annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Climatizzazione naturale.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Climatizzazione naturale.

    Ciao a tutti!!

    Apro questa discussione perch m'interessa molto sapere il Vostro parere (consigli, critiche, chiarimenti...) a riguardo,
    Vi racconto l'intuizione... guardavo un documentario sui Cani della prateria, mi ha colpito il fatto che vivessero in colonie numerosissime sottoterra.
    E fin qu nulla di particolare, se non fosse che parte della loro giornata fosse dedicata alla manutenzione di "buche" e "camini".
    Mi spiego meglio, sfruttando il principio di circolazione naturale dell'aria (calda/fredda), climatizzavano le varie aree della tana (un groviglio complicatissimo!! credetemi).
    Ovviamente posizionavano le buche in zone fresche e depresse, e i camini in zone sopraelevate. Sappiate che la superfichie di una colonia media era di parecchi kilometri quadrati, si parla di colonie popolate da decine di migliaia di esemplari.
    Ultimamente mi capitato di lavorare sul tetto di un palazzo di sei piani, quando siamo arrivati in cima alla tromba delle scale ci saranno stati 45, quando la temperatura esterna sarà stata di 32, ovviamente, una volta aperta la porticina che dava sul tetto si creata una corrente pazzesca.
    ovvio!! Per mi viene da pensare quanto i nostri sottotetti, le nostre stanze trattengano calore stratificato, e con quanta facilità arriverebbe l'aria fresca dalle cantine o dai box!
    ...da qu mi arriva uno spunto (a mio parere da non sottovalutare), in Sardegna avevo visto un tetto fatto in maniera inconsueta, aveva una normalissima copertura in tegole a sua volta coperta da un secondo tetto distanziato, che creva un'intercapedine di una quindicina di centimetri.
    In questo modo si riducono i problemi di isolamento.
    Se poi questo secondo tetto riesce a trasformare e accumulare questa energia tanto meglio.

    Spero che la discussione sia di Vostro interesse. <img src=">

  • #2
    Beh sfondi una porta aperta
    gia nell'antichita' i greci e i romani conoscevano il modo di condizionare le loro case come tu hai descritto.
    Le termiti costruiscono i loro nidi (termitai) con la stessa cognizione dei cani che tu hai citato. Gli architetti del nord europa hanno realizzato edifici sul modello dei termitai.....
    ma anche il nostro CNR gia' anni fa aveva proposto una soluzione abitativa a "condizionamento" naturale

    Il problema secondo me e che i costruttori di edifici in genere sono dei grandi ignoranti e dei giganteschi speculatori............specie qui nel nostro paese (notoriamente alcuni sono grandi mafiosi)

    Cmq in germania e paesi nordici in genere ma anche nel nostro trentino
    molti costruttori fanno ampiamente uso di queste cognizioni e adoperano anche materiali di ultima generazione per la coinbentazione e l'isolamento termo acustico

    un saluto

    Commenta


    • #3
      Quello che tu hai scoperto in realta esiste e si chiama camino termico.
      Claudio Menegatti da qualche parte nel forum ne ha gia' parlato, io stesso ho proposto alcuni spunti partendo da impianti naturali in alcuni antichi e modermi palazzi che si trovano in molti paesi arabi e, dulcis in fundo, lo puoi realizzare anche tu in una villa (come casa mia) costruendo una veranda con un'apertura nel punto piu' alto.
      Per effetto termico appunto l'aria calda verra' espulsa attraverso l'apertura superiore portandosi dietro tutta quella della casa ad essa collegata e naturalmente raffrescandola.
      D'inverno ci sarebbe l'effetto opposto.
      A Doha in Qatar c'e' un albergo (mi sembra l'Hilton) che sfrutta questo sistema per raffrescare l'area comune (ristoranti e sala musica).

      MetS

      Commenta


      • #4
        Il doppio tetto di cui parlavi invece e' un tetto ventilato... basta anche meno di 15 cm, 4-5 cm sono sufficinenti...

        si realizza una copertura isolante sopra la struttura portante del tetto, sia essa in legno o in cemento... sopra questa copertura, opportunamente protetta dall'umidita con isolante barriere del vapore etc etc, si mette una listellatura verticale (che segue l'incinazione verticale della falda) di alcuni cm... sopra quella si monta la copertura impermeabile con una aventuale travettatura per le tegole, o direttamente in caso di lastre in rame o altri materiali di grosse dimensioni

        sul colmo del tetto ci sono delle aperture di ventilazione (coperte da un coppo rovesciato per non far entrare l'acqua) e protette da delle reti per evitare che entrino uccelli e insetti

        sulla linea di gronda (la parte bassa della falda del tetto dove appunto ci sono le grondaie) c'e' un altra apertura sempre protetta da reti...

        l'aria calda che si accumula sotto le tegole invece di passare attraverso l'isolamento termico dentro la casa, sale creando una corrente naturale che tiene fresca l'intercapedine, e quindi riduce la quantita' di calore che entra dentro...

        d'inverno l'effetto camino e' minore perche' il sole non scalda cosi' tanto e l'intercapedine d'aria fa da ulteriore isolante

        ci sono dei sistemi di condizionamento che usando le condotte di aspirazione dell'aria che passano per alcune decine di metri ad un paio di metri sotto terra. in questo modo l'aria che viene immessa e' fresca d'estate e + calda d'inverno

        e' una versione tecnologica delle camere del vento o delle cantine che si facevano nell'antichita' ...

        veramente e' triste pensare che abbiamo disimparato le buone pratiche della costruzione... si potrebbe imparare molto dal passato, e lo si sta facendo... meno male...

        alex

        Edited by claudiomenegatti - 16/7/2006, 09:24

        Commenta


        • #5
          Non le abbiamo poi tanto disimparate. In realtà si preferisce ottimizzzare e standardizzare le costruzioni in modo da ridurre i costi, ma le tecnologie sono sempre disponibili, basta applicarle.

          Una casa in legno, con isolamento classe A o A+, tetto ventilato, protezione dall'iraggiamento delle superfici vetrate (tende, pergolati) e un interrato che funga da serbatoio fresco NON ha teoricamente bisogno di alcun sistema di condizionamento alle nostre latitudini. Dato che la sto facendo e qui il sole picchia bene potrà essere pi esaustivo quando sarà terminata. <img src=">
          Comunque sono cresciuto in una casa ligure, mura spesse di pietra, persiane alle finestre, megaulivo dotato di colonia di cicale a sudest e mai, nemmeno nelle estati pi torride, abbiamo sognato di mettere quei maledetti marchingegni che ora vanno per la maggiore (magari un veleno per cicale a volte si <img src="> ).
          “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

          Commenta


          • #6
            Ciao a tutti!!

            Grazie per le Vostre risposte, davvero molto interessanti, seppur un p troppo banale la mia discussione.
            La cosa che mi rode di pi che noi ITALIANI in queste cose siamo sempre gl'ultimi (riguardo un uso a larga scala).

            E' confortante sapere che si stia facendo qualcosa in questa direzione (anche se non qu, o comunque non in larga scala), nel mio caso specifico dubito di poter attuare un simile sistema.
            Un'altra questione mi viene da sollevare, visto che mettere in collegamento i vari locali implica una diffusione acustica tra gli stessi, esistono accorgimenti da prendere in considerazione? (materiali specifici, labirinti d'abbattimento, insonorizzazione acustica)
            In grandi edifici sarà un disagio trascurabilissimo, ma m'immagino quanto si possa sentire per esempio di notte, un televisore acceso nella zona giorno da una camera sovrastante.
            Avete qualche link che mostri gli standard di qualche realizzazione, vorrei capire se in un appartamento realizzano delle condotte nei muri, piuttosto che delle grate nel pavimento (non s, forse st pazziando!).

            Grazie mille a tutti!!

            Commenta


            • #7
              CITAZIONE
              mura spesse di pietra

              Hai mai sentito parlare del RADON?

              Commenta


              • #8
                cos' il radon?

                Commenta


                • #9
                  Il Radon un gas naturale che pu essere nocivo se respirato in alte concentrazioni.
                  Puoi saperne di pi (c' una bella guida al problema) su www.italprotezione.it

                  Commenta


                  • #10
                    CITAZIONE (MetS-Energie @ 15/7/2006, 23:35)
                    Quello che tu hai scoperto in realta esiste e si chiama camino termico.
                    Claudio Menegatti da qualche parte nel forum ne ha gia' parlato, io stesso ho proposto alcuni spunti partendo da impianti naturali in alcuni antichi e modermi palazzi che si trovano in molti paesi arabi e, dulcis in fundo, lo puoi realizzare anche tu in una villa (come casa mia) costruendo una veranda con un'apertura nel punto piu' alto.
                    Per effetto termico appunto l'aria calda verra' espulsa attraverso l'apertura superiore portandosi dietro tutta quella della casa ad essa collegata e naturalmente raffrescandola.
                    D'inverno ci sarebbe l'effetto opposto.
                    A Doha in Qatar c'e' un albergo (mi sembra l'Hilton) che sfrutta questo sistema per raffrescare l'area comune (ristoranti e sala musica).

                    MetS

                    Accidenti ma vivi in Francia, hai un motoscafo da paura, hai pure la villa, ma allora sei davvero ricco. E a che ti serve questo foro? ma comprati una bella ferrari fai il pieno di benzina ed aedsca donne a tutta forza, le cosine economiche falle fare a noi poveracci. Scopo di questo forum di risparmiare possibilmente truffando lo stato italiano.

                    Commenta


                    • #11
                      militarx,
                      non riesco a capire il senso e tantomeno le motivazioni di quello che hai scritto.
                      Bolle

                      Commenta

                      Attendi un attimo...
                      X
                      TOP100-SOLAR