annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Coloninne di ricarica - informazioni comuni/generiche - Italia/Europa

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il buon Selidori ha fatto i conti: la colonnina più utilizzata delle 30 di A2A a Milano ha erogato in media 15kWh al giorno, cioè in un mese 15x30=450kW/h. E stimo parlando di colonnine da 22kW con 2 prese.
    Se li avessero venduti alla tariffa di Eneldrive di 0,40 €/kWh quella colonnina avrebbe generato un fatturato di 450x0,40=180€ al mese e il canone medio di un POS è circa il 10% di quella cifra.
    Per ora è inaffrontabile.

    2015-11-24-3-SosTariffe.it_costi_medi_POS_novembre2015.png

    Ciao Antonio
    Nella recrudescenza che caratterizza l’agonia di ogni sistema, qui si pensa a un dopo imminente.

    Commenta


    • Originariamente inviato da mgc Visualizza il messaggio
      Questo per quello che riguarda la sola CHADEMO. Fortunamente abbiamo anche altre soluzioni. Il problema sono le prese, differenti tra loro. I giapponesi cercano di imporre il loro standard, ma in Europa dovrebbe essere il tipo 2.
      L'articolo, se lo guardi tutto, tratta anche le stazioni multistandard (CHADEMO + CCS Combo2 + in qualche caso AC tipo 2).
      Ormai le nuove installazioni sono tutte multistandard.

      La Direttiva Europea AFID impone la presenza "almeno" del CCS Combo 2 per colonnine DC e della Tipo 2 per quelle AC.
      Ci sono stati/regolamenti in cui si raccomanda anche il CHADEMO.

      Del resto in Italia per l'AC, oltre la Tipo 2 europea, si continua usare la Tipo 3A del tutto sconosciuta al di fuori dei confine italici.

      Commenta


      • Originariamente inviato da polianto Visualizza il messaggio
        Per ora è inaffrontabile.
        Anche nei paesi ove le auto elettriche e le colonnine sono molto molto più diffuse che da noi, il pagamento diretto con carta di credito è usato abbastanza limitatamente.

        Commenta


        • Prima stazione veloce di Autostrade per l'Italia. Veramente pochino ma meglio che niente. Un giorno tutte le stazioni di servizio saranno dotate di ricarica veloce servizio essenziale come la toilette.

          Green Station - Autostrade per l'Italia

          Commenta


          • Una curiosità , che non riesco a capire il motivo : perchè qui https://www.nissan.it/veicoli/veicol...-batteria.html la nissan dice che l'installazione STD della colonnina non può essere fatta se uno ha un contratto superiore a 6kw e area oltre i 400mq ?!?!?
            Che cavolo vuol dire (tecnicamente) , cosa mi sfugge , forse qualche cavillo legale per loro ? cioè : per esempio , se io ho un impianto FV da 10-20KW non me lo allacciano ?
            AUTO BANNATO

            Commenta


            • forse hanno paur a che lo bruci ? .
              cmq 1130 € è una ladrata ci sono quelli portatili modulabili d a 1.4 a 22 kw che attacchi alla spina rossa del 380 industriale , o finmo a 7.4 kw spina blu a 750 €.

              quello che non capisco da ignorant e su questa materia , è il perchè occorre una wall box o quello portatile intramezzo , per caricare l'auto , non si può la spina del l'auto direttamente al 220 V o al 380 V ?

              Commenta


              • Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                la nissan dice che l'installazione STD della colonnina non può essere fatta se uno ha un contratto superiore a 6kw e area oltre i 400mq ?!?!?
                Perchè in questo caso in base al decreto 37/2008 (impianti negli edifici) è necessario il progetto di un professionista iscritto a un ordine professionale (ingegnere o perito) e non la sola Dichiarazione di Conformità redatta dall'installatore.

                Commenta


                • Ho capito grazie , allora meglio usare il trifase 400V con adattatore come ha scritto alby.....
                  AUTO BANNATO

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Alby62 Visualizza il messaggio
                    cmq 1130 € è una ladrata ci sono quelli portatili modulabili d a 1.4 a 22 kw che attacchi alla spina rossa del 380 industriale , o finmo a 7.4 kw spina blu a 750 €.
                    Non so se sia una ladrata o no. Tuttavia gli apparecchi non sono tutti uguali. Direi che la stragrande maggioranza degli apparecchi, soprattutto quelli portatili, non è nemmeno conforme alle norme di prodotto, per esempio non hanno I differenziali corretti. Non basta che "funzioni".

                    Per di più, vedo che il prezzo comprende anche l'installazione da parte di un elettricista abilitato: direi che non è affatto una ladrata ma un buon prezzo.
                    Ultima modifica di Carlo A; 27-06-2016, 18:45.

                    Commenta


                    • per cui se uno vorrebbe installarsi una colonnina da 7.4 kw deve farsi prima il progetto ?
                      umh altri costi , ma se acquisti l'auto in lombardia c'è l'incentivo per la posa delle colonnine .

                      ma richiedo perchè devo mettere la colonnnina o wall box o portatile , invece di attaccarla diretta , come faccio con l'mp3 , o la zero... quando la presi a noleggio .... solo perchè caricano a 1.5 kwh ?
                      ma se ho una spina che mi tiene il 3.5 o il 7,4 o anche il 22 kw ,
                      perchè ste cose di mezzo ?
                      a cosa servono .
                      grazie
                      AOH sarò allocco ,
                      ma non ne vedo la necessità se non ricaricare + velocemente di quello che potrebbe riuscire il proprio mezzo .
                      saluti

                      Commenta


                      • allo stesso prezzo vendono colonnina da 22 kw a doppio attacco a nome CE , no cina export

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Alby62 Visualizza il messaggio
                          quello che non capisco da ignorant e su questa materia , è il perchè occorre una wall box o quello portatile intramezzo , per caricare l'auto , non si può la spina del l'auto direttamente al 220 V o al 380 V ?
                          Il motivo principale è che l'auto elettrica può caricare a diversi valori di ampere: ci vuole qualcosa che con un segnale dica quanti ne può assorbire.
                          Poi esistono altri motivi legati alla sicurezza.
                          Se vuoi approfondire qua c'è un articolo
                          http://www.electroyou.it/6367/wiki/n-a

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Alby62 Visualizza il messaggio
                            a nome CE , no cina export
                            Siamo messi bene! le norme CE non sono norme ma un'autodichiarazione per altro obbligatoria (senza marcatura CE il prodotto è da sequestrare).
                            Vorrei vedere le prove di laboratorio, vorrei vedere le caratteristiche del contattore e dell'interruttore differenziale e tutto il resto se sono quelli effettivamente pescritti dalle norme.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Alby62 Visualizza il messaggio
                              per cui se uno vorrebbe installarsi una colonnina da 7.4 kw deve farsi prima il progetto ?
                              Di sicuro, se vuoi stare dalla parte della legge, ci vuole l'intevento di un elettricista abilitato (decreto 37/2008).
                              Poi bisogna vedere. Se l'impianto in sè fosse già idoneo (ricordo che per l'installazione delle stazioni di ricarica si applica la sezione 722 della CEI 64-8) a mio avviso basta dla DiCo e nessun altro progetto.
                              Se invece l'impianto fosse da adattare/modificare,oltre 6 kW ci vuole il progetto di un professionista come per altro previsto dal solito decreto 37.

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Alby62 Visualizza il messaggio
                                ma richiedo perchè devo mettere la colonnnina o wall box o portatile , invece di attaccarla diretta , come faccio con l'mp3 , o la zero... quando la presi a noleggio .... solo perchè caricano a 1.5 kwh ?
                                ma se ho una spina che mi tiene il 3.5 o il 7,4 o anche il 22 kw ,
                                perchè ste cose di mezzo ?
                                a cosa servono .
                                Un veicolo leggero è simile a un elettrodomestico. Carica molto lento (di solito non più di 8 A circa), e sempre alla stessa potenza (varia poco).

                                I veicoli più grandi, invece, hanno bisogno di qualcosa che "limiti" la corrente in quanto può essere molto variabile: 6 A, 8 A, 10 A, 13 A....
                                Inoltre il dispositivo fisso o portatile ha un differenziale (che potrebbe non esserci nell'impianto fisso o non essere idoneo) e un contattore che leva tensione quando non serve, se si interrompe il cavo di terra, se si stacca il veicolo, ecc.

                                Commenta


                                • Mi va bene con la Tesla, ho la 380 a casa e fuori mi basta il cavo tipo 2. A scanso di equivoci l'auto è' completa di presa da 220 e 240, di serie. Ho provato Enel e 380 degli alberghi, problemi solo con gli impianti non a norme, se manca neutro o terra si rifiuta di caricare. Con una scheda Enel e le prese, viaggio tranquillo sui miei percorsi e, se mi capita di andare in altre località, l'auto, con i suoi programmi di supporto o l' Enel, con le mappe, permettono di programmare facilmente il viaggio.
                                  Je suis Charlie e amo mamma e papà.

                                  Commenta


                                  • ok capito grazie , per cui se acquisterei un'auto,basterebbe cambiare una delle prese ( le quali tutte hanno fusibili ) che ho in ditta del 380 o 220 con quelle rispettive a 5 o 4 poli ( ora sono a 4 e 3 ) eventualmente mettendo anche il salvavita, ma lo saprà l'elettricista che fare .

                                    Commenta


                                    • Se non vado errato, oggi come oggi la 380 16/32...A prevede 5 fili, 3 poli, neutro e terra; il 220 2 poli o 2 poli + terra.
                                      Je suis Charlie e amo mamma e papà.

                                      Commenta


                                      • Originariamente inviato da Alby62 Visualizza il messaggio
                                        ok capito grazie , per cui se acquisterei un'auto,basterebbe cambiare una delle prese ( le quali tutte hanno fusibili ) che ho in ditta del 380 o 220 con quelle rispettive a 5 o 4 poli ( ora sono a 4 e 3 ) eventualmente mettendo anche il salvavita, ma lo saprà l'elettricista che fare .
                                        Digli che deve seguire la sezione 722 della norma impianti italiana CEI 64-8 (che poi è praticamente uguale alla IEC).

                                        Commenta


                                        • Alby, la presa Mennekes 2 prevede 7 fili, ovvero +2 per le comunicazioni da/a auto.
                                          Je suis Charlie e amo mamma e papà.

                                          Commenta


                                          • https://en.wikipedia.org/wiki/SAE_J1772

                                            https://en.wikipedia.org/wiki/Type_2_connector
                                            Vectrix VX1 Batterie Nissan Leaf Inside

                                            Il mio precedente scooter

                                            Commenta


                                            • Ho trovato questa strana pagina sul sito del Comune di Roma, che mostra le colonnine di ricarica...
                                              http://www.arcgis.com/home/webmap/vi...er/0&source=sd

                                              "Strana" pewrchè mi sembrano molto poche rispetto alla mappa Eneldrive:
                                              https://www.eneldrive.it/
                                              Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
                                              -- Jumpjack --

                                              Commenta


                                              • Ricordati: che la mano destra non sappia cosa fa la sinistra; divide et impera.
                                                In altre parole disorganizzazione e visto come vanno le cose a Roma, mi fiderei di più dell'ENEL:
                                                Je suis Charlie e amo mamma e papà.

                                                Commenta


                                                • Arriva qualche altra stazione di ricarica veloce. La cosa curiosa è sono prodotti italiani ma le installa EDF.

                                                  ABB partner del progetto europeo di mobilità elettrica Unit-E per guidare a emissioni zero

                                                  Commenta


                                                  • I fornitori di energia sono tanti, avrebbe potuto essere A2a oppure Agip.
                                                    Je suis Charlie e amo mamma e papà.

                                                    Commenta


                                                    • Mi sono informato. Quella mappa puó averla fatta chiunque. E un sito dove una volta registratosi si possono fare mappe e condividerle con tutti.
                                                      Vectrix VX1 Batterie Nissan Leaf Inside

                                                      Il mio precedente scooter

                                                      Commenta


                                                      • Originariamente inviato da mgc Visualizza il messaggio
                                                        I fornitori di energia sono tanti, avrebbe potuto essere A2a oppure Agip.
                                                        Voci di corridoio dicono che la cordata bocciata guidata da Enel, Eni e Co sia stata scartata per la quasi totale inesperienza nel campo della ricarica fast.

                                                        Commenta


                                                        • immagino che la ricarica fast sia questione di colonnina e non di fornitore di energia. Le voci sono fuffa se non supportate da fatti.
                                                          Je suis Charlie e amo mamma e papà.

                                                          Commenta


                                                          • la tecnologia infatti è abb e non edf...basta comprarla. A2A infatti lo sta facendo a Milano su stesso progetto ,stesso bando... Penso usando stessa tecnologia abb.
                                                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                            Commenta


                                                            • E penso anche che non ci sia una grossa difficoltà per il charger. Tutti noi si ha a casa dei caricabatterie che controllano la curva e la temperatura, normalmente sono cineserie, ma anche Panasonic ha batteria giapponese e caricatore cinese. Se si parla di auto, l'unica difficoltà può essere la comunicazione tra colonnina e vettura e sopratutto per mancanza di standardizzazione.
                                                              Je suis Charlie e amo mamma e papà.

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X
                                                              TOP100-SOLAR