annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Biochar Vs. Compost

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Biochar Vs. Compost

    In conferenza ho sentito che il biochar ha dei vantaggi rispetto al compost.
    Vorrei che ognuno postasse la sue esperienze in merito per aiutare tutti gli interessati al biochar, a capire se conviene fare questo o quello.
    In particolare vorrei coinvolgere nuovamente il Prof. Miglietta, pregandolo di postare le slides che aveva presentato a Treviso.
    Per quanto mi riguarda posso dire che l'anno scorso mi hanno portato 6 tonn. di compost fumante in un giardino che stavo realizzando; le piantumazioni sono in parte morte mentre sono cresciute a dismisura delle erbacce che mai avevo visto, con una crescita stimata di 2cm al giorno!
    Grazie.
    Saluti.

  • #2
    Originariamente inviato da Leonardon Visualizza il messaggio
    ...l'anno scorso mi hanno portato 6 tonn. di compost fumante in un giardino che stavo realizzando...
    Ciao Leonardon,
    io da molti anni faccio le mie esperienze casalinghe con la decomposizione delle sostanze organiche, quello che secondo me si può chiamare compost è una cosa simile al terriccio, è leggera e porosa, non ha parti riconoscibili delle materie di origine, ha odore di terra fresca, ci sono numerosi animalini di tanti tipi...
    Quello che hanno portato a te, con le dovute attenzioni avrebbe potuto diventare compost, ma non lo era ancora.

    Del biochar fino ad un mese fa non ne sapevo niente, più ne leggo e più mi piace!

    amir

    Commenta


    • #3
      Ciao

      quoto appieno Amir sul fatto che il compost sia molto simile al terriccio, il fatto che tu abbia detto che fumasse può indicare che il cumulo d'origine fosse ancora nella fase di bio-ossidazione(Bio-Benessere.it che sicuramente non fosse ancora maturato a dovere. Aggiungerei anche di fare attenzione alla quantità, perchè esagerare significa dare troppo azoto alle piante e renderle più deboli e facilmente soggette ad attacchi parassitari,a occhio si vedono le foglie più basse ingiallire...purtroppo non saprei dirti i Kg/mq necessari,anche perchè dipende dal terreno,dal terriccio e dalla stagione in cui concimi(di più in autunno,meno in primavera).

      Il Biochar anch'io l'ho appena scoperto e solo virtualmente,però ho giusto un pò di ramaglie in giardino da far sparire...

      Commenta


      • #4
        "fumante" ??????

        il compost non "fuma" perchè, ormai, i microorganismi hanno finito il loro lavoro e, la temperatura della massa non è più elevata

        Avendo un pò di terra in campagna e, utilizzando principalmente letame misto a sfalcio, come ammendante, dò ragione ad amir, i cumuli di materiale in decomposizione "fumano" per la temperatura raggiunta dai batteri al lavoro, il compost è simile al terriccio

        Non ho mai utilizzato il carbone vegetale, sempre compost di letame e sfalcio di 5-6 mesi

        A fine estate, posso anche interrare letame e sfalcio freschi, per rivoltare il terreno a fine autunno e in primavera, però, in genere preparo dei cumuli di materiale durante l'anno e, li utilizzo solo a "maturazione" avvenuta

        Le zucche e zucchine, le semino direttamente sopra un cumulo di erba falciata (di qualche mese) mista a terra ben concimata (a strati)
        Il cumulo, mantiene l'umidità costante per molto tempo, riducendo la necessità di annaffiare (spesso non occorre proprio), inoltre favorisce la crescita di una vera siepe di ortiche che sottrae le cucurbitacee a sguardi interessati
        Inutile dire che le ortiche, finiscono sul cumulo per l'anno seguente

        Odisseo
        (E d'un tratto capii che il pensare è per gli stupidi, mentre i cervelluti si affidano all'ispirazione. (cit. Arancia meccanica) - Ma se quella non arriva, il cervelluto stà inguaiato assai (Odisseo - Gigantosaurus Carinii Patagoniae)

        Commenta


        • #5
          Non vorrei insegnare ai gatti ad arrampicarsi ma temo si faccia un po' di confusione assimilando biochar ed ammendante naturale ( letame e compost ) .
          Il biochar nell'utilizzo nei suoli ha diverse funzioni basilari da non confondersi con la concimazione. E' adsorbente e pertanto riesce a trattenere molta più acqua di ciò che farebbe il terreno senza questa aggiunta. L'acqua nel suolo si arricchisce degli elettroliti e dei composti umici , quando il biochar asciutto adsorbe l'acqua adsorbe anche gli elettroliti e li rilascia lentamente nel tempo evitando in parte il fenomeno del dilavamento e la conseguente dispersione nelle acque superficiali e profonde. L'ammendante è composto in gran parte di prodotti assimilabili dalle piante e prova ne è il fatto che se non lo si rinnova entro poche stagioni nel suolo se ne perdono le tracce. Questa differenza comporta che il biochar provochi un positivo cambiamento prolungato nel tempo nel suolo a cui viene mescolato e l'ammendante provochi un immediato aumento della fertilità ( vedi le erbacce che crescono con più vigore ) ma non sufficiente a modificare definitivamente la struttura del suolo.
          Scusate l'intromissione.....

          Commenta


          • #6
            vorrei farti notare che anche il compost è formato da carbonio, in buona percentuale
            anche questo trattiene molto bene l'acqua, in realtà, si comporta come una spugna
            inoltre, non interferisce con la fauna del suolo (vermi e larve), anzi...

            non è vero che se ne perdano le tracce, se hai mai fatto una lavorazione doppia (nel senso di interrare del compost molto più profondamente del normale) anche dopo molti anni, tornando a interrare compost in profondità, noti immediatamente la presenza dello strato profondo di compost

            Odisseo
            (E d'un tratto capii che il pensare è per gli stupidi, mentre i cervelluti si affidano all'ispirazione. (cit. Arancia meccanica) - Ma se quella non arriva, il cervelluto stà inguaiato assai (Odisseo - Gigantosaurus Carinii Patagoniae)

            Commenta


            • #7
              Per Odisseo
              Avevo premesso che non volevo insegnare ai gatti ad arrampicarsi...
              Il carbonio è la componente principale del carbone per esempio o di certe materie plastiche , eppure non è in una forma disponibile per essere aggredita e trasformata dai microorganismi che vivono nel suolo. Il biochar dovrebbe avere una funzione permanente e diversa da quella degli ammendanti. Se tu esamini una sezione verticale di un suolo , ti accorgi che quando scendi sotto la quota " antropizzata" ( sotto la quota in cui il suolo è stato lavorato ) i suoli di un determinato clima si assomigliano tutti, in qualunque parte della terra a clima analogo ti sposti. La struttura caratteristica di un suolo ne determina anche la fertilità. La lavorazione del suolo tende a correggerne la fertilità. La "terra preta" è un suolo le cui caratteristiche , grazie al biochar , sono state modificate in via definitiva ( si trovano tracce di terra preta radiodatate a 5000 anni fa ) . Il biochar nei suoli a struttura fertile e alto contenuto di calcio come cernozem o certi rendzina non necessitano del trattamento con biochar anche se l'aggiunta di carbonella male non farebbe . Nei suoli residuali , per esempio tutte le terre rosse tropicali , nei suoli sabbiosi acidi ecc. l'utilizzo di biochar migliora la struttura le suolo , gli permette di meglio trattenere le sostanze umiche e l'acqua . Non sostituisce in alcun modo le lavorazioni che tu sapientemente fai nei tuoi terreni e senza le quali con il solo biochar non otterresti i risultati che ottieni.
              Dal punto di vista ambientale la differenza fondamentale tra trasformare biomassa in biochar o compostarla sta nei prodotti secondari che ne derivano .
              Biochar mentre viene prodotto emette i tipici prodotti della combustione tra cui anche una parte di CO2 , il compostaggio , durante la fase anaerobica produce una notevole quantità di metano che disperso nell'atmosfera ha effetto serra 21 volte più impattante dell'anidride carbonica e durante la fase finale aerobica produce comunque CO2 e lo immette nell'atmosfera
              Sulzer

              Commenta


              • #8
                e, ricordiamo che, carbonizzare, fà aumentare enormemente la necessità di combustiblie per produrre la stessa quantità di calore di una combustione completa
                Infine, il biochar non produce sostanze umiche, mentre il compostaggio sì

                Odisseo
                (E d'un tratto capii che il pensare è per gli stupidi, mentre i cervelluti si affidano all'ispirazione. (cit. Arancia meccanica) - Ma se quella non arriva, il cervelluto stà inguaiato assai (Odisseo - Gigantosaurus Carinii Patagoniae)

                Commenta


                • #9
                  A scopo dimostrativo nel giardino del mio palazzo hanno portato 6Mc di compost.
                  Ora ogni 15GG dobbiamo togliere, in mezzo ai fiori, delle erbacce alte 1m, mai viste prima dalle mie parti.
                  Però devo ammettere che se lo scopo fosse quello di fare biomassa... comunque molto, molto umida...

                  Commenta

                  Attendi un attimo...
                  X
                  TOP100-SOLAR