annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

[Citroen C-Zero] Ho acquistato l'auto elettrica...inizia l'avventura!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ma sono tutte e tre fuori produzione? sia la la peugeot che miev?

    Commenta


    • secondo me si, una piccola info:
      pare che sulla peugeot i-on ci sia la possibilità di sedili riscaldati (come pacchetto opzional)
      cosa molto interessante dato che dato che il riscaldamento consuma molto!!
      anche se non so da dove scrivi, e magari sei in sicilia e la cosa non ti riguarda!

      mentre la miev ha un cambio/gestione trazione un po piu sofisticato (ma generalmente è più cara)

      invece guardando su you-tube avevo trovato questa (stando sulle novità) che mi sembra davvero interessante
      ma siamo sui 36K
      https://www.youtube.com/watch?v=IkxwGdfC7ZI
      https://www.youtube.com/watch?v=C4JYpGypBy8

      ciao G
      www.fisicainvideo.it

      Commenta


      • Grazie per le info!Hai la palla di vetro sono della provincia di Palermo,però a me non interessano nuove io sto optando per un usato peugeot e sembra che abbia i sedili riscaldabili.é una ion dimostrativa giugno 2012 con 3500 km a 13500 ivata in provincia di siracusa.Che ne pensi?

        Commenta


        • è un affare!!
          io ad aprile l'ho pagata 14000 con 16500km (e in questi mesi ne ho fatti 6200)
          e dato che se ne trovano poche, io la riprenderei subito !!
          di solito sono tenute bene, e i km sono pochissimi, non credo abbiamo potuto rovinare le batterie con cariche fatte male
          comunque,non potendo verificare l'autonomia, (dovresti fare 120km e ci vuole troppo tempo)
          potresti chiedere di fare un bel giro di una ventina di km e verifichi se i km residui scendono compatibilmente con quelli fatti
          si solito su un percorso omogeneo è abbastanza affidabile
          p.e..... se te lo lasciano fare .... mi metterei (con il "pieno") su una bella provinciale in pianura 10km andata e 10 ritorno
          e se alla fine hai ancora 100-110km è tutto ok
          nb io considero che da te faccia ancora caldino,
          da me in questa stagione faccio 90km, in estate 120 con uso normale,
          ma ne ho fatti anche 140 ad andatura costante (60-70km), in piano e da solo.
          ciao
          Ultima modifica di gugli; 08-12-2014, 14:41.
          www.fisicainvideo.it

          Commenta


          • Che bello pòenso che martedi ci vado e faccio questa prova! Per l'assicurazione ho fatto un preventivo con (bersani in prima classe)generali e mi hanno detto 200 euro solo rca ,tu hai qualcosa di meglio?

            Commenta


            • anche mia moglie è in prima classe (dato che è intestata a lei)
              io se non ricordo male con unipol pago circa 140 per rc
              + circa 180 per furto incendio e recupero con carro attrezzi (ero in vena di spendere.... ma non serve)
              questa sera potrò essere più preciso
              quindi 200 forse è un po alto, ma non so se incide la componente geografica oltre a quella della compagnia ass.
              fai conto che per una minicar elettrica la unipol mi chiedeva oltre 200 eruo sempre solo rc
              e SAI me l'ha fatta per 130
              quindi fatti un giro, alcuni hanno agevolazioni per l'elettrico altri un costo per kw piu basso alla fina va confrontato il totale
              www.fisicainvideo.it

              Commenta


              • La tua era iva compresa? Hai la partita iva? A quanto pare con le elettriche anche con l'usato si puo scaricare l'iva,ne sai qualcosa?

                Commenta


                • non ne so niente (vedo che su alcuni annunci parlano di iva esposta o altro)
                  ma la mia era da privato a privato
                  non ho notizie magari qualcun'altro sul forum potrebbe saperlo.........
                  www.fisicainvideo.it

                  Commenta


                  • Ciao vi faccio sapere se la compro.ciao ciao

                    Commenta


                    • Ciao, io ho appena fatto per la mia czero con Groupama rca di legge e basta e spero circa 83 € a Vicenza.Prima con twizy, però era motociclo, poco meno di 100€. Suggerisco fi andare sul sito dell'Ivass (ex Isvap) a fare li il preventivo: Non ci sono scopi di lucro e si hanno i preventivi in posta elettronica di tutte le compagnie, le quali SONO obbligate a stipulare contratti secondo il preventivo. Nb: Preventivo solo per rc base. Se si vogliono gli extra bisogna, comunque ripassare per l'assicurazione, che può applicare un prezzo diverso anche per rc base...

                      Commenta


                      • Caricabatteria (EVSE modo 2): ho finito dopo molto tempo....vedi capitolo 5 messaggio 125

                        Progetto Open EVSE (Alimentatore) basato su Arduino UNO

                        Premessa
                        Per EVSE intendo questo
                        https://en.wikipedia.org/wiki/Charging_station
                        modo 2.

                        Con i primi modelli della Citroen CZero veniva incluso un alimentatore (EVSE) con erogazione di corrente bloccata che
                        variava a seconda del mercato dove l'auto veniva venduta: 10A, 12A o 16A.
                        Anche il mio EVSE fornito assieme all'auto (2013) è bloccato a 16A (14A reali) e non si può regolare l'ora dell'inizio della carica.
                        Ho provato, quindi, a vedere come risolvere questi problemi.

                        Inizio del progetto EVSE
                        Verso la fine del 2013 ho visto il progetto Open EVSE vedi qui:
                        https://code.google.com/p/open-evse/

                        che si basava su Arduino e la cosa mi piaceva perchè, volevo capirci qualcosa in più
                        proprio su tale piccolo microcontrollore.
                        In particolare mi era piaciuto il progetto di un australiano vedi qui:
                        https://code.google.com/p/open-evse/...VSE_LORDSn1per

                        Uno dei vantaggi è che il software è modificabile da tutti e basta il programma IDE di Arduino.
                        Dopo l'acquisto di Arduino Uno (made in Italy!), della scheda con display e della scheda Open EVSE mi sono accorto che quest'ultima non era più in
                        catalogo perchè molte persone si erano lamentate dell'eccessiva sensibilità ai disturbi elettromagnetici proprio di Arduino.

                        Ho voluto comunque proseguire e vedere cosa si poteva fare.
                        Si sono aggiunti altri piccoli problemi che riguardano proprio Arduino: l'alimentazione ottimale arriva a 12VDC e guarda caso il progetto originale
                        Open gli dava proprio quel voltaggio.
                        La conseguenza era che il regolatore montato sull'Arduino scaldava leggermente e io volevo una costruzione più affidabile.
                        Ho montato quindi, su una scheda protoshield millefori tipo questa:
                        https://www.futurashop.it/index.php?...product_id=208
                        un alimentatore switching (recuperato) che fornisce 5 VDC all'Arduino aggiungendo inoltre, il secondo canale che attiva il relè n°2 e
                        il controllo della bobina (salvavita).
                        Il progetto Open era partito con un relè a doppio contatto poi hanno cambiato con due relè a singolo contatto per fare un controllo
                        di contatti incollati e verifica di presenza della massa all'impianto elettrico della casa (sul mio progetto non sono attivi).

                        Ho voluto, inoltre, aggiungere un orologio (RTCArduino DS3231) per programmare quando e per quanto regolare la carica dell'auto vedi qui:
                        Amazon.com: DS3231 AT24C32 IIC module precision Real time clock memory module Arduino: Electronics
                        Il display, l'orologio e Arduino sono collegati in "serie" con collegamento e protocollo I2C.

                        I problemi dei disturbi elettromagnetici li ho risolti usando delle ferriti vedi qui:
                        QUANTITY 4 CLIP ON FERRITE CLAMP CABLE NOISE SUPPRESSOR MEDIUM SIZE 9MM blb67 | eBay
                        usate sui cavi vicino ai relè e poi creando dei cavi a fili con coppie intrecciate a triplo passaggio con schermatura collegata a massa (da Arduino ai relè).
                        Devo ammettere che i disturbi elettromagnetici sono stati un ostacolo non facile da superare.
                        Il risultato è un EVSE regolabile in corrente, tempo, data e completo sia di protezione magnetotermica che di dispersione verso terra.
                        Questo EVSE è aperto a modifiche di ogni tipo e mi ha permesso di capire (un pochino...) Arduino, caricare il programma, le librerie, i disturbi elettromagnetici, il protocollo di carica dell'auto ecc.

                        Ho inoltre creato una linea in casa dedicata con fili da 4mm2 e presa blu industriale perchè ho voluto avere tutto più robusto e affidabile.
                        Ora qualche immagine...
                        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   PC070375 rid.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 69.7 KB 
ID: 1947552Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   PC070381 rid.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 51.7 KB 
ID: 1947553Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   PC070377 rid.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 18.6 KB 
ID: 1947554Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   PC070373 rid.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 22.3 KB 
ID: 1947555
                        Ciao a tutti
                        Smart700

                        Originariamente inviato da vito-world Visualizza il messaggio
                        .......... io vivo in collina .......in salita è veloce?.......... CD
                        Più che veloce ti posso assicurare che è paragonabile a un buon turbodiesel di piccola cilindrata direi sui 75CV.
                        Non è di potenza assoluta, rapida o istantanea che stiamo parlando ma, piuttosto, di coppia costante cioè non hai cali di spinta.
                        Poi se mentre guidi hai dietro uno con un turbodiesel da 115CV e oltre è meglio lasciarlo passare...
                        Vedi nei messaggi precedenti il mio viaggio a S.Martino di Castrozza (Trento) a 1400 metri sul livello del mare. Sezione/Capitolo 12 messaggio 291.


                        ciao
                        smart700
                        Ultima modifica di nll; 11-12-2014, 21:16. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

                        Commenta


                        • complimenti, davvero completa e anche esteticamente bella
                          una cosa non ho capito o non ho trovato (come al solito lacune in inglese)
                          programmi tutto con l'unico pulsante presente sul box ip55
                          sia la corrente di carica (in che range) che il tempo di inizio e durata?

                          p.s. ti sono state utili le info sulla dogana?
                          ciao Gugli
                          www.fisicainvideo.it

                          Commenta


                          • Si programma tutto con quel pulsante che si vede sul pannello frontale: pressione per meno di 1 secondo = passaggio da una voce alla successiva mentre pressione per + di 1 secondo conferma della scelta.
                            Il programma prevede 2 range contenuti sotto le voci L1 e L2: la prima è per 120VAC con corrente (regolabile sotto un'altra voce del menu) da 6 a 16A e questa è quella voce che ho scelto (si vede dalla foto).
                            La L2 in teoria è per 240VAC con correnti da 14A (se non ricordo male) fino a 80A.
                            Allora per avere più possibilità di scelta ho preferito usare la L1 tanto poi la tensione non viene a modificare nulla.

                            Le info sulle tasse sono state utili e ho ordinato un cavo Mennekes tipo 2- j1772; vediamo cosa succederà...

                            Ciao
                            Smart700

                            Commenta


                            • richiesta di conferma dagli altri possessori di c-zero

                              E' solo una curiosità riguardo il piccolo pannello in basso a sx del cruscotto che serve per la regolazione degli specchietti retrovisori esterni.
                              Quando si accendono le luci dei fari per la guida notturna vorrei sapere se il pannellino in questione è retroilluminato oppure no.
                              Non vorrei che avessero fatto la stupidata di retroilluminare il tasto che c'è lì vicino ma non un più utile regolazione degli specchietti.
                              ciao a tutti
                              smart700

                              Commenta


                              • Ciao Smart700, ti confermo che il regolatore degli specchietti, anche sulla mia, non è illuminato.

                                Commenta


                                • Ciao Dossos
                                  Ok, grazie!

                                  Ne approfitto per augurare a tutti Buone feste e sopratutto in salute !
                                  Noi, viaggiando in elettrico, almeno ci proviamo a inquinare di meno
                                  ma, visto il petrolio a così buon mercato, ci stanno rendendo la vita sempre più difficile.

                                  Ciao a tutti
                                  Smart700

                                  Commenta


                                  • cavo j1772 - Mennekes Type2

                                    Finalmente, dopo un mese, è arrivato il cavo ordinato
                                    32A J1772 (level 3 ) to 62196 type 2 male plug with 5M TUV,UL certified orange cables nissan leaf available-in Electrical Plugs & Sockets from Electrical Equipment & Supplies on Aliexpress.com | Alibaba Group
                                    pagato 130USD che con le spese è costato ben 165euro.

                                    L'ho provato alla colonnina del centro commerciale di Sarmeola di Rubano (Padova) e ha funzionato nonostante che sia "tarato" per i 32A.
                                    Ho notato che la spia sul cruscotto della C-Zero, quando collego il cavo, inizia a lampeggiare e dopo 5 secondi inizia la carica.
                                    A differenza della presa Schucko si ha, quindi, un ritardo alla carica e non è detto che vada tutto bene, mi è capitato che qualche volta non inizi la carica e non sò se per mia colpa.

                                    Ciao
                                    Smart700

                                    Commenta


                                    • io l'ho usato per la seconda volta il 5 gennaio,
                                      facendo una carica di 2 ore (il massimo tempo all'IPER),
                                      e la carica, andava anche questa volta a 3150W quindi circa 14A.

                                      non ho guardato la spia sul cruscotto allo start, che si era accesa ma non ho visto i tempi,
                                      ma sul display della colonnina appena dato lo start,
                                      iniziava l'erogazione, salendo gradualmente, e nel giro di 5 minuti arrivava al massimo.

                                      le particolarità che ho riscontrato sono state che negli ultimi 15 minuti la carica è scesa di potenza intorno ai 2000 W,
                                      come se fosse arrivata al pieno delle batterie, ma così non era dato che mancavano ancora 2 tacche,
                                      (in 2 ore ho caricato circa 6000Wh),
                                      non ho il dato preciso dato che non mi ha mandato il messaggio, e nell'istante dello stop mi ero allontanato,
                                      strano dato che le altre volte sia con mennekes che con scame,
                                      mi arrivava a termine carica e a estrazione spina dalla colonnina???? (forse hanno disabilitato il servizio)
                                      e poi ci sono voluti circa 10 minuti a convincere la colonnina che mi doveva ridare il mio prezioso cavo

                                      in pratica a differenza delle altre volte in cui interrompevo io la carica inserendo la card
                                      questa volta essendo arrivata al temine del tempo,
                                      se inserivo la card pensava di dovermi far abilitare un'altra colonnina ma non mi sganciava la mia????
                                      poi comunque alla fine tutto bene, ma ho dovuto minacciarla di andare dentro al reparto cotechini e zamponi a prendere un piede di porco

                                      p.s. io pensavo che la differenza tra la 16 e la 32A fossero,
                                      la sezione dei conduttori e conseguentemente le boccole di innesto dei conduttori nel cablaggio delle spine.
                                      tu cosa intendi per ( "tarato" per i 32A.)

                                      p.s.2 ho montato una YAZAKI, è davvero complicato e laborioso
                                      bella!! sicura!! ma sicuramente non banale, almeno la prima volta, e senza viti serrafilo, tutto da saldare!!!!
                                      www.fisicainvideo.it

                                      Commenta


                                      • p.s. io pensavo che la differenza tra la 16 e la 32A fossero,
                                        la sezione dei conduttori e conseguentemente le boccole di innesto dei conduttori nel cablaggio delle spine.
                                        tu cosa intendi per ( "tarato" per i 32A.)
                                        C'è una resistenza tra PP e PE il cui valore codifica la portata del cavo.

                                        tutto da saldare!!!!
                                        Saldare o brasare?

                                        Commenta


                                        • grazie della info sulla resistenza , a questo punto dato che carica a 14A circa
                                          è la macchina che limita (però credo debba fare almeno 16A) o è la colonnina? credo.
                                          la stessa colonnina con la scame 3a fa 10A (con collegamento pwm senza resistenze e diodi)

                                          sinceramente era al prima volta che mi trovavo davanti a una spina senza viti
                                          e ho dato per scontato andassero saldati
                                          sembravano addirittura prestagnati, comunque lo stagno ha preso benissimo, e il contatto mi sembrava solidissimo
                                          solo un po di difficoltà a portare in temperatura la boccolina, che ovviamente ho estratto dal supporto di plastica, che altrimenti si sarebbe deformanto,
                                          e il test di carica , tutto ok

                                          curiosità se fossero stati da brasare come li avrei riconosciuti?
                                          come avrei dovuto fare la brasatura?
                                          e saldandoli c'è qualche problema?

                                          ho cercato al volo ma mi sembra di capire che la brasatura avvenga a basse temperature, o ho capito male?
                                          Brasatura - Wikipedia
                                          www.fisicainvideo.it

                                          Commenta


                                          • è la macchina che limita
                                            Dato che la tensione è quella di rete (230 V), fissa, la regolazione della corrente è fatta dal carico, cioé dal veicolo.
                                            Tuttavia, tramite il famoso segnale pwm, la colonnina dice al veicolo quale è la massima corrente disponibile che il veicolo non può superare.
                                            Sia auto sia colonnina con il segnale pwm, inoltre, non possono superare la portata del cavo determinata leggendo quella resistenza.

                                            e ho dato per scontato andassero saldati
                                            Forse sono da deformare a pressione.


                                            curiosità se fossero stati da brasare come li avrei riconosciuti?
                                            Di solito si dice saldatura a stagno ma è un termine improprio.
                                            Il termine corretto è brasatura a stagno perchè i materiali che unisci non si fondono. Si fonde il brasante (lo stagno) che fa da "colla".

                                            Commenta


                                            • see illuso!

                                              Originariamente inviato da smart700 Visualizza il messaggio
                                              Finalmente, dopo un mese, è arrivato il cavo ordinato
                                              ...........pagato 130USD che con le spese è costato ben 165euro.

                                              Ciao
                                              Smart700
                                              Seee illuso che non sono altro!
                                              Credevo che le spese fossero finite e invece mi ero dimenticato del mio "amico" fedele e sempre pronto a prendere la sua parte: lo Stato Italiano!
                                              Ecco che oggi mi arrivano due fatture da parte del trasportatore UPS che, da quello che capisco (vedrò di capirci meglio Lunedì), si riferiscono una all' esborso di imposta (Esb. di imposta) pari a 18,30eur (15eur+22%iva) e l'altra all'Iva anticipata pari a 11,83eur.
                                              Totale:30,13 euro

                                              Il totale quindi è: 165+30,13=195,13 euro.

                                              Ammazza che cifra per un cavo!
                                              Ciao
                                              Smart700

                                              Commenta


                                              • per Carlo:
                                                allora appena ho tempo verifico la resistenza dentro il mio cavo yazaki-mennekes
                                                in quale delle due è più probabile che sia la R.?
                                                ma credo che la colonnina sia tarata per erogare al massimo 3KW dato che ce ne sono 6
                                                e già cosi 6 x 3 = 18kW sono tanti ( anche se fino ad ora ho visto solo al mia collegata)

                                                quindi li ho ....BRASATI!!!!
                                                comunque non erano da deformare, il foro era troppo corto, e sarebbe stato un contatto pessimo ,
                                                sopratutto con quelle correnti in gioco,
                                                e poi avrei dovuto farlo con una morsa, in quanto lo spessore del materiale non era certo deformabile con una pinza.

                                                per Smart700
                                                io ho pagato solo una volta al corriere le spese di dogana (almeno credo che fossero spese di dogana),
                                                a meno che al mio amico che ha fatto l'ordine con pagamento con la carta di credito,
                                                sia arrivato qualche altro balzello, gli chiederò.
                                                Ultima modifica di gugli; 10-01-2015, 17:34.
                                                www.fisicainvideo.it

                                                Commenta


                                                • per Smart 700: confermo che anche a me è poi arrivata la seconda fattura da UPS per i dazi doganali. Credo in totale di aver speso circa 170€, Il tutto legato dal cambio magari.
                                                  ANche io comunque ho incontrato qualche problema con la ricarica: a Sarmeola una colonnina si è impallata, mentre con la seconda è andata via liscia. A vicenza, invece mi è capitato, senza che mi accorgessi, che colonnina e veicolo non hanno raggiunto "l'accordo" per cui la carica non è avvenuta. Per fortuna che non ero a zero. Ho quindi imparato a verificare che la spia rossa nel cruscotto si accenda (oltre che sentire la ventola che parte correttamente).
                                                  Con la colonnina Enel di Venezia, invece tutto bene fin dal primo colpo.
                                                  Sono in attesa di ricevere la tessera Padovana.... E sto puntando a quella di Mantova. Poi la collezione dovrebbe essere a posto...

                                                  Volevo cercare per la Czero un porta biciclette portellone/tetto... Ma la Thule non la prevede, tanto meno il libretto di istruzioni. In più non vedo ganci scalanature. Avuto esperienze?
                                                  Ultima modifica di nll; 17-01-2015, 01:14. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

                                                  Commenta


                                                  • Originariamente inviato da dossos Visualizza il messaggio
                                                    per Smart 700: confermo che anche a me è poi arrivata la seconda fattura ....

                                                    ANche io comunque ho incontrato qualche problema con la ricarica.......

                                                    Con la colonnina Enel di Venezia, invece tutto bene fin dal primo colpo.

                                                    Sono in attesa di ricevere la tessera Padovana.... Mantova....
                                                    Ciao Dossos!
                                                    -Ok. Ho contattato UPS e ho verificato che in effetti sono tasse e dogana.

                                                    -Non riesco a capire questi problemi di dialogo tra auto e colonnina elettrica quando si usano i cavi J1772-Mennekes.. forse perchè ,almeno nel mio caso, uso la versione per i 32A?

                                                    -Hai firmato un contratto Enel Drive per avere la tessera? Quanto costa la carica a Venezia?

                                                    -La tessera di Padova è APS ? La colonnina elettrica in laterale Via Giosuè Carducci (Prato della Valle) è solo, da quello che ho visto, Scame.

                                                    Ciao
                                                    Smart700

                                                    Commenta


                                                    • io ho un modello molto simile a questo

                                                      PORTABICI POSTERIORE 3 BICI PER FIAT PUNTO CLASSIC 93-99 MADE IN ITALY MISTRAL | eBay

                                                      è una versione economica ma funziona, segna un po la carrozzeria, ma ha diverse regolazioni e mi sembra di averlo pagato circa 80 euro da un autoaccessori

                                                      io lo uso sulla sw endotermica

                                                      credo che sulla c-zero si riesca a montare senza problemi

                                                      event. il problema potrebbe essere che l'auto è molto stretta,
                                                      e probabilmente dovrai togliere la gomma anteriore della bici,
                                                      altrimenti sporge troppo sulla sagoma frontale dell'auto

                                                      sopra anche io non ho visto attacchi
                                                      ciao G
                                                      www.fisicainvideo.it

                                                      Commenta


                                                      • stavo vedendo che in Giappone esiste anche una versione M-spec della i-miev con batterie tecnologia LTO marca Toshiba serie SCIB da 10,5 Kw/h invece delle normali GS-Yuasa usate qui da noi da 16kw/h, si fanno meno km ma le batterie sono di durata praticamente eterna, si fanno almeno 10.000 cicli

                                                        Mitsubishi i-MiEV Prices Fall by Average of 8% Per Year In Japan | Inside EVs

                                                        TOSHIBA - Rechargeable battery SCiB(TM) - Description


                                                        non so se a qualcuno interesserebbe una versione da max 100 km di autonomia ma da 1 milione di km per le batterie ricaricabili per giunta in un quarto d'ora disponendo di impianto adeguato ... chissà se da noi si può avere una versione simile o modificare una versione nostra ... la C-zero tecnicamente dovrebbe essere uguale alla i-miev


                                                        vedo però ora che la M-spec ha un motore meno brillante

                                                        http://insideevs.com/mitsubishi-impr...spec-in-japan/
                                                        Ultima modifica di paleoprog; 13-01-2015, 10:08.

                                                        Commenta


                                                        • Ciao Smart700, mah il cavo che io ho è un 16A. Potrebbe essere la manifattura che può dare dei problemi... l'importante è che funzioni e che le situazione non peggiori... Altrimenti con 350€ ce lo compriamo qui in Italia e possiamo discutere con il produttore....
                                                          Per APS sono direttamente in contatto con loro, vedi un mio post di qualche tempo fa, con i riferimenti.
                                                          Per ENEL si ho fatto la tessera a consumo, che quindi paghi se usi. Ho ricaricato circa 12kWh a 0.4€/kWh...

                                                          Grazie Gugli, provo ad indagare ulteriormente..

                                                          Originariamente inviato da paleoprog Visualizza il messaggio
                                                          *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***
                                                          Sicuramente interessante il discorso. Vediamo cosa ci offrirà il mercato quando le batterie che abbiamo acquistato sui nostri veicoli saranno da cambiare.
                                                          Quello che mi preoccuperà sarà prezzo & compatibilità.
                                                          Io ho la sensazione che, essendo le batterie di forma ben specifica per la famiglia miev/czero/ion, dovremo rottamare il veicolo causa mancanza replacement..
                                                          Ultima modifica di nll; 17-01-2015, 01:13. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

                                                          Commenta


                                                          • visto che parliamo di novità
                                                            cosa ne pensate di questa
                                                            esteticamente mi piace devo ancora leggere tutte le specifiche
                                                            Chrevolet Bolt, l'auto elettrica piccola nel prezzo e grande nell'autonomia [FOTO] - International Business Times
                                                            www.fisicainvideo.it

                                                            Commenta


                                                            • Originariamente inviato da paleoprog Visualizza il messaggio
                                                              ........esiste anche una versione M-spec della i-miev con batterie tecnologia LTO ..... serie SCIB ........
                                                              non so se a qualcuno interesserebbe una versione da max 100 km di autonomia ma da 1 milione di km per le batterie ricaricabili per giunta in un quarto d'ora ......../
                                                              Le SCib sono da tempo in uso non sono una novità dell'ultimo minuto.
                                                              Con quel tipo di batterie ciò che si cerca è, così almeno credo di capire, un tempo di ricarica identico a quello che ci metterebbe il rifornimento di un auto a carburante tradizionale: 80% in 6 minuti!
                                                              In questo modo non ci sono più scuse sui tempi di ricarica delle autovetture elettriche.
                                                              Un altro punto critico che , con queste batterie viene notevolmente ridotto, è la possibilità di ricarica e di utlizzo dell'auto elettrica in condizioni climatiche estreme.
                                                              Per il momento è prematuro parlare di cambiare le batterie e in questo periodo la mia auto in uso cittadino fa ancora tranquillamente 120km.
                                                              Come auto da città è ottima.

                                                              Ciao
                                                              Smart700

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X
                                                              TOP100-SOLAR