Welcome!

Benvenuto nel Forum EnergeticAmbiente! Siamo un insieme di persone che hanno a cuore il Pianeta Terra e che si prendono in qualche modo la responsabilità di proteggerlo dalla stupidità umana. Per poter scrivere o scaricare foto e documenti devi prima registrarti. Vedrai anche meno pubblicità. Basta 1 minuto, un nome inventato e una mail dove ricevere le notifiche delle risposte.

La registrazione è gratuita e puoi farla -QUI-

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

TESLA 3 un sogno che si avvera?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • TESLA 3 un sogno che si avvera?

    Ragazzi questa presentazione è fantastica se l'auto manterrà tutte le promesse della presentazione, il futuro è qui , oggi, davanti ai nostri occhi ,

    tra nove mesi potrà essere nelle nostre case e sulle nostre strade .

    Questo video è entusiasmante , le prestazioni indicate e la percorrenza prevista la fanno ritenere un veicolo elettrico possibile, speriamo che la strada confermerà tutto.

    Sono molto tentato di prenotarla ma ho paura per le tassazioni italiane nell'acquisto, probabilmente 35000 $ in italia diventeranno almeno 50.000€ , meglio aspettare,
    e poi si chiedono perché l'economia non decolla.

    https://vimeo.com/161138986
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ?https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

  • #2
    Sono due le domande sulla Tesla Model 3.

    A quali condizioni economiche sarà possibile utilizzare la rete Supercharger?

    La Model 3, ma anche le Model S e Model X, avranno in connettore europeo Combo2?
    Di recente Tesla ha aderito hal consorzio per la promozione del Combo2 che stanno estendendo a 350 kW con il rischio di far sfigurare il Supercharger.
    Nächstes Level Elektromobilität: Weg zum globalen Ladestandard für Elektrofahrzeuge: Charging Interface Initiative e. V. (CharIN e. V.)[controller]=News&tx_news_pi1[action]=detail&cHash=09ddf0710f56e0eb699c4caf98a1e1d9

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da dolam Visualizza il messaggio

      tra nove mesi potrà essere nelle nostre case e sulle nostre strade .
      lui dice 21 mesi...fine 2017.
      Comunque ..bella!
      Per 35 mila io la comprerei.

      Carlo..la rete supercharger è gratuita, che io sappia, per i possessori di tesla
      Ultima modifica di marcober; 01-04-2016, 15:17.
      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

      Commenta


      • #4
        marcober come possiamo cautelarci per l'anticipo di 1000 dollari che versiamo in caso d'ordine? io vorrei prenotarla , è decisamente fantastica , e poi in america il prezzo si blocca con l'anticipo non potranno esserci aumenti.
        5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ?https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

        Commenta


        • #5
          emm bracine corte xD no apparte gli scherzi io per tutte le info chiamerei direttamnte in tesla a milano per farmi dire le novita a riguardo e i prezzi xD comunque o ci dotiamo di una 10kw casalinga in fv eolico o sta tesla diventa un eresia caricarla a casa se a le batterie come la model s

          Commenta


          • #6
            Bella quanto si vuole.
            Ma non capisco tutto questo entusiasmo per Tesla e non, per esempio, per la Leaf 2 o la Bolt.

            Commenta


            • #7
              Carlo la Leaf l'ho provata ma a parte l'estetica molto discutibile che la contraddistingue, il chilometraggio è un tantino differente e vi assicuro che se usate un'elettrica come un'auto normale l'autonomia conta molto e poi diciamo la verità il prezzo di Tesla al momento sembra molto competitivo.
              Comunque rinuncio all'anticipo e aspetto di provarla su strada, forse si mi sto lasciando prendere la mano , per le mie esigenze la soluzione migliore è l'ibrida plug-in, in fondo faccio sempre 50/60 km giorno città è dintorni poi lunghi viaggi, ora comincio ad informarmi su BMW performance, in fondo posso sfruttare il FV per avere energia totalmente gratuita per la mobilità più frequente.
              5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ?https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

              Commenta


              • #8
                Dolam, l'unica garanzia è l'esistenza del costruttore e la sua possibilità di tener fede al contratto fra 2 anni.Data la somma e il tipo di società....considererei il rischio affrontabile.Anche a me non dispiacerebbe...certo che a volte 350 km sono un po pochi a chi fa molta strada come me...con tratte da 600 km. Se vai 600 km puoi programmare 30 m di sosta per ricaricare...ma se fai 300-400 km , io li devo fare in una targa senza sosta...speriamo che facciano una versione che con qualche euro in più faccia 500 km...quando uscirà in italia in quella configurazione, magari 4 motrici come dicono che sarà anche disponibile, ci farò un serio pensiero.Aldilà del consumo, sembra comuqnue una bella auto....Qua la cosa BMW che citi cosa è?
                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                Commenta


                • #9
                  BMW ha messo in commercio le plug-in di tutti i suoi modelli, chiamati mi sembra i-performance, quindi serie 1/3/5 che hanno la possibilità di viaggiare per una cinquantina di km solo in elettrico e di ricaricare da casa o colonnina, oltre che da recupero frenata, hai però l'auto per i lunghi viaggi immutata tranne forse per qualche 100kg in più, a me sembra una buona soluzione perché uso spesso l'auto per tragitti di 50/60km e farne metà gratis non è male.
                  5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ?https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

                  Commenta


                  • #10
                    e intanto siamo a quota 276.000 ordini che vuol dire in termini pratici che quest'auto sta disegnando senza se e senza ma il nuovo standard dell'auto elettrica tanto da far impallidire la nissan Leaf che è sul mercato da ormai 4 anni, un successo senza precedenti.

                    Tesla Model 3: già 276.000 gli ordini
                    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ?https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

                    Commenta


                    • #11
                      Carlo la Leaf l'ho provata ma a parte l'estetica molto discutibile che la contraddistingue, il chilometraggio è un tantino differente e vi assicuro che se usate un'elettrica come un'auto normale l'autonomia conta molto e poi diciamo la verità il prezzo di Tesla al momento sembra molto competitivo.
                      hai provato la Leaf 2, quella che sarà disponibile tra un paio di anni, con una batteria attorno a 60 kWh e 300 km di autonomia reale?

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da dolam Visualizza il messaggio
                        e intanto siamo a quota 276.000 ordini che vuol dire in termini pratici che quest'auto sta disegnando senza se e senza ma il nuovo standard dell'auto elettrica tanto da far impallidire la nissan Leaf che è sul mercato da ormai 4 anni, un successo senza precedenti.
                        La Leaf (attuale modello) è l'auto elettrica più venduta di sempre. E' quella che ha avviato "la nuova era dei veicoli elettrici".

                        La più venduta al mondo del 2015, praticamente il doppio della Tesla Model S (che comunque non sminuisce il successo della Tesla per via dell'appartenenza a un ben diverso segmento).

                        La Nissan, forse per prima, ha annunciato per il 2018, mese più mese meno, la versione completamente rinnovata con batterie da 60 kWh e 300 km reali (che sta creando un po' di effetto Osborne per la Leaf attuale). Solo che non ha fatto il marketing e la comunicazione della Tesla, soprattutto non ha chiesto la caparra per l'acquisto: quando sarà pronta si andrà dal concessionarlo ad acquistarla come per un qualunque altro veicolo.

                        Probabilmente le prestazioni saranno un tantino inferiori a quelle dalla Model 3, neanche tanto, ma sarà anche più economica.
                        Ultima modifica di Carlo A; 05-04-2016, 21:54.

                        Commenta


                        • #13
                          Carlo mi riuscirebbe difficile provare un modello che esce tra due anni, sia esso Tesla o Nissan, ma decisamente Tesla ha alzato l'asticella per tutti, ormai mettere in commercio un modello con meno di 345 Km significa in automatico non vendere l'auto anche perché le auto attuali sono brutte e con scarsa percorrenza, possiamo dire che ora le auto che partono da 35000 euro devono avere almeno 350km d'autonomia, quindi da adesso in poi concorrenza o sul prezzo o sulla percorrenza o su entrambi, con altro non indifferente standard: da 0 a 100 in 6 secondi anche se questo dato mi sembra eccessivo per la quotidianità.
                          Una risposta c'è già sul mercato , BMW si è affrettata ad uscire con i modelli iPerformance, ibridi e plug-in si conserva lunga percorrenza ( ma termica) si viaggia a 0 inquinamento in città e si ha accelerazione bruciante ma se Tesla Model 3 porta la percorrenza ai 540km dell'attuale ammiraglia la storia si fa avvincente. Il futuro è appena cominciato ora la controproposta può venire solo dall'idrogeno che a mio modestissimo parere può veramente sostituire il petrolio in toto e poi, non dimentichiamolo, lo usano nello spazio ormai da mezzo secolo.
                          5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ?https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

                          Commenta


                          • #14
                            Mi pare che l'idrogeno si troppo aggressivo per il metallo di compressori, bombole , motori....o sbaglio?
                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                            Commenta


                            • #15
                              marcober l'idrogeno deve superare ancora alcuni scogli per l'uso quotidiano, non ultimo i contenitori ma ci sono molte attività in corso per migliorare e consentire ai serbatoi di resistere anche dal punto di vista della permeabilità, però si può e sia Toyota che Mercedes e Bmw hanno modelli in test permanenti.
                              Toyota in particolare ricarica le sue batterie proprio da idrogeno e in questi giorni sta facendo il giro d'italia dei centri IKEA, guidando, da capofila, la schiera dei veicoli elettrici che stanno percorrendo il vecchio stivale, ricaricandosi appunto nei supermercati ikea.
                              Non siamo lontani, si tratta di commercializzare ciò che c'è a prezzi competitivi ma si è avviato un bel processo che ricordo è partito con la scelta della California di veicoli solo ad impatto zero. Il discorso resta sempre lo stesso la tecnologia c'è i prezzi si avvicinano al termico ma i processi industriali dovranno cambiare e questo richiede anni ma penso e spero, che non siamo più solo all'inizio , un pezzetto di strada è già stato percorso.

                              Vedrai che l'annuncio di Model 3 e il suo successo di prevendita che ormai ha superato anche la soglia sopra l'incentivo ( 200.000 unità) darà un'ulteriore scossa a tutto il mercato dell'alternativo.

                              Proviamo solo ad immaginare un'utilitaria da 350km a 20000 euro, cosa accadrebbe in preordine? 1.000.000 di pezzi?
                              ci sarebbe una nuova corsa all'oro
                              ( pardon all'iPhone)
                              5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ?https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X