analisi ciclo Stirling tramite sensore di pressione - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

analisi ciclo Stirling tramite sensore di pressione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • analisi ciclo Stirling tramite sensore di pressione

    per una tesina vorrei realizzare un motore stirling su modello di questo (ho i progetti fatti bene), e vorrei collegargli un sensore di pressione(posizionato all'interno della camera del pistone di lavoro) in modo che registri le variazioni di pressione interna in modo da far disegnare al computer un grafico pressione/volume sperimentale, da comparare col grafico p/v teorico.

    la precisione di 1.5 Pa offerta da questo sensore è sufficiente per i miei scopi?

    grazie
    Ultima modifica di ciscu; 28-01-2011, 18:13.

  • #2
    Considerando che ci vogliono un milione circa di Pascal per fare un Bar direi che ne hai d'avanzo.
    Il calore è una gran cosa se non ti trovi nel deserto e sai come utilizzarlo.

    Commenta


    • #3
      bene!
      se cela faccio diventa una cosa interessantissima secondo me

      Commenta


      • #4
        Quel sensore ( http://www.parallax.com/Portals/0/Do...ensor-v1.1.pdf ) misura le pressione fra 30 e 120kPa (0.3-1.2 bar) lavorando fra -30 e +85°C. Come intendi interfacciarlo con la camera del pistone?

        Commenta


        • #5
          intendo inserirlo all'interno della camera del pistone di lavoro (dovrebbe starci senza grossi problemi) e collegarlo ad una scheda arduino posta all'esterno del motore, infine collego l'arduino alla porta usb del pc. Da pc leggo i dati delle letture del sensore e realizzo un grafico p/v interfacciando arduino a vvvv. sembra complicato, ma in realtà non lo è eccessivamente.

          Commenta


          • #6
            Ciao,
            controlla la frequenza massima di campioni al secondo, è molto importante!

            Commenta


            • #7
              hai ragione, penso sia questa:

              Communication: SPI interface (max 500 kHz)

              giusto?

              Commenta


              • #8
                Tracciare una curva ideale e confrontarla poi con la curva reale data dal tuo sensore, ti dà un'indicazione dell' efficienza degli scambi termici.
                La curva ideale infatti ipotizza che gli scambi termici siano al massimo dell'efficienza, mentre sappiamo tutti che gli scambi termici reali sono molto meno efficaci, e questo è il vero problema di tutti i motori esotermici, sopratutto nel ciclo Stirling.

                Nel ciclo Brayton però, a differenza del ciclo Stirling, la scarsa efficienza degli scambi termici può venire ovviata da radiatori molto grandi, cosa che non è possibile fare con il ciclo Stirling perchè si provocherebbe un'aumento compromettente dello spazio morto.
                In contropartita però, lo Stirling ha un rigeneratore molto efficiente che il Brayton non ha....

                EC: 1 bar =101.325 Pascal

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da rampa Visualizza il messaggio
                  Tracciare una curva ideale e confrontarla poi con la curva reale data dal tuo sensore, ti dà un'indicazione dell' efficienza degli scambi termici.
                  La curva ideale infatti ipotizza che gli scambi termici siano al massimo dell'efficienza, mentre sappiamo tutti che gli scambi termici reali sono molto meno efficaci, e questo è il vero problema di tutti i motori esotermici, sopratutto nel ciclo Stirling.
                  fin quì tutto ok, è esattamente lo scopo di quello che voglio fare

                  Originariamente inviato da rampa Visualizza il messaggio
                  Nel ciclo Brayton però, a differenza del ciclo Stirling, la scarsa efficienza degli scambi termici può venire ovviata da radiatori molto grandi, cosa che non è possibile fare con il ciclo Stirling perchè si provocherebbe un'aumento compromettente dello spazio morto.

                  EC: 1 bar =101.325 Pascal
                  non capisco cosa centra il ciclo brayton e la conversione bar/pascal
                  Ultima modifica di ciscu; 30-01-2011, 19:04.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da ciscu Visualizza il messaggio
                    non capisco cosa centra i ciclo brayton
                    Era una divagazione culturale del tutto generale, porta pazienza...
                    Il tuo sensore infatti può essere applicato anche in un motore esotermico a ciclo Brayton e si può così evidenziare che gli scambi termici nel Brayton sono molto più efficienti che nel ciclo Stirling...
                    Originariamente inviato da ciscu Visualizza il messaggio
                    e la conversione bar/pascal
                    c'è un errore di comunicazione nel post #2... succede a tutti....

                    Commenta


                    • #11
                      ok, grazie della precisazione
                      tra l'altro non ero a conoscenza dell'esistenza del ciclo Brayton , quindi ho anche imparato una cosa nuova

                      Commenta


                      • #12
                        Forse, e dico forse, esiste una rivalità tra stirlighiani e braytoniani...
                        Il tuo sensore potrebbe contribuire a dare una risposta su quale dei due cicli è il migliore...

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X