Welcome!

Benvenuto nel Forum EnergeticAmbiente! Siamo un insieme di persone che hanno a cuore il Pianeta Terra e che si prendono in qualche modo la responsabilità di proteggerlo dalla stupidità umana. Per poter scrivere o scaricare foto e documenti devi prima registrarti. Vedrai anche meno pubblicità. Basta 1 minuto, un nome inventato e una mail dove ricevere le notifiche delle risposte.

La registrazione è gratuita e puoi farla -QUI-

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Considerazioni su tariffe/ costo dell'elettricità / costo al km per veicoli elettrici

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Considerazioni su tariffe/ costo dell'elettricità / costo al km per veicoli elettrici

    Ciao a tutti,

    oggi ho fatto due conti preliminari, e sono depresso....

    premetto che nel forum ci sono molte discussioni legate ai costi del kWh, ma tutte nella sezione fotovoltaico e abbastanza specifiche.
    Alcuni utenti (es Carest) hanno anche sviluppato fogli di calcolo per calcolare il costo del kWh in base a tariffa e consumi.

    Io invece voglio calcolarlo considerando solo l'impatto del veicolo elettrico, se ci sono già discussioni o post attinenti segnalatemeli che li accorpiamo.

    I calcoli che ho fatto sono molto preliminari e quando avrò tempo eventualmente li metto giù 'in bella'.

    la mia situazione pre-auto elettrica era questa:
    tariffa mercato tutelato - bioraria D2 (3kW)
    consumi annui abbastanza stabili, pari a circa 2600kWh -> circa 400€
    Ne ricavo un costo medio al kWh pari a circa 0,153 €/kWh

    E di conseguenza, per stare largo, io consideravo nei miei ragionamenti circa 0,2€/kWh!

    MA...
    Andando nel dettaglio, salta fuori non solo che sono un caso abbastanza virtuoso (un mio collega consuma molto di più, fino a 4900 kWh/anno senza condizionatore!), ma anche che guarda caso da 2641 kWh/anno in su scatta un costo maggiore per le componenti energia e rete variabili!

    Quindi il costo di ricarica finisce tutto nel 3o scaglione (da 2641 a 4440 kWh/anno), e il costo totale imposte incluse è di circa 0,31 in fascia oraria piena (f1) e circa 0,3€ un fascia ridotta (F23)!

    Una bella differenza rispetto a 0,2...

    Altro aspetto: se ricordo bene nel foglio di calcolo Carest afferma che gli scaglioni sarebbero calcolati su base GIORNALIERA! NOTA DEL 8/10/13: questa era una mia interpretazione sbagliata...
    Ne deriverebbe, se vero, un ottimo motivo per effettuare la ricarica giornalmente, a prescindere dalle considerazioni sul DOD, perchè se si fanno ricariche ogni settimana (per es) e il calcolo è su base giornaliera si ricadrebbe nel 4o scaglione, con un ulteriore incremento di circa 0,06 €/kWh!

    le altre tariffe (es il 4,5kW o quelle nel libero mercato) sembrano ancora peggiori...

    Aspetto vostre conferme e considerazioni...
    Ultima modifica di richiurci; 08-10-2013, 11:26. Motivo: AGGIUNTA NOTA
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  • #2
    Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    ..... se ricordo bene nel foglio di calcolo Carest afferma che gli scaglioni sarebbero calcolati su base GIORNALIERA..........
    Io sono in tariffa D2 (servizio di maggior tutela) e nel mio caso il "pro quota" viene applicato suddividendo il bimestre in 3 periodi.
    La bolletta parte dalla lettura di metà del primo mese e l'ultima si riferisce alla metà del 3° mese.
    Il primo periodo ha circa 15 gg, il secondo il mese intero e il terzo circa 15 gg.
    Ogni bolletta che mi arriva controllo voce per voce per ogni periodo e i numeri corrispondono.
    (Il foglio mi serve per inserire poi il consumo effettivo (prelievo+autoconsumo) e calcolare il risparmio in bolletta).

    Anch'io come te sono un "prelevatore parsimonioso" e ad esempio per lo scorso anno ho avuto i seguenti numeri:
    prelievo 2067 kWh
    bollette 320 € (depurate della quota fissa di 43 €)
    costo medio 0,15 €/kWh

    Se non avessi avuto l'impianto FV i numeri sarebbero stati i seguenti
    prelievo (consumo effettivo) 3100 kWh
    bollette (simulazione ma ci metto la mano sul fuoco) 590 €
    costo medio 0,19 €/kWh

    Come vedi ad un incremento del 50% in prelievo la bolletta aumenterebbe del 84%.

    Per "prelevatori di razza" immagino che il kWh abbia un prezzo ben più elevato.

    Ciao
    Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
    attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

    Commenta


    • #3
      Grazie delle conferme Egimark!

      Ma il fatto che le quote vengono calcolate su quei 3 periodi l'hai letto da qualche parte? Mi spiego meglio, anche la mia suddivide i consumi in 3 periodi, ma questo non esclude che i calcoli siano fatti su base giornaliera e poi sommati.
      Che tipo di verifica hai fatto? Il mio dubbio non è sulla ripartizione tra F1 e F23, cioè le fasce orarie, ma su come possano dire già dalle prime bollette che ci sono kWh in 2 o 3o scaglione.
      Se io i primi due mesi consumo di più, e mi caricano kWh nel 2o e 3o scaglione, e poi riduco i consumi e non raggiungo i limiti mi dovrebbero ridare da qualche parte il maggior costo/kWh sostenuto?
      Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
      Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

      Commenta


      • #4
        questi calcoli li avete fatti per vedere quanto vi potrebbe costare in più sulla bolletta elettrica?
        Considerate anche quando spendete (in meno) per la benzina o diesel!

        Commenta


        • #5
          Le fasce annuali vengono scalate in proporzione al numero dei giorni del periodo considerato.
          E' il cosidetto calcolo "pro quota". Puoi vederlo anche estrapolando sull'anno intero il tuo consumo del periodo.

          Il mio foglio fa così i calcoli e tutte le cifre riportate in bolletta (e per ogni periodo) vengono confermate, per cui l'ENEL non può fare calcoli diversi.

          In passato mi ricordo d'aver fatto una simulazione considerando come periodo 1 anno intero e, nel mio caso, il calcolo "pro quota" non dava valori significativamente maggiori. Forse perchè il periodo di almeno 15 giorni è sufficientemente lungo.
          Certo meglio sarebbe il calcolo annuale senza "pro quota".

          Una curiosità sul veicolo elettrico: quanti kWh servono per un "pieno" e quanti km percorre.
          Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
          attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

          Commenta


          • #6
            rispondo a Gior e Egimark in maniera 'combinata', anzi prima vi metto il link a un articolo di ccriss quasi contemporaneo al mio 3d e sullo stesso argomento, visto da altra angolazione e su due ruote invece di 4:
            Il blog di Ccriss: Ma quanto mi costa andare in giro?

            Ccriss ha un approccio molto tecnico e basato su misure di corrente e tensione sulle batterie, approccio non percorribile da tutti.

            Anche io ho misurato approssimativamente (quando avrò tempo approfondirò) il rendimento del caricabatteria (CB), ma alla fine quello che conta per l'utente finale è il costo in bolletta, quindi qui riporterò i dati basati sui kWh assorbiti da rete.

            Il confronto con l'auto / scooter a benzina è presto fatto se i relativi consumi sono noti, nel mio caso ho un paragone perfetto con una vettura identica (la FIAT Seicento) ma a benzina euro3: circa 15km/l negli stessi percorsi fatti con la elettrica.
            A proposito non l'ho scritto quindi lo ridico, tutto è legato al mio gioiello, una fiat Seicento Elettra della quale si parla qui:
            http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

            Ripeto solamente che dopo la trasformazione al litio i consumi, almeno in questo periodo estivo, sono assestati a 150Wh/km da rete.
            Il CB, vecchio di 10 anni, dovrebbe avere un rendimento intorno all'80% per come lo sto usando adesso (senza equalizzazioni di batterie).

            appena riesco faccio due semplici calcoli per calcolare risparmio e rientro dell'investimento in maniera 'semplificata', comunque per 100km consumo 15kWh e quindi 15*0,3= 4,5 euro circa, a benzina circa 7 litri e quindi 7*1,7=12 euro circa

            Il pieno teorico è quasi 14kW nelle batterie, da rete un po' di più (80% circa rendimento CB) e inoltre le batterie hanno una capacità reale un po' superiore al valore di targa. Insomma non lo so esattamente, non le ho mai scaricate del tutto ma so che a 95 km percorsi non erano ancora totalmente scariche.

            egimark, il tuo foglio è pubblico? Sto cercando di farne uno semplice anche io...
            Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
            Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

            Commenta


            • #7
              i calcoli li faccio molto più facili, per fare 100 km, con il mezzo più economico che ho, una smart gpl, spendo 5,50€. Con lo scooter l'elettrico spendo 0,50 €, ma spesso carico in ufficio, quindi spendo zero. I calcoli che fate sono teorici, ma i consumi sono molto diversi e soggetti al tipo di guida, alle salite, alle discese, ed alle temperature.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
                Io metterei un contatore di energia tra rete e carica batteria e me ne "fregherei" del rendimento.

                Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
                ..... dopo la trasformazione al litio i consumi, almeno in questo periodo estivo, sono assestati a 150Wh/km da rete.
                C'è un refuso?

                Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
                comunque per 100km consumo 15kWh e quindi 15*0,3= 4,5 euro circa.......
                Fai bene ad ipotizzare 0,3 €/kWh perchè nel calcolo deve essere inserito il costo del kWh "marginale" che è sempre superiore al costo medio che abbiamo indicato nei post precedenti.

                Col foglio di calcolo, al prelievo abituale basta aggiungere 1 kWh e per differenza trovare il costo del kWh marginale.
                Se mi mandi per uno dei periodi della bolletta:
                1) kWh in F1
                2) kWh in F23
                3) data iniziale
                4) data finale
                stasera a casa ti faccio il calcolo.

                Il foglio per ora non è pubblico perchè è un po' "ostico" ma sono molto interessato a verificarlo con altri.

                P.S. Se devi fare il pieno perchè non vai da GIOR: la corrente è gratis o al massimo 0,50 €.
                Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
                attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

                Commenta


                • #9
                  @egimark
                  Per il contatore già fatto, i 150Wh/km non sono 'sparati a caso' ma una media molto precisa, basata sui primi 1500km fatti con le batterie al litio. Perchè refuso? 150Wh, non kWh!
                  Per il calcolo ho usato le tariffe enel e fatto i conti manualmente, confermati da un foglio datomi da un collega. Comunque si tratta di aggiungere ai miei consumi attuali (circa 216 kWh/mese) quelli dell'auto, stimati in 75-100kWh/mese
                  Attualmente consumo il 30% in F1, con l'auto ricaricando di sera tutto il consumo aggiunto sarebbe in F23 e quindi il consumo in F1 scenderebbe al 22% circa.

                  @Gior
                  Avevo premesso che Ccriss è andato nel dettaglio tecnico, l'ho postato perchè interessa a molti di quelli che scrivono sul forum, siamo tutti giocherelloni e ci piace capire...
                  I tuoi non sono calcoli più facili, ma sono i classici ragionamenti della 'casalinga di Voghera', scusa se te lo dico!
                  Stiamo andando OT, questo 3d voleva essere sulle tariffe più che sui veicoli, ma si può anche cambiare titolo e allargare un po' l'argomento, comunque:


                  -mi sembra ovvio che non ha senso confrontare veicoli totalmente diversi come uno scooter, un'auto a 2 posti (smart) e un'auto a 4 posti (Elettra), con pesi e prestazioni ben diverse
                  -se tu spendi zero non interessa molto, così come non tutti hanno i pannelli fotovoltaici. Io per qualche mese ho 'scroccato' corrente al condominio in attesa che mi autorizzassero a tirare la mia linea, mica l'ho incluso nei costi del veicolo....
                  -giusta l'osservazione sui tipi di guida,appunto per questo ho fatto un paragone con assoluta parità di condizioni, sia di tipologia veicolo, anno di costruzione, guidatore e percorso... Caso raro...
                  -tanto per dimostrare che sei un po' troppo approssimativo, dichiari 0,5€ per 100km; se come credo paghi l'energia elettrica circa come me vorrebbe dire che il tuo scooter fa circa 17Wh/km.
                  Questo è un numero un po' troppo basso, e infatti è circa il doppio di quanto si ricava dalle dichiarazioni del costruttore che di solito sono già esse ottimistiche: 105km con 3,6kWh di batterie vuol dire circa 35Wh/km... numero comunque ottimo ma un po' più credibile del tuo.
                  Ho commentato il tuo 3d, fai altre misure e facci sapere!


                  Credo che la conclusione più o meno corretta e universale è che un veicolo elettrico a pari prestazioni costa, come €/km per il solo carburante, dal 50 al 70% meno di un equivalente termico.
                  Molto indicativo, aspetto che sia confermato da altri dati e misure... accurate però, magari metto giù un 'vademecum' per poter confrontare dati in maniera attendibile.
                  Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
                  Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
                    .......Perchè refuso? 150Wh, non kWh! .......
                    Hai ragione, ho letto velocemente.

                    In base ai dati che hai indicato (e con le tariffe oggi in vigore, ogni 3 mesi cambiano) la tua bolletta dovrebbe essere di 37,19 € al mese (esclusi costi fissi indipendenti dal consumo).
                    Con 75 (100) kWh in più in fascia 2-3 la bolletta sarebbe di 61,62 (69,53) € per cui il costo sarebbe di 0,32 €/kWh.
                    Andresti a ricadere nel 3° scaglione di consumo e inoltre le accise le pagheresti, rispetto ai 68 kWh iniziali, su 217 (267) kWh.

                    Ciao
                    Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
                    attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

                    Commenta


                    • #11
                      se l'aumento di consumo diventa importante meglio mettere un'altro contatore per ricarica mezzi elettrici e o pompa di calore , la tariffa si assesta ad un 0.19 - 0.2 €/kw

                      Commenta


                      • #12
                        Si infatti, ma ti riferisci alle tariffe BTA (altri usi) ?

                        Fra qualche mese mi informo meglio, sembra con le nuove leggi sia in effetti possibile ottenere un 2o contatore con quella tariffa. Devo capire però quanto costa l'istallazione, e se è possibile farlo nel mio caso.
                        Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
                        Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

                        Commenta


                        • #13
                          Ciao,
                          Il contatore BTA è possibile aggiungerlo al contatore di casa nei seguenti casi:
                          1. Uso per PDC
                          2. Ricarica veicoli elettrici

                          Non ricordo se l'IVA è la stessa per entrambi i casi, ma per il primo è 10% sicuramente, perché ce l'ho.

                          Per un BTA3 da 4,5kW, distante 300m dalla cabina, ho speso EUR 750,00 e passa

                          Ciao
                          Impianto FV 5,88 kWp: 24 Canadian Solar CS6P-M 245W, 2 Power One PVI-3.0-OUTD-S-IT, Azimut 0°, Tilt 18°, My PVOutput, SDM120C
                          PDC: Panasonic Aquarea 9kW T-CAP + HybridCube HYC343/19/0, radiante a pavimento 120 mq, 2 VMC decentralizzate Mitsubishi VL-100U-E

                          Commenta


                          • #14
                            grazie Gian! A me basterebbe un 3kW, e andrebbe nel locale contatori, quindi probabilmente spenderei meno. C'è da capire i requisiti, spero basti un veicolo elettrico di proprietà e che non chiedano l'acquisto di uno nuovo..
                            Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
                            Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

                            Commenta


                            • #15
                              Spenderesti meno perché 3kW invece di 4,5kW.
                              I 300m sono la distanza tra la nicchia dei contatori e la cabina ENEL da cui prende la corrente.
                              ENEL misura sempre la distanza dalla loro cabina al tuo contatore, indipendentemente se hai già altri contatori.

                              Per il discorso veicoli nuovi o meno non so, prova a guardare la Deliberazione 19 aprile 2010 – ARG/elt 56/10

                              In allegato le regole per il calcolo dei costi di allaccio

                              Ciao
                              File allegati
                              Impianto FV 5,88 kWp: 24 Canadian Solar CS6P-M 245W, 2 Power One PVI-3.0-OUTD-S-IT, Azimut 0°, Tilt 18°, My PVOutput, SDM120C
                              PDC: Panasonic Aquarea 9kW T-CAP + HybridCube HYC343/19/0, radiante a pavimento 120 mq, 2 VMC decentralizzate Mitsubishi VL-100U-E

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X