annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il miracolo delle arance abbandonate in Costarica.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il miracolo delle arance abbandonate in Costarica.

    Il miracolo delle arance abbandonate in Costarica. "Cosi da un terreno morto e nata una foresta" - Repubblica.it
    "Così da un terreno morto è nata una foresta"
    Le bucce furono scaricate da un azienda che poi perse una causa e se ne andò: in sedici anni l'incredibile trasformazione

    ...anche nel mio terreno nascono,senza che io faccia nulla,noci,castagni,noccioli,pomodori da piante precedenti con altre invece non c'è nulla da fare...

  • #2
    Confermo anche io nel mio terreno dove crescono delle piante di arancio , lascio il prodotto inutilizzato nel terreno . Non ho mai concimato nulla nel mio terreno , ne usato concime organico ne inorganico , ma le piante danno ogni anno i frutti e l'erba cresce rigogliosa da doverla tagliare 4 volte l'anno .
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

    Commenta


    • #3
      A parte che l'erba rigogliosa la tagli almeno dieci volte (e non quattro) all'anno perchè altrimenti non è rigogliosa, hai capito di che si parla?
      Hanno lasciato le bucce, hanno germogliato e creato una foresta di aranci... niente a che vedere col compost e con l'humus dei frutti caduti che concimano le piante.

      Commenta


      • #4
        L'articolo non dice che sono nati alberi di arancio , ad ogni modo la funzione importante l'hanno svolta la concimazione organica delle bucce .



        Da un terreno praticamente morto era nata una foresta piena di alberi e arbusti così rigogliosa da dover "penetrare perfino con il machete in alcuni punti". Il tutto a costo zero, dato che la natura aveva fatto da sola: "E' una vittoria per tutti" affermano i ricercatori. Le bucce d'arancia "hanno arricchito il terreno delle foreste tropicali in maniera impressionante - conclude Choi - e l'idea che possiamo aiutare a ricreare una foresta che abbiamo perso in un modo che risparmia i soldi di tutti è emozionante".
        Secondo un altro autore della ricerca, il professore di ecologia e biologia evolutiva di Princeton David Wilcove, "se nel mondo le aziende private e le comunità ambientali lavorassero di più insieme sono certo che si troverebbero molte altre opportunità per utilizzare gli "avanzi" della produzione alimentare industriale in aiuto alle foreste. E' la migliore forma di riciclaggio possibile.

        X living
        per tua informazione io taglio l'erba 4 volte in primavera-estate in Sicilia .
        Ad Agosto se non innaffi non cresce nulla .
        Nel periodo autunnale e invernale , si preferisce lasciare l'erba che cresce bassa , come protezione per il freddo nella zone sotto l'Etna .
        Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X
        TOP100-SOLAR