annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Produrre idrogeno con la massima efficienza (20%)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • diezedi
    ha risposto
    Qual è lo stato della tecnica pratica attuale,che rendimenti hà?Dicono che questo gas sarà il vettore energetico del futuro ma se dobbiamo produrre il 75/85 % in + di energia per poi trasformarla nuovamente non mi pare cosi efficente.Ancor di più se l energia primaria non proviene da FER,già ci sono inchieste indipendenti che dicono che dietro cè la lobby dei fossili/gas.Non so io vedo un pò troppa fame di energia per gli umani.Come abbiamo fatto per le migliaia di anni della nostra esistenza a farne senza?Siamo troppi,siamo troppo esigenti???Ci sazieremo mai?Per intanto quel che è certo è che sarà un enorme business.

    Lascia un commento:


  • buonuomo
    ha risposto
    Idrogeno solare, a Fukushima l’impianto da record - Rinnovabili.it
    Idrogeno solare, a Fukushima l’impianto più grande del mondo



    Entra nel vivo il Fukushima Hydrogen Energy Research Field (FH2R), l’impianto da 10 MW, realizzato in Giappone dalla Toshiba. Ad alimentarlo sarà il vicino campo fotovoltaico


    Lascia un commento:


  • eroyka
    ha iniziato la discussione Produrre idrogeno con la massima efficienza (20%)

    Produrre idrogeno con la massima efficienza (20%)

    Segnalo che alcuni ricercatori di Berkeley (California) hanno trovato il modo per aumentare l'efficienza globale de un generatore di idrogeno con un sistema "ibrido" che produce idrogeno ed elettricità con lo stesso dispositivo, portando l’efficienza del sistema dal 7 al 20 percento circa recuperando un po’ di elettroni che andavano persi e trasformandoli in elettricità.
    Normalmente, la maggior parte degli elettroni eccitati nel silicio non ha dove andare, così perde energia prima che li si possa usare per fare del lavoro utile.

    La soluzione trovata da Segev e i suoi colleghi è quella di far uscire gli elettroni: una parte della corrente elettrica divide l’acqua in ossigeno e idrogeno, l’altra viene utilizzata direttamente come elettricità.
    Gli scienziati hanno realizzato un prototipo funzionante del dispositivo.

    L’aspetto più notevole è il miglioramento dell’efficienza. I generatori di idrogeno tradizionali, secondo i calcoli effettuati da Segev e colleghi, offrono un valore del 6,8% (rapporto tra energia solare in ingresso e idrogeno prodotto).
    Utilizzando gli elettroni che normalmente andavano persi ai fini della generazione istantanea di elettricità e aggiungendo quest’ultima al conteggio si arriva invece al 20,2%.
Sto operando...
X
TOP100-SOLAR