annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Batterie Enel X

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Batterie Enel X

    Buongiorno a tutti, vorrei installare un 3kw più accumulo e sto trovando conveniente un offerta di enel x a 8900 euro.
    Pannelli policristallini (10) inverter ABB e batteria da 4,8kw con profondità di scarica dell'80% e vita > di 4000 cicli e installabile esternamente.

    La batteria però mi lascia perplesso in quanto non si sa da dove arrivi , di che marca sia e quindi è difficile trovare maggiori info o recensioni.

    Qualcuno ha installato il pacchetto?

    Grazie a chi vorrà rispondere

  • #2
    Ciao Brigidino,
    per quel che ne so io, sono quasi certo si tratti di batterie ATON ( mad ein Italy) che ENEL si e' fatta brandizzare.
    Le uniche pecche di questo sistema sono :
    - non penso proprio possano stare all' esterno, perche' come tutte le batterie hanno range di temperature di lavoro ristrette...
    - limitata profondita di scarica rispetto a cio che c'e' in giro ( 4,8 kWh diventano circa 4 kWh netti)
    - limitata potenza di scarica a carica
    Il loro pacchetto risulta ocmunque concorrenziale, ma ripeto fai solo attenzione a quanto sopra e a non pensare di comprare un BMW con il prezzo di una Fiat ;-)
    Ciao
    Davide

    Commenta


    • #3
      Ciao Davide, grazie in primis, sospettavo che fossero quelle , sono riuscito a trovare articoli di giornale dove si menzionava la cosa. Ovviamente immagino che non sia una Tesla però ecco ha 4kw a dispetto di una lg che ne ha 3,1. Una cosa che mi ha lasciato un po' col naso storto è la funzione backup, secondo lui è attiva , ma io da quanto ho letto ho capito che a oggi è illegale

      Commenta


      • #4
        Comunque aton produce buoni materiali, non sono ciofeche. Chiaro, tesla monta Panasonic sia come batterie sia come elettronica di bordo. Ma come offerta a me pare buona
        Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

        Commenta


        • #5
          Ho fatto più preventivi tutti allineati, rimane il dubbio su 3, Enel , poi altro installatore che monta qcell + solax+LG 3kw, e un altro con pannelli qcell e un all in One di qcell sempre da 3 kW. Il dubbio è annoso

          Commenta


          • #6
            Ciao brigidino,

            ma ti danno un fv da 2,8 kW (10 canadian solar da 280 Wp) + un accumulo da 4,8 kWh a 8.900 euro.
            Ma cosa te ne fai di 4,8 kWh di accumulo con solo 2,8 kW di FV ?
            In inverno quanto potresti sfruttare di più l'accumulo credo avrai i tuoi bei problemi a ricaricare le batterie, d'estate con le giornate lunghe sfrutti già al massimo il FV e avrai probabilmente il problema che avrai sempre le batterie cariche.

            Commenta


            • #7
              Ciao , non ho un impianto quindi farnetico, immagino in inverno di riuscire a tirare fuori 4 o 5 kW in una giornata uggiosa. Ovvio che non ci sarà 100% di indipendenza, ma io consumo 2400 kW oggi con picchi di 10 kW al giorno in gennaio. Vivo in collina a Firenze , lontano da nebbia e foschie. Poi voi avete più esperienza di me e magari mi dite che in inverno non si fa più di 2 kW al giorno.

              Commenta


              • #8
                Ciao brigidino,

                io ho un fv da 3 kW e l'anno scorso ha prodotto poco meno di 4.000 kWh in un anno, ma a gennaio ha prodotto 150 kWh e immesso 55 kWh, quindi ho autoconsumato senza batterie 95 kWh e prelevato da rete altri 270 kWh.
                Quindi avrei avuto 55 kWh per caricare le batterie, quindi gran poco, mentre in estate sono arrivato a produrre anche 540 kWh a luglio 2017 e ho prelevato da rete solo 75 kWh e immessa 340 kWh, quindi ne ho autoconsumati 200 kWh senza batteria.
                Vedi tu quanto ti può servire una batteria da 4,8 kWh con solo 2,8 kWp di FV

                Commenta


                • #9
                  Non e'illegale...solo c'e' grande confusione sulle caratteristiche del quadretto esterno ( a TUTTI glj nverter) da montare a cura dell elettricista..in teoria dovrebbe essere anchesso certificato CEI 021...perche questo certificherebbe l assenza di rischio di immissioni sulla rete quando questa e staccata..il problema sono i venditori di pentole(ne ho incontrati qualcuno..) che ti fanno tutto facile..e pee farti digerire la mazzata economica ti racxontano tante favole!!
                  Cmq sulla questione c' e'molta confusione
                  ... ma per capirci anche coloro che hanno il generatore a benzina connesso con un rotativo fai da te sono fuori norma tecnica...

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Lore_ Visualizza il messaggio
                    Ciao brigidino,

                    io ho un fv da 3 kW e l'anno scorso ha prodotto poco meno di 4.000 kWh in un anno, ma a gennaio ha prodotto 150 kWh e immesso 55 kWh, quindi ho autoconsumato senza batterie 95 kWh e prelevato da rete altri 270 kWh.
                    Quindi avrei avuto 55 kWh per caricare le batterie, quindi gran poco, mentre in estate sono arrivato a produrre anche 540 kWh a luglio 2017 e ho prelevato da rete solo 75 kWh e immessa 340 kWh, quindi ne ho autoconsumati 200 kWh senza batteria.
                    Vedi tu quanto ti può servire una batteria da 4,8 kWh con solo 2,8 kWp di FV
                    Se mi dici così però non fai che confermare il mio pensiero. Da quello che dici hai dei consumi per me esorbitanti, come ti dicevo io consumo 2400 kw annui nonostante 120 mt di casa con giardino, asciugatrice e un computer da gamer del figlio sempre acceso.
                    Io a luglio consumo 140 kw contro i tuoi 270. Vuol dire che ho una media di 5 kw al giorno, contro una produzione che potrebbe aggirarsi intorno ai 30. In gennaio scorso ho consumato 240 kw il che vuol dire che ho consmato circa 8 kw al giorno, se riesco a completare una ricarica ne preleverò 3 o 4 il che vuol dire che ne consumerò 120-130. Questo però è il mese più brutto dove la produzione è minore e il consumo maggiore. Penso che potrei prelevare in un anno 300 kw immettendone comunque un migliaio, il che dovrebbe pareggiare la bolletta.

                    Poi ripeto questi sono conti che mi faccio io, in questi mesi sto studiando un po', ma penso di non sbagliarmi troppo. Per avere uno scambio sul posto efficace si dovrebbe immettere più del triplo di quello che si preleva, nel mio caso con un 3kw non riuscirei , penso che servirebbe almeno un 5 kw, ma a questo punto invece di raddoppiare i pannelli preferisco accumulare e autoconsumare al 90%.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da DavideD79 Visualizza il messaggio
                      Non e'illegale...solo c'e' grande confusione sulle caratteristiche del quadretto esterno ( a TUTTI glj nverter) da montare a cura dell elettricista..in teoria dovrebbe essere anchesso certificato CEI 021...perche questo certificherebbe l assenza di rischio di immissioni sulla rete quando questa e staccata..il problema sono i venditori di pentole(ne ho incontrati qualcuno..) che ti fanno tutto facile..e pee farti digerire la mazzata economica ti racxontano tante favole!!
                      Cmq sulla questione c' e'molta confusione
                      ... ma per capirci anche coloro che hanno il generatore a benzina connesso con un rotativo fai da te sono fuori norma tecnica...
                      Infatti il venditore Enel paventava di un certo "interruttore" da montare a monte....

                      Commenta


                      • #12
                        Ciao brigidino,

                        Originariamente inviato da brigidino Visualizza il messaggio
                        Penso che potrei prelevare in un anno 300 kw immettendone comunque un migliaio, il che dovrebbe pareggiare la bolletta.
                        Poi ripeto questi sono conti che mi faccio io, in questi mesi sto studiando un po', ma penso di non sbagliarmi troppo. Per avere uno scambio sul posto efficace si dovrebbe immettere più del triplo di quello che si preleva, nel mio caso con un 3kw non riuscirei , penso che servirebbe almeno un 5 kw, ma a questo punto invece di raddoppiare i pannelli preferisco accumulare e autoconsumare al 90%.
                        se pensi di prelevare alla fine solo 300 kWh, il GSE ti ripaga quei 300 kWh con SSP poco più di 0,10 euro al kWh e i rimanenti, se ne immetti circa un migliaio, quindi 700 kWh te li paga circa 0,05 euro al kWh su cui devi pagare le tasse.
                        Considera che oggi con 8.900 euro tu potresti mettere un FV da 6 kW che ti potrebbe azzerare completamente la tua bolletta (azzeri la bolletta ma allunghi il rientro dell'investimento), con un 2,8 kW e 4,8 kWh di batterie ti tocca pagare ancora la bolletta (e il costo della batteria lo recuperi in 15/20 anni)
                        Considera che, visti i tuoi consumi bassi, la differenza di prezzo al kWh tra scambiare (SSP) e accumulare (batteria) vale meno di 0,05 euro al kWh, io ho una tariffa elettrica talmente bassa in F2 e F3 che nei mesi estivi il GSE mi paga di più di quello che spendo.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da brigidino Visualizza il messaggio
                          .... Per avere uno scambio sul posto efficace si dovrebbe immettere più del triplo di quello che si preleva,......
                          Questo dove l'hai letto? Da chi vende accumuli?
                          Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
                          attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

                          Commenta


                          • #14
                            Devo anche guardare la disponibilità del tetto, il 3 kw andrebbe su una falda a sud di circa 25 mtq , raddoppiare mi costringerebbe a usare anche la falda ad ovest che però è a vista, e su una colonica non è il massimo il FV. insomma sto cercando dei compromessi. Anz se trovassi chi mi da i 3kw con 8 9 pannelli sarei ancora più contento

                            Commenta


                            • #15
                              Ciao brigidino,

                              se non hai problemi di ombre un 3 kW con 9 pannelli lo dovresti trovare intorno a 6.500 euro o anche meno.
                              Comunque visti i tuoi consumi attuali se non hai in previsione di aumentarli sarebbe fin troppo, il giusto compromesso costo/rientro è quello di mettere un impianto in SSP che copra i consumi + un eventuale 10 %, a te con quei consumi basterebbe anche meno di 2,5 kW di FV, e potresti spendere sui 5000/5500 euro (ma anche meno)

                              Commenta


                              • #16
                                In ogni caso mi sconsigliate la batteria

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da DavideD79 Visualizza il messaggio
                                  Ciao Brigidino,
                                  per quel che ne so io, sono quasi certo si tratti di batterie ATON ( mad ein Italy) che ENEL si e' fatta brandizzare.
                                  Le uniche pecche di questo sistema sono :
                                  - non penso proprio possano stare all' esterno, perche' come tutte le batterie hanno range di temperature di lavoro ristrette...
                                  - limitata profondita di scarica rispetto a cio che c'e' in giro ( 4,8 kWh diventano circa 4 kWh netti)
                                  - limitata potenza di scarica a carica
                                  Il loro pacchetto risulta ocmunque concorrenziale, ma ripeto fai solo attenzione a quanto sopra e a non pensare di comprare un BMW con il prezzo di una Fiat ;-)
                                  Ciao
                                  Davide
                                  Ciao,
                                  2 correzioni:
                                  Aton utilizza batteria Pilontech (made in China);
                                  per i prodotti Enel X Aton utilizza inverter GoodWe (made in China).

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                    Comunque aton produce buoni materiali, non sono ciofeche. Chiaro, tesla monta Panasonic sia come batterie sia come elettronica di bordo. Ma come offerta a me pare buona
                                    Buongiorno,
                                    un amico ha fatto installare la batteria Aton tipo zone e dice che certe notti non dà la potenza nonostante sia piena.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da zizi Visualizza il messaggio
                                      Buongiorno,
                                      un amico ha fatto installare la batteria Aton tipo zone e dice che certe notti non dà la potenza nonostante sia piena.
                                      Puo' essere che siano vari i motivi. Aton in ogni caso e' un produttore valido. Non riportando dati, e' una cosa detta cosi' quella del tuo amico.
                                      L'accumulo comunque, non e' conveniente.
                                      Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Buongiorno a tutti, sono un nuovo utente del forum.
                                        Abito in provincia di Verona, casa esposta a sud-est (molto est, leggermente sud), e giusto il novembre scorso ho fatto installare un impianto EnelX da 2,8Kwh con accumulo da 4,8Kwh.
                                        L'impianto ha funzionato castrato fino alla fine di dicembre, quando sono venuti ad installarmi il contatore di produzione, pertanto non ho dati attendibili da offrirvi.
                                        Posso dirvi però che nelle giornate limpide e con sole, in questo periodo arrivo a produrre 7Khw al giorno.
                                        In queste condizioni, la batteria si ricarica tranquillamente pur programmando 1 lavatrice ed 1 lavastoviglie.
                                        La batteria riesce a soddisfare le mie esigenze energetiche fino a tarda notte, qualora non abbia da usare asciugatrice o pompa di calore in modo eccessivo, altrimenti tende già ad essere esaurita verso le 20-22, a seconda del carico.

                                        Il mio consumo annuo si attesta sui 2700Kwh, ripartiti abbastanza equidistribuiti nelle 3 fasce F1 (30,5%) ,F2 (34,0%),F3 (35,5%).
                                        Il mio autoconsumo nel mese di dicembre è stato mediamente del 38%, caratterizzato da prestazioni particolarmente negative (19%) e picchi molto buoni (oltre il 70% in una occasione).
                                        Mi aspetto un notevole aumento della percentuale di autoconsumo già a partire dal mese di Marzo.
                                        Impianto: 2,8Kw - Accumulo 4,8Kwh

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da Bluesummer Visualizza il messaggio
                                          Buongiorno a tutti, sono un nuovo utente del forum.
                                          Abito in provincia di Verona, casa esposta a sud-est (molto est, leggermente sud), e giusto il novembre scorso ho fatto installare un impianto EnelX da 2,8Kwh con accumulo da 4,8Kwh.
                                          L'impianto ha funzionato castrato fino alla fine di dicembre, quando sono venuti ad installarmi il contatore di produzione, pertanto non ho dati attendibili da offrirvi.
                                          Posso dirvi però che nelle giornate limpide e con sole, in questo periodo arrivo a produrre 7Khw al giorno.
                                          In queste condizioni, la batteria si ricarica tranquillamente pur programmando 1 lavatrice ed 1 lavastoviglie.
                                          La batteria riesce a soddisfare le mie esigenze energetiche fino a tarda notte, qualora non abbia da usare asciugatrice o pompa di calore in modo eccessivo, altrimenti tende già ad essere esaurita verso le 20-22, a seconda del carico.

                                          Il mio consumo annuo si attesta sui 2700Kwh, ripartiti abbastanza equidistribuiti nelle 3 fasce F1 (30,5%) ,F2 (34,0%),F3 (35,5%).
                                          Il mio autoconsumo nel mese di dicembre è stato mediamente del 38%, caratterizzato da prestazioni particolarmente negative (19%) e picchi molto buoni (oltre il 70% in una occasione).
                                          Mi aspetto un notevole aumento della percentuale di autoconsumo già a partire dal mese di Marzo.
                                          Buondì,
                                          l'impianto fotovoltaico in abbinamento alla batteria hanno azzerato la fattura dell'energia elettrica?

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Una precisazione... è impossibile azzerare direttamente la bolletta perché ci sono dei costi fissi, diciamo interno ai 9-10 euro al mese, dai quali non puoi scappare.
                                            Tuttavia è teoricamente possibile azzerare la bolletta se l'energia immessa che ti viene poi pagata dal GSE va a coprire questi costi fissi.
                                            Per tornare alla tua domanda, ti posso rispondere con dei numeri:
                                            Gennaio
                                            • produzione solare media 4,93Kwh/giorno (circa 153Kwh in totale)
                                            • autosufficienza 43%
                                            • vendita 29Kwh
                                            • acquisto medio 4,98Kwh/giorno


                                            Febbraio
                                            • produzione solare media 8,46Kwh/giorno (circa 237Kwh in totale)
                                            • autosufficienza 61%
                                            • vendita 81Kwh
                                            • acquisto medio 3,17Kwh/giorno


                                            Marzo
                                            • produzione solare media 11,85Kwh/giorno (circa 367Kwh in totale)
                                            • autosufficienza 81%
                                            • vendita 146Kwh
                                            • acquisto medio 1,45Kwh/giorno


                                            Aprile (al 28/04)
                                            • produzione solare media 10,59Kwh/giorno (circa 307Kwh in totale)
                                            • autosufficienza 83%
                                            • vendita 133Kwh
                                            • acquisto medio 1,06Kwh/giorno


                                            Dall'inizio dell'anno ho toccato i 1064Kwh di produzione, acquistando da rete circa 323Kwh e immettendone circa 390, toccando ad oggi un'autosufficienza del 65%.

                                            Aprile sembrerebbe in controtendenza ma in realtà ci sono stati ad oggi 12 giorni caratterizzati da meteo fortemente instabile che hanno inficiato la produzione.
                                            Per fare un esempio, dal 15 al 22 di aprile, con tempo sempre bello, il mio acquisto da rete è stato di 3Kwh (0,375/Kwh al giorno) con una percentuale di autosufficienza media del 94%.

                                            Conta tantissimo il tuo consumo abituale...devo dire che ora come ora il mio impianto è tarato benissimo sulle esigenze della mia famiglia.

                                            L'ultima bolletta (febbraio/marzo) è stata di 45 euro, di cui la metà di tasse. Per quanto detto all'inizio è impossibile scendere sotto i 20 euro/ bimestre.
                                            Mi sentirò comunque di tirare delle considerazioni finali solo passato questo primo anno, avendo dati certi sull'andamento nei 12 mesi e vedendo il ritorno ottenuto dal GSE.
                                            Impianto: 2,8Kw - Accumulo 4,8Kwh

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da Bluesummer Visualizza il messaggio
                                              ........Tuttavia è teoricamente possibile azzerare la bolletta se l'energia immessa che ti viene poi pagata dal GSE va a coprire questi costi fissi.
                                              Stai parlando di Scambio Sul Posto (SSP) o Ritiro Dedicato (RID)?
                                              Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
                                              attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Scambio sul posto... il ritiro dedicato lo fanno ancora?
                                                Effettivamente non sono per nulla certo dell'affermazione che ho fatto poc'anzi...temo che sia più probabile visti i miei livelli di produzione/consumo/vendita riuscire ad azzerare la parte energetica ma non quella imputabile ai costi fissi, avendo quindi comunque da sborsare quel centinaio di euro l'anno.
                                                Impianto: 2,8Kw - Accumulo 4,8Kwh

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  La pratica di SSP o RID deve essere fatta presso il GSE.
                                                  L'avrà fatta l'installatore dell'impianto che deve averti comunicato le credenziali di accesso al sito GSE.

                                                  I fissi per 3 kW residente sono 145 € all'anno, dall'anno prossimo aumentano.
                                                  Se ti hanno installato il contatore di produzione ci sarà un fisso anche per quello (circa 20 €) da pagare direttamente al Distributore.

                                                  I dati che hai indicato come "vendita" chi te li ha forniti?
                                                  Analogamente quelli indicati come "acquisto"?
                                                  Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
                                                  attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    I dati sono forniti in tempo reale dall' app.
                                                    Questi poi li incrocio con le letture dei contatori di acquisto/scambio e produzione per avere una stima dell'errore di lettura in quanto, per stessa ammissione dei tecnici Aton "le misure non possono essere precise quanto quelle di un contatore tarato a banco e certificato MID, come è il contatore di enel".
                                                    Impianto: 2,8Kw - Accumulo 4,8Kwh

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Quindi:
                                                      quello che per te è vendita, sono le "immissioni" del contatore di scambio;
                                                      quello che per te è acquisto, sono i "prelievi" del contatore di scambio;
                                                      quello che per te è produzione, sono le "immissioni" del contatore di produzione.

                                                      Non hai la possibilità di vedere quanto entra nella batteria e quanto ne esce?
                                                      Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
                                                      attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Sì, chiedo venia se mi esprimo con termini non propriamente corretti.
                                                        Non ho la possibilità di vedere quanto entra e quanto esce dalla batteria, non dati che non vengono forniti.
                                                        Dai un'occhiata qui: Aton
                                                        Come puoi notare sullo stato della batteria mettono solo un indicatore "grafico" che mostra il grado di carica.
                                                        Capire quanto entra è molto complicato, mentre capire quanto esce lo puoi fare per via indiretta, ovvero
                                                        * tieni traccia di quanto ha consumato la casa fino al momento in cui i pannelli stanno producendo
                                                        * tieni traccia di quanto ha consumato la casa nel momento in cui la batteria è scarica (te ne accorgi perché la grafica mostra la batteria vuota e non eroga più di 40-50 wh)
                                                        * fai la differenza fra i due valori
                                                        Interpellati su alcuni miei dubbi (mi sembrava che le batterie si scaricassero troppo velocemente), i tecnici Aton mi hanno detto:
                                                        "Le batterie hanno una capacità nominale di 2,4 kWh, che divisi per 48V nominali fanno 50Ah, considerando la profondità di scarica 40 Ah, x 2 batterie 80 Ah.
                                                        Nello storico il suo impianto supera spesso gli 80 Ah/giorno (ad esempio il 9, il 12 e il 13 febbraio), significa che le batterie lavorano a pieno regime."

                                                        Ah, parlo sempre di Aton perché sebbene l'impianto me l'abbia venduto Enel X, è tutta roba loro.
                                                        Impianto: 2,8Kw - Accumulo 4,8Kwh

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da Bluesummer Visualizza il messaggio
                                                          Sì, chiedo venia se mi esprimo con termini non propriamente corretti.
                                                          Non ho la possibilità di vedere quanto entra e quanto esce dalla batteria, non dati che non vengono forniti.
                                                          Dai un'occhiata qui: Aton
                                                          Come puoi notare sullo stato della batteria mettono solo un indicatore "grafico" che mostra il grado di carica.
                                                          Capire quanto entra è molto complicato, mentre capire quanto esce lo puoi fare per via indiretta, ovvero
                                                          * tieni traccia di quanto ha consumato la casa fino al momento in cui i pannelli stanno producendo
                                                          * tieni traccia di quanto ha consumato la casa nel momento in cui la batteria è scarica (te ne accorgi perché la grafica mostra la batteria vuota e non eroga più di 40-50 wh)
                                                          * fai la differenza fra i due valori
                                                          Interpellati su alcuni miei dubbi (mi sembrava che le batterie si scaricassero troppo velocemente), i tecnici Aton mi hanno detto:
                                                          "Le batterie hanno una capacità nominale di 2,4 kWh, che divisi per 48V nominali fanno 50Ah, considerando la profondità di scarica 40 Ah, x 2 batterie 80 Ah.
                                                          Nello storico il suo impianto supera spesso gli 80 Ah/giorno (ad esempio il 9, il 12 e il 13 febbraio), significa che le batterie lavorano a pieno regime."

                                                          Ah, parlo sempre di Aton perché sebbene l'impianto me l'abbia venduto Enel X, è tutta roba loro.
                                                          Salve,

                                                          se non si conosce l'energia caricata e l'energia scaricata sulla batteria non è possibile capire il degrado nel tempo della stessa (bisogna fidarsi, ma chi si è fidato storicamente ha sempre fatto la stessa fine di chi è stato tranquillo).

                                                          Il sistema di Enel X somiglia incredibilmente e tanto al sistema GoodWe SBP.
                                                          Nella certificazione CEI021 del loro prodotto SBP , GoodWe riporta le batterie US2000B Pylontech (le stesse che utilizza Enel X/Aton sui loro sistemi)....controllate voi....


                                                          Documentazione GoodWe
                                                          GOODWE SBP - X-WIN SRL DISTRIBUTORE UFFICIALE GOODWE


                                                          Documentazione Enel X
                                                          https://www.atonstorage.com/manuali/...0-21_Italy.PDF
                                                          https://www.atonstorage.com/manuali/...018-12-20).pdf


                                                          Più che roba loro, a me sembra roba di GoodWe....

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Buonasera,
                                                            chi ha avuto modo di acquistare prodotti cinesi "low cost" sa bene che si risparmia molto nell'immediato, ma si rischia altrettanto di trovarsi con un prodotto di scarsa qualità è che non lavora come dichiarato nella documentazione tecnica.

                                                            Commenta

                                                            Sto operando...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR