Welcome!

Benvenuto nel Forum EnergeticAmbiente! Siamo un insieme di persone che hanno a cuore il Pianeta Terra e che si prendono in qualche modo la responsabilità di proteggerlo dalla stupidità umana. Per poter scrivere o scaricare foto e documenti devi prima registrarti. Vedrai anche meno pubblicità. Basta 1 minuto, un nome inventato e una mail dove ricevere le notifiche delle risposte.

La registrazione è gratuita e puoi farla -QUI-

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

motorino di avviamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • motorino di avviamento

    Ciao!

    Una curiosità...

    Sapreste dirmi quanta energia richiede un motorino di avviamento per esempio di un utilitaria?

    Dovrebbero essere da 12 V visto che le batterie classiche hanno questa tensione, ma quanta corrente richiede?

    Grazie in anticipo...

  • #2
    La corrente è minimo 100 ampere, quindi...

    Potenza = tensione x corrente = 12 x 100 = 1200 watt

    ipotizzando 2 secondi di tempo

    Energia = Potenza x tempo
    Energia = 1200 x 2 = 2400 joule

    Commenta


    • #3
      Grazie Stranger!

      Quindi se io volessi solo avviare questo motorino, necessito di 2400 joule!

      Ipotizzando di volergli fornire tale energia tramite, per esempio, dei moduli fotovoltaici da 175 Wp l'uno, avrò bisogno quindi di 2400/(175x2) = 7 moduli almeno?

      E' giusto tale ragionamento? Se così fosse si potrebbe eliminare la presenza della batteria nelle automobili (ipotizzando condizioni meteo sempre ottime e tralasciando i problemi di spazio relativi all'installazione degli eventuali moduli!)?

      Commenta


      • #4
        Ma siccome non c'è sempre il sole, e lo spazio sul tetto dell'auto non ce l'hai, la batteria nella macchina ce la dovrai tenere.
        Ciao

        Commenta


        • #5
          I "motorini" di avviamento sono di norma... senz'altro ad eccitazione serie (sui 500-700 watt minimi quelli delle vecchie "500"-126...).. talvolta ad eccitazione mista serie-parallelo (specialmente per potenze oltre i 1500W).
          L'eccitazione serie provoca... indicativamente.. il seguente funzionamento:
          Premessa- eccitazione e..diciamo parte di potenza (rotore di norma) abbiamo già visto sono elettricamente in serie... quindi condividono la stessa corrente, mentre si "dividono" la tensione di alimentazione
          A motore fermo.... le "reazioni d'indotto" sono praticamente assenti. Data la bassa resistenza-impedenza dell'avvolgimento di potenza... non si ha qua molta caduta di tensione. Quindi l'altro avvolgimento, quello di eccitazione, si trova ai capi praticamente tutta la tensione di alimentazione. La corrente che circola è inoltre notevole (essendo quella di potenza).. risultato viene sviluppata una notevole coppia (e potenza di picco).
          Via via che la velocità aumenta.. aumentano le reazioni d'indotto, ovvero la tensione sull'avvolgimento di potenza. Di conseguenza diminuisce la tensione sull'eccitazione (ed anche la corrente).. cosa che favorisce la velocità di rotazione.

          In pratica ricapitolando:
          Alla partenza la coppia è altissima (ed anche la potenza di picco)
          A vuoto si possono avere 10000-12000 giri al minuto come minimo...

          Aggiungo anche che alla partenza difficilmente si hanno 12V di alimentazione (per colpa della batteria/cablaggio, ovviamente...) ma più probabilmente 9-10V (talvolta anche meno, se fa freddo..)


          ...ergo serve uno SPUNTO che i pannelli non possono dare (a meno di non essere sovradimensionati)... se serve porto 2 grafici/caratteristiche...

          Edited by gattmes - 11/2/2008, 11:52

          Fare si puo'!..... Volerlo dipende da te.

          Consultate e rispettate il REGOLAMENTO ( < cliccare sopra per visionarli >) e l' INDICE del Forum

          Ricorda: un piano cottura a induzione consuma mediamente solo il 30% dell'energia richiesta da uno a gas e comporta in "bolletta" costi dimezzati. Contrariamente a quello che ti diranno in giro poi si può generalmente usare anche con il normale contratto da 3 kW, pur se sprovvisto di sistema di autolimitazione. Per maggiori informazioni:
          Vetroceramica (piani cottura HOBs): bugie&verità
          PIANI COTTURA: vetroceramica radiande/alogeno, induzione, metano/GPL, ecc: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
          [/I]

          Commenta


          • #6
            Grazie Gattmes!

            Quindi, ipotizzando di sovradimensionare il mio sistema, quanti pannelli da 175 Wp dovrei installare?...

            Commenta


            • #7
              mechanic,
              se si tratta di un motore con eccitazione in serie e spostamento assiale del rotore, il picco di corrente necessario ti stronca i pannelli in poco tempo, anche se sovradimensionati.
              I pannelli vengo progettati per un servizio continuativo, non per carichi impulsivi come quello di un motore in serie. I soli sforzi elettrodinamici dovuti alla corrente di picco al primo istante determinano uno stress elevatissimo alle celle. Sconsigliabile.
              D'altra parte, se non dai una corrente sufficiente il motorino non si innesta.
              I motori di avviamento che fungono anche da generatore sono diversi, qui il picco di corrente e' minore, comunque sempre al di fuori del funzionamento previsto per i pannelli.

              Ciao
              Mario

              Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
              -------------------------------------------------------------------
              Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
              -------------------------------------------------------------------
              L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
              Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
              ------------------------------------------------

              Commenta


              • #8
                ....tuttavia, invece della bat, forse è possibile l'uso di un "banco" di condensatori..

                Fare si puo'!..... Volerlo dipende da te.

                Consultate e rispettate il REGOLAMENTO ( < cliccare sopra per visionarli >) e l' INDICE del Forum

                Ricorda: un piano cottura a induzione consuma mediamente solo il 30% dell'energia richiesta da uno a gas e comporta in "bolletta" costi dimezzati. Contrariamente a quello che ti diranno in giro poi si può generalmente usare anche con il normale contratto da 3 kW, pur se sprovvisto di sistema di autolimitazione. Per maggiori informazioni:
                Vetroceramica (piani cottura HOBs): bugie&verità
                PIANI COTTURA: vetroceramica radiande/alogeno, induzione, metano/GPL, ecc: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
                [/I]

                Commenta

                Sto operando...
                X