Dubbio amletico: meglio 2S con step-down o 1S con step-up? - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dubbio amletico: meglio 2S con step-down o 1S con step-up?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Lupino
    ha risposto
    Ciao atomax,
    compro i componenti (BMS e step up/down) già fatti .... il tempo è sempre poco e reinventare la ruota, per quanto appassionante, alle volte è uno spreco
    Io, personalmente, adotterei la soluzione Buck
    Si, anche a me piace maggiormente come soluzione, non solo come correnti e ripple ma, economicamente, riciclerei uno step-down che già ho, 5A max in uscita con tanto di display IN/OUT (A e V) inoltre con alimentazione esterna riuscirei ad avere ricarica e funzionamento apparecchio senza problemi (nel caso di batterie in parallelo, con ricarica a 5V, dovrei bypassare il bust).
    Grazie del confronto

    Lascia un commento:


  • atomax
    ha risposto
    Ciao Lupino,
    non ho capito se il convertitore lo progetti e realizzi in proprio, oppure se ne acquisti uno bello e pronto.
    Considera che nella configurazione 6P, per sfruttare a pieno la capacità degli accumulatori, puoi arrivare a tensioni prossime ai 2V. In questi casi, anche i mosfet con tensioni di pilotaggio basse offrono una resistenza di canale comunque maggiore rispetto allo stesso modello pilotato con tensione maggiore, a scapito dell'efficienza di conversione (salvo se non si adottano complicazioni circuitali a pompa di carica).
    Io, personalmente, adotterei la soluzione Buck. Lavoro con tensioni più alte e con correnti primarie più basse, ho ripple di corrente minore (a parità di induttore) e non mi complico la vita se dovessi realizzare il convertitore in casa.


    Lascia un commento:


  • Lupino
    ha iniziato la discussione Dubbio amletico: meglio 2S con step-down o 1S con step-up?

    Dubbio amletico: meglio 2S con step-down o 1S con step-up?

    Ciao a tutti,
    sto realizzando progetto (una via di mezzo fra un PC portatile ed un radio-comando... più altre cosette) in cui sono inserite come parte "attiva" un Arduino Mega, una Raspberry 4, un LCD da 5"" più alcuni sensori. Per un fabbisogno complessivo di (spannometricamente) 3/3.5 A @ 5V.
    L'alimentazione in modalità portatile sarà fornita da 6 batterie 18650
    Scartata l'idea di utilizzare una scheda all-in-one visto il limite di dette schede nella corrente in uscita (le ho trovate in grado di fornire al massimo 2,4A), l'unica alternativa è inserire un BMS accoppiandolo con un regolatore di tensione .... già ma di che tipo?
    Secondo voi quale configurazione è meglio utilizzare:
    - BMS 2S (pacco batterie 3P2S) accoppiato con uno step-down 7.2V(8.4) -> 5V
    - BMS 1S (pacco batterie 6P) accoppiato con step-up 3.6(4.2) -> 5V

    Tengo a precisare che le varie 18650, per quanto sembrino ancora abbastanza buone, sono comunque recuperate da portatili disassemblati.
    Un grazie in anticipo per idee o dritte
    Lupino
Attendi un attimo...
X