kit di trasformazione a combustione esterna - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

kit di trasformazione a combustione esterna

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • kit di trasformazione a combustione esterna

    Kit spagnolo per la trasformazione di un qualunque motore a combustione interna in combustione esterna :

    FUNCIONAMIENTO DEL KIT K4T EN ESPAÑOL. PROYECTO MOTOR FRÍO DE COMBUSTIÓN EXTERNA - YouTube

  • #2
    Interessante, ma sinceramente ci capisco poco! heheh
    Ecco le mie aventure!
    Auto a idrogeno HHO fatto in casa
    Seat ad olio di semi
    Biodiesel fatto in casa
    Allevamento alghe per fare biodiesel

    Commenta


    • #3
      Ciao fabio , la persona che me lo a girato ed è partecipato alla conferenza mi a spiegato che un motore trasformato in questa maniera , potrebbe aumentare le rese fino ad arrivare a fare 100 km con un litro di carburante , comunque da quello che ho capito la combustione avviene all'esterno come hai visto nel filmato , solo che lo si fa solo per ottenere tanta pressione che viene immagazzinata in un serbatoio ad alta pressione che a sua volta la deriva ad un altro che la immette nel motore facendolo lavorare a freddo , anzi , mi aspettavo anchio qualche commento da parte di qualcuno qui sul forum che ne sapesse di più ...

      Commenta


      • #4
        questo video invece presenta i vari kit , dai motocicli ai camion .. 3DE3 PRESENTACIÓN K4T DEL PROYECTO MOTOR FRÍO DE COMBUSTIÓN EXTERNA 27-11-08 - YouTube

        Commenta


        • #5
          Volevo chiedere a qualche meccanico o ingegnere , se sa quanti bar di pressione escono da un motore monocilindrico di circa 500 cc di moto , l'idea è quella di sfruttare la pressione d'uscita dalla camera di combustione di uno di questi motori per spingere un 4 cilindri di 2000 cc , sicuramente non è abastanza , però mi piacerebbe cominciare a capire di che pressioni si parla...

          Commenta


          • #6
            pancia..cercare di usare l'energia cinetica dei gas di scarico serve a poco..il grosso dell'energia ivi contenuta è termica..
            E comunque creare una contropressione sullo scarico aumenta il lavoro del motore e quindi i consumi..e causa la sua inefficienza, porta ad un recupero nel secondo motore inferiore al maggior consumo.
            Nei "turbo" la turbina in coda sfrutta questa (piccola) energia cinetica..con un piccolo incremento dei consumi..ma siccome è calettata con una seconda turbina che aumenta la pressione di alimentazione (cosa che di per se fa aumentare di molto l'efficienza del motore..oltre che la sua potenza specifica), il risulttao di efficineza è (quasi) in pareggio..ma comunque negativo..ma l'obiettivo non è aumentare l'eficineza ma la potenza specifica.
            I motori di oggi, grazie all'elettronica, penso abbiano dato quasi tutto quello che potevano dare..per andare oltre occorre passare al motore elettrico..con recuperatore in frenata..e pacchi di batterie da "scambiare" al distributore..
            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

            Commenta


            • #7
              Se uno ti parla di km litro così "allegramente" perde credibilità rispetto a tutto il resto.
              Come dice Marcober l'efficenza si valuta con i rendimenti.
              Un motore endotermico ha rendimenti 0,4,un esotermico anche più bassi.
              Il vantaggio della combustione esterna in motori tipo Stirling sarebbe quello di farli funzionare usando concentratori solari,calori di scarto ecc..Se si vuole aumentare il rendimento di un endotermico bisogna ridurre l'energia che viene dissipata sotto forma di calore,per farlo,o si riducono drasticamente gli attriti e con essi il calore prodotto,oppure si utilizza quel calore per altri scopi ad esempio riscaldamento o produzione acs,creando un co o trigeneratore,portando così il rendimento finale a livelli accettabili.
              I motori più efficienti sono quelli elettrici,con rendimenti più che doppi di 0,9-0,95 e con il valore aggiunto di recuperare energia nelle frenate e nelle discese-decelerazioni,quando i consumatori ridurranno le loro pretese per la mobilità al necessario e non al "farsi notare",potremo iniziare a parlare di mobilità sostenibile e utilizzare potenze meglio dimensionate ai nostri bisogni.
              Sono andato a vedere il video,praticamente si tratta di una camera di scoppio separata,(per questo esterna),in realtà questo è più uno svantaggio che un vantaggio,in quanto per sfruttare le pressioni dei pistoni ho ulteriori perdite potenziali,così come le ho per il calore.
              Il gasolio nei cicli diesel ad esempio si accende per compressione,non serve un "accenditore",salvo lo si voglia trasformare a gas,anche se Landi ha costruito un kit che unisce gas e gasolio bypassando il problema,ma questa è un'altra storia.
              Ultima modifica di trigen; 02-11-2012, 08:24.

              Commenta


              • #8
                Analizzando quello che si vede nel video deduco alcune cose.
                1) Non è un kit di combustione esterna. Il fatto che la camera di combustione sia esterna al cilindro di potenza non lo qualifica come tale.
                La combustione avviene all'interno del fluido di lavoro, e quindi è a combustione interna.
                2) Il sistema presentato non è completo, o, se lo è, lavora partendo dalla pressione atmosferica. Dato che tipicamente il rapporto tra pressione massima e minima di una combustione è <4, le pressioni di lavoro dichiarate sono pura fantascienza.
                3) il sistema è intrinsecamente inefficiente. Se il serbatoio lavora ad una certa pressione, non posso che traferire il gas generato dalal camera di combustione al serbatoio per la sola quota parte di pressione eccedente tale valore. Il resto sarà da scaricare, e perdere, nell'ambiente.
                4) Una combustione, stechiometrica (o quasi) visto che c'è una candela di accensione con successivo fronte di fiamma, ha uan temperatura finale che è data da quella iniziale + 2250 °C. Impossible avere le basse temperature che dichiarano.

                Da tutto questo ne deduco che il sistema non è stato mai costruito veramente, o se lo è stato non è stato mai veramente misurato.
                Che ci crediate o no, un MCI diesel oggi rende + del 45% nel suo punto di massima efficienza.
                Nella taglia da 2 Lt x cilindro. Motori navali molto più grossi fanno anche meglio.

                Migliorare questo risultato è difficile, anche se possibile.
                Ma come tutte le cose la curva di miglioramento è asintotica. Oggi siamo già nel ramo appiattito. Ogni piccolo miglioramento costa molto caro.
                Dichiarare che un qualunque sistema migliora i consumi del 70% è pura follia. O incoscienza.
                Il calore è una gran cosa se non ti trovi nel deserto e sai come utilizzarlo.

                Commenta


                • #9
                  In effetti è un endotermico con camera di scoppio separata,volevo scriverlo subito poi vedendo il video si perde tutto l'interesse.
                  Vero i cicli diesel hanno rendimenti migliori dei cicli otto perchè si possono comprimere di più e tenere la miscela più ricca d'aria.
                  I motori navali meriterebbero un discorso a parte visto che sono cicli diesel due tempi se non ricordo male e nell'autotrazione classica non si applicano.

                  Commenta

                  Attendi un attimo...
                  X