calore, dopo 5-10 minuti la stanza si raffredda. Se invece uso il calorifero, con il fatto che riscalda i muri (che successivamente rilasceranno il calore), mi basta lasciarli accesi per 4-8 ore e la casa rimane calda per tutto il giorno. Siete d'accordo con me?
                Ma se il risparmio è nullo, passo in toto alle pdc e amen, vorrà dire che mi abituerò ad usarle, magari le lascio accese 12-16 ore....

                P.s. grazie per le riposte.

                Commenta


                • #9
                  Io le accendo quando mi alzo al mattino e le spengo la sera quando vado a letto.

                  Commenta


                  • #10
                    Si, le devi usare molte ore affinché manca mano i muri si scaldino lo stesso...alla fine il risparmio ci sarà lo stesso, ma solo se hai FV da usare o scambiare
                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                    Commenta


                    • #11
                      Il fv non l'ho, ma sto progettando di installare 1.5-2kwp, tutto dipende dalla mia disponibilità economica. Ma non mi è chiara una cosa, installo il fv, detraggo l'irpef in 10 anni e ciò che produco in surplus lo vendo, va in accumulo o entrambe le cose?

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                        Si, le devi usare molte ore affinché manca mano i muri si scaldino lo stesso...alla fine il risparmio ci sarà lo stesso, ma solo se hai FV da usare o scambiare
                        Mi permetto di dissentire, se la casa non ha dispersioni notevoli (tipo finestre lasciate aperte) e le pdc siano con cop ragionevoli (da 3 in su con temperature normali) rispetto al gpl sicuramente si ottiene un risparmio utilizzando l'elettricità anche senza fv.
                        Parlo per esperienza personale, chi non ha usato il gpl fa fatica a capire quanto può costare e tende sempre a paragonarlo al metano.

                        Commenta


                        • #13
                          Devo,,quello che non consumi lo scambi e ti ridanno circa 60% di qul che lo paghi dal fornitore.Con 2 kW fai poco...al massimo alimenti i normali consumi...rischi di assorbire tutto da rete quel che serve per scaldarti
                          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                          Commenta


                          • #14
                            Oddio, tieni conto che quest'anno la temp esterna più bassa che ho visto di notte sono stati 8° circa, quindi la pdc ha un rendimento di 4 in queste condizioni, se poi metto la monoraria (cosa che farò a prescindere visto la truffa enel) e le faccio funzionare di giorno, hai voglia di avere un coop favorevole. D'altra parte il fv mi servirebbe solo a coprire i miei consumi, fare un impianto sovradimensionato per "guadagnarci" a mio parere non conviene, poi ognuno si sarà fatto i suoi calcoli....
                            Tra l'altro mi hanno fatto un preventivo per 6kwp per 9.500 euro tutto incluso ma il problema sono due: capire entro quanto ci rientro e poi trovare 9.500 euro

                            Commenta


                            • #15
                              Deepdark, tieni conto che di notte le pdc le tengo spente.
                              Tre inverni fa da me ha fatto molto freddo, -15 per un paio di settimane, e ho tranquillamente usato le mie daikin per scaldare.
                              Durante il giorno la temperatura sale e la pdc lavora meglio.
                              Però secondo me è fondamentale capire l'isolamento della casa. Io sono in classe c con un cappotto da 6 cm per intenderci, senza cappotto la casa disperde più calore e forse il confort raggiungibile con le pdc non è sufficiente.

                              Commenta


                              • #16
                                Si casa mia è in classe energetica C, quindi non dovrei avere grossi problemi, anche perchè in inverno qui le temp sono abbastanza alte (in questi giorni sono previsti 20-23° di massima). Il vero problema (oltre all'umido) sono la mansarda e le scale, tutto il calore tende a salire li, vediamo se chiudendola riesco a risolvere/attenuare il problema.

                                Commenta


                                • #17
                                  se hai una caldaia a condensazione dovrebbe essere a modulazione continua della potenza.
                                  raddoppiare o triplicare... insomma dalla via che li cambi metti i piu grossi che trovi.
                                  per me sono soldi spesi bene.
                                  prima o poi avrai una pdc aria acqua e i radiatori sono gia adatti!!!

                                  la caldaia se sta sempre accesa (eviti continui arresti avviii) rende molto di piu
                                  si può quantificare un 5%. non su rendimento istantaneo, ma sul rendimento stagionale ... che è un'altra cosa

                                  se aumenti i radiatori e regoli le portate puoi ottenere un impianto con mandata 55 e ritorno 35 o anche un po meno.
                                  in queste condizioni condensa e recuperi un'altro 10%

                                  ma la cosa piu affascinante è che radiatori piu freddi e accesi di continuo generano un confort migliore che radiatori piccoli
                                  che si accendono a 70°c e si spengono.. e si accendono..
                                  è una questione di diversa trasmissione di calore tra convezione e irraggiamento.

                                  quindi se il cappotto è escluso, parti dai radiatori.
                                  inoltre radiatori piu grandi = piu acqua e inerzia termica, molto piacevole e utile.
                                  se qualche stanza sarà troppo calda ci sono le valvole termostatiche nessuna paura.

                                  Commenta

                                  Attendi un attimo...
                                  X
                                  TOP100-SOLAR