annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

VEGETARIANESIMO

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • VEGETARIANESIMO

    Che ne pensate a riguardo?<br>Sarebbe un toccasana per molti studiosi ed associazioni,per debellare in maniera notevole i problemi legati all&#39;ambiente.<br><br>

  • #2
    Ciao,<br>Il corpo umano ha bisogno di aminoacidi derivati dall&#39;ingestione di fonti proteiche.<br>Le proteine di origine vegetale oltre ad avere un basso valore biologico (BV) hanno un profilo aminoacidico incompleto.<br>Si può <b>sopravvivere</b>, ma non si può <b>vivere</b> in modo puramente vegetariano.<br><br>Pace&#33;<br>Gym
    Dal giorno 08/02/2017 questo account è inattivo.
    Per favore non inviate alcun messaggio (soprattutto mail) al sottoscritto riguardante questo Forum poiché non otterrete alcuna risposta.
    Grazie!

    Commenta


    • #3
      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Si può sopravvivere, ma non si può vivere in modo puramente vegetariano</div></div><br>Ciao.<br>Avevo aperto una discussione dal titolo (credo) &quot;uno straordinario risparmio di energia&quot; in cui parlavo proprio di questo.<br>Sicuramente non mangiare carne consente di risparmiare tantissimo: acqua terra, risorse ecc.<br>Non sono d&#39;accordo sul fatto che i vegetariani si limitino a sopravvivere. Suggerirei di andare a vedere quello che dicono i medici, con tutto il rispetto per le opinioni del nostro Gymania, al quale ricordo che uno sportivo tipo Carl Lewis era (è) vegano, ovvero non solo non mangia carne e pesce, ma neanche derivati animali (no uova, latte ecc.).<br><br>I gorilla - simili a noi al 98% - sono forse debolucci? Gli elefanti vivono poco? I tori si reggono a malapena sulle zampe?<br><br>Meditate gente, meditate...<br><br>F.

      Commenta


      • #4
        Forse regge il confronto coi gorilla.... non certo con degli erbivori che hanno avuto centinaia di migliaia di anni di evoluzione per adattarsi&#33; Se avessi quattro stomaci come i bovini, certamente potrei mangiare l&#39;erba pure io.

        Commenta


        • #5
          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">certamente potrei mangiare l&#39;erba pure io</div></div><br>Ok, limitiamoci ai confronti con i primati: comunque nessun vegetariano mangia solo &quot;erba&quot;, ed è proprio dall&#39;analisi delle caratteristiche morfologiche del corpo umano che si deduce che è essenzialmente un animale frugivoro (semi e frutta). Non abbiamo l&#39;intestino dei carnivori&#33;<br><br>Ciao.

          Commenta


          • #6
            Beh, non abbiamo nemmeno le caratteristiche degli erbivori. Anzi la caratteristica di base del nostro sistema visivo e quella del carnivoro evoluto: occhi paralleli, visione a campo relativamente ristretto ma sensibile al movimento, cervello in grado di tridimensionalizzare la visione per la &quot;mira&quot;, controllo sofisticatissimo della muscolatura del collo (siamo in grado di mantenere lo sguardo perfettamente fisso su un punto bersaglio anche in frenetico movimento, come i cannoni del carri armati USA) che rende evidente come, in ambiente selvaggio, il nostro corpo era perfettamente in grado di agire come predatore. Inoltre la passione innata per i surrogati della caccia (molti sport, calcio in primis) che parte della nostra specie mantiene è prova evidente dei reali istinti che ci portiamo dietro.<br>In realt&agrave; siamo onnivori. Quindi una categoria superiore sia agli erbivori, sia ai carnivori puri (su cui abbiamo molti vantaggi evolutivi). E siamo in grado di utilizzare molto efficientemente l&#39;energia ottenibile sia da vegetali che da animali.<br><br>Questo non c&#39;entra granchè sulle scelte alimentari personali. Era solo per precisione e per chiarire qualche leggenda metropolitana che ogni tanto appare.<br>Comunque l&#39;idea che si salvi il mondo convertendoci al vegetarianesimo la vedo anche più ardua della decrescita. Massimo rispetto, ma sano scetticismo. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/14e7cb94e72aa6041598ae7663082989.gif" alt=""><br><br>P.S. Comunque è scientificamente dimostrato che le forme più estreme di vegetarianesimo comportano carenze. La B12 ad es. non si ottiene in altro modo, ed i vegani la assumono con integratori (che immagino siano fabbricati con frammenti meteorici o per partenogenesi spontanea... boh&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/92b913886b9af94519686ea21e928c42.gif" alt=":P"> )
            “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
            O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

            Commenta


            • #7
              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (livingreen @ 10/10/2007, 09:50)</div><div id="quote" align="left">Forse regge il confronto coi gorilla.... non certo con degli erbivori che hanno avuto centinaia di migliaia di anni di evoluzione per adattarsi&#33; Se avessi quattro stomaci come i bovini, certamente potrei mangiare l&#39;erba pure io.</div></div><br>I maiali e i cavalli sono erbivori non ruminanti.

              Commenta


              • #8
                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (BrightingEyes @ 10/10/2007, 11:11)</div><div id="quote" align="left">Comunque l&#39;idea che si salvi il mondo convertendoci al vegetarianesimo la vedo anche più ardua della decrescita. Massimo rispetto, ma sano scetticismo. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/20ce90c62e4a5e7b5f95b7cd7c00f5f5.gif" alt=""></div></div><br>Estrema sintesi di un pensiero che ci accomuna&#33;<br><br>Mi permetto di aggiungere che semmai il problema vero è che noi occidentali onnivori introitiamo cibo in quantit&agrave; di gran lunga superiori al nostro reale fabbisogno.<br>Cibo che non ci procacciamo da soli e che viene ricavato e preparato con energia proveniente da fonti fossili.<br><br>E lo dico pure colpevolmente in quanto il mio lavoro consiste proprio nel far spendere quel surplus al prossimo... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2f3517da1187b7e2af8949194551aeeb.gif" alt=""><br><br>Pace&#33;<br>Gym
                Dal giorno 08/02/2017 questo account è inattivo.
                Per favore non inviate alcun messaggio (soprattutto mail) al sottoscritto riguardante questo Forum poiché non otterrete alcuna risposta.
                Grazie!

                Commenta


                • #9
                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (gymania @ 10/10/2007, 00:12)</div><div id="quote" align="left">Si può <b>sopravvivere</b>, ma non si può <b>vivere</b> in modo puramente vegetariano.</div></div><br>si può vivere eccome....allo stesso modo di chi mangia carne. Ormai questi scetticismi non dovrebbero più esistere.....che sia utopico un mondo &quot;veg*ano&quot; non ci piove, ma comunque è evidente il notevole risparmio di risorse che si avrebbe.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (gymania @ 10/10/2007, 00:12)</div><div id="quote" align="left">Le proteine di origine vegetale oltre ad avere un basso valore biologico (BV) hanno un profilo aminoacidico incompleto.</div></div><br>Se prendiamo gli alimenti singolarmente si, ma si può facilmente colmare questo deficit abbinando ad esempio legumi con cereali, ecc....<br>

                  Commenta


                  • #10
                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (sssuper @ 10/10/2007, 20:01)</div><div id="quote" align="left">questi <b>scetticismi</b> non dovrebbero più esistere...</div></div><br>Scetticismi?<br>Hai sottomano il profilo aminoacidico dei ceci o dei fagioli?<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (sssuper @ 10/10/2007, 20:01)</div><div id="quote" align="left">Se prendiamo gli alimenti singolarmente si, ma si può facilmente colmare questo deficit abbinando ad esempio legumi con cereali, ecc....</div></div><br>E la B12 da dove caz.. pita la tiri fuori?<br><br>Ora mi dai i riferimenti scientifici di questa tua affermazione&#33;<br>Voglio dati certi e studi seri e recenti, please.<br><br>Mo&#39; vediamo...<br><br>Per aiutare veramente il pianeta mangiamo meglio, ma sopratutto <b>mangiamo di meno</b>&#33;<br><br>Pace&#33;<br>Gym
                    Dal giorno 08/02/2017 questo account è inattivo.
                    Per favore non inviate alcun messaggio (soprattutto mail) al sottoscritto riguardante questo Forum poiché non otterrete alcuna risposta.
                    Grazie!

                    Commenta


                    • #11
                      Questo è un argomento che, su xmx.forumcommunity si presenta periodicamente, più o meno, con gli stessi argomenti<br><br>Quindi taglio corto, questo è il link alla sezione di xmx<br><a href="http://xmx.forumcommunity.net/?f=241322" target="_blank">http://xmx.forumcommunity.net/?f=241322</a><br><br>nelle ultime discussioni sono intervenuto più volte su questo tipo di argomenti, carenze, vegani e sportivi vari etc etc etc.....<br><br>Quì introduco un argomento più consono a questo forum<br><br>L&#39;allevamento è un sistema che i nostri progenitori hanno inventato per sfruttare fonti di cibo, altrimenti, non disponibili per il genere umano<br><br>Pensateci........<br><br>Enormi distese di prati, savane, erba...... assolutamente non commestibile per gli esseri umani<br>Gli animali possono muoversi insieme alle tribù, possono spostarsi da un terreno all&#39;altro, producono continuamente alimenti in forma concentrata<br><br>In pratica, i nostri antenati si sono trovati ad affrontare un problema analogo a quello delle attuali fonti &quot;rinnovabili&quot;, grandi quantit&agrave; di energia, troppo disperse e diluite per essere utilizzabili o, proprio inutilizzabili<br>Loro l&#39;hanno risolta in questa maniera, hanno domesticato degli animali, li hanno selezionati, li hanno allevati<br><br>Non vedo perchè rinunciarvi<br><br>Odisseo

                      Commenta


                      • #12
                        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (gymania @ 10/10/2007, 21:23)</div><div id="quote" align="left">Hai sottomano il profilo aminoacidico dei ceci o dei fagioli?</div></div><br>L&#39;ho gi&agrave; scritto prima&#33; non devi prendere i singoli elementi....<br>Si chiama mutua integrazione, gli aminoacidi essenziali di cui è carente ad esempio un fagiolo possono essere compensate dalla combinazione con la pasta, creando il giusto apporto. Nulla di nuovo.<br><br>Nessuna dieta è perfetta&#33; ognuno sceglie quella che si sente, l&#39;importante è farlo con intelligenza, ad esempio come dici non esagerare con la carne, o, in quella vegetariana, stare attenti alle combinazioni. Nessuna è meglio o peggio dell&#39;altra (dal punto di vista della salute)<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (gymania @ 10/10/2007, 21:23)</div><div id="quote" align="left">E la B12 da dove caz.. pita la tiri fuori?</div></div><br>Questo è un problema dei vegani, non dei vegetariani.<br><br>

                        Commenta


                        • #13
                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Non vedo perchè rinunciarvi</div></div><br>Perché non hai mai visto un macello, ecco perché.

                          Commenta


                          • #14
                            Sssuper,<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (sssuper @ 11/10/2007, 00:32)</div><div id="quote" align="left">Nessuna dieta è perfetta&#33; ognuno sceglie quella che si sente, l&#39;importante è farlo con intelligenza...<br><br>...è un problema dei vegani, non dei vegetariani.</div></div><br>Ok, quindi anche uova e latte. E allora sono <i>abbastanza</i> d’accordo.<br>Esiste anche una importante risposta ormonale ai vari cibi, ma questa è una trattazione che lascio fare a chi è indubbiamente più esperto di me.<br><br>Poi ripeto, massimo rispetto per tutte le forme di alimentazione, ma sano scetticismo come diceva BrightingEyes, (che è molto titolato in materia, lo ricordo io visto che lui non lo ha detto) <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3d005eca0c5f52c8c470a0341ba8af90.gif" alt=""><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (francescomat @ 11/10/2007, 09:11)</div><div id="quote" align="left">Perché non hai mai visto un macello, ecco perché.</div></div><br>Francescomat,<br>perfettamente d&#39;accordo, è immorale&#33;<br>Ma allora è anche immorale la stimolazione sensoriale avicola per l&#39;iperproduzione di uova.<br>Una mia cara amica è medico veterinario.<br>Tempo fa mi parlò di allevamenti di pollame in cui si ricreano artificialmente due albe e due tramonti al giorno per avere il doppio delle uova.<br>Uno di questi allevatori &quot;furboni&quot; aveva elevato i cicli a tre e le galline morivano letteralmente di infarto.<br><br>Quindi torno a ripetermi: <b>la soluzione è la riduzione del surplus calorico individuale</b>.<br>Senza costrizioni ovviamente, ma attraverso una corretta informazione, ciascuno consapevolmente.<br>Non si spreca energia preziosa, si risparmiano inutili morti di animali e sopratutto se ne guadagna in salute.<br><br>Pace&#33;<br>Gym<br><br><span class="edit">Edited by gymania - 11/10/2007, 11:31</span>
                            Dal giorno 08/02/2017 questo account è inattivo.
                            Per favore non inviate alcun messaggio (soprattutto mail) al sottoscritto riguardante questo Forum poiché non otterrete alcuna risposta.
                            Grazie!

                            Commenta


                            • #15
                              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Ma allora è anche immorale la stimolazione sensoriale avicola per l&#39;iperproduzione di uova.</div></div><br>Perfettamente d&#39;accordo&#33;<br>Ho una cognata che vive vicino ad un allevamento di galline, e potrei raccontare cose voi umani non potreste immaginare (pulcini maschi tritati vivi; cadaveri abbandonati assieme agli altri animali; taglio del becco; ecc.)<br>Infatti i vegani rifiutano anche i derivati degli animali proprio per questi motivi.<br>Tuttavia, dato che bisogna sopravvivere, e bisogna avere senso pratico, penso che si possa riuscire a trovare una forma di coesistenza con gli animali che preveda un loro moderato sfruttamento in condizioni di vita accettabili.<br>Mangiare meno, sprecare meno risorse e causare meno dolore ad essere senzienti (ovvero che sanno cos&#39;è la paura ed il dolore).<br><br>Pace per tutti, non solo per gli esseri umani&#33;

                              Commenta


                              • #16
                                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (francescomat @ 11/10/2007, 11:25)</div><div id="quote" align="left">Tuttavia, dato che bisogna sopravvivere, e bisogna avere senso pratico, penso che si possa riuscire a trovare una forma di coesistenza con gli animali che preveda un loro moderato sfruttamento in condizioni di vita accettabili.<br>Mangiare meno, sprecare meno risorse e causare meno dolore ad essere senzienti (ovvero che sanno cos&#39;è la paura ed il dolore).<br><br>Pace per tutti, non solo per gli esseri umani&#33;</div></div><br>Eh&#33; Ma ti qui ti quoto a piene mani&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/940b77d89676dbef46da78d554f6dd32.gif" alt=""><br>Sai qual&#39;è il vero problema secondo me che suscita le comprensibili reazioni vegetariane e vegane? L&#39;assoluto disprezzo per la vita animale intesa ormai solo come un &quot;prodotto&quot; da produrre, imballare e vendere al minor costo possibile nella maggior quantit&agrave; possibile.<br>E&#39; sull&#39;industrializzazione di un settore che non potrebbe essere per natura industrializzabile che si fondano molti problemi. Certo la crudelt&agrave; di molti metodi, ma non scordiamoci gli enormi rischi sanitari (vitelli agli ormoni o agli antibiotici, mucche pazze, epidemie) e anche i rischi alimentari. E&#39; assolutamente vero che il consumo eccessivo (cioè il nostro attuale) di carne non è che faccia straordinariamente bene.<br>Da qui a infliggersi rinunce penitenziali ce ne passa, almeno per la stragrande maggioranza della gente, ma sarebbe ora di cambiare questa situazione.<br><br>Gi&agrave;... come? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/15ebd1956c1f9d4ac30a1c62c07f2617.gif" alt=":wacko:"><br><br>E&#39; evidente che pure gli allevatori devono sopravvivere e senza metodi di allevamento industriale non c&#39;è speranza di tenere prezzi competitivi. Una strada sarebbe quella di premiare in qualche modo concreto chi decide di allevare naturalmente (polli nell&#39;aia e mucche al pascolo per intenderci&#33 senza utilizzo di qualsivoglia intruglio ed in modo del tutto trasparente.<br>Certo, molta gente è disposta a spendere qualcosina in più per ottenere prodotti naturali e di qualit&agrave;, ma anche così ci sono ancora forti limiti per un allevatore che voglia gettarsi nell&#39;avventura.<br>Da parte mia ho pensato che si potrebbe &quot;collegare&quot; due campi: quello dell&#39;energia e quello dell&#39;agricoltura, per ottenere la sintesi perfetta.<br><br>Infatti uno dei settori più promettenti energeticamente parlando è quello dell&#39;agrienergia. Dalla coltivazione delle biomasse, ai biocarburanti, ma anche le FER come eolico e fotovoltaico, tutto questo abbisogna di spazi e competenze he solo gli agricoltori ormai possono avere.<br>Colleghiamo allora gli incentivi in modo da ottenere una sinergia.<br>Mi spiego: perchè obbligare il contadino a costruire megastalle superattrezzate dove torturare gli animali (e garantisco, sono proprio gli allevatori i primi a non vedere di buon&#39;occhio questa industrializzazione&#33 abbandonando campi che non possono più produrre i pochi prodotti ancora lucrosi e concentrandosi su pochi appezzamenti superirrigati, superfertilizzati, superavvelenati necessari a raggranellare due soldi (magari di contributi UE)?<br>Un agricoltore potrebbe decidere di investire in un campo di pannelli FV (in Germania è ormai una moda per gli agricoltori). Bene, gli garantiamo uina tariffa agevolata. Decide poi di allevare solo biologico e di aprirsi ai cntrolli del caso? Bene la tariffa raddoppia. Decide poi di coltivare solo alimenti bio e non utilizzare antiparassitari chimici? Bene la tariffa triplica.<br>E&#39; un esempio banalizzato per semplificare ovviamente, ma il succo è questo: Rendiamo la coltura energetica il vero business e torniamo a lasciare all&#39;agricoltore la libert&agrave; (e l&#39;ogoglio&#33 di produrre alimenti sani, in modo sano, senza strangolarlo nella morsa della concorrenza dei megaallevamenti. Anche i problemi energetici ne avrebbero un beneficio.<br><br>Nella mia infanzia ho visto spesso uccidere buoi e tori nel macello di un paese del basso Piemonte dove stavo in villeggiatura. E&#39; un momento poco simpatico, ma ricordo perfettamente l&#39;allevatore che metteva personalmente la benda sul muso dell&#39;animale e gli dava l&#39;ultima pacca di saluto prima che il macellaio appogiasse la pistola ad aria alla fronte. Si tratta sempre di uccidere un essere vivente, è vero, ma c&#39;è modo e modo&#33; E quella carne era un&#39;altra cosa rispetto a quella della Coop&#33;<br><br><br>
                                “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                Commenta


                                • #17
                                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (francescomat @ 11/10/2007, 09:11)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Non vedo perchè rinunciarvi</div></div><br>Perché non hai mai visto un macello, ecco perché.</div></div><br>Ti sbagli.<br><br>In ogni caso, credevo che ne facessi un discorso di merito e non il solito panegirico sui poveri animali che soffrono a causa nostra (cattivi esseri umani crudeli)<br><br>Perchè ???<br>Per il semplice motivo che sono stati selezionati ed allevati solo per quello scopo<br><br>Mettiamo che non li macelli, cosa fai ??<br>Li lasci brucare liberi e felici sui verdi pascoli che si stendono a perdita d&#39;occhio ????<br>Quindi, a parte la mazzata a tutti coloro che lavorano nel settore, non potrai utilizzare i verdi pascoli, perchè ci sono gli animali che brucano felici<br><br>A parte il fatto che gli animali da allevamento, camperebbero poco, fuori dall&#39;allevamento, non sono più in grado di sopravvivere autonomamente<br><br>Odisseo

                                  Commenta


                                  • #18
                                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">In ogni caso, credevo che ne facessi un discorso di merito e non il solito panegirico sui poveri animali che soffrono a causa nostra (cattivi esseri umani crudeli)</div></div><br>Entrambe le cose: risparmio e diminuzione della crudelt&agrave;.<br>Per quanto riguarda il &quot;solito panegirico&quot;, a parte il fatto che non mi sembra che la cultura generale ne faccia molto, viste le facce felici delle mucche sulle scatolette di carne, penso che un concetto se è vero non diventa meno vero perché viene ripetuto tante volte.<br><br>Dovresti imparare ad esercitarti di più sulla piet&agrave;, anche nei confronti dei non umani, amico mio.<br><br>Ma qui andiamo veramente OT.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Ciao a tutti.<br>Il nostro stomaco e&#39; simile a quello dei primati ed ha il duodeno, e&#39; lungo circa 11-12 metri. I primato sono essenzialmente frugivori (fruttariani) ma mangiano anche tuberi ed erbe. (per me prima conferma)Secondo me e&#39; una truffa perpetrata all&#39;uomo a scopo di lucro la definizione di onnivoro. I carnivori invece hanno lo stomaco corto, 3 metri, ed hanno l&#39;enzima uricasi che scinde l&#39;acido urico contenuto nelle carni (l&#39;uomo non ce l&#39;ha tale enzima: per me seconda conferma). L&#39;acido urico in un pezzo di carne di 100gr crudo e&#39; presente in quantita&#39; di 5 grammi. Per disperdere 1 grammo di acido urico l&#39;organismo abbisogna di circa 9 litri d&#39;acqua, per cui per una persona media impiega mediamente 4-5 giorni per scindere 1 grammo di acido urico e circa 25 giorni per la bistecca. Secondo uno studio di Berg Ragnard, la carne, uova, pane,farine, cereali, alcool sono alimenti acidificanti: significa che all&#39;atto della digestione vengono usati i minerali alcalini presenti nel corpo per neutralizzare la soluzione troppo acida che si forma. A questo segue una acidificazione dei tessuti e del liquido extracellulare: questo comporta il sorgere di molte malattie dovute ad una errata alimentazione. Secondo le tabelle di Berg invece quasi tutta la frutta e quasi tutta la verdura sono alimenti alcalinizzanti: ovvero sottraggono i minerali acidi dai tessuti perche&#39; la soluzione digestiva essendo molto basica deve essere neutralizzata con elementi acidi. Ricercatori contemporanei hanno scoperto che i cibi si distinguono in 4 categorie: acid,basici,acidificanti ed alcalinizzanti. Se confrontate le tabelle di Berg con le tabelle degli alimenti alcalinizzanti scoprirete che i cibi in questione sono gli stessi: e questa e&#39; una terzaa conferma che la nostra alimentazione e&#39; errata. Quando il corpo riposa, avviene il processo di eliminazione delle scorie sia per via urinaria sia per via fecale: se misurate il pH della vostra urina al mattino verificherete che essa e&#39; acida (ph5.5), l&#39;urina di un neonato alla mattina risulta abbastanza basica (pH 8.5). E con questo direte? Semplice, il neonato si nutre del latte materno (alimentazione naturale) che e&#39; composto dal 92% di acqua, 2% di proteine ed il resto di zuccheri. (per me questa e&#39; una quarta conferma)Per esempio un vitello che e&#39; stato svezzato mangia solo erba: ma quell&#39;alimentazione naturale lo fa diventare una bella vacca senza ingerire proteine di alcun genere; dandogliele si ottiene una mucca malata, una mucca pazza.(per me questa e&#39; una quinta conferma: in natura la mucca non ha la malattiadella mucca pazza) Se cominciate una dieta di transizione dalla vostra dieta onnivora ad una frugivora noterete che dopo un po&#39; di tempo la vostra urina avra&#39; un pH meno acido e voi vi sentirete meglio (tranne in quei giorni che il corpo si ripulisce dalle scorie che entrano nella circolazione sanguigna). (per me questa e&#39; una sesta conferma)Adesso diro&#39; una cosa che molti di voi respingeranno: io tratto la Bibbia come un libro storico, dalla Genesi si scopre questo: DIO diede all&#39;uomo come cibo &quot;Tutti i frutti che danno seme e tutte le erbe che danno seme&quot;.(per me questa e&#39; una settima conferma) Questa dieta che DIO diede all&#39;uomo dovrebbe essere considerata come la dieta naturale dell&#39;uomo, la dieta che toglie all&#39;uomo le malattie da alimentazione errata. Secondo me il peccato originale e&#39; appunto il fatto che l&#39;uomo comincio&#39; a mangiare gli animali invece di seguire la dieta naturale.<br>Per cui per me siamo fruttariani e la societa&#39; ci ha ingannati.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (albertogas @ 15/10/2007, 17:24)</div><div id="quote" align="left">Ciao a tutti.<br>Il nostro stomaco e&#39; simile a quello dei primati ed ha il duodeno, e&#39; lungo circa 11-12 metri. I primato sono essenzialmente frugivori (fruttariani) ma mangiano anche tuberi ed erbe. (per me prima conferma)Secondo me e&#39; una truffa perpetrata all&#39;uomo a scopo di lucro la definizione di onnivoro. I carnivori invece hanno lo stomaco corto, 3 metri, ed hanno l&#39;enzima uricasi che scinde l&#39;acido urico contenuto nelle carni (l&#39;uomo non ce l&#39;ha tale enzima: per me seconda conferma)...</div></div><br>Ciao.<br><br>Diciamo che le prime due conferme peccano un pò di precisione, sulle altre non mi pronuncio per incompetenza. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/45f81b89e37f8272aad2b0e4bdc8cef2.gif" alt=":P"><br>L&#39;apparato digerente degli erbivori è molto diverso da quello umano e più complicato. Questo per un motivo semplicissimo, gli erbivori devono riuscire a digerire la cellulosa, cosa che l&#39;uomo NON può fare (nè in un&#39;ora nè in 10 giorni).<br>La seconda conferma conferma solo che l&#39;uomo non ha un&#39;alimentazione obbligata (un carnivoro anche carico di uricasi sino alle orecchie morirebbe miseramente di stenti a nutrirsi di erba e radici, l&#39;uomo no&#33, ma è &quot;costruito&quot; dalla natura per nutrirsi di poca carne e di tutto il resto che trova. Insomma è un onnivoro. Categoria perfettamente reale ed evolutivamente superiore sia agli erbivori sia ai carnivori <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3e98523b2e3cb13f61760ac902ff95f4.gif" alt=""><br>Sul fatto che il latte materno sia ottimo per il neonato non credo ci siano dubbi. Ma i vegani rifiutano pure il latte... o sbaglio?<br><br>Come ho gi&agrave; detto è molto probabile che una dieta quasi-vegetariana (pochissima carne, molta frutta e verdura) sia decisamente consigliabile per la salute. E&#39; un fatto scientificamente assodato, ma nulla prova che il vegetarianesimo radicale o addirittura il veganesimo siano il segreto della longevit&agrave;. Pur col massimo rispetto delle persone che scelgono questo tipo di alimentazione, non credo ci sia bisogno di improbabili conferme pseudoscientifiche per giustificarla.<br>
                                        “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                        O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                        Commenta


                                        • #21
                                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (BrightingEyes @ 15/10/2007, 19:03)</div><div id="quote" align="left">Diciamo che le prime due conferme peccano un pò di precisione, sulle altre non mi pronuncio per incompetenza. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/178053e7d050856e1365462ee56a0305.gif" alt=":P"><br>L&#39;apparato digerente degli erbivori è molto diverso da quello umano e più complicato. Questo per un motivo semplicissimo, gli erbivori devono riuscire a digerire la cellulosa, cosa che l&#39;uomo NON può fare (nè in un&#39;ora nè in 10 giorni).</div></div><br>Non direi, solo l&#39;apparato digerente dei ruminanti (es. bovini, capre, pecore) è in effetti molto diverso dal nostro. Nei prestomaci di questi animali la flora batterica e la fauna protozoaria digeriscono la cellulosa...e non solo, sintetizzano vitamine, specialmente del gruppo B, ad esempio. Ma ci sono erbivori monogastrici, proprio come l&#39;uomo, ad esempio cavalli e maiali. Nel loro digerente e precisamente nel cieco e nel colon avvengono più o meno le medesime fermentazioni digestive, e così alla fine possono assorbire i prodotti derivanti dalla cellulosa, oltre alle vitamine.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Lolio @ 15/10/2007, 22:10)</div><div id="quote" align="left">..e così alla fine possono assorbire i prodotti derivanti dalla cellulosa, oltre alle vitamine.</div></div><br>Può essere abbiano un apparato molto più simile al nostro (la variabilit&agrave; delle specie è enorme), ma resta il fatto di fondo che un umano non può digerire la cellulosa, cosa che fanno pressochè tuti gli erbivori. Poi magari ci saranno erbivori adattati a nutrirsi di vegetali senza cellulosa, ma ciò non toglie che l&#39;uomo non è evidentemente un erbivoro obbligato. Così come la mancanza o carenza di alcuni enzimi abbondanti nei carnivori lo differenziano dai carnivori obbligati.<br>In poche parole è e resta un onnivoro. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/79f1f4e0bd5fd942f7c91496c2e4d4b6.gif" alt=""><br>
                                            “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                            O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Ciao, infatto l&#39;uomo non e&#39; ne erbivoro ne folivoro e non puo&#39; digerire la cellulosa. Ma le verdure a gamba verde non contengono cellulosa (es. insalata verde) , e nemmeno la frutta. L&#39;uomo e&#39; frugivoro e lo conferma sia la conformazione dentaria e sia la conformazione digestiva. Ripeto, gli unici animali che hanno il nostro stesso tipo di apparato digerente sono le scimmie: tutti gli altri animali hanno un apparato digestivo diverso. Le scimme sono frugivore ed hanno lo stesso tipo di conformazione dentaria e lo stesso tipo di apparato digerente. Ricercate in rete le Tabelle di Ragnard Berg e scoprirete quali sono le verdure e la frutta che l&#39;umo puo&#39; mangiare senza inacidirsi i tessuti: quelli sono i cibi della dieta naturale umana, gli altri sono solo business. Oppure ricercate &quot;uomo onnivoro&quot; e trovate degli studi che in base al peso, superficie dell&#39;intestino,tipo dell&#39;intestino ed altri parametri mettono l&#39;uomo in stretta parentela con i frugivori.<br><br>Scusate mi dimenticavo una cosa: l&#39;uomo e&#39; l&#39;unico essere vivente che beve il latte degli altri animali dopo che e&#39; stato svezzato. In natura non esistono animali svezzati che bevono il latte materno di altri animali.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (albertogas @ 16/10/2007, 09:14)</div><div id="quote" align="left">Ciao, infatto l&#39;uomo non e&#39; ne erbivoro ne folivoro e non puo&#39; digerire la cellulosa. Ma le verdure a gamba verde non contengono cellulosa (es. insalata verde) , e nemmeno la frutta. L&#39;uomo e&#39; frugivoro e lo conferma sia la conformazione dentaria e sia la conformazione digestiva. Ripeto, gli unici animali che hanno il nostro stesso tipo di apparato digerente sono le scimmie: tutti gli altri animali hanno un apparato digestivo diverso. Le scimme sono frugivore ed hanno lo stesso tipo di conformazione dentaria e lo stesso tipo di apparato digerente. Ricercate in rete le Tabelle di Ragnard Berg e scoprirete quali sono le verdure e la frutta che l&#39;umo puo&#39; mangiare senza inacidirsi i tessuti: quelli sono i cibi della dieta naturale umana, gli altri sono solo business. Oppure ricercate &quot;uomo onnivoro&quot; e trovate degli studi che in base al peso, superficie dell&#39;intestino,tipo dell&#39;intestino ed altri parametri mettono l&#39;uomo in stretta parentela con i frugivori.<br><br>Scusate mi dimenticavo una cosa: l&#39;uomo e&#39; l&#39;unico essere vivente che beve il latte degli altri animali dopo che e&#39; stato svezzato. In natura non esistono animali svezzati che bevono il latte materno di altri animali.</div></div><br>Due considerazioni:<br>Lo scimpanzè caccia e si nutre di altre scimmie.<br>Il mio gatto beve latte di mucca e sembra gradirlo molto.<br>Ciao

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Gli scimpanze&#39; sono vegetariani, poi che per sopravvivere uccidano o si nutrano di altre scimmie e&#39; un fatto ambientale ma non naturale: dipende sempre dalla loro volonta&#39;, come nell&#39;uomo fare determinate cose o meno. Spero non crederai alla bufala che gli animali abbiano esclusivamente un comportamento instintivo.<br>Un&#39; altra considerazione: la mia cagnolina beveva latte di mucca, mangiava la pastasciutta, riso,carne,gelato e dolciumi. Ha avuto il diabete ed e&#39; morta di cancro. Queste sono le conseguenze di una dieta non naturale. Gli animali domestici che vivono meno dei loro padroni di solito muoiono delle malattie che avranno con alta probabilita&#39; i loro padroni. Per cui se vuoi bene al tuo gatto dagli solo carne fresca, niente crocchette, biscottini,pate&#39; e quant&#39;altro si vende oggi per il pet-business.<br><br>Comunque, se in casa avete delle vecchie enciclopedie sugli animali andate a vedervi la classificazione in base ai comportamenti alimentari.<br><br>Ciao

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    L&#39;assimilazione del lattosio è possibile grazie ad un enzima specifico presente in tutti i mammiferi (pre-svezzamento). Dopo lo svezzamento quest&#39;enzima scompare naturalmente e diventa impossibile continuare a digerire il latte. Si è visto però che alcuni mammiferi, soprattutto continuando ad integrare il latte nella loro dieta, anche in et&agrave; adulta mantengono questa caratteristica. Questi mammiferi sono: l&#39;uomo, il gatto e il maiale.<br>Dare il latte ad un cane è notorio che faccia male.<br>Ciao<br>

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Ciao, solo alcuni adulti riescono ad assimilare il lattosio. Molti sono allergici sia al latte che ai suoi derivati: tra cui io. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/74efc57089b3ad33c00630ffb987738d.gif" alt=""> Comunque in natura non esiste il gatto adulto che beve il latte: e&#39; l&#39;uomo che glielo procura e se non ci fosse l&#39;uomo, al gatto non passerebbe per la testa di bersi il latte di un altro mammifero e nemmeno ne avrebbe l&#39;opportunita&#39; e possibilita&#39; di procurarselo. Possiamo girarci intorno finche&#39; vuoi su questo particolare, pero&#39; se elimini l&#39;uomo che addomestica gli animali, questi sanno gia&#39; per natura che cibo scegliere.Solo quando sono selvaggi (allo stato naturale) bisogna osservarne le abitudini alimentari perche&#39; sono quelle naturali. Il problema e&#39; che l&#39;uomo, oltre a non rispettare la sua dieta naturale, molte volte ne priva anche i propri animali imponendone una a suo piacimento senza conoscere le vere naturali necessita&#39;.<br><br>Ciao

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Al di l&agrave; di ogni personale considerazione, bisogna tener presente che sia gli animali sia noi siamo il risultato di milioni di anni di evoluzione naturale.<br>Con la differenza che nell&#39;animale è stato fondamentalmente un puro fattore ambientale, mentre la nostra evoluzione è stata indotta principalmente da fattori culturali.<br>Forse anticamente eravamo carnivori, forse erbivori, ma ora abbiamo sviluppato entrambe le caratteristiche.<br>Quindi, scelte individuali a prescindere, siamo tutti potenzialmente onnivori.<br><br>Pace&#33;<br>Gym
                                                        Dal giorno 08/02/2017 questo account è inattivo.
                                                        Per favore non inviate alcun messaggio (soprattutto mail) al sottoscritto riguardante questo Forum poiché non otterrete alcuna risposta.
                                                        Grazie!

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Ciao. Io non sto discutendo sulle scelte individuali alimentari di ognuno di noi: per me uno puo&#39; essere quello che vuole,come vuole e quando vuole. Io ho solo raccolto delle info (per me alcune di queste info sono delle prove) e le ho postate qui per tutti. Poi ognuno ha il diritto di alimentarsi con quello che vuole e con quello che gli piace. Secondo me queste informazioni sono molto importanti, cosi&#39; importanti che dopo 5 mesi di dieta,6 giorni di digiuno,17 Kg persi, ho deciso da 2 mesi a questa parte di alimentarmi con frutta e verdura a pranzo e a cena. Devo dire che non mi sento per niente stanco e debole: anzi sono tornato quasi in forma e nelle due partitelle di calcetto settimanali ho riscontrato di avere aumentato la mia resistenza allo sforzo. Da quando ho cambiato alimentazione sto misurando il pH dell&#39;urina al mattino con un pHmetro digitale della Hanna Instruments ed il risultato e&#39; stato che dal valore medio di ph 5.5 adesso dopo due mesi e&#39; salito a pH 6,5 (con picchi anche a pH 7.28). Questo risultato concorda con la teoria della dieta alcalinizzante i cui cibi sono elencati nelle tabelle di Berg Ragnard in cui vengono divisi in acidificanti ed alcalinizzanti. (non e&#39; un caso che i cibi alcalinizzanti siano frutta e verdura gli stessi cibi della dieta naturale dei frugivori?) Poi pensando a molti sistemi di cura alternativa come assunzione di Ascorbato di Potassio e Cloruro di Magnesio questi potrebbero funzionare per il semplice fatto che vengono reintegrati i minerali alcalini persi dall&#39;organismo per la digestione e ripristinando l&#39;alcalinita&#39; naturale dei tessuti. Pero&#39; il problema principale e&#39; che l&#39;acidosi dei tessuti deriva principalmente dall&#39;errata dieta che l&#39;uomo persegue: proseguendo per questa strada i tessuti saranno cosi&#39; acidi che la soluzione extracellulare sara&#39; non confacente ad uno sviluppo sano delle cellule le quali soccomberanno sotto le loro stesse scorie e senza nutrimento. Io continuero&#39; questa mia esperienza fino a quando non avro&#39; raggiunto sia il peso forma sia il valore di pH 8.5 dell&#39;urina mattutina: poi mi faro&#39; un check up e vedremo i risultati penso tra altri 5 mesi (mi mancano altri 10-12 kg al traguardo del peso forma che e&#39; dai 78-82 kg).<br><br>

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            albertogas, non è mio desiderio polemizzare ad ogni costo. Quello che dici è parzialmente condivisibile, ma devi ammettere che la biologia animale si adatta alle risorse a disposizione. Prendi il panda: ha sviluppato una attitudine alimentare rivolta al bamboo arrivando ad averne una dipendenza completa, al punto da mettere a rischio la stessa sopravvivenza della specie (una scelta evolutiva terribilmente errata... ma sai: con il sen di poi son pien le fosse&#33. Ma possiamo dire che vale per tutti gli orsi?<br>Allo stesso modo la biologia umana si è adatta a quello che si mangiava (e si mangia). La dieta &quot;naturale&quot; non esiste, o meglio è in continua evoluzione.<br>Ciao<br>ps Il mio gatto mangia l&#39;erba per purgarsi. Non glielo certo insegnato io&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/6b52336f4ff12725c4ea37d4ab4c7668.gif" alt="">

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR