adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Risparmiare Energia (mini ibrido)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Qualcosa si muove " Il diesel 1.3 MultiJet si rinnova grazie all’introduzione di un nuovo alternatore, che dovrebbe ottimizzare la ricarica della batteria durante le fasi di rilascio dell'acceleratore"
    Fiat Punto 2012: due diventano una | alVolante
    Impianto FV parzialmente integrato 2,3 kWp Sharp + inverter Power One; azimut -62°, tilt 25° GPS 45.8, 9.3
    Allaccio: 30/09/2011 (IV CE); mie produzioni su pvoutput

    Commenta


    • #32
      Credo che se il forum avesse la funzione revamping automatica, questa discussione dovrebbe essere inserita.
      ma veniamo anche a una possibile (forse) modifica.

      Si potrebbe escludere totalmente l' alternatore di serie (?)
      Per poi mettere un alternatore da 5kW ( ma c'e pure da 8kW) 220V, come questo ??
      Dynawatt 5000 ch

      Alternatore che a richiesta puo essere comandato manualmente da una frizione elettromagnetica
      (e qua sta la necessaria modifica per....caricare batterie o condensatori)

      Premesso che questo MIDI IBRIDO serva solo su mezzi ad elevato numero di Stop&Gocome le vasche di raccolta RSU.
      il comando, credete sia meglio prenderlo dal segnale di CUT-OFF ??
      Oppure da un "accelerometro" che usi la forza d' inerzia ??
      Ultima modifica di HAMMURABY; 23-01-2012, 09:24.

      Commenta


      • #33
        Tutto si può fare, ma non è certo semplice e di certo non basterebbe sostituire l'alternatore. Poi perchè un alternatore da 220 V? Bisognerebbe valutare il giusto alternatore abbinato al corretto regolatore di carica.

        Credo che la soluzione migliore sia nell'acquistare un'auto già ibrida, lasciando alla casa automobilistica la scelta di un alternatore adeguato e soprattutto di un software di gestione.momento esistono molte soluzioni in commercio: le elenco in ordine di incidenza del sistema elettrico:

        1) Veicolo 100% elettrico
        2) Elettrico ad autonomia estesa
        3) Ibrida plug in
        4) Full Hybrid (es Toyota Prius)
        5) Ibrida mild (es Honda Insight)
        6) Micro ibrida (Peugeot 1008)
        7) Con stop&start e alternatore adattativo (quest'ultimo si disattiva in piena accelerazione, lavora normalmente durante la marcia, e lavora in modo maggiore durante il cut-off);
        8) Con semplice Stop&start;
        9) Auto convenzionale.

        Non ho ben capito a quale delle citate ti riferisci. Comunque vorrei ricordarti che solo la più semplice (8) non ha solo un alternatore maggiorato, ma anche una batteria specifica e un motorino d'avviamento progettato per tale utilizzo. Inoltre un sofware disattiva lo stop&start se la batteria non è sufficientemente carica.
        Impianto FV parzialmente integrato 2,3 kWp Sharp + inverter Power One; azimut -62°, tilt 25° GPS 45.8, 9.3
        Allaccio: 30/09/2011 (IV CE); mie produzioni su pvoutput

        Commenta


        • #34
          Diciamo che nel thread si parlava di inserire l' alternatore SOLO nella fase di decelerazione (cut off)
          tra l' altro io proponevo una precisa applicazione, per i mezzi della raccolta RSU,
          i piu adatti perche lavorano sempre ad alta frequenza di Stop&Go.

          Mi sembra scontato che la casa farebbe le cose bene...
          ma io dispongo dell 8kW (mot-gen) con frizione elettromagnetica che hai visto.
          Vorremmo modificare mezzi (400) gia esistenti, il Dynaset e' gia staffato.
          e prendere il segnale cut off per chiudere la frizione non e' difficile.
          nemmeno aprirla, a " lancio" effettuato, non dovrebbe essere impossibile..

          Che dici?

          Certo che essendo montato sull albero motore, non si puo staccare la frizione!
          perche decelerando "in folle" aumenterebbe di molto il carico disponibile all alternatore aggiunto.
          ma risparmia i freni...

          Piuttosto, credi sia possibile gestire con i supercondensatori "esclusivamente" il ciclo
          carico-frenata e scarico-accelerazione ?? Con il 220 AC?
          Ultima modifica di HAMMURABY; 23-01-2012, 18:37.

          Commenta


          • #35
            Ma Cosa intendi con questa frizione? Disinserire fisicamente l'alternatore dalla cinghia (quando non devi produrre energia)??
            Perchè un buon alternatore non ruba potenza quando non produce.

            Se guardi il datasheet al http://www.leab.ch/dynawatt/global/p...t5000_engl.pdf vedrai che sotto i 3500 giri/min non produce niente di energia, quindi andrebbe fatto lavorare oltre tale regime (è possibile, solo una comlicazione in più).

            Quella del supercondenzatore mi sembra una bella idea, ma non saprei come realizzarla. Sicuramente occorre un qualcosa che gestisce il condensatore (sia durante la carica che durante l'accelerazione). Bisognerebbe intervenire anche sull'elettronica del veicolo, per far sì che durante l'accelerazione il motore elettrico abbia delle priorità (sempre che ci sia energia disponibile nell'alternatore.

            Non ho capito cosa vuoi dire con decelerando in folle. Forse intendi mettere il cambio in folle e frenare. Se sì, mi sembra controproducente perchè, oltre a consumare di più i freni, durante la decelerazione consumi benzina, ed il recupero in energia elettrica non mi sembra sufficiente da coprire tali consumi (freni+benzina).
            Impianto FV parzialmente integrato 2,3 kWp Sharp + inverter Power One; azimut -62°, tilt 25° GPS 45.8, 9.3
            Allaccio: 30/09/2011 (IV CE); mie produzioni su pvoutput

            Commenta


            • #36
              A quanto pare hai ragione, quel motore non va bene...se sotto i 3500 giri non rigenera, non va bene per niente.
              ne servirebbe uno che genera da X fino a zero giri, ma solo in frenata.

              Tra le righe, mi sembra che consigli un brushless, vero?
              ...quando non sono in frenata (gen) e nell accelerazione ho finito l' energia recuperata (mot)
              Il brushless, puo anche girare a vuoto? senza carico?

              Non credo che si deve intervenire sull elettronica dell auto ( gasolone!) Perche i 5-8kW sarebbero poca cosa.

              5-8 kW +PIU+ IL FRENO MOTORE, possono bastare a frenare un un mezzo di 20ql. Oppure...
              se invece si stacca la frizione "come in folle", sull albero di trasmissione ( del gasolone, vasca RSU)
              potremmo mettere un motore- generatore di 20kW....
              La rigenerazione ottimale dovrebbe essere fatta cosi.

              Nb: con il cvt non si ha freno motore
              Ultima modifica di HAMMURABY; 24-01-2012, 15:37.

              Commenta


              • #37
                Non sono un esperto di motori, ma non so se il brushless possa funzionare sia da motore che da generatore (a noi è questo che interessa).
                Pensavo più a un asincrono. Comunque la scelta del motore la lascerei suggerire a qualcuno che se ne intende più di me.
                Per quanto riguarda la potenza, credo che se uno volesse recuperare tutta o quasi l'energia cinetica del veicolo in frenata occorrerebbe una potenza considerevole anche per una autovettura da una tonnellata. Penso sui 30 - 40 kW.
                Tuttavia, chi sa di guidare un ibrido può abituarsi ad effettuare frenate dolci in modo da recuperare il 100% pur non avendo un generatore di grande potenza (e risparmiando inoltre sui freni). In caso di frenata intensa (raro caso) si andrebbe ad utilizzare i freni.
                Impianto FV parzialmente integrato 2,3 kWp Sharp + inverter Power One; azimut -62°, tilt 25° GPS 45.8, 9.3
                Allaccio: 30/09/2011 (IV CE); mie produzioni su pvoutput

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR