annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Coloninne di ricarica - informazioni comuni/generiche - Italia/Europa

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • davidea, rispondo a logica ma ti devi informare bene, anche se credo che neanche le norme (se esistono) siano chiare.

    Un conto è se metti, come me, la colonnina nel tuo box, un conto è il caso più importante di mettere una colonnina in spazi condominiali.

    Siccome se usi un'area comune non devi cambiarne destinazione d'uso e non diventa tua, se vuoi metterla fuori dal tuo posto auto credo sia meglio (forse necessaria) un'autorizzazione condominiale. E un domani altri potrebbero chiederti di usarla.

    Se invece hai un posto auto a tuo uso esclusivo io la metterei senza dubbio li, nessuno potrà importi di utilizzarla, sarai eventualmente tu a decidere se e come condividerla con altri.

    Riguardo i costi: se resti sulla bioraria dipende da quanto consumi adesso, di solito l'auto va negli scaglioni di consumo più elevati. Io ogni kWh per l'auto lo pago circa 0,3 €.
    Visto che tu devi fare proprio una colonnina, valuta se mettere un contatore in più perchè puoi chiedere la tariffa agevolata BTA, e al kWh costa parecchio meno (ma ti becchi il costo del contatore e contratto nuovo)
    Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
    I miei articoli qui:
    https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

    Commenta


    • Originariamente inviato da davidea Visualizza il messaggio

      in ultimo mi sembra di capire che per installare la colonnina posso usufruire di spazi diversi da quello del mio posto auto, e che se non arreco danno o inutilizzo dello spazio a nessuno , posso scegliermi qualsiasi spazio?
      Spazi diversi non significa qualsiasi spazio. Quindi conviene discuterne almeno con l'amministratore se non con l'assemblea (quando è prevista la prossima?). Vero che non te lo possono impedire ma è pur sempre meglio evitare di mettere il condominio di fronte al fatto compiuto e cercare una soluzione accettata da tutti. Conviene presentare i dettagli prima: verrà messa lì perchè bla bla, il cavo verrà fatto passare così...

      Commenta


      • carlo, diciamo che la discussione l' ho gia' tentata, la risposta in assemblea di un condomino (seguito da tutti gli altri e quindi con votazione contraria) e' stata :

        " ed io voglio installare una stazione di gas metano per la mia macchina "

        quindi mi sa' che se lo devo fare debbo andare di carta bollata .....

        Commenta


        • Davide, un conto è dire che "non sono autorizzati", un conto ora che fai capire che ti hanno DETTO DI NO.

          Se è così, se proprio vuoi toglierti i dubbi fai come ho fatto io, una semplice mail (tu meglio raccomandata) in cui manifesti l'intenzione di tirare la linea. Fallo nel tuo posto auto ovviamente.

          Copio e incollo il mio scambio di mail. Forse legalmente non era sufficiente, ma a me il decreto sembrava chiaro e a volte prima di arricchire gli avvocati basta "bluffare" un po'.

          L'importante è rivolgersi a un elettricista serio e valutare bene, come nel mio caso la linea deve soddisfare le norme antincendio, quindi in qualche modo attaccarsi ai vari pulsanti di sicurezza del condominio per non restare sotto tensione in caso di allarme

          Buona lettura (parti dal fondo a salire)


          Buongiorno,

          in assenza di risposta da parte dell'architetto comunico che la prossima settimana contatterò l'elettricista per l'esecuzione della linea, onde rientrare nei termini di scadenza per le detrazioni al 50%.


          Saluti


          Riccardo Urciuoli



          Subject: RE: Re-2: Fw-3: CONDOMINIO EUROPA - linea privata ricarica auto elettrica
          Date: Thu, 28 Feb 2013 13:04:48 +0100

          Grazie per la risposta,

          credo quindi non ci saranno problemi, l'avevo già scritto forse in maniera poco evidenziata: l'elettricista ha precisato che la linea rimarrà asservita al pulsante antincendio presente all'inizio della rampa.
          Tra l'altro sembra invece che tale pulsante agisca solo su poche parti dell'impianto comune...sicuramente non sulla linea che alimenta il mio box!


          Saluti


          Riccardo Urciuoli



          From: m
          Subject: Re-2: Fw-3: CONDOMINIO EUROPA - linea privata ricarica auto elettrica

          Date: Thu, 28 Feb 2013 11:27:16 +0000

          Buon giorno, vorrei puntualizzare un paio di cose.

          Il problema non e' consentire o meno di installare la line aper la ricarica della sua auto, pratica peraltro a mio parere intelligentissima, sia in riferimento ai costi di esercizio suoi personali, sia in merito al rispetto dell'ambiente.
          Il problema e' che e' vietato dalla normativa antincendio, l'installazzione di linee elettriche personali nella cosria box, a menoche' per le stesse non ci sia la possibilita' di venire sganciate, dal pulsante antincendio presente all'inizio della rmapa box.

          Rispettati i termini di quanto sopra, per me, e per il condominio non puo' che andare bene.

          L'arch a che sta facendo le ricerche ai VVFF e che ci legge in copia potra' confermarci o meno la fattibilita' dell'opera.

          Cordialmente







          Original Message processed by David.fx


          Subject: RE: Fw-3: CONDOMINIO EUROPA - linea privata ricarica auto elettrica (21-feb-2013 0:43)
          From:



          Buonasera Jessica,

          faccio alcune precisazioni.


          Non voglio separare le forniture, la mia linea si affiancherebbe a quella condominiale che non verrebbe toccata.


          Riguardo le verifiche voglio precisare che in base alle mie competenze (sono ing. elettronico) e a quanto verificato dall'elettricista l'impianto esistente NON può reggere l'utenza a me necessaria (assorbimento di 3kW); infatti basta attaccare anche solo un trapano da 500 W alla presa nel box per notare un abbassamento delle luci...
          Inoltre io come privato potrò richiedere tariffe agevolate specifiche per veicoli elettrici.


          Il decreto sviluppo è molto chiaro, il condominio può solo deliberare un impianto condominiale specifico per ricarica di veicoli entro 3 mesi (e francamente sono sicuro che non interessa e nessun altro condomino) oppure prendere atto del fatto che verrà istallata una linea privata. Per intenderci ritengo che in certi aspetti la ricarica dei veicoli elettrici sia stata equiparata al diritto a ricevere trasmissioni radiotelevisive
          Infatti il testo dei commi inerenti è il seguente:


          Art. 17 quinquies - Semplificazione dell'attività edilizia e diritto ai punti di ricarica

          1. Al comma 2 dell'articolo 4 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, sono premessi i seguenti:

          «1-ter. Entro il 1º giugno 2014, i comuni adeguano il regolamento di cui al comma 1 prevedendo, con decorrenza dalla medesima data, che ai fini del conseguimento del titolo abilitativo edilizio sia obbligatoriamente prevista, per gli edifici di nuova costruzione ad uso diverso da quello residenziale con superficie utile superiore a 500 metri quadrati e per i relativi interventi di ristrutturazione edilizia, l'installazione di infrastrutture elettriche per la ricarica dei veicoli idonee a permettere la connessione di una vettura da ciascuno spazio a parcheggio coperto o scoperto e da ciascun box per auto, siano essi pertinenziali o no, in conformità alle disposizioni edilizie di dettaglio fissate nel regolamento stesso.

          1-quater. Decorso inutilmente il termine di cui al comma 1-ter del presente articolo, le regioni applicano, in relazione ai titoli abilitativi edilizi difformi da quanto ivi previsto, i poteri inibitori e di annullamento stabiliti nelle rispettive leggi regionali o, in difetto di queste ultime, provvedono ai sensi dell'articolo 39.

          1-quinquies. Le disposizioni di cui ai commi 1-tere 1-quater non si applicano agli immobili di proprietà delle amministrazioni pubbliche».

          2. Fatto salvo il regime di cui all'articolo 1102 del codice civile, le opere edilizie per l'installazione delle infrastrutture di ricarica elettrica dei veicoli in edifici in condominio sono approvate dall'assemblea di condominio, in prima o in seconda convocazione, con le maggioranze previste dall'articolo 1136, secondo comma, del codice civile.

          3. Nel caso in cui il condominio rifiuti di assumere, o non assuma entro tre mesi dalla richiesta fatta per iscritto, le deliberazioni di cui al comma 2, il condomino interessato può installare, a proprie spese, i dispositivi di cui al citato comma 2, secondo le modalità ivi previste. Resta fermo quanto disposto dagli articoli 1120, secondo comma, e 1121, terzo comma, del codice civile.


          L'elettricista ha anticipato che ovviamente rispetterà tutte le norme e la nuova linea sarà collegato all'interruttore di sicurezza già presente per le normative dei Vigili del Fuoco.

          Dall'amministrazione di condominio mi aspetto eventualmente un'autorizzazione (ovviamente concordata coi consiglieri e resa nota ai condomini mediante affissione nelle bacheche, che autorizzo) onde poter operare in anticipo rispetto ai 3 mesi previsti. Ritengo inutile e dispendioso indire un'assemblea solo per questo punto, ma questo deve valutarlo lei.

          Le comunico che per non ritardare ulteriormente l'operazione e far partire il calcolo dei 3 mesi ho dovuto spedire una raccomandata A/R che fissa la data della mia richiesta.

          Cordiali saluti

          (ing) Riccardo Urciuoli




          Subject: Fw-3: CONDOMINIO EUROPA - linea privata ricarica auto elettrica

          Date: Wed, 20 Feb 2013 17:28:49 +0000

          Salve sig. Urciuoli,
          ho parlato con l'amministratore che mi ha segnato che non può autorizzarla
          ad fare un collegamento dal suo contatore privato al suo contatore del box.

          Le due forniture devono rimanere separate.

          L'amministratore segnala che può autorizzare l'istallazione di un subcontatore
          alle parti comuni condominiali del corsello effettuando ogni anno la lettura ed addebitandole
          il consumo effettivo, salvo che l'impianto regga al collegamento quindi effettuando tutte le
          verifiche del caso.

          Resto a sua disposizione

          Cordiali saluti
          Jessica




          Original Message processed by David.fx


          Subject: CONDOMINIO EUROPA - linea privata ricarica auto elettrica (12-feb-2013 16:44)



          Buongiorno sig. Maggioni,

          in seguito all'acquisto di un'auto elettrica, e poichè possiamo ipotizzzare ragionevolmente che non ci siano altri condomini interessati, ho intenzione di chiedere al condominio il permesso per far tirare una linea elettrica privata dal mio contatore al mio box.
          Tecnicamente mi sembra fattibile, tutto il percorso sarebbe al riparo dalle intemperie e correrebbe parallelamente a linee già presenti; in questi giorni chiamerò un elettricista per un preventivo e per valutare la fattibilità.


          Le comunico che il decreto sviluppo del Giugno 2012 agevola tali iniziative, prevedendo la possibilità per i condomini di agire autonomamente se il condominio non prende una decisione entro 3 mesi dalla richiesta (art.17-5):


          Art. 17 quinquies - Semplificazione dell'attività edilizia e diritto ai punti di ricarica — Tecnodid Editrice


          Mi dica lei se ritiene opportuno indire un'assemblea specifica per questo o se può bastare un avviso in bacheca e/o il parere dei consiglieri.
          Mi dica anche se le basta questa mail come comunicazione o se devo inviarle una raccomandata A/R


          Grazie e saluti


          Riccardo Urciuoli








          Ultima modifica di richiurci; 16-10-2014, 19:53.
          Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
          I miei articoli qui:
          https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

          Commenta


          • riccardo, perche' detrazioni al 50%?

            Commenta


            • perchè rientra nelle spese per manutenzione straordinaria!
              Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
              I miei articoli qui:
              https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

              Commenta


              • 4 Colonnine di ricarica Enel a Pomezia

                Una bellissima notizia dal Comune di Pomezia (Roma), sono state inaugurate 4 colonnine di ricarica Enel il 30 Ottobre, grazie alle indicazioni del mitico Grillino, sono state installate ben distribuite e precisamente:
                1) a Pomezia in piazza Indipendenza, davanti al Comune;
                2) a Pomezia in via dei Castelli romani, vicino il parcheggio ASL;
                3) al Centro Commerciale 16 Pini, in via del Mare tra Pomezia e Torvaianica;
                4) a Torvaianica lungomare via Spagna, vicino piazza Italia.
                Per me che mi trovo a Priverno (LT), a circa 70km, sono molto utili, magari per fare un rabbocco di corrente prima di arrivare a Roma.
                Spero che anche i Comuni di Aprilia e Latina seguano l'esempio di Pomezia!!!
                Vorrei sapere se é possibile ottimizzare la colonnina, perché anche se ogni colonnina ha una presa Mennekes e una Scame, non possono essere usate simultaneamente.
                Ultima modifica di roby.lt; 08-11-2014, 19:12.

                Commenta


                • Sono quelle enel tipo vecchio con la banda nera? quelle nuove permettono la carica contemporanea
                  Vectrix VX1 Batterie Nissan Leaf Inside

                  Il mio precedente scooter

                  Commenta


                  • Essendo state installate da poco, credo siano il tipo nuovo, quindi spero già ottimizzate.
                    Non le ho ancora provate, ho solo accostato la scheda a consumo per verificare se mi dava il consenso, con successo, però erano libere entrambe le prese, quindi non posso sapere effettivamente come sono (ottimizzate o no?).
                    Ultima modifica di roby.lt; 08-11-2014, 19:26.

                    Commenta


                    • sul pannello ci dovrebbe essere tre led uno per la presa sinistra, una per la presa destra il terzo non mi ricordo.
                      quelle con la banda nera non hanno 3 led sul pannello.
                      Vectrix VX1 Batterie Nissan Leaf Inside

                      Il mio precedente scooter

                      Commenta


                      • Mi ha confermato Grillino che sono quelle nuove, possono essere utilizzate simultaneamente le due prese.
                        A me servirebbe un adattatore Mennekes/Scame (avendo una spina Scame), ma sembra che costi più di 200€!!!!

                        Commenta


                        • Ma non stavano provando le fast DC, proprio a Pomezia?

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da roby.lt Visualizza il messaggio
                            Vorrei sapere se é possibile ottimizzare la colonnina, perché anche se ogni colonnina ha una presa Mennekes e una Scame, non possono essere usate simultaneamente.
                            Ma in totale quanti veicoli caricano simultaneamente?
                            Perchè se ne possono caricare due, una con la t3a e una con la t2, non mi sembra tanto vantaggioso.
                            Soprattutto visto che la Direttiva europea ha scelto come presa europea solo la t2.

                            Commenta


                            • Per il momento é meglio che le colonnine abbiano Mennekes e Scame. Le prime colonnine anche se avevano lo stesso i due tipi di presa, permettevano la ricarica ad un solo veicolo, mentre le nuove due veicoli, é evidente come vantaggio!!!

                              Commenta


                              • Segnalo un articolo sulla ricarica veloce.

                                https://drive.google.com/file/d/0B4Z...akE/view?pli=1

                                Commenta


                                • Ma non stavano provando le fast DC, proprio a Pomezia?
                                  E finalmente ecco la tanto annuncia colonnina rapida di enel!

                                  Ciao a tutti Antonio

                                  enelpomezia.jpg
                                  Nella recrudescenza che caratterizza l’agonia di ogni sistema, qui si pensa a un dopo imminente.

                                  Commenta


                                  • Avete informazioni sulle colonnine con sportello esterno marchiato Scame ma che sotto di questo ci sia in realtà una presa Mennekes?
                                    Vi faccio questa strana domanda perchè dalle mie parti hanno installato una colonnina con una presa sola e sullo sportello vedo la scritta Scame e la forma secondo me nasconde una Scame 3a/3C. Interpellata la ditta installatrice ho ricevuto questa risposta: "la presa è una tipo 2 Mennekes trifase".
                                    Qui c'è qualcosa che non torna...
                                    Ciao
                                    Smart700

                                    Commenta


                                    • Originariamente inviato da smart700 Visualizza il messaggio
                                      Avete informazioni sulle colonnine con sportello esterno marchiato Scame ma che sotto di questo ci sia in realtà una presa Mennekes?
                                      Mennekes è il nome di un costruttore di prese EV che ha inventato il formato "tipo 2", formato che tra l'altro è stato scelto nella recente direttiva europea EU 2014/94/UE come formato per la ricarica AC.

                                      Tuttavia già da gennaio 2013 Scame ha iniziato a produrre prese tipo 2 esternamente del tutto simili alle altre Scame.
                                      https://problemidiricarica.wordpress...130304_113721/
                                      Tra l'altro ora ha presentato un nuovo modello.

                                      Ormai le prese tipo 3C, inventate da Scame, erano divenute invendibili a causa della maggior diffusione a livello europeo della tipo 2, standard de facto già allora.
                                      Scame, poi, fa anche la tipo 3A monofase per veicoli leggeri (si usa ancora in Italia).

                                      Sarebbe meglio, per evitare confusione, utilizzare la denominazione neutra "tipo 2" e non usare il nome costruttore. La presa tipo 2 è fatta da numerosi costruttori: Mennekes, Scame, Walther Werke, Phoenix Contact, Ratio Electric, Bals, ecc ecc

                                      Commenta


                                      • Se si osservano le prese delle colonnine dall'esterno, senza poter aprire lo sportello di protezione (spesso è bloccato), come si può sapere quale tipo di presa abbiamo?
                                        Bisogna ogni volta contattare il fornitore di energia che spesso, ma non sempre, è il proprietario della colonnina?
                                        Qui si vede lo sportello che una volta chiuso può confondere:
                                        Le Wallbox Scame adottano la presa tipo 2 con Shutter

                                        Qui invece la tipo 2
                                        http://www.ecospazio.it/css/images/tipo2.jpg
                                        che una volta coperta dallo sportello non può confondere l'osservatore esterno.


                                        Ciao
                                        Smart700
                                        Ultima modifica di smart700; 29-01-2015, 22:26.

                                        Commenta


                                        • Originariamente inviato da smart700 Visualizza il messaggio
                                          come si può sapere quale tipo di presa abbiamo?
                                          Bella domanda!
                                          Be' in effetti Scame è ricorsa ai ripari con un adesivo "TIPO 2" o anche con la sagoma della tipo 2 sul coperchietto stesso (evidentemente non è così in tutti i casi).
                                          Comununque la direttiva europea parla chiaro: tipo 2 in tutta Europa, permesse in aggiunta sulla stazione di ricarica ma non al posto tutte le altre.
                                          Basterebbe applicarla.

                                          Commenta


                                          • Originariamente inviato da polianto Visualizza il messaggio
                                            .................finalmente ecco la tanto annunciata colonnina rapida di enel!

                                            Ciao a tutti Antonio

                                            [ATTACH=CONFIG]45342[/ATTACH]
                                            Da qui:

                                            http://www.enel.it/it-IT/media_inves...?iddoc=1663222

                                            si vede che sarà valutata l'opinione degli utilizzatori e dopo ci saranno altre colonnine di quel tipo.
                                            Calcolando che l'accordo Eni eEnel è del marzo 2013...campa cavallo!!!
                                            Ciao
                                            Smart700
                                            Ultima modifica di smart700; 08-02-2015, 20:41.

                                            Commenta


                                            • Originariamente inviato da smart700 Visualizza il messaggio
                                              Calcolando che l'accordo Eni eEnel è del marzo 2013...campa cavallo!!!
                                              Allora si parlava solo di ricarica veloce AC (43 kW).
                                              In pratica utilizzata solo dalla Renault ZOE (che ha annunciato di accantonarla: il nuovo modello della ZOE farà la ricarica AC sino a 22 kW).

                                              Allora la ricarica veloce AC era la tecnologia propagandata da Enel, la "via italiana" alla ricarica veloce.
                                              Poi devono essersi resi conto che sarebbero stati soldi sprecati e sono passati - con ritardo - alla tecnologia multistandard AC + DC Chademo + DC CCS Combo.

                                              Commenta


                                              • Originariamente inviato da Carlo A Visualizza il messaggio
                                                Allora si parlava solo di ricarica veloce AC (43 kW).
                                                In pratica utilizzata solo dalla Renault ZOE (che ha annunciato di accantonarla: il nuovo modello della ZOE farà la ricarica AC sino a 22 kW).

                                                ...........
                                                Alla Renault si sono resi conto che avere sull'auto un convertitore AC/DC da 43kW è costoso e pesante? E' questo il motivo di passare da 43 a 22kW?
                                                Ciao
                                                Smart700

                                                Commenta


                                                • Originariamente inviato da smart700 Visualizza il messaggio
                                                  Alla Renault si sono resi conto che avere sull'auto un convertitore AC/DC da 43kW è costoso e pesante? E' questo il motivo di passare da 43 a 22kW?
                                                  Ciao
                                                  Smart700
                                                  I motivi sono i seguenti:
                                                  1. Bassa efficienza di ricarica a basse potenze come è stato rilevato da articoli e forum (sino al 40% dell'energia prelevata dalla rete non va nelle batterie ma viene sprecata per tenere acceso il caricabatteria), motivo per cui Renault sconsigliava/proibiva la ricarica da una presa domestica.
                                                  2. Scarsa disponibilità di stazioni AC 43 kW sulle quali nessun operatore ha investito, rare quanto quelle DC, anzi ancora più rare cosa che comporta che ben pochi utenti effettivamente facessero la ricarica 43 kW.
                                                  3. Problemi vari creati da questo veicolo (armoniche in rete, incompatibilità con le stazioni di ricarica esistenti, protezioni che intervengono, ecc).
                                                  4. Ingombro del sistema 43 kW che non si può montare, per esempio, nel Kangoo.


                                                  Se vogliamo dirla in altri termini.
                                                  La ZOE era nata pensando di diventare numero uno in Europa per via del suo sistema di ricarica.
                                                  Ha avuto una partenza sotto le aspettative anche se ha recuperato a fine anno.
                                                  In ogni caso, contrariamente alle previsioni, ha venduto molto meno della cugina giapponese.
                                                  Questo significa che il suo sistema di ricarica esclusivo non ha aiutato affatto la ZOE.

                                                  Commenta


                                                  • Buondì qualcuno ha idea se i privati con tessera A2A Emoving possano ricaricarsi nelle colonnine riservate ad Evai car sharing? Nella fattispecie mi piacerebbe sapere se possibile farlo in quelle di Rho Fiera

                                                    Commenta


                                                    • prova qui
                                                      https://www.facebook.com/groups/Cont...group_activity
                                                      Vectrix VX1 Batterie Nissan Leaf Inside

                                                      Il mio precedente scooter

                                                      Commenta


                                                      • ciao a tutti è la prima volta che scrivo qui, avrei una piccola richiesta di aiuto!!!
                                                        di solito abitando a varese non ho grosse esigenze di caricare dalle colonnine, per ora l'ho fatto piu per prova che altro ( ho sia il cavo con scame 3A (PWM), che la Mennekes )

                                                        ma, sabato 16 maggio dovrò andare a Milano all'università Bocconi

                                                        pensavo di andarci in macchina e magari di tirare diritto per il centro!!
                                                        (visto che 3 anni fa, per colpa dei lavori in corso, mi sono trovato costretto a passare per 50 mt in area C dato un obbligo di svolta a dx .... ma lasciamo perdere mi è costato 80 eruo!!!
                                                        non sapevo di poter rimediare anche il giorno dopo)
                                                        impostando la strada più breve ho trovato una soluzione da 63 km
                                                        https://www.google.it/maps/dir/Via+d...!2b1!3e0?hl=it

                                                        ora avrei qualche domanda per gli utenti di milano:
                                                        conoscete questo punto di ricarica che mi sarebbe comodissimo,
                                                        Milano -
                                                        Via Roberto Sarfatti 23
                                                        qualcuno lo usa o lo ha usato, dato che dalle foto si vede un condominio ma non la/le colonnine
                                                        che prese ha?
                                                        in caso di problemi nelle vicinanze c'è altro?
                                                        io ho la carta regionale abilitata. che uso all'iper , ma vedo che quella è A2A GRATIS.
                                                        va bene la mia carta o devo fare altro?

                                                        ciao e grazie
                                                        www.fisicainvideo.it

                                                        Commenta


                                                        • Ciao Gugli, innanzitutto la colonnina di cui parli è collocata in via Sarfatti angolo con via Sabbatini.
                                                          Nel caso tu abbia una Citroen Czero (mi sembra di ricordare...) sappi che si ricarica solo con presa Mennekes.
                                                          La colonnina però è A2A e richiede tassativamente la tessera Emoving, che non è gratuita ma costa 15 euro a trimestre. Pertanto non so quanto possa esserti utile... E soprattutto se intendi farla ti consiglio di muoverti perché i tempi per averla non sono immediati.
                                                          Inoltre potresti rischiare di trovarla occupata, perché a Milano di Twizy che si abbeverano ce ne sono tante oltreché di incivili con mezzi alimentati ad idrocarburi che parcheggiano dove non dovrebbero...
                                                          In alternativa potresti fermarti all'Autogrill Villoresi est, anche se allunghi un po' venendo da Varese perché dovresti fare una inversione di marcia in autostrada uscendo a Rho Fiera e poi ri-uscendo a Lainate per ritornare verso Milano, ma in questo modo in soli 20 minuti avresti la ricarica veloce Chademo. Così potresti muoverti per Milano senza doverti ricaricare e una volta sbrigate le tue commissioni in città potresti di nuovo ricaricarti sempre a Villoresi Est sulla strada del ritorno.
                                                          Ultima modifica di Wynn; 22-03-2015, 23:25.

                                                          Commenta


                                                          • aggiungo anche che sono 22 km da Villoresi Est alla Bocconi e 20 km facendo il percorso contrario, quindi totali 42, ma partendo da una carica dell'80% garantita dalla carica veloce.
                                                            52 km da casa tua a Villoresi Est e 45 facendo il percorso inverso.
                                                            Direi che con la ricarica veloce in Autogrill risolvi tutti i tuoi problemi di mobilità - Varese/Milano

                                                            Commenta


                                                            • la Chademo l'avevo considerata al ritorno, ma più per provarla, dato che mi è capitato di fermarmi altre 2 volte (al ritorno dai 2 ultimi raduni)
                                                              e non sono mai riuscito a caricare , 99% dalle notizie arrivatemi per problemi sulla colonnina stessa.

                                                              Quindi, puntare tutto sulla chademo, sarebbe un azzardo , nella mia condizione di incertezza,
                                                              se per sbaglio dovessi avere un problema sulla chademo della mia macchina, con cui non ho mai caricato in pratica , sarei in crisi!!!

                                                              Ma dato che in pratica devo lasciare mio figlio in bocconi per almeno 4-5 ore, posso anche andare a fare una carica a qualche km di distanza,
                                                              magari ad un'iper o ad una colonnina , in cui possa farlo senza dover attivare tessere a pagamento.

                                                              p.s. per il passaggio in area C vado tranquillo, o c'è qualche restrizione?
                                                              www.fisicainvideo.it

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X
                                                              TOP100-SOLAR