annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Le batterie del futuro: Litio-Silicio, Litio-Aria, Litio-Zolfo, Grafene ...

Comprimi
Questa Ŕ una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #61
    Non occorre mettere il monopolio .... basta che ti tassino un tanto al kM .... e il gioco Ŕ fatto ! O pensi che rinuncino all'Ç e oltre che guadagnano per ogni litro di benzina ?

    Commenta


    • #62
      Originariamente inviato da umbi Visualizza il messaggio
      basta che ti tassino un tanto al kM .... e il gioco Ŕ fatto ! O pensi che rinuncino all'Ç e oltre che guadagnano per ogni litro di benzina ?
      Invece penso che metteranno un "Conto Energia chilometrico" invece che solare, se davvero vogliono raggiungere i limiti di CO2 che si sono prefissati per il 2020 (95 g/km). Il Conto Energia per i pannelli solari non serve pi¨ a niente, i pannelli ormai costano quattro soldi (0,50 euro a W invece di 6,00 euro di quando uscý il conto energia).

      Se inziassero a regalare soldi per ogni km percorso senza benzina invece che per ogni kWh prodotto, ci sarebbe anche nella mobilitÓ elettrica l'inimmaginabile boom che ci fu per il solare, e che costrinse il governo a rimettere mano ai vari conti energia ogni 6 mesi invece che ogni 6 anni come invece avevano previsto!
      Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
      -- Jumpjack --

      Commenta


      • #63
        Originariamente inviato da jumpjack Visualizza il messaggio
        , se davvero vogliono raggiungere i limiti di CO2 che si sono prefissati per il 2020 (95 g/km).
        I crucchi che di auto ne fanno tante e grosse hanno giÓ risolto il problema i 95gr/km si raggiungeranno nel 2040. Credo che abbiano investito molto meno che per i progressi sulle batterie (la famiglia propietaria di BMW ha finanziato la Merkel con 160000Ç, noccioline per loro)

        Commenta


        • #64
          Ho trovato una lista di 50 progetti di ricerca su batterie e mezzi elettrici finanziati dalla UE, la metÓ sono in carico alla Germania.
          ECJ - Screen 1
          Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
          -- Jumpjack --

          Commenta


          • #65
            Non dimentichiamo che il litio, volendo, e` presente nell'acqua di mare... Sul mio vecchio manuale di chimica e`scritto che il tabacco, i ranuncoli ed il sambuco concentrano il litio nelle loro piante... Citando i Pitura Freska, qualche campo de " tabaco, pomodori e...m***na"?

            Commenta


            • #66
              Cercate info sulle batterie NMC-PIL ( Li(NiMnCo)O2/Polymer Ionic Liquid), prodotte dalla SolidEnergy in associazione con la A123, c'Ŕ da sbavare! ;-)
              Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
              -- Jumpjack --

              Commenta


              • #67
                ... Effettivamente...!!
                Grazie della dritta, bisognera` studiarsele un po' e poi magari investigare quanti litri del nostro sangue (gocce non credo proprio... ;-)) dovremo versare per possedere e godere di tali meraviglie...
                Certo che, se le durate e le rese sono quelle che ho appena letto "obliquamente", la cosa e` PARECCHIO risolutiva per tutta la gamma di prodotti "fai da te"...

                Commenta


                • #68
                  NovitÓ dal "merit 2013" (qualunque cosa sia...):
                  - A maggio 2013 la Amprius commercializza le prime batterie litio-silicio; per il momento a silicio compatto, con 25% di capacitÓ in pi¨ delle litio attuali, ma soli 150-250 cicli, entro fine anno vorrebbero immettere sul mercato quelle a nanofili di silicio, con 800-1000 cicli. Per confronto, questi erano i loro piani nel 2012. Si potrebbe quindi ipotizzare che queste nuove batterie entreranno in commercio a maggio 2014.
                  -Maggio 2012: la Envia sperimenta le sue batterie High Capacity Manganese Rich (HCMR) da oltre 200 Wh/kg e 600-800 cicli.
                  - Maggio 2012: LG e NanoSys studiano le batterie SiNANOde da 350 Wh/kg e 800 cicli. Al momento sono riusciti a ottenere 260 Wh/kg e 1000 cicli (SiNANOde/NCA).
                  Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                  -- Jumpjack --

                  Commenta


                  • #69
                    in parti per milione.
                    per farne 1 kg ( con un rendimento di resa e purificazione 100%) dovresti lavorare una tonnellata di materiale.
                    in una 40Ah c'e' circa 400-500g di litio...

                    a dirla tutta una batteria fatta cosi' ti costerebbe quanto un pacco intero da 20KWh con litio minerario.

                    sinceramente, non conviene con l'uranio (contenuto in molte piu' sostanze), che costa diverse centinaia di euro al grammo, credo che convenga molto meno con il litio.

                    Commenta


                    • #70
                      Le batterie a nanoparticelle di titanato di litio - nLTO per gli amici - inventate dalla Altairnano potrebbero raggiungere i 12.000 (dodicimila) cicli di ricarica. La Altairnano si Ŕ consociata a giugno 2013 con la polacca TAURON Dystrybucja S.A..

                      Il datasheet di una cella nLTO da 50 Ah mostra dati pazzeschi:
                      CapacitÓ di 50Ah anche a 5C.
                      CapacitÓ del 95% dopo 4000 cicli di carica/scarica a 2C, per un totale di 12000 cicli con DoD del 100%

                      In confronto a queste batterie, qualunque altra batteria sembra un giocattolo.

                      L'unico svantaggio Ŕ la densitÓ energetica, praticamente pari a quella delle vecchie NiMH: 72 Wh/kg (probabilmente per via della tensione nominale molto bassa, 2,3 V).

                      ChissÓ che prezzo riusciranno a fargli avere, e se riusciranno a migliorare la densitÓ di energia.

                      Con 72 Wh/kg per avere 50 km di autonomia minima garantita per sempre servirebbero 28 kg di batterie su uno scooterino "50cc" (40 Wh/km) e 42 kg su uno scooterone (60 Wh/km); il peso massimo ammissibile per una batteria estraibile Ŕ di 10 kg (di pi¨ diventerebbe troppo faticoso portarsela in giro, anche per pochi metri), 20 kg se suddivisa in due pacchi (uno per mano); una "batteria nLTO eterna" da 20 kg garantirebbe 35 km e 23 km di autonomia sui suddetti scooter.

                      Test della NASA del 2011 sulle batterie Panasonic da 250 Wh/kg:
                      http://research.jsc.nasa.gov/Biennia...1-Biennial.pdf

                      Risultati: per carica a C/5 e scarica a C/5, C/2 e C, la capacitÓ disponibile dopo 200 cicli Ŕ del 90%.
                      Invece scaricando a C e ricaricando a C, la capacitÓ dopo 200 cicli si dimezza.

                      CapacitÓ dopo 200 cicli per carica a C/5, scarica a:
                      C/10: 96%
                      C/5: 92%
                      C/2: 93%
                      C: 88%

                      Carica/Scarica a 1C: 42%

                      ==========

                      Ecco invece le "batterie del passato": mi sono imbattuto in qualche altro documento NASA a proposito dei rover marziani Spirit e Opportunity, documenti sia di progetto (prima del lancio) che di rapporto sullo stato delle batterie.
                      Erano progettate per durare almeno 90 giorni o 300 cicli profondi... e stanno funzionando da 3600 giorni!!! Solo su Opportunity, perchŔ Spirit poverino Ŕ "affogato" nelle sabbie mobili marziane... Per˛ dalle telemetrie Ŕ risultato che le batterie vengono scaricate al massimo per il 50%.

                      Le batterie sono state profotte dalla Yardney Technical Products (Lithion), Pawcatuck, CT (USA).
                      Sono pacchi da 8Ah nominali.

                      Il rapporto NASA dice:
                      The cells contained MCMB graphite coated over
                      copper as anode and lithiated nickel cobalt oxide coated over aluminum as
                      the cathode. The electrolyte employed was the first-generation low
                      temperature electrolyte developed at JPL, which contains 1 M LiPF6
                      dissolved in equi-proportion ternary mixture of ethylene carbonate,
                      dimethyl carbonate and diethyl carbonate. This chemistry showed
                      impressive performance characteristics for Lander/Rover applications,
                      including excellent calendar and cycle life, much more than required by the
                      rover missions, and also a wide operating temperature range of ľ30 to
                      +40░C. Cells and batteries containing this electrolyte have shown
                      impressive performance in Mars lander simulation tests in our laboratory.
                      as well as planetary orbital or Low Earth satellite applications.
                      Anodo in grafite MCMB placcata su rame.
                      Catodo in ossido litiato di nichel e cobalto su alluminio.
                      L'elettrolita non riesco nemmeno a leggerlo... ;-)

                      Tensioni di stato di carica:
                      50%: 3,85V
                      80%: 3,95V
                      100%: 4,15V
                      100+%: 4,20V

                      Il rapporto linkato risale al 2006, all'epoca contavano di poter far durare la missione BEN tre anni o pi¨. :-)

                      Ho scritto una mail alla Yardney chiedendo se mi vendono qualche cella. :-)
                      Ultima modifica di nll; 15-11-2013, 20:55. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente
                      Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                      -- Jumpjack --

                      Commenta


                      • #71
                        72wh/Kg al 95% DOD per 4000 cicli non sono male, jj.
                        le lifepo4 per autotrazione (tipo le wiston o le calb) hanno 100wh/kg, ma per fare 4000 cicli le dovresti usare a DOD inferiore al 75% (e di molto inferiore), e comunque a scariche nominali non superiori a 1C.
                        quindi non mi sembrano malaccio una 70ina di wh/kg a 2C.
                        possimo dire che ottengono un risultato analogo, e per una tecnologia appena nata non e' male (comunque vorrei vedere le curve a 2C).

                        per i dati nasa, indicano anche il fattore forma?
                        perche' se fatti su una cella grande come un bottone e' un conto, come diverso e' se fatti con una cella grande come un armadio.
                        purtroppo le celle non sono composte solo da materiale attivo, ma anche dal resto, che pesa ed ha le sue prestazioni tecniche (e quelle sono in AGM, e la vetroresina non e' leggerissima), e c'e' anche da dire che il comportamento e' ben diverso se scalate in dimensioni: una cella grande come un bottone puo' avere un substato in micron, in una grande come un'armadio sarebbe difficile ottenerlo... si romperebbe sotto al proprio stesso peso.

                        questo porta a dire che una cella, di qualsiasi tecnologia sia, dev'essere confrontata con se stessa o con celle analoghe per dimensione, peso e prestazioni.

                        sinceramente ho visto tanti studi sulle pile che promettevano bene nei laboratori, quando erano a dimensione francobollo, ma che deludevano quando erano in dimensioni utilizzabili per l'autotrazione (vedi, ad esempio, le celle primarie aria-alluminio, rimaste a dimensioni di pile a bottone... anche le classiche Pb hanno ottime prestazioni in dimensioni cosi' ridotte).

                        Commenta


                        • #72
                          Non pensavo che batterie al piombo avrebbero mai trovato posto in un thread sulle batterie del futuro, eppure...

                          Ho trovato questo strano sito polacco, Akumulator ?elowy, echosonda, ?adowarki impulsowe, silniki elektryczne do ?odzi, pontony w?dkarskie - Sklep internetowy Sonar
                          "Strano" perchŔ ha batterie di tantissimi tipi diversi... tra cui anche strane batterie al piombo ad alte prestazioni, come queste:
                          Akumulator Deep Cycle Elecsol 70 Ah - Akumulatory w?glowe - Akumulatory - Sklep internetowy Sonar

                          Ho cercato Elecsol Battery su google... ed ecco un datasheet:
                          http://www.tayna.co.uk/product-detai...GMBrochure.pdf

                          Una batteria da 12V/105Ah pesa 24 kg: significa 52 Wh/kg!!! Per il piombo in genere siamo sui 35, arriviamo a 40 per ottime batterie, ma 52 Ŕ molto vicino ai 60 delle NiMH!!
                          E non Ŕ tutto:
                          autoscarica 1,70% al MESE (invece che 1% alla settimana)
                          1500 (millecinquecento) cicli di scarica all'80%!! Quanto una batteria LiFePO4!!!
                          Con una "piccola" differenza: queste costano 18 centesimi a wattora invece dei 60-70 del litio!!!
                          E' per˛ vero che rispetto al LiFePO4 pesano il doppio.

                          Praticamente aggiungendo carbonio agli elettrodi hanno pressochŔ eliminato il problema della solfatazione: queste batterie sono garantite 7 anni!!!
                          Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                          -- Jumpjack --

                          Commenta


                          • #73
                            Sulla carta si scrivono tante cose specialmente nei paesi dell'Est da cui provengono molte bufale. Hanno qualche certificazione di enti tecnici seri ?
                            Ultima modifica di richiurci; 21-11-2013, 13:10. Motivo: citazione integrale rimossa
                            Viva la tecnologia che semplifica la vita.
                            Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.

                            Commenta


                            • #74
                              BhŔ, di rivenditori ne hanno in tutto il mondo, a giudicare dal dÚpliant. Queste batterie sembrano per˛ fatte pi¨ che altro per l'accumulo stazionario. Molti installatori attualmente lo propongono insieme agli impianti FV.

                              Grazie jumpjack per il grosso lavoro di "ricerca" che stai facendo.
                              Grazie anche a locusta per le competenze che condivide.
                              - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2020 - del foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche https://www.energeticambiente.it/for...17#post1813217

                              Commenta


                              • #75
                                In effetti partono da tagli molto grandi, minimo 70Ah, quindi su uno scooter sono poco pratiche, ms potrebbero andar bene su minicar di poche pretese (visto che comunque il piombo non permette grandi prestazioni).
                                Per˛ su alcuni forum parlano molto male della ditta, boh?
                                Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                                -- Jumpjack --

                                Commenta


                                • #76
                                  batterie VRLA AGM; sono le nuove batterie delle auto start&stop, capaci di grandi scariche ed elevati cicli, resistenti alle vibrazioni (grazie all'elettrolita absorbito nel panno di vetroresina);
                                  queste sostituiscono la fibra di vetro (non leggerissima) con fibra di carbonio (che invece e' leggerissima), che ha oltretutto la qualita' di poter essere filata in filamenti di dimensioni ancora piu' piccoli, mantenendo la stessa resistenza.
                                  di per se il carbonio, in questo caso, e' usato solo per la sua leggerezza, essendo in pratica inerte quando resinato...

                                  le classiche VRLA AGM hanno una 40ina di Wh/Kg come capacita' specifica; con il carbonio, su grandi celle in cui la vetroresina detta il suo peso, hanno probabilmente ridotto questo di un 10-20% del peso totale, da cui l'aumento della capacita' specifica; le S6 002 (0 092 S60 020) bosch da 95Ah per 20 ore (che hanno amalgame "rinforzate" con argento e calcio, oltre che la vetroresina) pesano 26.4Kg, ottenendo un 43.3Wh/Kg; con il 20% in piu' diventa circa 52wh/Kg... (al modico prezzo di 250-270 euro).

                                  a mio parere, se usano delle buone piastre, i dati sono veritieri quanto quelli di bosch, che di solito non dicono bufale.... ma sono comunque a 0.05C, praticamente un'inezia nel campo per l'autotrazione.

                                  Commenta


                                  • #77
                                    Che c'entra, tutte le batterie al piombo sono targate a 0.05C, quindi se i dati di targa di una batteria sono migliori di un'altra a 0.05 C, presumibilmente lo sono anche ad altri livelli di C; in generale basta considerare il 60% dei dati di targa per avere la capacitÓ a 1C.
                                    Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                                    -- Jumpjack --

                                    Commenta


                                    • #78
                                      si jj, ma comunque hanno gli stessi limiti di tutte le batterie al piombo: le loro prestazioni cambiano, e sensibilmente, a seconda del livello di carica: una "piombo" puo' darti 100A costanti al 100% della carica, ma man mano che la carica scende cala anche la possibilita' di erogare ampere; al 50% della carica difficile che riesca ancora a fornirti 100A.
                                      questo effetto non si ha su celle senza elettrolita, dove generalmente la possibilita' di erogare ampere rimane quasi costante per quasi tutta la capacita' utile.
                                      in pratica le AGM aggiungono 3 fattori migliorativi alle piombo:
                                      resistenza alle vibrazioni;
                                      un leggero miglioramento in capacita' specifica gravimetrica (un buon miglioramento in quella specifica volumetrica, occupando meno spazio);
                                      il raddoppio dei cicli massimi utili;
                                      mantengono pero' i loro punti deboli:
                                      incostanza di rendimento a seconda della carica e della temperatura.

                                      queste da te indicate migliorano ancora di piu' la capacita' grravimetrica specifica, ma rimangono dei fattori che la rendono poco pratica per autortrazione (oltretutto non dev'essere economica... gia' le AGM costano dal 50 al 100% in piu' rispetto ad una classica, queste ho paura che spostano l'asticella ancora piu' in alto)...

                                      poi ci possono essere possibili miglioramenti di questa pila:
                                      non essendo piu' in elettrolita libero si puo' cercare di abbassare la concentrazione di ioni liberi di piombo (funzione che dovrebbe essere svolta dallo ione SO4--), addizionando agenti complessanti (EDTA, ditizone o DMSA, anche se e' da studiare un complessante a pH 1);
                                      usare anche qui un elettrolita gelitificato, a bassa densita', in modo da ridurre la mobilita' ionica;
                                      studiare un fattore forma delle piastre in modo da ottenere piu' superficie dell'elettrodo in rapporto al peso.
                                      ad oggi le batteie al piombo hanno comunque una buona potenza specifica, ossia rilasciano tanti ampere in poco tempo, ma lo fanno per poco tempo in quanto la superficie dell'elettrodo deve smaltire i sali; aumentare ulteriormente la superficie dell'elettodo significa incrementrare la potenza specifica, che sembra inutile, ma se la superficie e' maggiore, a parita' di quantita' di atomi che partecipano alla reazione si ottiene uno strato di sali inferiore, piu' facilmente smaltibile.

                                      insomma, come ho gia' detto, anche le vecchie tecnologie possono essere affinate con semplici accorgimenti e rinnovarsi del tutto (dimostrazione ne e' questa batteria che usa lana di carbonio).

                                      PS: ultimamente sto' giocando con un agente gelatificante facile da produrre e totalmente biodegradabile... sto' alle prove fisiche, per ora... anche se non credo che regga piu' di un mese senza puzzare di marcio.

                                      Commenta


                                      • #79
                                        Batterie stampate!

                                        Appena vista questa notizia, mi Ŕ sembrato un uovo di Colombo: Lithium-Ion Batteries, Straight from a 3-D Printer | MIT Technology Review stampare una batteria con una stampante 3d non l'avevo ancora sentito, ma oramai ci fanno di tutto, anche le pistole funzionanti: La nuova frontiera delle stampanti 3d? Le pistole e i fucili - Corriere.it ..... chissÓ dove andreamo a finire. Se volete un articolo con praticamente la traduzione in italiano del primo link: MondoElettrico: Batterie al litio con stampanti 3-D
                                        Non ci resta che attendere (come sempre) i prossimi anni, che ci diranno se questa tecnologia funziona....
                                        - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2020 - del foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche https://www.energeticambiente.it/for...17#post1813217

                                        Commenta


                                        • #80
                                          leggiamo:
                                          "Le batterie agli ioni di litio stampate sono piccole, un millimetro quadrato, ma sono del tutto simili alle batterie commerciali solo che la tecnologia messa in campo dalla Lewis pu˛ rendere fattibili architetture di microscala, con una precisione di 100 nanometri, ma strutturalmente sono batterie simili alle batterie molto pi¨ grandi esistenti . "
                                          non ci alimenti nemmeno un amplifon con quelle batterie, mi dispiace.
                                          la soluzione e' ottima nei casi in cui serve una micro cella, ma per un veicolo ci vuole una macro cella.
                                          ritorno a sottolineare come il "fattore forma" sia una variabile importantissima.

                                          Commenta


                                          • #81
                                            Attenzione perchŔ mi sa che finalmente ci siamo con le batterie litio-zolfo!
                                            Finora duravano 150-200 cicli, ma ora, grazie al cetil-trimetil-bromuro di ammonio, o come diavolo si chiama in italiano, e al grafene, hanno potato i cicli a circa 500 (con capacitÓ residua 80%) a 1C:

                                            Lithium/Sulfur Cells Provide Long Cycle Life, High Specific Energy | The Power Plant

                                            Il grafico Ŕ un po' ingannevole perchŔ fa sembrare che i cicli siano 1500... ma in realtÓ a 1500 si ha capacitÓ del 50%, e non si capisce bene quanti Wh/kg sono, visto che nel grafico parlano di mAh/g, che Ŕ una grandezza legata al singolo elettrodo e non a tutta la cella.

                                            L'articolo parla per˛ di una "capacitÓ iniziale stimata" di 500 Wh/kg, quindi dopo 500 cicli avremmo 400 Wh/kg e dopo 1500 cicli ne avremmo 250, quanto le pi¨ capaci batterie al litio attuali (le panasonic).


                                            Parlano per˛ anche di elettrodo in litio metallico... il che potrebbe essere un problema di sicurezza, se non hanno adottato accorgimenti particolari, perchŔ le primissime batterie al liti avevano appunto elettrodi in litio metallico, in cui si potevano formare filamenti metallici che causavano cortocircuiti e incendi...
                                            Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                                            -- Jumpjack --

                                            Commenta


                                            • #82
                                              Nuovo passo avanti anche per le batterie al silicio, ultracapienti (10x) ma al momento "cicloscadenti":

                                              University of Waterloo Develops Flash Heat Treatment Process For Si-Based Anodes For Li-ion Batteries


                                              Il grafico si riferisce ai soli mAh/g, quindi al solo elettrodo in silicio, quindi non si capisce quale sarebbe la capacitÓ complessiva della batteria, ma Ŕ comunque interessante il passaggio dai 20 (venti) cicli a 0,1C a 500 (cinquecento) cicli a 1C!

                                              Non capisco invece cosa intendano per efficienza.

                                              Il procedimento usato sul silicio si chiama Flash Heat Treatment, che forse si pu˛ tradurre come "Trattamento a impulsi termici" o roba del genere.


                                              Ricapitolando, forse la tecnologia FHT potrebbe permettere di avere batterie da 800Wh/kg e 500 cicli. (La massima capacitÓ teorica del silicio dovrebbe essere 10 volte quella del litio, e qui parlano di 80% della capacitÓ teorica raggiunta)
                                              Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                                              -- Jumpjack --

                                              Commenta


                                              • #83
                                                jumpjack, io capisco che la differenza tra i due grafici Ŕ solo il trattamento termico (FHT) degli anodi; 0,1 e 1,2 A/g non sono convinto si riferisca ai C della "batteria", ma piuttosto alla capacitÓ residua alla fine dei cicli considerati.
                                                Secondo me l'efficienza si riferisce al singolo processo di carica/scarica, che presenta lo stesso andamento nei due grafici: un picco inferiore al 10░ ciclo (in coincidenza con il calo iniziale di capacitÓ dell'anodo) e poi si mantiene sempre molto alto; quello che cambia tra i 2 grafici Ŕ "solo" la capacitÓ immagazzinata ad ogni ciclo.

                                                Buon Natale a tutti
                                                - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2020 - del foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche https://www.energeticambiente.it/for...17#post1813217

                                                Commenta


                                                • #84
                                                  Parlando di evoluzione di batterie nel tempo... perchŔ non sbirciare un po' anche nel passato oltre a guardare al futuro? ;-)


                                                  "Non manca molto prima che vengano inventate batterie ad alta capacitÓ", diceva Poynter W. Adams ... nel 1908!!

                                                  Per˛ era chiaro fin da allora che le auto elettriche l'avrebbero fatta da padrone in cittÓ, e che le ibride (loro le chiamavano "petroelettriche") si sarebbero usate per i viaggi lunghi:


                                                  Electric and Petrol-Electric Vehicles ľ a Book From 1908

                                                  Credo che ne 1908 ci fossero solo batterie al piombo da 30 Wh/kg e auto che consumavano 300 Wh/km (come dire 10 kg di batterie per ogni km di autonomia!)
                                                  Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                                                  -- Jumpjack --

                                                  Commenta


                                                  • #85
                                                    Originariamente inviato da carest Visualizza il messaggio
                                                    jumpjack, io capisco che la differenza tra i due grafici Ŕ solo il trattamento termico (FHT) degli anodi; 0,1 e 1,2 A/g non sono convinto si riferisca ai C della "batteria", ma piuttosto alla capacitÓ residua alla fine dei cicli considerati.
                                                    Non pu˛ essere: sarebbero Ah/g, non A/g.
                                                    E nel testo si parla di 500 cicli a 1C.
                                                    Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                                                    -- Jumpjack --

                                                    Commenta


                                                    • #86
                                                      BRD Motorcycles pronta a immettere sul mercato batterie da 160 Wh/kg (sý ma dove le compro??)
                                                      BRD Motorcycles Develops New Battery Pack With Energy Density of 160 Wh/kg

                                                      Attualmente le LiFePO4 arrivano a 80-100 Wh/kg, almeno quelle vendute a noi comuni mortali, quelle montate sulle auto di serie non so. Come non so che chimica usi la BRD.
                                                      Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                                                      -- Jumpjack --

                                                      Commenta


                                                      • #87
                                                        Il sito di "scienza generalista" SCIX.it si "converte" alla mobilitÓ elettrica :-)

                                                        Dopo due anni dedicati alla scienza per l'industria, esclusa quella farmacologica e medica, SCIX desidera contribuire alla ricerca scientifica e tecnologica di nuovi concetti e nuovi sistemi di propulsione e di moto. FocalizzerÓ l'attenzione sulle UniversitÓ e Centri di ricerca specifici e sulle riviste soprattutto di fisica, segnalandole ai lettori, ad ogni abstract o articolo, con link alla rivista stessa. Scix si scusa per eventuali imprecisioni nella traduzione.
                                                        **scix - Gennaio 2014 HOME Propulsione e Moto**
                                                        Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                                                        -- Jumpjack --

                                                        Commenta


                                                        • #88
                                                          Batterie al litio pi¨ sicure, pi¨ longeve e pi¨ prestanti:
                                                          Il nuovo materiale PVDF (polyvinylidene difluoride)usato come separatore degli elettrodi riduce la resistenza interna (quindi si possono tirare fuori correnti pi¨ grandi senza surriscaldare le batterie), elimina il problema dell'infiammabilitÓ (resiste fino a 160░C, ma poi comunque invece di bruciare diventa un gel) e aumenta la DoD possibile e i cicli di vita.
                                                          Una specie di panacea per tutti i mali! :-)
                                                          ChissÓ se e quando uscirÓ dai laboratori!

                                                          Fire-Proof Li-ion Batteries > ENGINEERING.com
                                                          Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                                                          -- Jumpjack --

                                                          Commenta


                                                          • #89
                                                            ti rimando alla mia perplessita' nel commento 52

                                                            i fluorurati sono il domani che avanza... (ed esistono anche in forma liquida)

                                                            Commenta


                                                            • #90
                                                              E' la prima volta che vedo le prodigiose celle Panasonic in formato di batterie da 48V:

                                                              Hanno densitÓ di carica di 230 Wh/kg (contro i 90-100 delle LiFePO4), che significa 20 km di autonomia (15 Ah) in 3 kg di batterie:

                                                              Linergy-Shop

                                                              Il rovescio della medaglia sono i 900 Euro/kWh contro 600, e i 500 cicli contro 1000.

                                                              Datasheet: http://industrial.panasonic.com/www-...CI4000CE17.pdf
                                                              Batterie, DoD e profonditÓ di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metÓ prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 60.000 km, 60 km per volta ne durerÓ 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerÓ 120.000 km, 60 km per volta durerÓ 60.000 km.
                                                              -- Jumpjack --

                                                              Commenta

                                                              Sto operando...
                                                              X
                                                              TOP100-SOLAR