[auto ibrida] GM Volt E-flex - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

[auto ibrida] GM Volt E-flex

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • [auto ibrida] GM Volt E-flex

    Dopo Toyota anche l'altro megagruppo automobilistico scende in campo con un ibrido finalmente serio.
    L'E-flex system della Volt di General Motors a batterie a ioni litio mi pare davvero una svolta nella filosofia delle auto ibride.
    Un'auto in grado di garantire 40 miglia (oltre 60 km) di percorrenza solo elettrica, ricaricabile in 6 ore da presa elettrica, con un motore da 1 litro alimentabile a benzina, gasolio, bioetanolo, idrogeno, ed altro in grado di estenderne l'autonomia a oltre 1000 km con consumi dell'ordine dei 60 Km/litro....
    Se tutto vero non mi pare malaccio, anche se non si parla di costi <_<

    http://www.gm.com/company/gmability/adv_te...olt-010707.html

    Magari anche in FIAT potrebbero darci un occhio. :unsure:
    Ultima modifica di Spuzzete; 26-08-2009, 10:20.
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

  • #2
    QUOTE (BrightingEyes @ 9/1/2007, 21:34)
    Dopo Toyota anche l'altro megagruppo automobilistico scende in campo con un ibrido finalmente serio.
    L'E-flex system della Volt di General Motors a batterie a ioni litio mi pare davvero una svolta nella filosofia delle auto ibride.
    Un'auto in grado di garantire 40 miglia (oltre 60 km) di percorrenza solo elettrica, ricaricabile in 6 ore da presa elettrica, con un motore da 1 litro alimentabile a benzina, gasolio, bioetanolo, idrogeno, ed altro in grado di estenderne l'autonomia a oltre 1000 km con consumi dell'ordine dei 60 Km/litro....
    Se tutto vero non mi pare malaccio, anche se non si parla di costi <_<

    http://www.gm.com/company/gmability/adv_te...olt-010707.html

    Magari anche in FIAT potrebbero darci un occhio. :unsure:

    GM gia' produceva una vettura elettrica , la EV-1.
    L'ha lasciata morire nonostante non riuscisse a soddisfarne la richiesta...

    MaxDamage

    Commenta


    • #3
      Caro B.E.,
      CITAZIONE
      Se tutto vero non mi pare malaccio, anche se non si parla di costi

      non ho nessun dubbio che sia tutto vero, non si parla di prezzo perche' e' scritto chiaramente che e' una concept car, quindi solo un'auto per dimostrare un'idea, che non verra' mai messa in produzione cosi' com'e'.

      Non sarebbe cosi' complesso realizzare un ibrido italiano, soprattutto se si cercano prestazioni oneste e non prestazioni da sbruffoni che vogliono trasformare in polvere i pneumatici.
      Sappiamo fare i motori, le trasmissioni meccaniche, i motori brushless ad alta velocita', l'elettronica di potenza, e sappiamo anche in dettaglio come collaudare in sala prove i veicoli ibridi, che richiedono banchi di prova speciali per simulare situazioni continuamente variabili di trasferimento energetico (dai diversi motori alle ruote e viceversa, e da/alla batteria).

      Forse qualche ufficio marketing non giudica gli italiani pronti a qualche rinuncia nelle prestazioni per avere un consumo molto minore, probabilmente l'italiano medio e' ricco e sprecone.

      Ciao
      Mario


      Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
      -------------------------------------------------------------------
      Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
      -------------------------------------------------------------------
      L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
      Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
      ------------------------------------------------

      Commenta


      • #4
        CITAZIONE (mariomaggi @ 14/1/2007, 14:02)
        Forse qualche ufficio marketing non giudica gli italiani pronti a qualche rinuncia nelle prestazioni per avere un consumo molto minore, probabilmente l'italiano medio e' ricco e sprecone.

        Purtroppo la facilità con cui vengono dati finanziamenti e la falsa pubblicità che da l'illusione di aver pi soldi con un finanziamento, unita al messaggio neppure troppo subliminale che il superfluo necessario ostentarlo, fa s che l'ufficio marketing non si sbaglio di molto..

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X