Welcome!

Benvenuto nel Forum EnergeticAmbiente! Siamo un insieme di persone che hanno a cuore il Pianeta Terra e che si prendono in qualche modo la responsabilità di proteggerlo dalla stupidità umana. Per poter scrivere o scaricare foto e documenti devi prima registrarti. Vedrai anche meno pubblicità. Basta 1 minuto, un nome inventato e una mail dove ricevere le notifiche delle risposte.

La registrazione è gratuita e puoi farla -QUI-

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Batteria servizi su veicoli elettrici

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Batteria servizi su veicoli elettrici

    Premessa
    Spero di non sbagliare sezione del forum....
    possiedo una citroen C-Zero dove oltre al pacco batterie al litio sotto al pianale, esiste dentro al cofano una batteria di servizio con tecnologia classica al piombo.

    Domande
    Qualcuno ha dei riferimenti per una mia futura sostituzione (12V) della batteria di servizio con una al litio?
    Dato che ogni kilo in meno su un auto elettrica dà dei vantaggi pensavo che forse conviene la litio...ma in termini di costo/riduzione di peso?

    Grazie in anticipo
    ciao

  • #2
    Qualcuno ha dei riferimenti per una mia futura sostituzione (12V) della batteria di servizio con una al litio?
    Dato che ogni kilo in meno su un auto elettrica dà dei vantaggi pensavo che forse conviene la litio...ma in termini di costo/riduzione di peso?

    Grazie in anticipo
    ciao
    il vantaggio sarebbe minimo, quella batteria pesera' al massimo 20kg, al litio peserebbe forse 6 o 7, ma la macchina ne pesera' almeno 1000 ed ha un motore da almeno 50 kw , quindi il guadagno in termini di rapporto potenza/peso passarebbe da 50000/1020 a 50000/1007, del tutto irrilevante (0.13%).
    Ultima modifica di richiurci; 01-01-2014, 15:02. Motivo: razionalizzazione nuovo 3d
    Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
    -- Jumpjack --

    Commenta


    • #3
      @ Smart potresti usare le lifepo4 di A123 systems o le monoblocco winston/thundersky ma poi avresti bisogno di un bms che le gestisca. In secondo luogo l'auto è ancora in garanzia? L'assicurazione come si comporterebbe in caso d'incidente?
      Forse non ne vale la pena.
      Bici elettrica MKIII : qui.

      E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk

      Commenta


      • #4
        le Winston monolitiche a 12V non hanno un autobilanciatore passivo interno (ne BMS ne BMC), ma loro dicono che a bassi carichi non si sblianciano anche dopo parecchi cicli...
        certo, io una bilanciata ogni tanto la darei!

        comunque prima devi vedere i carichi annessi, ed e' probabile che quella batteria si occupi del circuito elettrico secondario del depressore del servofreno (se lo ha, e lo dovrebbe avere in quanto per un problema alla circuitazione primaria dovresti avere quella di scorta), delle luci e del riscldamento e della radio, oltre agli eventuali altri servizi, ma solo a circuito principale fermo, in quanto quell'auto dovrebbe avere un convertitore di tensione fino ai 15-12V.

        risparmiare 15Kg? se ne risparmi 10 volte questo valore ha un senso, ma solo 15Kg sono praticamente nulla.

        OT:
        a tempo perso (nel tratto di casa che faccio per tornare da lavoro), ho calcolato quant'e' la differenza tra' viaggiare di giorno con gli anabaglianti accesi o solo con le luci di posizione: un litro di gasolio a pieno (2.5% di rendimento) con anabaglianti accesi, 300-500cc con le luci di posizione.
        fa' meditare...

        Commenta


        • #5
          @ Spuzzete

          L'auto è ancora in garanzia per 1 anno e il pacco batterie al litio per 4 anni.
          L'assicurazione è di quella base quindi dovrebbe dimostrare in caso di problemi che la batteria di servizio ha causato un malfunzionamento dell'auto.
          E' vero forse non ne vale la pena però si dice che la i-Miev 2013, abbia i fari anabbaglianti e le luci diurne a led, motore +10Nm (altro non sò)...incrementando a loro dire l'autonomia di 10Km.
          Non sono molti però, ritoccando qua e là forse, si riesce a migliorare le cose.
          Poi bisogna vedere la spesa di queste migliorie!
          Anche gli altoparlanti posteriori portano, se li volessi installare, peso e viaggiando in tre per brevi periodi non ne vale la pena. Sono sciocchezze lo sò ma non sono un ingegnere esperto per fare sull'auto delle ottimizzazione più profonde.


          @lucusta
          "..ho calcolato quant'e' la differenza tra' viaggiare di giorno con gli anabaglianti accesi o solo con le luci di posizione.."
          Ecco hai capito il mio pensiero!
          Vorrei quindi trovare un sistema semplice che faccia credere alla circuiteria a monte dei morsetti di avere a che fare con una batteria al piombo.
          La batteria serve per alimentare la pompa elettrica del servofreno, i fari e innescare i relè di inserimento del pacco batterie al litio. Se la batteria di servizio si rompe l'auto non parte nemmeno se quelle al litio sono al 100% cariche.
          La batteria litio serve oltre che per la trazione anche per il riscaldamento e la climatizzazione (abitacolo e pacco batterie al litio).

          Sapendo che le batterie non hanno una concentrazione di energia come invece ad esempio ce l'ha la benzina bisogna cercare, a mio avviso, di risparmiare dove si può.
          Ad esempio quando i guidatori sono più di uno accade che quello non "coscienzioso" inserisca il riscaldamento all'insaputa dell'altro. Il guidatore ecologista quando inizia il suo giro ed è fermo, non riesce a capire perchè l'amperometro segnala un esagerato consumo di corrente: non esiste una spia di segnalazione riscaldamento acceso. In un auto a benzina ciò non sarebbe un problema ma in un auto elettrica che non sia la Tesla?
          Piccolezze lo sò ma ne siamo sicuri?

          @jumpjack
          Grazie!!

          Ciao
          Ultima modifica di smart700; 15-06-2013, 14:59.

          Commenta


          • #6
            10Km sono comunque un'esagerazione!
            e' un dato esageratamente elevato, perche' si sta' parlando di almeno 1-1.5KWh a 50Km/h
            un centinaio di Wh delle luci non puo' dare questo giovamento se non dopo 10-15 ore di funzionamento...
            o hanno migliorato il rendimento del motore, o della centralina o hanno incrementato ulteriormente lo sfruttamento del pacco batterie o ne hanno messo uno piu' capace o piu' probabilmente dicono solo un sacco di castronerie.

            non conosco le specifiche, ma comunque guarda che i LED di potenza (quelli che fanno tanta luce) non sono propriamente ne freddi e tantomeno ad alto rendimento, anzi...
            un'alogena ha un rendimento del 20% in piu' rispetto a quelle ad incandescenza (o meglio se confronti una ad incandescenza da 45W quella alogena da 45W fa' il 20% di luce in piu'), i LED, per pareggiare quella luce, consumano buoni 30W, ossia 2/3.
            le xeno praticamente consumano solo il 15% in piu' (35W), e costano la meta' della meta'.

            i LED possono andare bene per le luci di posizione (di solito da 2W l'uno per 5 elementi a faro, in quanto devono pur essere visibili da lontano e quindi avere superficie sufficente), e per le altre luci come freni e freccie, ma per anabaglianti e fari abaglianti non ci siamo ancora; per quelle potenze di luce il loro rendimento e' scarso.... e vanno bene solo se eviti quelli che abbassano il voltaggio con le resistenze, perche' se ci metti resistenze il consumo si alza.
            in rete puoi anche trovare LED da 7000 lumen (il doppio quasi il triplo di un faro poliellissoidale xeno da 35W, che fa' si e no 3000 lumen), ma succhia 100W in alimentazione ed almeno altri 20W per la dissipazione attiva!!
            ne ho trovata una serie anche da 200W (multiarray LED, logicamente, e con una superficie enorme), ma a che pro, se una xeno consuma meno e costa molto meno?

            Commenta


            • #7
              riguardo la batteria di servizio no, decisamente non vale la pena... credo che quella al pb che ha su peserà 15kg, ne risparmieresti 4-5...

              Dalle mie prove una monolitica litio senza BMS potrebbe comunque avere problemi nel tempo, se la carichi a 14,5V vuol dire 3,62V per cella medi, ma sei già in una zona dove una delle celle può sbilanciarsi e superare i 4V di rottura...es 3 celle a 3,5V e una a 4V
              Ultima modifica di richiurci; 01-01-2014, 15:06. Motivo: razionalizzazione nuovo 3d
              Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
              Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

              Commenta


              • #8
                smart700..Per le batterie nella tua auto vedi: https://en.wikipedia.org/wiki/Mitsubishi_i-MiEV alla sezione "battery": a giugno 2011 è stato annunciato il cambio di batterie da Yuasa (vedi anche il capitolo "fire incident" più avanti) al litio convenzionale, alle lithium titanate oxide SCiB di Panasonic (che sono il clone delle meno fortunate Altairnano americane). Interessante per te anche il paragrafo: "Auxiliary battery".
                A proposito della batteria ausiliaria puoi guardare QUI: Batteria Litio X8 Le assemblano (le celle liFe sono cinesi) con l'elettronica di controllo a cento metri da dove lavoro.
                - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2020 - del foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche https://www.energeticambiente.it/for...17#post1813217

                Commenta


                • #9
                  Ciao a tutti
                  Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
                  ...riguardo la batteria di servizio no, decisamente non vale la pena...
                  Batteria di servizio? no grazie!
                  mi sembra assurdo usare una batteria di servizio...se scarica non fa funzionare un tubo anche se la batteria per la trazione è carichissima!
                  Per la mia Zele ho acquistato uno step-down switching da 30 Ampere che per i servizi sono più che sufficienti.
                  In più genera 12 Volt anzi più precisamente quello che ho acquistato io 12,4 Volt costanti indipendentemente dalla carica della batteria di trazione e dalle continue variazioni in funzione della potenza richiesta dal motore. Il mio riduttore ha un input "ufficiale" a 48V, ma ne esistono diverse versioni per le più varie tensioni e correnti fino a 50 Ampere.
                  Link per la versione isolata, che consiglio se si ha qualche dubbio sulla circuiteria della propria auto http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=110633903622
                  Con tutte le luci accese e freccia inserita non ha scaldato minimamente anche dopo diversi minuti di funzionamento e non "fischia" minimamente. (direi un buon acquisto)

                  Salutoni
                  Furio57
                  Ultima modifica di Furio57; 31-12-2013, 16:22.
                  L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
                  LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
                  Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

                  Commenta


                  • #10
                    Batteria servizi su veicoli elettrici

                    Ciao Furio!

                    Vista la coincidenza con analoga discussione nel gruppo Facebook (nel quale tra l'altro alcuni dicono praticamente il contrario dui quanto ipotizzi tu) ho creato questo nuovo 3d.

                    Tu parli di un caso particolare, un quadriciclo... in generale a mio avviso la batteria servizi serve per i seguenti motivi:

                    - mantenere i 12V 'classici' sugli apparecchi ausiliari, e quindi usare tutta la componentistica automotive standard e a basso costo

                    - i 12V devono essere disponibili anche ad auto ferma e spenta (luci cortesia, chiusura centralizzata e telecomando, autoradio ecc ecc)

                    - su veicoli con pacco trazione ad alta tensione (tutte le auto, es la mia Elettra ha più di 200V) la batt servizi gestisce i sistemi di sicurezza (ruttori, controllo isolamento ecc)

                    - a batteria trazione scarica meglio avere i 12V ancora disponibili (es per 4 frecce)

                    Detto questo visto che è tenuta carica dal pacco trazione attraverso un DC-DC, sicuramente può essere di capacità minima e praticamente indipendente dalla 'stazza' del veicolo, es un 40Ah o anche meno. E a quel punto litio o Pb come si vuole, considerando costi e vantaggi/svantaggi
                    Ultima modifica di richiurci; 01-01-2014, 15:16.
                    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
                    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

                    Commenta


                    • #11
                      Ciao a tutti ciao Riccardo
                      Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
                      Ciao Furio!...su veicoli con pacco trazione ad alta tensione (tutte le auto, es la mia Elettra ha più di 200V) la batt servizi gestisce i sistemi di sicurezza (ruttori, controllo isolamento ecc) - a batteria trazione scarica meglio avere i 12V ancora disponibili (es per 4 frecce)...
                      Penso che sia molto difficile avere il pacco trazione completamente scarico visto ciò che comporterebbe (riduzione della vita delle batterie o qualche inconveniente alle stesse) quindi comunque più energia disponibile per i servizi rispetto ad una piccola batteria da 12V che se scarica compromette il funzionamento di tutta l'auto, anche delle 4 frecce... Ciò comunque è solamente una mia considerazione.


                      Salutoni
                      Furio57
                      L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
                      LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
                      Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

                      Commenta


                      • #12
                        chiaro cosa intendi, ma considera che (mio parere) è sempre meglio separare nettamente un pacco potente e costoso come quello di trazione dai servizi.

                        Ipotesi estrema ma possibile: scarichi l'auto e la lasci ferma con le 4 frecce, il DC-DC continuerebbe ad assorbire dalla batteria trazione scarica, e se torni a rimorchiare l'auto il giorno dopo magari ha fatto in tempo a danneggiare qualche cella.

                        Poi FORSE a livello normativo non basta un DC-DC ma ci vogliono determinati requisiti di isolamento tra pacco trazione e scocca (quindi anche tra trazione e servizi), più facili da ottenere con ruttori e simili.

                        Storia della mia batteria servizi, tanto per fare un esempio e capire quanto poco è critica...

                        Quando ho ritirato l'auto l'avevano cambiata (forse), ma durante i lavori di ripristino era andata a 4V per qualche mio errore...

                        Potrei provare ma credo che su un'auto normale sarebbe spompa, invece sull'elettrica va egregiamente! E per forza, viene ricaricata durante la marcia e durante le ricariche, praticamente sempre! E poi deve solo dare energia a qualche spia, i fari e i ruttori, niente spunti da centinaia di A!

                        NOTA2: le batterie da avviamento che ho cotto nei primi 100km sono proabbilmente solfatate pesantemente, niente spunto (provate) ma sono intorno ai 13V, credo che come batterie servizi andrebbero benone.
                        Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
                        Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

                        Commenta


                        • #13
                          Secondo me una batteria servizi su un mezzo elettrico non ha senso, basta semplicmente programmare l'elettronica affinchè la batteria non scenda mai sotto il 20% di carica: non solo serve a preservarla e allungarne la vita, ma funge anche da riserva.
                          In compenso, due batterie in parallelo piuttosto che una sola migliorano affidabilità e sicurezza del mezzo.
                          Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
                          -- Jumpjack --

                          Commenta


                          • #14
                            punti di vista, ma sembra tu non abbia chiaro cosa vuol dire servizi... Serve ad avere i 12V che sui veicoli è uno standard, e anche a gestire sistemi di sicurezza!
                            Comunque appunto c'è chi vuole toglierla, chi vuole aumentarla per usarla come riserva... io ritengo che con i moderni DC-DC l'ottimo è metterla il più piccola possibile, tanto per avere un 'condensatore' che livelli la 12V e soprattutto averla disponibile a veicolo spento, per l'avviamento, PRIMA di dover connettere il pacco trazione che potrebbe avere problemi (scarica quasi totale, dispersioni sulla scocca ecc)

                            Il doppio pacco batteria è OT, stiamo parlando di un approccio che può avere impieghi solo su e-bike e forse scooter, non su veicoli con pacchi batterie 'importanti'.
                            Non ha molto senso comunque duplicare un pezzo costoso e critico del mezzo per usarlo forse ogni tanto... e non vedo neanche tutti sti problemi di affidabilità con le nuove batterie
                            Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
                            Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
                              punti di vista, ma sembra tu non abbia chiaro cosa vuol dire servizi... Serve ad avere i 12V che sui veicoli è uno standard, e anche a gestire sistemi di sicurezza!
                              Ma va?
                              Solo che nelle auto elettriche non serve una batteria... la batteria c'è già.
                              Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
                              -- Jumpjack --

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X