adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Auto con motore a scoppio: convertirle in ibride con una spesa irrisoria

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Da quello che ho visto nelle ibride toyota, nonostante tutte le loro risorse a disposizione, l'energia che si riesce a recuperare in frenata è davvero mimima. Pochi Wh ad ogni frenata, subito bruciati nell'accelerazione successiva.
    E' proprio quello, il senso. La maggior parte dell'energia viene utilizzata proprio per accelerare, ed avere un sistema che recupera l'energia in rallentamento e frenata caricandosi come una molla e che scarica la molla per riaccelerare dopo uno stop o un semaforo è quel che consente il maggior risparmio di energia.
    Alle alte velocità entra in gioco la resistenza aerodinamica, e serve a ben poco avere un'ibrida... a meno che si debba effettuare un sorpasso (ma qui rientra in gioco l'accelerazione)

    Commenta


    • #32
      Una manovra commerciale da 7 milioni di vetture vendute. O sono tutti polli o tu non hai capito il concetto di vettura ibrida. Io ho una media generale su 135.000 km di 5,2 lt/100 e sono uno degli ultimi in classifica tra gli utenti del forum www.hybridsynergy.eu altri hanno medie di 3,6/4 lt/100. Toyota ha privilegiato l'affidabilita rispetto ad ottenere i consumi piu bassi possibili per cui la batteria e utilizzata solo per il 40% della sua capacita ma in cambio offre una garanzia di 5 anni (8 anni sulla mia) La carica rigenerativa e' volutamente limitata per non stressare termicamente la batteria. Secondo me non esiste un metodo low cost per farsi un'ibrida e non si puo retrofittare una vettura nata tradizionale a meno di sostituire tutto il power train il che e' ovviamente assurdo economicamente, ma tu provaci lo stesso cosi ti togli tutti i dubbi...
      Viva la tecnologia che semplifica la vita.
      Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.

      Commenta


      • #33
        Living, il mio dubbio era che il peso aggiuntivo del sistema che viene trasportato perennemente dalla vettura, portasse ad un dispendio di energia superiore di quella che riesce a recuperare. Inoltre la rigenerazione degli accumulatori attraverso l'endotermico è un'operazione in perdita.
        L'unico vantaggio (avendo gli accumulatori sempre pieni) è poter circolare in modalità elettrica nelle zone a traffico limitato, purtroppo però con un'autonomia di solo 2Km, con questo sistema toyota.

        Serman, confrontati ai 3,6 delle toyota solo diesel, mi sembra che questo tipo di ibride siano meno efficienti.. o sbaglio?
        Comunque a mio modesto parere è possibilissimo retrofittare una vettura con motore a scoppio, e senza neanche dover eliminare l'endotermico, in modo da non avere problemi per la revisione.

        Fare un lavoro del genere: (sostituire cinghia e puleggie, creare un alloggiamento per il blushless nel vano motore)

        motor with pully.jpg BeatleConversion.jpg

        L'endotermico rimarrà sempre acceso durante la marcia, e durante le accelerazioni, lo sforzo a cui è sottoposto è verosimilmente pari a quello di un percorso sempre in discesa. Ovviamente il risultato (risparmio) dipende molto dalla potenza del motore elettrico.

        Ho trovato anche dei kit già pronti, completi di tutto il necessario (sensori, centralina, motore, programmer), ma il kit con motore da 20KW (con peak 50KW) vogliono sui 3000 euro.
        L'ideale sarebbe riuscire a trovare le fabbriche che producono tutti quei singoli componenti..

        Commenta


        • #34
          Hai ragione , il tuo parere e' proprio modesto... Come la tua conoscenza della materia "veicoli ibridi" ma siamo in un mondo "connesso" dove le bufale internettiane hanno piu' credibilita' delle leggi fisiche per cui : divertiti a inventare veicoli improbabili ma magari prova anche a sporcarti le mani con qualcosa di reale che di progetti virtuali siamo ormai saturi.
          Viva la tecnologia che semplifica la vita.
          Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.

          Commenta


          • #35
            Il peso aggiuntivo introduce due tipi di resistenza, cioè l'inerzia all'accelerazione (che però potrebbe essere recuperata convertendo l'energia cinetica alla decelerazione) e la resistenza di avanzamento dovuta alla resisitenza di rotolamento degli pneumatici.
            Quest'ultima dipende moltissimo dal tipo di pneumatici usati, dal loro stato di servizio e dal tipo di fondo su cui si viaggia, ma nel complesso non si tratta di valori enormi... conta molto di più l'accelerazione e quindi la conversione di energia potenziale in cinetica.
            Le ibride sono molto efficienti se usate nel modo giusto, per esempio nei percorsi urbani non hanno rivali... certo che in autostrada a velocità costante tanto varrebbe avere una non-ibrida, tanto sarebbe uguale.

            Ho messo un tutorial su questo argomento, nella sezione manuali: vedi se può esserti utile.
            Guarda però che a mio avviso serman ha ragione al 100%...

            Commenta


            • #36
              La conversione ha sempre una certa dispersione. Aumentando il carico, aumenta l'energia persa.
              Poi con una massa maggiore, c'è più attrito in sterzata. Percui una maggiore perdita di cinetica in curva e un maggior consumo di pneumatici.
              E non dimentichiamo che non stiamo viaggiando su un banco rulli... in città, campagna o montagna capita spesso di doversi fermare a uno stop in salita, e quelle ripartenze, ogni volta con 200/250Kg di accrocchi e batterie (praticamente come se viaggiassimo sempre con altre 4 persone in auto) ti assorbono parecchio in più.

              Non vedo per quale motivo, la diminuzione del carico sostenuto del motore a scoppio non dovrebbe ripercuotersi su una effettiva diminuzione del consumo di carburante.
              Ho provato a cercare il manuale a cui ti riferisci, ma non lo trovo.

              Accidenti, serman mi ha preso per uno scolaretto sprovveduto.

              Umorismo a parte, questa modifica ho realmente intenzione di farla. Ci penso da anni e credo che attualmente i prezzi stiano diventando alla portata di mano.
              Nonostante sia datata, l'auto in questione è restaurata ed appena diventata ASI (no bollo, assicuraz ridotta), percui ha ancora una lunga vita davanti a sè (salvo imprevisti). Non ho per nulla fretta e se mi metto in ballo voglio assicurarmi di fare un lavoro fatto bene. Riporterò qui aggiornamenti e informazioni riguardanti, e procederò al momento che riterrò più opportuno.
              Ultima modifica di max001; 26-01-2015, 14:43.

              Commenta


              • #37
                Il manuale l'ho inserito, ma probabilmente è soggetto a moderazione. Secondo me, fra un po' sarà visibile.

                Commenta


                • #38
                  Concordo al 1000x1000 con Serman.Penso che il top di ibrido sia (tenetevi stretti alla tastiera) la porsche 918 spider (dopo che ho visto il reportage su dmax).I motori collegati nelle foto che hai postato, max nutro qualche dubbio sul dimensionamento della cinghia e dalla potenza del motore usato...con una modifica del genere penso che il gioco non valga la candela.Discorso pacco batteria...se vuoi che duri anni devi sovradimensionarlo e utilizzarlo meno possibile (come scritto da serman); questo é da leggersi come peso in più che non usi, e nel bilancio energetico diventa sfavorevole.Forse ha senso un veicolo full electric range extended con generatore a gas, alcool etc....Veicoli Asi, bollo ridotto, forse, solo quest'anno (dipende da regione), ma dal prossimo (grazie legge di stabilità), si vedrà!Assicurazioni? Secondo te non si allineano?CiaoFox


                  N.b. Non parliamo delle strategie del fare andare due motori in parallelo...poi....
                  Ultima modifica di tonini_mingoni; 26-01-2015, 19:01.
                  16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

                  alla tv -calcio +rally

                  http://www.evalbum.com/2123

                  Commenta


                  • #39
                    Forse ha senso un veicolo full electric range extended con generatore a gas, alcool etc
                    mah... tenendo il motore del range extender al regime fisso di maggiore efficienza è veo che il rendimento aumenta, ma il gioco vale la candela?

                    Commenta


                    • #40
                      ...forse....


                      Però Ampera....I3?...No?

                      CiaoFox
                      16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

                      alla tv -calcio +rally

                      http://www.evalbum.com/2123

                      Commenta


                      • #41
                        Per carità... bellissime. Ma un' Ampera costa più di 45.000 euro, e se la uso solo in autostrada riparmio ben poco rispetto ad un'auto normale.
                        Salutami Formigine, io ci lavoravo da quelle parti...

                        Commenta


                        • #42
                          Guardiamo le soluzioni già utilizzate non solo al prezzo finale....CiaoFox
                          16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

                          alla tv -calcio +rally

                          http://www.evalbum.com/2123

                          Commenta


                          • #43
                            Fox, quel motore è piccolo (20cm diametro, 17 lunghezza) ma è molto potente.
                            Si a occhio anche a me la cinghia nelle foto sembrava un po' piccola, ed effettivamente per essere più tranquilli è meglio utilizzarne una più larga e soprattutto di quelle per alte potenze.

                            10KWLiquid.jpg

                            Questo brushless lavora a 96V, è Rated 10Kw (23Nm), con peak a 20Kw (46Nm). Peso 19Kg.
                            Questo specifico modello è versione liquid cooling con inlet e outlet per il liquido (tappini blu), che permette di farlo lavorare ai valori di picco anche oltre 1 minuto continuativo. Ha sensore di temperatura integrato per l'autoprotezione.

                            C'è anche questo modello con coppia massima di 160Nm (corrispondenti a circa 70cv!) con un ottimo rapporto peso/potenza, ma le misure (30x25cm) cominciano ad essere ingombranti:

                            20KW.jpg

                            Considera che la 600 full electric che hai in foto ha un solo motore da circa 20Kw con 65Nm, e 130Nm di picco per brevi istanti.
                            Per quanto riguarda il problema delle batterie che serman ha descritto, oltre ad avere quel problema, le NiMh non sono in grado di recuperare efficientemente l'energia in frenata, come invece quelle al litio. (Per quel tipo di operatività, penso sia più adeguato avere una LifePO4 che tre NiMh).

                            Commenta


                            • #44
                              bah... sono ovviamente d'accordo con gli scettici (Tonini e Serman) che tra l'altro sono gli unici (insieme a me ed altri) che parlano a ragion veduta, cioè col di dietro che quotidianamente si siede su un mezzo che recupera energia in frenata.

                              Ho fatto fatica a leggere tutti i voli di fantasia, dovrei replicare punto a punto ma non ne vale la pena, faccio un riassunto tanto per smontare Max e gli altri "faciloni".

                              La frenata regen porta a un recupero di max il 10-15% (es in ambito urbano) su VEICOLI ELETTRICI, che consumano pochissimo... un veicolo elettrico consuma circa 1/4- 1/5 di un equivalente termico, quindi su un termico ci si può aspettare un recupero (risparmio di consumi) intorno al 15%/4= 4% circa.

                              E poi credete sia coasì facile e banale? La mia 600 recupera max 8kW, è una utilitaria con motore da 30kW.
                              Un recupero di 1,5kW è NIENTE, ve lo assicuro, a qualunque velocità...figuriamoci in autostrada.

                              La batteria al Pb non andrebbe bene, quindi uno si dovrebbe mettere tutto questo accrocchio, se si romperebbe al pruimo uso se fato su queste basi, per recuperare forse l'1-2% o meno...

                              Gonfiate un po' più i pneumatici, spegnete l'aria condizionata in inverno e mezze stagioni, e otterrete molto di più gratis.

                              Se volete comunque leggetevi un po' la sezione veicoli elettrici... in particolare
                              http://www.energeticambiente.it/veic...li-misure.html
                              Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
                              I miei articoli qui:
                              https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                              Commenta


                              • #45
                                Ciao Riccardo, ti sei perso qualche passaggio della discussione. (Quella che hai linkato riconduce alle stesse conclusioni)

                                Allo stato attuale delle considerazioni, la rigenerazione delle batterie dalla frenata era stata accantonata per i seguenti motivi:
                                - Esiguità dell'energia recuperabile con un motogeneratore di pochi KW di potenza.
                                - Costo elevato degli accumulatori Lifepo4

                                Ho anche rettificato la potenza minima del motore, un brushless almeno da 10KW continui (il primo dei due nel commento #43), affinchè la modifica possa garantire un effettivo risparmio.

                                La ricarica degli accumulatori è da effettuarsi tramite rete di casa, così si possono utilizzare batterie economiche. Salvo nuove diverse evidenze, mi risulta inutile equipaggiarsi di 100Ah di Lifepo4, quando mediamente la rigenerazione attraverso frenata recupera pochi Wh (salvo le rare discese dal monte pellegrino), subito riassorbiti nell'accelerazione successiva. Tanto varrebbe utilizzare una piccola batteria da 50Wh (quelle per radiomodellini) supplementare dedicata al recupero da frenata (gestita dalla centralina/controller), affiancandola ai pacchi batterie Pb ricaricati con ciclo lento da casa.

                                Commenta


                                • #46
                                  http://www.goldenmotor.comCiaoFox
                                  16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

                                  alla tv -calcio +rally

                                  http://www.evalbum.com/2123

                                  Commenta


                                  • #47
                                    max a questo punto non ti seguo più... mi sembra vuoi adeguarti alla "furbata" di alcune ibride che partono cariche e misurano i consumi scariche...

                                    Poi una batteria da pochi Wh ricaricata da un motore da 10 kW

                                    Se invece stai pensando a farti una ibrida beh... motori piccoli da 20 kW evidentemente girano altissimi, altro che cinghia...

                                    Insomma, se vuoi cominciare a costruirti qualcosa... consiglio vivamente di cominciare con un ciclomotore o massimo scooter.

                                    Ricordo anche che non puoi pensare che un'auto con simili accrocchi possa circolare, nè tantomeno restare ASI...
                                    Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
                                    I miei articoli qui:
                                    https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                    Commenta


                                    • #48
                                      Max se hai un budget a disposizione, bene, anzi benissimo personalmente mi piacerebbe provarci, e ti posso anche dare una mano realmente se vuoi.Per quanto riguarda la goldenmotor, non ho trovato nel sito l'integrazione con una vettura termica...cioè ti vendono motore, azionamento, e poi sono affari tuoi ad implementarla nella vettura.Occorre poi decidere le "strategie" per l'utilizzo dei due motori in sinergia, e secondo me occorre un'elettronica che gestisca i due motori.Dove lavoro, trasformiamo veicoli diesel a trazione posteriore in veicoli che noi definiamo bimodali.Calettiamo un motore elettrico sul l'albero di trasmissione che facciamo funzionare con inverter...qua la trasformazione é molto semplice...lasciamo il cambio del termico in folle quando andiamo in elettrico, e il motore elettrico si trascina solo la meccanica in folle....Comunque sono aperto a tutto....e tralasciando la parte omologati a e burocratica, possiamo tecnicamente ragionare se fattibile...CiaoFox
                                      16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

                                      alla tv -calcio +rally

                                      http://www.evalbum.com/2123

                                      Commenta


                                      • #49
                                        Si esatto, sono quei motori (non volevo fare pubblicità al sito). Vorrei ricercare direttamente la fabbrica produttrice per spuntare un prezzo migliore perchè i prezzi del sito sono un po' alti.

                                        Riccardo, perdonami se ti contraddico ma siamo su due frequenze diverse:
                                        - Dal mio punto di vista le ibride "serie" sono solo quelle che offrono l'opportunita di ricaricare le batterie con cavo, e che man mano che percorri la strada ovviamente si scaricano. Le "furbate" sono le cosiddette full hybrid, che per ottenere elettricità fanno lavorare il termico (salvo la piccola quota da rigenerazione in frenata) consumando più di quel che sarebbe necessario per muoversi direttamente con la benzina.
                                        - Si, una batteria da pochi wattora è sufficiente per il recupero delle frenate. Un carico costante di 10KW di ben 6 secondi genera appena 17Wh. Probabilmente un accu di supercap è la soluzione migliore per recuperare quei pochi Wh con la massima efficienza.

                                        Fox, quel sito oltre ai motori vende anche i relativi controller/centraline, cablaggi e sensori per pedale acceleratore.
                                        I motori in questione dai 3000 ai 5000 rpm hanno un'ottima efficienza, il che mi indurrebbe a stabilire un rapporto 2:1 col termico, in modo tale che nel suo range di 1500-2500rpm abbia il maggior supporto dal brushless. (C'è da pensarci bene per trovare il giusto compromesso, perchè il brushless sopra i 6000rpm non spinge più.)
                                        Le centraline/controller sono potenti e ben fatte, è possibile programmare via usb per impostare qualsiasi parametro del comando throttle (acceleratore).
                                        Hanno persino già inclusa la funzione di rigenerazione dalla frenata.

                                        Tra i loro schemi, il più adeguato per una automobile mi sembra questo:
                                        Wiring Diagram.jpg

                                        Al momento possiamo dire che per quanto riguarda il controllo elettronico di tutto l'accrocchio non ci dovrebbero essere grandi difficoltà.

                                        Commenta


                                        • #50
                                          no per quello non siamo su frequenze diverse, per furbata intendevo quelle ibride plug-in (BMW per esempio) che dichiarano consumi in km/l strabilianti perchè omettono di aggiungerci, appunto, i kWh assorbiti dalla presa.

                                          Mi sembri un po' approssimativo in certe affermazioni, l'aiuto di Fox potrebbe giovarti molto è sicuramente un esperto vero (moooolto più di tutti noi). Nel frattempo qualche annotazione alle tue affermazioni:

                                          -nessuna ibrida consuma di più di quanto consumerebbe a benzina, come fai ad affermare una cosa del genere?

                                          Eri partito parlando di recupero mediante cinghia con motore da pochi kW, ora cominci forse a inquadrare un po' meglio ma evidentemente hai qualche lacuna, lo dico bonariamente non ti offendere, ma se non hai mai maneggiato certe cose possono sfuggire aspetti che a chi ci gioca da tempo saltano subito all'occhio.

                                          Quindi continuo:

                                          -recuperare 10kW per 6 secondi? Con batterie o supercap da pochi Wh? Noooooo! Fosse così facile!
                                          Tutte le batterie E i supercap hanno limiti sulle correnti di carica/scarica proporzionali alla capacità! Mica puoi mandare kW su batterie da Wh! I connettori di batterie/supercap da pochi Wh saranno sicuramente filini sottili, cercane qualcuna e ti renderai conto.

                                          -lo ripeto, il recupero in frenata è vantaggioso secondo me (ma lo dico seguendo logica e risultati letti in giro) SOLO su veicoli che hanno a bordo pacchi batteria da qualche kWh e consumi ridotti, come lo hai in mente tu (a parte farlo funzionare ehhh) recupererebbe probabilmente NIENTE o forse un 2-3% di autonomia in città. Vale la pena?

                                          Insomma, vediamo come la pensa Fox ma se vuoi ibridizzare una termica si può ovviamente fare, ma con un motore che abbia almeno 1/3 o 1/4 dei kW di quello a bordo, pacco batterie per fare almeno 20-30 km in full electric e quindi anche un recupero in frenata serio e totale.
                                          Il tutto da gestire e non è affato facile, ma se ti aiuta fox...magari...

                                          Si tratta di migliaia di euro. Io sono un intruso nella sezione ibride ma lo dico lo stesso, spenderei quei soldi per comprare un'auto qualsiasi full electric, anche vecchia e mal funzionante o ferma, e poi lavorarci e soprattutto poterci circolare.

                                          Già noi con piccole modifiche in teoria siamo fuori legge, figurati se fai un'ibrida in casa.... sei informato sulle difficoltà di omologazione e i costi?
                                          Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
                                          I miei articoli qui:
                                          https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                          Commenta


                                          • #51
                                            Riccardo, l'idea è ancora quella di collegarlo all'albero tramite una cinghia dedicata. La puleggia originale dell'albero va modificata, inserendo una nuova sede per poter collegare questa aggiuntiva.

                                            In realtà non ho intenzione di fare l'omologazione per una cosa del genere (inoltre non sono sicuro che rientri nelle modifiche stutturali, ma potrei sbagliarmi).
                                            Eventualmente nella peggiore, quando vado a fare il collaudo smonto la cinghia.

                                            I supercap più recenti (grossi come una lattina di coca) possono assorbire picchi da 10.000A a 2,7V ed hanno una capienza di 3,8Wh. Questo significa che con apposito inverter, su un singolo condensatore possiamo entrare con un'intensità anche fino a 27KW, e in mezzo secondo è carico.
                                            (mi sembra che siano già in fase di sperimentazione dei sistemi supercap che affiancano le batterie. Tra i diversi vantaggi, riducono lo stress derivato dalle frequenti brevi e intense ricariche dal recupero frenata).

                                            Per quanto concerne le full-ibride mi piacerebbe analizzare i consumi effettivi, perchè ho i miei dubbi.

                                            Commenta


                                            • #52
                                              beh ribadisco, tu ti permetti di avere dubbi su realtà industriali ormai stravendute e collaudate.. e poi fai ragionamenti che denotano la tua totale mancanza di conoscenze nel settore.
                                              E' un amia deduzione intendiamoci, l'alternativa è che tu sia un genio che nel giro di pochi giorni vedremo in TV....

                                              Nell'ordine...

                                              Chi ti ha detto che vanno omologate solo modifiche "strutturali"?
                                              Se fai un incidente ti metti a smontare la cinghia prima che arrivino gli agenti?

                                              Le leggi di Ohm le conosci? Quanti A per mandare come se fossero bruscolini i tuoi 27kW nella lattina di Aladino?

                                              Hai idea di quanto potrebbe costare (ammesso e NON CONCESSO sia realizzabile) un inverter che lavori con queste potenze in modo impulsivo?

                                              Hai idea di cosa vorrebbe dire a livello di guida e sicurezza avere dei picchi di frenata da 10 kW che durano 1 secondo e poi cessano di colpo? E la cinghia come reagirebbe?

                                              Gli studi sui supercap: vero ma sono all'inizio e secondo me non porteranno chissà a cosa. Costano un occhio e hanno molte delle limitizioni che hanno le batterie...perfino il numero di cicli. E vengono usati solo per i picchi, pochissima energia come vorresti fare tu ma in parallelo hano le batterie... oppure non sono certo da pochi Wh.

                                              Vabbe' dai metti giù una lista aggiornata di cosa pensi di usare e i prezzi che trovi in giro...

                                              Vado a dormire, sognerò di lattine miracolose ....
                                              Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
                                              I miei articoli qui:
                                              https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                              Commenta


                                              • #53
                                                Ciao a tutti
                                                Che siano queste le lattine miracolose? BatCap 400

                                                Salutoni
                                                Furio57
                                                L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
                                                LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
                                                Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

                                                Commenta


                                                • #54
                                                  Riccardo, si mi permetto di mettere in dubbio la vera efficacia delle full-hybrid, perchè sono in grado di fare due calcoli, e a spanne non vedo tutto questo risparmio per l'ultilizzo cittadino (che è ben diverso dalle corse in F1). Aprirò una discussione a riguardo, così possiamo condividere i risultati.

                                                  Per il discorso omologazione, essendo una modifica che va ad incrementare la potenza di qualche KW, probabilmente è concesso circolare regolarmente solo previa revisione in motorizzazione. L'assicurazione in caso di incidente con responsabilità paga, ma può rivalersi se scopre le modifiche non omologate.
                                                  Generalmente non controllano, ma in caso di gravi incidenti potrebbero arrivare a controllare tutto il veicolo, percui circolare sarebbe come avere sempre un spada di damocle sopra la testa. (Con questo chiuderei il discorso omologazione.)

                                                  Ric non ho mica detto che il sistema andrebbe fatto con un solo condensatore. Ti ho solo fatto un esempio sulle caratteristiche dei supercap recenti.
                                                  Ovvio che bisogna gestire la riduzione del carico che si manifesta al raggiungimento di carica degli accu (magari una resistenza?), ne abbiamo parlato più di una volta in questa stessa discussione.
                                                  Secondo me basterebbero 6-8 Caps da 2.7V 3500F, per creare un banco UC da 30Wh, sufficiente per assorbire velocemente e poi subito erogare l'energia recuperata in frenata.
                                                  I supercap oggi raggiungono anche un milione di cicli carica/scarica e poi devo rettificare (ho controllato sulla scheda tecnica perchè nell'ultimo messaggio andavo a memoria) che i 10.000A di intensità massima dei supercap maxwell a cui mi riferisco, sono "solamente" 2.000A (un singolo cap, può assorbire 5,4KW per 2,5 secondi, il che va comunque benissimo per l'utilizzo che se ne deve fare).
                                                  Poi non dimentichiamo che quelli in commercio ora hanno una capacità di 10-20Wh/Kg, ma quelli in fase di test arrivano a 80Wh/Kg (quelli in graphene).

                                                  Comunque ribadisco che per il recupero della frenata, oltre ad essere necessario un motogeneratore potente, serve anche un sistema di accumulo performante e costoso.
                                                  Almeno per il momento non ho intenzione di implementarlo. Poi si vedrà.

                                                  Commenta


                                                  • #55
                                                    una resistenza?

                                                    Comunque qui:
                                                    http://www.energeticambiente.it/pile...#post119502421
                                                    avevo fatto due conti che dimostravano l'assoluta inferiorità dei supercap rispetto alle batterie litio.

                                                    E' passato un anno, forse la situazione è migliorata ma leggi quel 3d e fatti due conti anche tu...
                                                    Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
                                                    I miei articoli qui:
                                                    https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                                    Commenta


                                                    • #56
                                                      In realtà non mi sono soffermato molto su quell'aspetto, ma ignoro il motivo per il quale una resistenza non potrebbe funzionare a tale scopo.. ma nei sistemi già in vendita come hanno risolto?
                                                      Lupino dove sei? (Ah, a proposito lupino, il retarder non c'entra nulla con un generatore. Il retarder è un freno magnetico che basa il suo principio di funzionamento sull'induzione di correnti parassite nel disco del freno, che tendono a rallentarne il movimento (con conseguente riscaldamento). E' lo stesso principio dei fornelli ad induzione. Mi sembrava doveroso dirtelo perchè ho visto che in più occasioni hai menzionato il retarder assimilandolo ad un generatore).

                                                      Riccardo si, i supercap iniziano ora a tirare fuori i muscoli.
                                                      Sono comunque già visibili i vantaggi rispetto alla batterie, e al superamento dei 60Wh/Kg è prevedibile il rimpiazzo del litio, che impiega ore di ricarica anzichè una manciata di secondi.
                                                      Lo so che starai pensando al costo inaccessibile del grafene (50€/g), ma da non molto hanno scoperto un metodo facile ed economico per ottenerlo partendo dall'ossido di grafite esposto a laser.

                                                      Commenta


                                                      • #57
                                                        ma Max sta per MAXWELL ?

                                                        Va bene la fiducia..ma il futuro è difficile prevederlo. Anche l ebatterie fanno progressi, dei supercap si parla da un po' e restano una cosa diversa e più costosa.
                                                        Leggiti quel 3d... e magari metti li dei dati aggiornati e ne parliamo...
                                                        Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
                                                        I miei articoli qui:
                                                        https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                                        Commenta


                                                        • #58
                                                          Eccomi, è la medesima cosa max (o quasi), anche dinamo e alternatori generano corrente attraverso correnti indotte da magneti (permanenti o meno (elettromagneti)), difatti se prendo un generatore e metto una resistenza tra i poli dello stesso genero un effetto di frenatura.
                                                          Che si possa modificare un retarder elettrico facendolo diventare un generatore in realtà non lo so, non credo, ma soprattutto difficilmente (visto l'impiego a cui esso è destinato) potrebbe avere ritorni "utili" le mie indicazioni erano, più che altro, per dare un idea.
                                                          Domotica: schemi e collegamenti
                                                          e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                                          Commenta


                                                          • #59
                                                            auto elettrica ibrida fai da te

                                                            salve ragazzi sono nuovo nel forum in realta e la prima furum in qui mi scrivo,
                                                            ho una idea che passa per testa cioe visto le auto elettriche funzionano con delle batterie allora si potrebbe collegare un gruppoelettrogeno che produce l'energia a ac direttamente al motore del auto eliminando le batterie,
                                                            la mia domanda e funzionarebbe?
                                                            vorrei sapere solo se puo funzionare o no, se funziona quanti kw deve avere il gruppoelettrogeno?

                                                            Commenta


                                                            • #60
                                                              Ottimo ! Un'auto elettrica che va a benzina ! Sei un vero genio, nessuno ci aveva pensato finora, complimenti ! Però non dare in giro ulteriori informazioni perché potrebbero rubarti l'idea.
                                                              Viva la tecnologia che semplifica la vita.
                                                              Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X
                                                              TOP100-SOLAR